• Quotidiano di informazione
  • mercoledì 25 novembre 2020

Strage di Erba, dal legale di Olindo e Rosa novità su tracce di Dna

 


"Ci sono anche elementi sui quali noi contiamo, tramite i quali chiederemo la revisione. Noi proveremo ad analizzarli ugualmente quei reperti, ritengo che questo rigetto non metta la parola fine su quei reperti, quindi proveremo ad analizzarli. Entro qualche mese presenteremo la richiesta di revisione del processo, per la precisione prima dell’estate". Lo ha dichiarato - alla trasmissione Iceberg di Telelombardia - Fabio Schembri, legale di Olindo Romano e Rosa Bazzi condannati in via definitiva per la strage di Erba (Como).   "È chiaro che se ci tolgono la possibilità di analizzare i reperti la revisione può avere un altro tipo di consistenza -ha aggiunto l’avvocato intervistato dal giornalista Marco Oliva - .     Ecco perché stiamo aspettando una importante analisi, che vorremmo effettuare". "Ci interesserebbe tanto analizzare delle formazioni pilifere che sono state trovate sulla felpa del piccolo Youssef e altri reperti - ha concluso -. Per esempio un’impronta palmare che non è di Olindo e Rosa, non è dei soccorritori, che è lì pronta per poter essere inserita all’Afis (centro database impronte). Noi riteniamo che uscirebbe il Dna di terzi soggetti da quei reperti. Che ce li facessero analizzare e vediamo quale Dna esce. Potrebbe saltare fuori un altro soggetto che era presente sulla scena del crimine". 


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK