• Quotidiano di informazione
  • venerdì 5 giugno 2020

Bonomi (Confindustria) su Fca: “Sì a prestito garantito, ma soldi arrivino a filiera”

 


Il prestito garantito dallo Stato per Fiat Chrysler è accettabile se il governo pone condizioni stringenti per far arrivare i 6,3 miliardi alle fabbriche italiane di Fca e alle imprese della filiera. Lo ha affermato il neopresidente di Confindustria, Carlo Bonomi, secondo cui “il finanziamento verrebbe erogato alla parte di società di Fca che ha stabile organizzazione in Italia. Essendo superiore alla soglia di 1,5 miliardi, sta al governo decidere come erogare il finanziamento”. 


“Il prestito – ha sottolineato Bonomi durante la registrazione di Porta a porta – viene erogato in funzione della filiera e mi aspetterei che nelle condizioni che pone il governo ci sia un controllo molto attento che questi soldi arrivino alla filiera. Dimmi dove investi questi soldi e quali sono gli investimenti produttivi a favore degli impianti produttivi italiani e delle aziende della filiera”.


 


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK