• Quotidiano di informazione
  • venerdì 29 maggio 2020

Crisi, 7 famiglie su 10 al discount

Sono oltre 9 milioni gli italiani in difficoltà economica con la crisi che costringe a inseguire sempre di più i risparmi e le promozioni facendo impennare la spesa low cost. Questo dato è consolidato al punto che 7 famiglie su 10 hanno provato almeno una volta i discount nel 2014, confermando una tendenza cresciuta con la recessione e consolidatasi nel 2012- 2013. La recessione ha ormai radicalmente alterato le abitudini al supermercato: il 74,3% degli italiani fa economia e così rispetto al 2013 sono più che raddoppiati gli acquisti di offerte speciali. Aumentano le persone che fanno shopping "per mangiare" nei negozi "a basso costo". Dagli alimenti alle bevande, ma anche prodotti per la casa e abbigliamento, gli sconti fanno gola a tutti e sono la risposta fai-da-te delle persone alla crisi.

Questo il risultato di una rapporto del Centro studi di Unimpresa, che ha da un lato condotto un’indagine a campione tra i 18mila esercizi commerciali associati, e dall’altro ha calcolato, sulla base di dati Istat, l’area di disagio sociale che comprende oggi 9,21 milioni di persone, mettendo in evidenzia che cresce di quasi mezzo milione il numero degli italiani che non ce la fa. Insomma cresce l’area del disagio e nel bacino dei deboli si registrano 466mila persone in più rileva l’analisi di Unimpresa.

Complessivamente, superano quota 9 milioni le persone in difficoltà in Italia: ai "semplici" disoccupati vanno aggiunte ampie fasce di lavoratori, ma con condizioni precarie o economicamente deboli che estendono la platea degli italiani in crisi. Un’enorme "area di disagio": ai 3 milioni di persone disoccupate, bisogna sommare anzitutto i contratti di lavoro a tempo determinato, sia quelli part time (677mila persone) sia quelli a orario pieno (1,74 milioni).
 
Notizia successiva

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK