• Quotidiano di informazione
  • domenica 20 settembre 2020

Gualtieri e il prestito a Fca: “Condizioni rigide o lo perderà"

 


Il governo imporrà condizioni “molto rigide” per il prestito da 6,3 miliardi con garanzia statale che sta negoziando con Fiat Chrysler e, se non saranno rispettate, il gruppo automobilistico potrebbe perdere il finanziamento. Lo ha affermato il ministro dell’economia Roberto Gualtieri, secondo cui “decideremo di imporre delle condizioni molto rigide: tutte le risorse devono essere usate per il pagamento della filiera italiana e Fca deve garantire che farà tutti gli investimenti che si è impegnata a fare in Italia”.


Il prestito, ha spiegato il ministro intervenendo a Piazzapulita su La7, sarà negoziato e monitorato “in maniera molto rigida, altrimenti Fca perderà il finanziamento. Devono essere garantiti i livelli occupazionali e deve essere vietata ogni delocalizzazione produttiva fuori dall’Italia”.


“Abbiamo assunto un atteggiamento molto esigente – ha aggiunto Gualtieri – e pensiamo possa essere un’operazione di politica industriale. Fca è un grande gruppo internazionale che va a fondersi con Psa, mantenendo la sede in Olanda, e noi vogliamo che rimanga radicato in Italia”.


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK