• Quotidiano di informazione
  • venerdì 30 ottobre 2020

Visco (Banca d’Italia): “La crisi colpisce di più lavoratori poveri e meno qualificati”

 


 La crisi economica causata dal coronavirus colpisce di più i lavoratori scarsamente qualificati e poco retribuiti. Lo ha detto il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, sottolineando che “le conseguenze economiche e sociali di questa crisi richiedono un’azione continua a tutti i livelli. Bisogna riconoscere che l’impatto della pandemia non è stato uniforme tra i lavoratori, con la perdita di posti di lavoro e la disoccupazione concentrate tra i lavoratori scarsamente qualificati e poco retribuiti”.


“L’accesso ineguale alla salute e all’istruzione – ha aggiunto Visco intervenendo al 102esimo meeting del Development committee della Banca Mondiale e del Fondo monetario internazionale – tra i diversi Paesi e all’interno dei Paesi e il calo conseguente calo dell’accumulazione di capitale umano possono peggiorare l’impatto sulle generazioni future”.


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK