• Quotidiano di informazione
  • martedì 26 maggio 2020

Folla oceanica a funerali del generale Soleimani: “Nuovo Vietnam”

 


 Folla oceanica in Iran per il giorno del lutto e dei funerali del generale Soleimani nella sua città natale. Tra l’enorme massa di persone spuntano le bandiere rosse di chi,  chiede vendetta per l’attacco. La folla lancia slogan contro gli Stati Uniti di Trump, ma anche contro Israele e la Gran Bretagna. “Se gli Usa non se ne andranno dal Medio Oriente – è uno dei messaggi più forti che trapelano da Teheran – per gli americani sarà un nuovo Vietnam”.  Per comprendere meglio il livello di tensione e di atti ostili, c’è da dire dello stop iraniano alle intese sul nucleare. 


 La tv iraniana ha annunciato che Teheran ha preso la decisione per una nuova riduzione degli impegni previsti nell’accordo del 2015 sul nucleare, uscendo di fatto dall’intesa di Vienna. Teheran, in particolare fa un passo indietro sulle “final key restriction”, le norme a proposito del numero massimo dei reattori nucleari e l’arricchimento dell’uranio.


L’Iran, però, si è detto pronto a continuare a cooperare con l’Agenzia internazionale per l’energia atomica e a tornare nell’ambito degli impegni dell’accordo di Vienna se le sanzioni contro il Paese saranno tolte.


“Con il quinto step della riduzione dei suoi obblighi, l’Iran abbandona l’ultima limitazione pratica in base al Joint Comprehensive Plan of Action, che riguarda il numero delle centrifughe”, ha scritto il governo iraniano in una nota ribadendo la volontà di proseguire la collaborazione con l’Aiea.


 


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK