• Quotidiano di informazione
  • lunedì 10 agosto 2020

Haftar lascia Mosca senza firmare il cessate il fuoco. Sereni: “Dalla Conferenza di Berlino possibili risultati importanti”

 Il generale Khalifa Haftar ha lasciato Mosca senza firmare l’accordo di cessate il fuoco già sottoscritto  dal premier del governo di accordo nazionale, Fayez al Sarraj. Lo riporta l’agenzia di stampa russa Ria Novosti, citando una fonte libica. “Haftar ha lasciato Mosca. Non ha firmato l’accordo”, ha detto la fonte.


Secondo quanto riportato da Al Arabiya, Haftar ha denunciato l’assenza di alcune sue richieste nel documento di cessate il fuoco, in particolare il ritiro delle forze turche dalla Libia.


Inoltre, secondo le fonti sentite dall’emittente araba, il generale libico avrebbe chiesto la revoca dell’accordo tra la Turchia e il governo di accordo nazionale. Poi la posizione italiana, espressa dal Viceministro Marina Sereni : La mancata firma di Haftar al cessate il fuoco conferma che la situazione in Libia è complessa e difficile per tutti, facendo giustizia di alcune semplificazioni che abbiamo ascoltato nei giorni scorsi”. Lo dice intervenendo a Radio anch’io. “Oggi c’è però una novità importante, oltre all’Italia e all’Europa anche Russia e Turchia sono impegnate per ottenere lo stop alle armi e condurre al negoziato i due protagonisti”. Ciò, spiega Sereni, “apre una prospettiva diversa per la conferenza di Berlino che, come Italia, in questi mesi non abbiamo mai smesso di chiedere che venisse convocata il prima possibile, in quanto è il luogo in cui la comunità internazionale può certificare l’impegno di tutti a rispettare l’embargo delle armi e a sostenere il tentativo di soluzione negoziale guidata dall’Onu”.


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK