• Quotidiano di informazione
  • martedì 7 aprile 2020

La Francia segue le direttive italiane. Macron: “Siamo in guerra”. E da Parigi fuggono in migliaia

“Siamo in guerra, una guerra sanitaria, il nemico è invisibile” e soltanto la mobilitazione generale aiuterà a vincere questa epidemia, ha detto il presidente francese Emmanuel Macron aggiungendo che gli spostamenti dei francesi saranno limitati drasticamente, è necessario “stare a casa e uscire soltanto se strettamente necessario”.


Le misure saranno in vigore da domani a mezzogiorno e per 45 giorni, “è fondamentale rispettare la distanza di sicurezza di un metro” e le “aziende dovranno facilitare il lavoro da remoto”. Macron ha anche avvertito di punizioni per chi trasgredirà le regole. Intanto a Parigi si è scatenato il panico, con una vera e propria fuga dalla città. L’annuncio di misure restrittive da parte del presidente Emmanuel Macron, con l’entrata in vigore del divieto di spostamenti, ha scatenato un’ondata di partenze dalla capitale francese. Le telecamere dell’emittente Bfmtv, in particolare, hanno documentato l’assalto ai treni nella stazione di Montparnasse. Centinaia di passeggeri, spesso con più di una valigia, sono salite a bordo dei convogli in uscita dalla città per raggiungere altre località. Scene già viste in Italia, nei giorni scorsi, in particolare con le partenze da Milano verso il Meridione.


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK