• Quotidiano di informazione
  • martedì 25 febbraio 2020

Libia,il parlamento turco autorizza l’invio delle truppe. L’Ue avverte: “Non c’è soluzione militare”

 


 


Il parlamento turco ha approvato la mozione che autorizza l’invio di truppe in Libia. Lo riporta l’agenzia di stampa Anadolu.L’assemblea ha approvato, con 325 voti a favore e 184 contrari, la mozione presentata dal governo dopo la richiesta di sostegno militare arrivata dall’esecutivo di Tripoli.


Il testo fissa a un anno il mandato per l’invio delle truppe in Libia; tempi, obiettivi e numeri del dispiegamento militare saranno decisi dal presidente Recep Tayyip Erdogan.


Il presidente Erdogan ha avuto un colloquio telefonico con l’omologo americano Donald Trump sugli ultimi sviluppi in Libia, in Siria e nella regione.


L’Egitto ha condannato la decisione del parlamento turco di autorizzare l’invio di truppe in Libia, bollandola come una “violazione del diritto internazionale”. E’ quanto riporya il Daily News Egypt, citando il ministero degli Esteri del Cairo.


Per l’Egitto si tratta di un’iniziativa che “complicherà la situazione nel Mediterraneo Orientale”.


L’Ue ribadisce: "Non c’è soluzione militare alla crisi" "Abbiamo sottolineato in varie occasioni, l’ultima è stata il 23 dicembre, che non esiste una soluzione militare per il conflitto in Libia". Così uno dei portavoce del servizio di azione esterna dell’Unione europea ha commentato gli sviluppi della situazione libica. "L’Ue ribadisce a tutte le parti interessate il suo appello a cessare tutte le azioni militari e riprendere il dialogo politico", ha sottolineato il portavoce.


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK