• Quotidiano di informazione
  • mercoledì 25 novembre 2020

Pakistan, folla immensa per salutare il leader islamista Khadim Hussain Rizvi. Forse la sua vita stroncata dal Covid

 


 


Una folla immensa si è riunita oggi a Lahore, in Pakistan, per i funerali del fondatore di un partito islamista radicale la cui retorica incendiaria ha innescato nelle scorse settimane in Pakistan la collera nei confronti della Francia riguardo alle vignette sul profeta Maometto. Le autorità non hanno fornito una stima dei partecipanti alla mobilitazione di massa ma osservatori locali parlano di diverse centinaia di migliaia di persone, la gran parte senza mascherina che è obbligatoria in Pakistan come misura per contrastare la seconda ondata della pandemia da covid. L’islamista defunto è Khadim Hussain Rizvi, 54 anni, che nel 2015 aveva fondato l’influente movimento estremista Tehreek-e-Labbaik Pakistan (TLP). L’uomo è morto giovedì in ospedale in seguito a difficoltà respiratorie e ad una forte febbre. Non sono però note le cause ufficiali del decesso, non è stato effettuato un test per il covid nè un’autopsia.


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK