• Quotidiano di informazione
  • sabato 31 ottobre 2020

Pescatori sequestrati in Libia, l’appello di Papa Francesco per la loro liberazione

 


Il Pontefice Francesco ha voluto rivolgere un appello per la liberazione dei pescatori italiani ancora trattenuti in Libia e per la pace in quel paese.


Lo ha fatto al termine dell’Angelus in piazza San Pietro. Francesco ha espresso “sostegno e vivinanza” per i pescatori fermati e per le loro famiglie invitandoli a “mantenere viva la speranza di riabbracciare presto i loro cari”.


Ma la Libia è stata anche al centro del suo invito pubblico alla pace. “Prego – ha infatti detto – per i colloqui in corso perchè siano rilevanti per il futuro della Libia. E’ giunta l’ora di fermare ogni forma di ostilità – ha quindi aggiunto – favorendo il dialogo per la stabilità e la pace nel paese”. “Preghiamo insieme – ha infine detto ai fedeli in piazza San Pietro invitandoli ad un momenti si raccoglimento in silenzio – per i pescatori e per la Libia”.


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK