• Quotidiano di informazione
  • mercoledì 19 febbraio 2020

Ericsson, altri 150 licenziamenti

 


La Exi, service company di Ericsson, ha dato ancora una brutta notizia, ovvero la procedura collettiva di licenziamento, per 150 persone considerate in esubero e che sono destinate ad aumentare dopo la perdita della commessa Vodafone,. A darne notizia è la Slc Cgil della Campania, in una nota che lamenta il notevole impatto sull’organico di Napoli. "Ericsson Telecomunicazioni continua a licenziare. - si legge . La sede napoletana è la più colpita con ben 28 esuberi su 110 dipendenti". "I lavoratori di Exi Napoli, che hanno sempre sollecitato l’azienda ad un confronto leale senza mai ottenere risposta - continua la Slc - rigettano ogni ipotesi di ulteriore taglio all’occupazione e ritengono quale unica soluzione percorribile il rientro del personale di Exi in Ericsson Telecomunicazioni, unico contesto in cui sarebbe possibile attivare processi di internalizzazione di attivita’, di formazione e di riqualificazione, oltre a eventuali programmi di prepensionamento utilizzando gli ammortizzatori sociali ad oggi disponibili".


"Quella messa in atto da Ericsson è una mattanza nei riguardi dei lavoratori - spiega Alessandra Tommasini, segretaria generale Slc Napoli- c’è un clima di tensione che lede il futuro delle persone ormai da diversi anni. È inaccettabile che un’azienda tratti lavoratori come meri numeri e non garantisca prospettive certe. Coinvolgeremo le istituzioni locali".


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK