• Quotidiano di informazione
  • domenica 20 settembre 2020

La Cisl avverte: “Ci sono 200mila lavoratori a rischio. Risolvere le vertenze”

Il 18 settembre "saremo nelle piazze in una grande mobilitazione unitaria per l’apertura di una stagione nuova, di vero dialogo e collaborazione sociale nella definizione delle riforme necessarie alla ripartenza. A cominciare dalla legge di Bilancio bisogna costruire insieme un Progetto-Paese che raccordi gli interventi di coesione e protezione sociale a una poderosa strategia anticiclica". Lo afferma il segretario generale aggiunto della Cisl, Luigi Sbarra, puntando l’attenzione sugli investimenti per "rilanciare" anche l’occupazione, sull’utilizzo di "tutte" le risorse europee e sulle diverse questioni aperte, dalla riforma degli ammortizzatori al rinnovo dei contratti alla politica industriale: "C’è da dare una svolta decisa alla gestione delle circa 150 grandi vertenze nazionali, che coinvolgono circa 200mila lavoratori", dall’ex llva ad Alitalia, da Whirlpool a Blutec.


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK