Tiffany perde il suo fascino? Vendite in calo

Tiffany, una della catene di gioiellerie più famose e diffuse del mondo ha annunciato un calo delle vendite superiore al previsto. Un inizio d’anno difficile che ha visto le vendite diminuire del 7,4% e che ha costretto il brand a lanciare un allarme utili per il trimestre in corso.
Secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore, il titolo Tiffany cede, infatti, al Nyse l’1,16% che va a peggiorare la performance mensile (-11%) e quella da inizio anno (-27%). Nel primo trimestre, Tiffany ha ridotto l’utile a 87,5 milioni di dollari, pari a 69 cent ad azione, dai 104,9 milioni, pari a 81 cent ad azione, dell’anno prima, anche se il risultato batte le stime degli analisti di 68 cent ad azione. I ricavi però sono scesi del 7,4% a 891,3 milioni di dollari, risultando al di sotto dell’obiettivo prefissato, che era di 915 milioni.

Tiffany_blue_box_2

Il calo vendite si è manifestato in tutte le regioni in cui opera: in America (-9%), in Asia Pacifico (-8%) e in Europa (-9%), fatta eccezione per il Giappone che ha segnato un aumento dell’8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*
Meteo
Borsa
Camera dei Deputati
Guida TV