Smart punta tutto sull’elettrico

A metà del prossimo 2019 Smart smetterà di produrre veicoli a benzina e diesel per puntare tutto sulla modalità elettrico che sostituirà tutti i modelli del marchio a partire dal 2020. Un’autonomia dichiarata di 160 km, Di serie avrà in dotazione una wall box,per intenderci una colonnina di ricarica con consegna e installazione comprese nel prezzo e che consentirà di ricaricare l’auto in un’ora al massimo. Al momento in Italia, secondo i dati dell’Osservatorio europeo per i carburanti alternativi, sono presenti 3.124 punti di rifornimento elettrico, normali e veloci. Il 14 per cento rispetto allo scorso anno, ma ancora troppo pochi. Serve un piano di azione, come quello lanciato da Enel che promette da qui al 2022 14mila colonnine presenti in tutte le regioni, isole comprese. Ma insieme a questo servono politiche di incentivi da parte del governo per l’acquisto di veicoli elettrici da una parte, ma anche tariffe speciali da parte degli operatori del settore per dare la possibilità di installare colonnine di ricarica elettrica anche all’interno dei parcheggi all’interno dei condomini.


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*
Meteo
Borsa
Camera dei Deputati
Guida TV