Pompei, riemerge il ’giardino incantato’

Recentemente negli Scavi Archeologici di Pompei è stato ritrovato uno splendido giardino incantato con dipinti sulle pareti. Si tratta di un grande larario tra i più eleganti emersi a Pompei ed è pressoché integro. Misura quattro metri per cinque ed è composto da un grande altare custodito da una coppia di serpenti beneauguranti, attorniato dalle raffigurazioni di un pavone, di fiere che si battono contro un cinghiale nero (il bene che vince il male) e di uccelli che volano nel cielo azzurro. C’è anche un pozzo, una vasca colorata e il ritratto di un uomo con la testa di cane. Sensazionale, non c’è che dire. La scoperta è in linea con la restante parte della casa già in parte emersa agli inizi del Novecento con accesso dal vicolo di Lucrezio Frontone. Bisognerà capire quale sia la disposizione degli spazi. Questo perché nella stanza sono emersi elementi insoliti come la vasca bordata dal giardinetto che si trova al centro dell’ambiente e lo spazio soppalcato ancora da scavare. “Questi straordinari ritrovamenti che continuano a regalare grandi emozioni, rientrano nel più vasto intervento di manutenzione, quello della messa in sicurezza dei fronti di scavo – dichiara il Direttore Generale del parco archeologico di Pompei Massimo Osanna – che sta interessando i circa 3 km di fronti che delimitano l’ area non scavata di Pompei. Un intervento fondamentale in una delle aree più a rischio del sito, mai prima trattata complessivamente e che oggi grazie all’operazione di riprofilamento dei fronti, che ha lo scopo di ridurre la pressione del terreno sulle aree già scavate, ci sta anche consentendo di portare alla luce ambienti intatti con splendide decorazioni.”


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*
Meteo
Borsa
Camera dei Deputati
Guida TV