Udine, bandite bambole di colore all’asilo

La maggioranza di centrodestra del consiglio comunale del piccolo paese di Codroipo in provincia di Udine ha emendato la messa a norma del regolamento comunale sui nidi d’infanzia, in coerenza con la legge regionale, stralciando il punto in cui si incentivava l’inserimento di giocattoli “che fanno riferimento alle diverse culture e alla cultura di provenienza”. Inoltre verranno fatti sparire anche gli strumenti musicali, che solitamente vengono suonati in altri Paesi, e i giocattoli di "culture diverse". Da qui la polemica dell’opposizione di centrosinistra che è insorta spiegando che i loro valori sono "forti proprio perché non temono l’apertura e l’incontro con altre culture". Il sindaco Fabio Marchetti, però, ha respinto le accuse, precisando che al regolamento non spetta disciplinare le differenze culturali, bensì annullare le differenze sociali, e che la formula utlizzata riproduce quella adottata da altri Comuni, come quello di Monfalcone. La decisione presa a Codroipo è stata commentata anche dall’ex presidente della Camera Laura Boldrini: “Vietati i bambolotti con la pelle scura e i giocattoli di culture diverse: siamo oltre il ridicolo. Risparmiate ai bambini i vostri deliri nazionalisti!”, si legge in un tweet.


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*
Meteo
Borsa
Camera dei Deputati
Guida TV