Mafia: arrestato Settimo Mineo, l’erede di Riina

Settimo Mineo, 80 anni, è uno dei 46 arrestati, fra boss e gregari, durante il blitz dei carabinieri " Cupola 2.0" il 4 dicembre. Settimino Mineo fu condannato a 5 anni in seguito al maxi processo istruito da Giovanni Falcone e riarrestato nel 2006, salvo poi tornare in libertà dopo una condanna a 11 anni. Carismatico e con doti di mediazione, l’anziano boss di Pagliarelli non usava telefonini per il timore di essere intercettato e si muoveva a piedi, anche per andare a trovare altri capi famiglia. Una scalata vera e propria quella dell’ottantenne chiamato a mediare tra vecchie e nuove leve, ma presto interrotta dalla Direzione distrettuale antimafia guidata da Francesco Lo Voi. Era stato designato capo della Cupola palermitana il 29 maggio scorso, sei mesi e 12 giorni dopo la morte del padrino corleonese. Lo "zio Settimo" è ritenuto l’erede di Totò Riina.


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*
Meteo
Borsa
Camera dei Deputati
Guida TV