Manuel Bortuzzo: "Torno più forte di prima"

Manuel Bortuzzo, il nuotatore ferito e rimasto paralizzato dopo essere stato colpito da un proiettile per errore, parla per la prima volta dopo la sparatoria di sabato sera all’Axa e lo fa con un messaggio audio dalla stanza in cui è ricoverato, all’ospedale San Camilo di Roma: "Come potete sentire sto bene, non mi aspettavo tutto questo, mi avete fatto emozionare. Se potessi vi abbraccerei a uno a uno. Vedrete che torno più forte di prima". A registrare il messaggio di risposta a tutte le persone che hanno cercato di contattarlo per esprimergli vicinanza e solidarietà chi ha cercato di contattarlo negli ultimi giorni è stato il presidente della Fin, Paolo Barelli. Anche il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha fatto visita oggi a Manuel: "Mi ha stretto la mano e mi ha detto che vuole tornare ad allenarsi. Al di là dei bollettini medici, per me, Manuel tornerà a correre e nuotare". Intanto oggi si sono presentati davanti al gip di Roma per l’interrogatorio di convalida Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano, i due giovani di Acilia che hanno sparato nella notte tra sabato e domenica ferendo gravemente il nuotatore. I due, ai quali viene contestato il reato di tentato omicidio con l’aggravante della premeditazione, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere all’interrogatorio. Al termine dell’interrogatorio, il gip ha convalidato il fermo.


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*
Meteo
Borsa
Camera dei Deputati
Guida TV