Gli Stati Uniti vietano le batterie al litio nelle stive degli aerei

Gli Stati Uniti hanno emesso un divieto di far viaggiare le batterie al litio nelle stive degli aerei: ciò vuol dire che tutti i telefoni, i tablet, i computer, i lettori MP3 e le console di gioco dovranno essere nel bagaglio a mano e, dunque, passare attraverso i metal detector. Secondo il segretario dei trasporti degli Stati Uniti, Elaine L. Chao, questa norma rafforzerà la sicurezza per i viaggiatori, affrontando le paure circa ciò che le batterie al litio rappresentano per i trasbordi. Oltre a tale novità, che quindi interessa chiunque viaggi dentro e fuori dagli States, le batterie esterne con più del 30% di carica non saranno consentite sugli aerei cargo, quindi a meno che non arrivino completamente prosciugate (il che non va mai bene) i battery bank dovranno viaggiare in altro modo, di certo non in volo.
I timori per la stabilità delle batterie agli ioni di litio arrivano in un momento piuttosto calmeno circa l’hi-tech “turistica”. Dopi il fattaccio del Note 7, non abbiamo più sentito di incidenti globali del genere, merito di una supply chain migliore in fase di controllo e produzione. Tuttavia, gli USA non sono certo i primi ad assumere regole del genere. Qualcosa di simile esiste già in Cina e a Hong Kong, dove i controlli prima degli imbarchi si fanno spesso serrati.


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*
Meteo
Borsa
Camera dei Deputati
Guida TV