• Quotidiano di informazione
  • domenica 9 agosto 2020

Di Maio: “Grillo da ambasciatore cinese? Ha ricevuto un invito”

Beppe Grillo “ha ricevuto un invito” dall’ambasciatore cinese a Roma, Li Junhua, e nell’incontro di sabato scorso a cena non ha rappresentato il governo italiano. Lo ha chiarito il ministro degli Esteri italiano, Luigi Di Maio, rispondendo al Question Time alla Camera a un’interrogazione di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia.


“Con riferimento agli incontri presso l’ambasciata della Repubblica popolare cinese a Roma, sottolineo anzitutto che il signor Giuseppe Piero Grillo ha ricevuto l’invito dall’ambasciatore cinese”, ha detto il titolare della Farnesina, “e vi si è recato in visita privata, non rappresentando ovviamente il governo”.


“Premesso che non è compito del governo italiano rispondere degli inviti che un’ambasciata estera rivolge a un privato cittadino”, ha poi chiarito, “i contatti con gli esponenti della società civile del Paese di accreditamento rientrano nelle normali attività di tutte le rappresentanze diplomatiche, incluse le nostre. Esse si aggiungono ai rapporti istituzionali con il ministero degli Esteri e le altre amministrazioni, oltre che a quelli con gli esponenti delle diverse forze politiche del mondo della cultura, delle imprese e della stampa, come esplicitamente previsto dalla convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche del 1961”.


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK