• Quotidiano di informazione
  • domenica 12 luglio 2020

De Magistris: “Se Napoli fosse stata il centro dell’epidemia avrebbero fatto un muro”

 


Secondo il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, se Napoli fosse stata l’epicentro dell’epidemia “soprattutto con il governo precedente, sul Garigliano avrebbero costruito un muro che neanche quello di Berlino, schierato l’esercito, fatto fuoco a ogni terrone e messo il sindaco di Napoli al 41 bis”. Per il primo cittadino, ai microfoni di radio Capital, lo Stato “non si è voluto accollare i disastri di alcune regionalizzazioni della Sanità. Alle regioni è convenuto acquisire una visibilità politica senza precedenti e nello stesso tempo scaricare il governo”.


“Lo abbiamo pagato caro e lo pagheremo ancora più caro nel caos della fase 2, dove non solo si continua a mantenere un centralismo regionale molto burocratizzato contro costituzione, ma anche annichilendo noi sindaci, svuotati di potere e ridotti ad amministratori di condominio. Si sta sbriciolando l’assetto dei principi costituzionali” conclude.


 


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK