• Quotidiano di informazione
  • venerdì 24 gennaio 2020

Di Maio avverte la Lega: “Non perda la testa”


"Ci auguriamo che dopo il caso Siri la Lega non perda la testa. Comprendiamo la loro difficoltà di ritrovarsi, dopo nemmeno 10 mesi di legislatura, un proprio sottosegretario indagato per corruzione in un’inchiesta dove c’è anche la mafia, ma questo non giustifica certi atteggiamenti". Così di Maio su Fb. "Non siamo dei bambini -dice Di Maio- siamo dei ministri e veniamo pagati per costruire un futuro al Paese, non per lamentarci". Le provocazioni sono state tante "ma M5S resta disponibile ad andare avanti per altri 4 anni", conclude. 


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK