• Quotidiano di informazione
  • domenica 27 settembre 2020

Quota 100 resta, Consiglio dei ministri alle 21 per dare una risposta all’Europa

E’ stato convocato, come da previsioni per questa sera alle 21, il Consiglio dei ministri che deve approvare il Documento programmatico di bilancio da inviare entro la mezzanotte a Bruxelles. Incertezza su cosa ci sarà scritto nell’ordine del giorno. In questi minuti si sono susseguite le riunioni politiche e tecniche per assestare i conti e poter dare via libera questa sera. Viste le tensioni non è affatto esclusa una riunione, prima del Consiglio dei ministri, della maggioranza. Dopo le tensioni di lunedì Italia Viva smorza i toni con Luigi Marattin che assicura: "Nessuna barricata su quota 100, abbiamo delle idee su come governare il Paese ed è giusto che vengano composte in maggioranza. Il diktat è sull’Iva, sul resto discutiamo tranquillamente, senza che ogni nostra idea sia vista come un ricatto, ma anche senza che sia vista come una ricerca di visibilità".  Sul punto il premier Giuseppe Conte è intervenuto in un convegno del Cnr e ha puntualizzato: "Quota 100 rimane, è questo l’indirizzo politico".


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK