• Quotidiano di informazione
  • venerdì 3 aprile 2020

Renzi: “ Questo parlamento resta in piedi al 50%”

“Questo Parlamento rimane in piedi per me al 50%. Fino a un settimana fa la probabilità che gli davo era il 95%”. Così Matteo Renzi, ospite di PiazzaPulita su La7.


“Se continua così va a finire che si va a votare davvero, perchè si litiga su tutto nel governo. Rischiano di andare alle elezioni perchè se si continua a litigare su tasse, prescrizione, e a discutere invece di risolvere i problemi degli italia, io penso che il rischio ci sia”, ha aggiunto il leader di Italia Viva.Alla domanda su chi potrebbe far cadere il governo, Renzi ha risposto: “Secondo me Di Maio non credo voglia farlo cascare: da 350 parlamentari scenderebbe a 70. Può tirare la corda ma non romperla. Però sta creando un clima brutto. E io faccio un appello: basta con questa voglia di polemizzare su tutto”. Quanto a Italia Viva, Renzi ha rivendicato: “Noi non stiamo litigando. Io non critico, io cerco di salvarlo dall’autodistruzione”.


Se per Matteo Renzi il governo e la legislatura hanno il 50% di possibilità di terminare anticipatamente, “è per una una questione caratteriale, di inclinazione temperamentale…. Matteo Renzi è un pessimista cosmico”. Risponde così Giuseppe Conte, nella conferenza stampa a palazzo Chigi dopo il Cdm . “No, state tranquilli: ci sono tante cose da fare, il Paese ha tante urgenze”. E facendo riferimento al vertice di questa sera, Conte assicura: “Fino a quando lavoreremo in questo modo abbiamo un’ampia prospettiva riformatrice da percorrere ancora”.


 


 


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK