• Quotidiano di informazione
  • domenica 20 settembre 2020

Tunisini in fuga dal centro di raccolta di Porto Empedocle. Rabbia tra la cittadinanza

Sono una cinquantina i migranti tunisini che sono riusciti, dopo aver scavalcato la recinzione, a scappare dalla tensostruttura di Porto Empedocle (Agrigento). Quattro o cinque sono tornati spontaneamente dopo qualche ora. Polizia, carabinieri e guardia di finanza stanno cercando i fuggitivi. Una decina di giorni fa, sempre dalla stessa tensostruttura della Protezione civile, erano scappati un centinaio di immigrati. Conte: "Saremo inflessibili". Ma va detto che nei centri vicini alle strutture dell’accoglienza monta la rabbia e il rischio è quello di arrivare in pochi giorni in una guerra tra poveri dagli effetti devastanti. Fino ad ora tutto è rimasto nella norma e senza particolari problemi, anche nella disperata Lampedusa. Ma vista la gravità del fenomeno delle fughe verso l’Italia, tutto potrebbe precipitare.


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK