• Quotidiano di informazione
  • lunedì 24 febbraio 2020

Carni di maiale cinese sequestrata a Padova, alto rischio di contaminazione da peste suina

La Guardia di Finanza di Padova, in collaborazione con il Servizio veterinario e il Servizio Igiene, Alimenti e Nutrizione dell’ULSS 6 Euganea, ha sequestrato 9.420 chilogrammi di carne di suina di origine cinese per pericolo di contaminazione della peste suina africana (Asf).


La carne sarebbe stata importata in Unione Europea in violazione delle norme doganali e sanitarie.Sequestrata anche l’attività commerciale per gravi e reiterate irregolarità. Il camion è stato intercettato alla dogana: proveniva dalla Cina via Rotterdam. Le carni erano state nascoste in un doppio fondo.


“Ancora una volta assistiamo all’intollerabile”, commenta il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia. E prosegue: “Cibi pericolosi destinati alle nostre tavole, con rischi per la nostra salute e danni per il lavoro dei nostri imprenditori. Per fortuna le Fiamme gialle di Padova sono intervenute, dimostrando che non bisogna mai abbassare la guardia”.


“Chi pensa di arricchirsi sulla pelle dei veneti deve essere punito. Esprimo i miei complimenti alla Guardia di finanza: hanno dimostrato di essere veramente degli angeli custodi, come tutte le forze dell’ordine che operano a tutela dei cittadini- conclude il governatore-. È ora di finirla, infatti, con l’arrivo nella nostra regione di cibi contraffatti e pericolosi; non va lasciato campo libero a questi trafficanti”.


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK