• Quotidiano di informazione
  • lunedì 21 settembre 2020

Omicidio Vannini, durissimo il Pg: “Condannare la famiglia Ciontoli a 14 anni di carcere”

 


 


Nell’appello bis per la morte di Marco Vannini, avvenuta nel maggio del 2015 a Ladispoli, il pg ha chiesto di "condannare la famiglia Ciontoli a 14 anni di carcere per omicidio volontario". Il procuratore ha sollecitato la condanna per il padre Antonio Ciontoli, per la moglie Maria Pizzillo e per i figli Federico e Martina, all’epoca fidanzata con il giovane deceduto.  In subordine il pg ha chiesto per i figli e la moglie di Ciontoli di valutare l’ipotesi di concorso anomalo in omicidio, in base all’articolo 116 del codice penale, e condannarli alla pena di 9 anni e 4 mesi di reclusione.  Il processo d’appello bis era stato disposto dalla Cassazione che aveva annullato il primo giudizio di secondo grado chiedendo di riconoscere il reato di omicidio volontario con dolo eventuale.


 


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK