• Quotidiano di informazione
  • venerdì 6 dicembre 2019

Sentenza Cucchi, condannati a 12 anni due carabinieri per omicidio preterintenzionale

 


Sentenza durissima per i due carabinieri Di Bernardo e D’Alessandro che sono stati condannati a 12 anni per omicidio preterintenzionale nel processo per la morte di Stefano Cucchi. Questo il verdetto dei giudici della prima Corte d’assise di Roma chiamati a decidere per la sorte dei cinque carabinieri, tre dei quali imputati di omicidio preterintenzionale per la morte di Stefano Cucchi, il geometra romano arrestato nell’ottobre 2009 per droga e poi morto una settimana dopo in ospedale. "Stefano è stato ucciso, questo lo sapevamo e lo ripetiamo da 10 anni. Forse ora potrà risposare in pace". Così Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, in aula alla lettura della sentenza. Poi la madre del giovane geometra, Rita Calore: "Un po’ di sollievo dopo 10 anni di dolore e di processi non veri". La Corte d’Assise e d’Appello ha anche sentenziato suicinque medici dell’ospedale Sandro Pertini coinvolti nella vicenda la sentenza ha visto una assoluzione e 4 prescrizioni. Assolta il medico Stefania Corbi.


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK