• Quotidiano di informazione
  • domenica 12 luglio 2020

Nei guai due nomadi, avevano con loro tutto il necessario per compiere furti

È stato un Ispettore di polizia libero dal servizio ad insospettirsi quando ha visto le due ragazze aggirarsi con fare sospetto lungo le strade che si intersecano con la via principale dell’elegante quartiere “Trieste”. Lanciato l’allarme al 112 NUE,  il poliziotto si è messo alle “calcagna” delle due nomadi e, intuito che stavano per mettere a segno un colpo,  con l’ausilio degli agenti di una pattuglia della Polizia di Stato che nel frattempo erano giunti sul posto, ha bloccato le due esperte ladre ed insieme hanno proceduto ad un accurato controllo. Quando i poliziotti del commissariato Vescovio, diretti da Mario Spaziani, hanno chiesto alle giovani di giustificare la loro presenza in loco, le risposte vaghe, l’insofferenza al controllo e il sospetto che le due fossero alla ricerca di case abbordabili e da svaligiare, hanno tolto ogni dubbio ai sospetti degli investigatori, e le ragazze, controllate,  sono state trovate in possesso, di due grossi cacciaviti, di una chiave inglese e di due paia di forbici celate tra gli indumenti che indossavano. Inoltre, nascosta a “mo” di parastinchi sotto il fuson, indossato da una delle due, gli agenti hanno rinvenuto una lastra di plastica usata generalmente per aprire le porte degli appartamenti. Accompagnate in ufficio, al termine degli accertamenti, per una delle due, maggiore degli anni 18 e con diversi pregiudizi di polizia a carico, è scattata la denuncia per possesso di arnesi atti allo scasso, mentre la più piccola, 15 anni appena, è stata riaffidata ai genitori.


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK