• Quotidiano di informazione
  • sabato 7 dicembre 2019

Tratta dall’Africa all’Italia per la prostituzione, azzerata gang nigeriana

 


Sgominata una banda che favoriva l’immigrazione clandestina dalla Nigeria all’Italia di giovani donne, anche minorenni, da avviare alla prostituzione. Dalle prime ore di giovedì mattina, la Squadra Mobile di Roma sta eseguendo 11 misure cautelari emesse dal Gip di Roma su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, a carico di altrettanti soggetti di nazionalità nigeriana, responsabili a vario titolo ed in concorso dei reati di tratta di esseri umani, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, sfruttamento della prostituzione e riduzione in schiavitu’.


L’attivita’ investigativa, denominata ‘Hawaladar broker – Ghost mommy’, ha permesso di accertare la ‘rotta’ seguita dagli organizzatori: le giovani donne, una volta ‘reclutate’ in Nigeria venivano trasportate in Libia attraverso camion o bus e da lì, attraverso barconi, raggiungevano le coste italiane.


Una volta sbarcate le ragazze si allontanavano dai centri d’accoglienza per raggiungere i luoghi di residenza delle varie “ghost mommy” che le avviavano poi alla prostituzione nella zona di via Palmiro Togliatti.


 

 Commenti

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti:

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK