Arturo Vidal: pignorate 4 case a Torino

Arrivano brutte notizie da Torino pe ril giocatore Arturo Vidal: infatti il tribunale gli ha pignorato quattro immobili in località Moncalieri. A riportare la notizia il quotidiano spagnolo Marca che mostra l’atto del pignoramento per il mancato pagamento di un debito di 18mila e 489 euro. Debito che inizialmente era poco più di 17mula euro, ma poi sono state aggiunte le spese processuali.



Coppa d’Asia: Iraq-Vietnam 3 - 2

L’Iraq batte il Vietnam per 3 reti a 2 iniziando con una vittoria il percorso in Coppa d’Asia. Decisivo nel finale il gol dell’esterno dell’Atalanta Adnan. La formazione vietnamita e’ passata due volte in vantaggio: al 24’ con un autogol di Atiyah e al 42’ con una rete di Nguyen Cong Phuong. Nel mezzo il momentaneo pareggio dell’Iraq con Ali al 35’. Nella ripresa, la rimonta iraqena firmata da Tariq al 60’ e dall’atalantino Ali Adnan al 90’.



Custom Line chiude il 2018 con due vari

Yacht: Custom Line chiude il suo anno da record con due vari. Presso la Superyacht Yard Ferretti Group di Ancona sono state battezzate in mare, a distanza di una settimana l’una dall’altra, la sesta unità di Navetta 33 e la sesta unità di Navetta 37. I due yacht fanno parte della gamma di semidislocanti Custom Line, marchio la cui arte nautica conquista sempre più armatori e appassionati. Le imbarcazioni in questione sono nate dalla partnership fra Comitato Strategico di Prodotto, Direzione Engineering e Studio Zuccon International Project, cui si devono le linee esterne di entrambe. Si può parlare di prodotti rivoluzionari per stile, volumi e attenzione ai dettagli. Lecito descrivere queste due barche come grandi prove di ingegneria nautica, che portano in dote i valori del marchio in termini di navigabilità, comfort, sicurezza e customizzazione.



I SUV Lamborghini presenti ai mercatini di Natale di Brunico

Da anni la città di Brunico è amica della Lamborghini: in un quadro ambientale perfettamente intonato alle festività di fine anno, il rombante convoglio di auto italiane ha aggiunto note di colore alle magiche atmosfere, prima della trasferta al Lago di Braies, completamente ghiacciato e innevato, dove i modelli presenti sono stati sottoposti a un test in condizioni davvero particolari. Grande curiosità da parte dei protagonisti dell’avventura per le dinamiche di guida della Lamborghini Urus, terzo pilastro della gamma della casa romagnola. Questa creatura ha portato al raddoppio del sito produttivo, passato in poco più di un anno da 80.000 a 160.000 mq, all’incremento del numero di dipendenti con 500 nuove assunzioni, e alla previsione del raddoppio dei volumi commerciali entro il 2019. Ad accompagnare le Urus, in Trentino Alto Adige, c’era un esemplare di colore nero della LM002: una terza serie di proprietà Lamborghini, telaio #12231, che è stata deliberata nel 1990 e consegnata al concessionario Mediterranea di Nizza per essere poi ritirata dal primo owner, residente a Monte-Carlo.



Ferrari: Mattia Binotto prende il posto di Maurizio Arrivabene

L’ingegnere Mattia Binotto, finora responsabile tecnico di Maranello, è stato nominato direttore della scuderia Ferrari al posto di Maurizio Arrivabene. Binotto continuerà ad essere anche il referente dell’area tecnica. Dopo gli ultimi deludenti Gran Premi dello scorso Mondiale di Formula 1 erano iniziate a circolare alcune indiscrezioni sulla scarsa collaborazione tra i principali responsabili della Ferrari, in particolare proprio tra Arrivabene e Binotto. Si era parlato anche di una situazione di incertezza organizzativa rimasta tale dalla morte di Sergio Marchionne, nominato presidente della Ferrari nell’ottobre 2014 e sostituito poi da John Elkann e dall’amministratore delegato Louis Carey Camilleri, dirigente della Philip Morris International, storico partner della Ferrari da cui proveniva anche Arrivabene. Binotto ha 49 anni, è nato a Losanna, in Svizzera, da genitori originari di Reggio Emilia. Lavora in Ferrari dal 1995.



Il Marsiglia eliminato dalla Coppa di Francia da una squadra di dilettanti

In una delle partite dei trentaduesimi di finale di Coppa di Francia, la squadra dilettantistica dell’Andrezieux, iscritta alla quarta divisione nazionale, l’equivalente della nostra Serie D, ha eliminato a sorpresa il Marsiglia battendolo 2-0 a Saint-Etienne. I gol dell’Andrezieux sono arrivati a metà del primo tempo e a dieci minuti dalla fine. Per il Marsiglia dell’ex allenatore della Roma, Rudi Garcia, è l’ennesimo risultato negativo della stagione: in Europa League è stato eliminato da ultimo del suo girone, con un punto in sei partite, e in campionato ha già venti punti in meno del Paris Saint-Germain.



Chris Froome non correrà il prossimo Giro d’Italia

Chris Froome non parteciperà alla prossima edizione del Giro d’Italia, la cui partenza è prevista l’11 maggio da Bologna. Froome non potrà quindi difendere la maglia rosa vinta l’anno scorso a Roma: insieme a Thomas si concentrerà sul Tour de France, il loro principale obiettivo della stagione. Al Giro d’Italia il Team Sky sarà capitanato dal colombiano Egan Bernal. Froome ha commentato la sua decisione dicendo: «È stato difficile capire esattamente cosa fare nel 2019, e su quale grande giro concentrare la mia attenzione, specialmente dopo aver vinto il Giro d’Italia lo scorso anno e aver passato un periodo fantastico con la squadra. Ma nel 2019 il mio obiettivo sarà il Tour de France. È stata una decisione molto difficile non tornare al Giro e difendere la maglia rosa».



Arriva la nuova app Google Chrome Canvas

Google rilascia una nuova app chiamata Chrome Canvas che consentirà agli utenti di realizzare dei semplici disegni. Tutti i lavori sono salvati automaticamente in un album virtuale collegato al proprio account Google ed è possibile recuperarli in ogni momento. Per usufruire di un’esperienza di disegno simile a quella offerta dall’ormai storico programma Paint è sufficiente digitare ‘canvas.apps.chrome’ in qualsiasi browser che supporta lo standard WebAssembly (come Firefox, per esempio). Non è dunque necessario effettuare alcun download. Inoltre, è possibile utilizzare Chrome Canvas su ogni tipologia di dispositivo, dallo smartphone al PC fisso. La web app, proprio come il buon vecchio Paint, sembra fare della semplicità il suo punto di forza. La toolbar a disposizione degli utenti è dotata di una matita, una penna, un pennarello, un gessetto e dei classici strumenti per cancellare. È possibile variare la larghezza del tratto e l’opacità, nonché scegliere il colore che si desidera utilizzare selezionandolo dall’apposita palette o inserendo un codice HEX. I disegni realizzati possono essere esportati come file PNG.



Google Assistant arriva sui nuovi televisori Samsung

I nuovi televisori Samsung nel 2019 potrebbero includere Google Assistant. I nuovi dispositivi potrebbero inoltre disporre di un audio migliorato, che si adatterà allo spazio e ai rumori di sottofondo presenti nell’ambiente circostante per mantenere sempre alta la qualità del suono. Non è ancora chiaro come l’assistente di Google potrebbe funzionare sui televisori Samsung ma, secondo Variety, potrebbe essere integrato in maniera molto simile a quanto già fatto nel 2018 da LG con i suoi televisori, dove l’assistente vocale può essere utilizzato per regolare il volume, cambiare gli ingressi, chiedere informazioni su argomenti più generali (ad esempio le previsioni meteo) oppure per controllare gli altri sistemi di smart home compatibili con Google Assistant. La scelta di Samsung di rivolgersi al colosso della ricerca online è molto significativa, in quanto la società asiatica dispone già di un proprio assistente vocale, Bixby, sviluppato proprio per competere con Google e Amazon Alexa. Tuttavia, Bixby è in grave ritardo rispetto ai competitor (un nuovo modello dello speaker intelligente era stato annunciato ad agosto ma non ha ancora visto la luce) e per questo motivo Samsung avrebbe deciso di rivolgersi a Google per offrire un nuovo servizio integrato nei futuri televisori di fascia alta.


E’ morto l’attore Giovanni Martorana

E’ morto all’età di 53 anni, l’attore palermitano Giovanni Martorana: è stato trovato morto nella sua casa di contrada Pezzingoli a Monreale, in provincia di Palermo. Il decesso è avvenuto a causa delle esalazioni di una stufa a legna rimasta accesa mentre l’uomo dormiva. Secondo quanto riferiscono alcuni amici, Martorana avrebbe provato a raggiungere la porta di casa, dietro la quale è stato trovato senza vita. Martorana era conosciuto con il soprannome ‘U Saracinu’. Attore di teatro, aveva lavorato anche per il cinema prendendo parte come figurante in "Malèna" e "Baaria", di Giuseppe Tornatore, "La meglio gioventù" e "I cento passi" di Marco Tullio Giordana e "La matassa" con Ficarra e Picone. Martorana aveva trovato spazio in alcune fiction, compresa "L’onore e il rispetto", con Ben Gazzara, Angela Molina e Vincent Spano. Nel 2010 aveva recitato nella serie televisiva "Squadra antimafia - Palermo oggi", e due anni prima nel film tv "L’ultimo padrino", con la regia di Marco Risi.



La crema spalmabile Pan di Stelle è arrivata

La nuova crema a base di cacao e nocciole della Mulino Bianco Barilla è sbarcata da poche ore sugli scaffali dei negozi dando il via alla sfida con la Nutella Ferrero. Si tratta di vasetti da 300 o 330 grammi in vetro, con etichetta trasparente e un tappo personalizzato in metallo completamente riciclabile, il cui packaging richiama in tutto e per tutto quello dei prodotti Pan di Stelle con il logo che riporta il biscotto e le ormai tradizionali stelline bianche. La grande novità è rappresentata proprio dalla presenza della granella degli omonimi biscotti al cacao che danno alla crema una consistenza diversa. La Barilla dunque ha puntato tutto sul nome e la reputazione di uno dei suoi prodotti più celebri di sempre. “Grande attenzione è stata dedicata al profilo nutrizionale, nello specifico al contenuto di zucchero e dei grassi saturi: per quest’ultimo aspetto si evidenzia l’assenza in ricetta dell’olio di palma, in linea con tutti i prodotti Barilla oggi presenti sul mercato” tengono a sottolineare dalla Barilla. Gli ingredienti sono quelli della linea Pan di Stelle: crema alle nocciole e cacao (zucchero, olio di girasole, nocciole italiane 13,7%, cacao magro 9,8%, latte scremato in polvere, burro di cacao, emulsionante: lecitina di girasole, aroma vanillina), granella di biscotto Pan di Stelle 2% [farina di frumento, zucchero, olio di girasole, burro, latte fresco pastorizzato alta qualità, cacao, cioccolato (pasta di cacao, zucchero, burro di cacao, aroma naturale vaniglia, emulsionante: lecitina di soia), uova fresche, miele, nocciole, amido di frumento, agenti lievitanti (carbonato acido di sodio, carbonato acido d’ammonio), sale, aromi, albume d’uovo in polvere, amido. I Pan di Stelle tra pochi mesi festeggeranno i 36 anni di produzione.



Gb, una guardia reale interpreta ’Bohemian Rhapsody’

La famiglia reale ha deciso di rendere omaggio ai Queen facendo suonare il brano ’Bohemian Rhapsody’ durante il cambio della guardia. Un tributo alla vittoria del film dedicato a Freddie Mercury e alla band, fresco vincitore del Golden Globe. Numerosi passanti e turisti hanno immortalato la banda di Sua Maestà che intonava le note del successo del 1975 e hanno condiviso entusiasti i loro filmati sui social. «Che figo!», scrive un utente su Twitter. «Ho scoperto un rispetto tutto nuovo per Sua Maestà La Regina!!!», commenta un altro. La Guardia della Regina nel settembre dello scorso anno aveva eseguito R.E.S.P.E.C.T. in onore di Aretha Franklin, scomparsa nell’agosto del 2018, e nel 2014 aveva invece intonato la sigla di Trono di Spade.



Teatro Sistina di Roma: trionfa il Rugantino di Enrico Montesano

Un Sistina gremito in ogni ordine di posti ha applaudito tutte le repliche del logevo "Rugantino" di Garinei & Giovannini interpretato magistralmente dal grande mattatore Enrico Montesano sotto la direzione artistica di Massimo Romeo Piparo. Accanto a Montesano, che quest’anno festeggia il suo debutto sul palco del Sistina avvenuto quaranta anni fa proprio con Rugantino, un cast eccezionale con Serena Autieri per la prima volta nel ruolo di Rosetta, Antonello Fassari nei panni di Mastro Titta (al suo esordio in una commedia musicale) ed Edy Angelillo in quelli di Eusebia. Dopo 40 anni è tornato “a casa” l’allestimento storico originale del 1978 con le indimenticabili musiche del Maestro Armando Trovajoli, le scene e i costumi di Giulio Coltellacci che hanno portato gli spettatori nella Roma papalina del 1800. Un ritorno al passato e alla tradizione suggellato dal talentuoso Enrico Montesano che con la sua immutata energia e il suo carisma ha conquistato il cuore del pubblico.



Morto l’immunologo Fernando Aiuti, pioniere nella lotta contro l’Aids

E’ morto a Roma l’immunologo di fama mondiale Fernando Aiuti, 84 anni. È precipitato per oltre dieci metri nella tromba delle scale adiacenti al reparto di medicina generale del Policlinico Gemelli, dove era ricoverato per una grave cardiopatia.Secondo quanto si apprende dall’ospedale, il professore era ricoverato presso il reparto di Medicina generale per il trattamento di una grave cardiopatia ischemica da cui era da tempo affetto e che lo aveva già costretto ad altri ricoveri e a trattamenti anche invasivi. Con oltre 600 pubblicazioni scientifiche a sua firma, nel 1992 ebbe il titolo di Cavaliere di Gran Croce al Merito della Repubblica e nel 2010 fu nominato dal ministro dell’Istruzione - su proposta del Senato Accademico dell’Università Sapienza di Roma - professore emerito a vita. "La scienza oggi piange un grande uomo: la scomparsa dell’immunologo Fernando Aiuti, punto di riferimento mondiale per la lotta all’Aids, mi rattrista molto. Sono certa che il suo grande impegno vivra’ attraverso il lavoro di Anlaids". Così in un tweet il ministro della Salute, Giulia Grillo, ha ricorda lo scienziato. Sul suo decesso, la Procura di Roma ha aperto un’inchiesta e non si esclude l’ipotesi del suicidio. Al momento nel fascicolo della Procura non è stato ipotizzato alcun reato, ma nelle prossime ore il pm potrebbe procedere per omicidio colposo o istigazione al suicidio.



Addio al "Megadirettore galattico" Paolo Paoloni

E’ morto all’età di 90 anni Paolo Paoloni, passato alla storia cinematografica come il “Duca Conte Maria Rita Vittorio Balabam”, più semplicemente il Megadirettore Galattico, il personaggio immaginario della saga letteraria e cinematografica di Fantozzi. Originario di Ancona ma nato in Svizzera venne scoperto da Luciano Salce, con il quale recitò in numerose pellicole a partire dal 1968. La popolarità la raggiunge interpretando il Megadirettore Galattico, macchietta portata agli eccessi del capo di un’azienda, la Balabam. Talmente inarrivabile tanto era il suo potere in ditta, da essere quasi una figura mitologica. Paoloni ha interpretato in particolar modo commedie, ma ha anche partecipato a film dell’orrore come Cannibal Holocaust, La casa nel tempo e Fairytale. Molto attivo anche in televisione, ha fatto parte del cast della serie Nebbia in Val Padana, del 2000, in cui interpretava il maggiordomo della villa di Cochi & Renato. In tempi recenti lo si era visto anche in "Don Matteo", un episodio nel 2006 ed uno nel 2011, e in "Ho sposato uno sbirro 2".



Manolo Gabbiadini alla Sampdoria

Manolo Gabbiadini lascia il club inglese del Southampton e torna in Serie A con la maglia della Sampdoria, maglia che aveva già vestito dal 2012 al 2014. Al Southampton andranno 12 milioni di euro per il prestito con obbligo di riscatto e al calciatore 1,5 milioni di euro più bonus annui. L’attaccante classe ’91 firmerà un contratto di quattro anni e mezzo con il club blucerchiato con l’ex Napoli vuole alzare il livello dell’attacco aumentando anche il livello di competitività interna. L’arrivo di Gabbiadini non è legato alla partenza di Dawid Kownacki.



Salah è il miglior calciatore africano del 2018

Per il secondo anno consecutivo l’egiziano Mohamed Salah è stato eletto infatti "Miglior giocatore africano". "Cerco sempre di fare del mio meglio, so che è sempre difficile essere il migliore a fine stagione. In passato giocavo con tante pressioni addosso, tutti mi dicevano che sarebbe stato ancora più complicato e che non avrei rivinto il Pallone d’Oro africano". Così Mohamed Salah, dopo avere ricevuto il riconoscimento come miglior calciatore africano del 2018. "Oggi sono ancora più felice per avere ricevuto questo trofeo, non era facile conquistarlo per il secondo anno consecutivo", aggiunge. "Per me sarà un motivo in più per lavorare con grande impegno, nel tentativo di essere ancora sul podio del migliore l’anno prossimo", ha concluso l’attaccante egiziano. Un riconoscimento importante, assegnato al bomber del Liverpool dalla Confederazione africana di calcio (Caf) a Dakar, in Senegal. Ad Achraf Hakimi, terzino del Borussia, è andato invece il premio di miglior giovane, mentre Hervé Renar si è aggiudicato il titolo di miglior tecnico del 2018.



A fine gennaio in aumento i casi di influenza

Oltre 1.2 milioni di italiani sono già stati colpiti dall’influenza ed il picco è previsto a fine gennaio. Secondo i dati riportati nel bollettino di Influnet, il numero dei casi stimati durante la 51esima settimana di sorveglianza è pari a circa 225.000, per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 1.230.000 casi. Quelli maggiormente colpiti sono i bambini al di sotto dei cinque anni in cui si osserva un’incidenza pari a 11,1 casi per mille assistiti. Le Regioni più "influenzate" sono Umbria, Provincia autonoma di Trento, Abruzzo e Sicilia. "Al momento, anche se siamo entrati nella fase epidemica - spiega Gianni Rezza, direttore del Dipartimento malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità (Iss) - l’andamento dei casi è più a rilento rispetto alla scorsa stagione, pur rilevandosi un loro aumento. I virus influenzali che stanno circolando maggiormente sono l’AH3N2, che colpisce maggiormente gli anziani, e l’AH1N1, virus che è è stato responsabile della pandemia influenzale del 2009. Ma il fatto che l’aumento dei casi proceda più a rilento - chiarisce - può dipendere da vari fattori, come la suscettibilità della popolazione o la mutazione dei virus". Anche la vaccinazione antinfluenzale, che quest’anno sembrerebbe aver registrato un aumento, può aver avuto un peso: "Non ci sono ancora dati definitivi - afferma Rezza - ma le scorte vaccinali si sono esaurite prima ed è probabile un maggior ricorso alla vaccinazione specie da parte degli anziani, e questo ha diminuito notevolmente il rischio di casi gravi. Dal momento che la maggioranza dei casi si registra però tra i bambini, che solitamente non vengono vaccinati, l’andamento lento nella circolazione dei virus non credo possa attribuirsi all’effetto della vaccinazione".



Ast: nuova compagnia aerea siciliana

E’ in arrivo un piano per lanciare una nuova compagnia aerea siciliana. Il piano si chiama "Aerolinee siciliane" ed è già sul tavolo del Governatore Nello Musumeci. “Siamo orgogliosi di mettere le ali alla Sicilia, pronti a rispondere al presidente Musumeci nel progetto di una compagnia aerea con capitali della Regione”, queste le parole di Gaetano Tafuri, presidente di Ast (Azienda siciliana trasporti). La compagnia aerea siciliana non solo permetterebbe ai siciliani di poter acquistare biglietti a prezzi più sostenibili rispetto alla concorrenza ma creerebbe occupazione: 600 i posti di lavoro diretti stimati ai quali si aggiungerebbero altri 800 posti nell’indotto a breve-media scadenza. La partecipata regionale, attraverso la controllata Ast aeroservizi (società di gestione dell’aeroporto di Lampedusa) dovrebbe essere tra i protagonisti di una "public company" siciliana.



Flavio Briatore: "Niente università per mio figlio"

Flavio Briatore ha già pianificato il futuro del figlio Nathan Falco: per lui posto assicurato nella azienda di papà. L’università per Briatore non è necessaria, anche se promette di non ostacolare l’eventuale vocazione del figlio. «Falco sa che a 14 anni andrà in collegio in Svizzera a fare il liceo. Non può mica restare a Montecarlo a vita. Poi dopo il diploma verrà a lavorare con me. Se volesse fare l’università? Non ne vedo la ragione: sarò io formarlo. Se uno ha una vocazione deve essere libero di assecondarla, ma a me non serve un laureato, mi serve uno che porti avanti quello che ho costruito: se mi serve un commercialista o un avvocato lo chiamo e gli pago la parcella».Briatore ha divorziato dalla modella calabrese Elisabetta Gregoraci nel 2017: «Siamo due bravi genitori, focalizzati entrambi su nostro figlio. Restiamo una famiglia e Falco cresce sereno e amato». Nathan Falco è nato nel marzo nel 2010 e vive a Monte Carlo con entrambi i genitori, nonostante la separazione della coppia.