Macaulay Culkin confirms real nature of friendship with Michael Jackson

Macaulay Culkin has opened up about his relationship with the late Michael Jackson , defending their "normal" friendship. Culkin was befriended by the King of Pop after shooting to international fame after playing Kevin McCallister in the Home Alone movies aged just 10-years-old. And during the singer’s child sexual abuse trial , Culkin admitted to sleeping in Jackson’s bed many times as a child. Speaking on Michael Rosenbaum’s Inside Of You podcast, Culkin, now 38, said he and Jackson connected because they had gone through a similar rise to fame at such a young age. Culkin said; “He reached out to me because a lot of things were happening, big and fast with me, and I think he identified with that. “At the end of the day, it’s almost easy to say it was weird or whatever but it wasn’t because it made sense. At the end of the day, we were friends.” The actor said the one reason people found it unusual was because Jackson "was the most famous person in the world.”



Jamelia said old people should be stripped of right to vote

Jamelia on the back of her Jeremy Vine show appearance, she suggested there should be a cut off age limit for voting. The 38-year-singer said that people over 75 should not be allowed to vote because they will not live through the consequences of their decision. During the heated debate, a caller named Pat spoke to the panel and asked Jamelia why she would take the pensioner vote away. Jamelia explained: "I think that you’re completely capable of being of sound mind, I think that you are capable of making a vote, I just don’t think it’s fair that you have a vote when you’re not going to experience the consequences of that vote.



Avengers Endgame: ultima apparizione di Robert Downey Jr?

Avengers Endgame: potrebbe essere nel nel quarto appuntamento sul grande schermo,in sala il 29 aprile, l’ultima apparizione di Robert Downey Jr. nei panni di Iron Man? Infatti il contratto dell’attore con Marvel è in scadenza quest’anno. Robert Downey Jr., candidato due volte agli Oscar, ha vestito l’armatura del supereroe Iron Man per tre film a lui dedicati, ma lo ha anche portato in scena in molte apparizioni nei film degli Avengers. Con loro, il prossimo appuntamento in sala è fra tre mesi, quando uscirà l’atteso quarto episodio. Ma quelle che potrebbero riguardare Downey Jr non sono le uniche novità nel mondo Marvel. Anche i contratti di Chris Evans (Capitan America) e Chris Hemsworth (Thor) sono in scadenza quest’anno. Mentre avrà un suo film Brie Larson con Capitan Marvel, per un’avventura ambientata negli anni ’90, in sala a marzo.



Il primo Festival di musica gospel italiana

Torino: nascerà così il primo Festival di musica gospel italiana che mira a far conoscere anche in Italia, dove non è così noto, un genere musicale molto praticato e conosciuto all’estero, soprattutto negli Stati Uniti dove si tengono concerti con decine di migliaia di persone e alcuni brani sono vere hit. Per l’occasione Rtb, Radio Torino Biblica, che trasmette il concerto sul suo sito in streaming, e Gospel Live hanno riunito i maggiori autori di gospel italiani. Sul palco si esibiranno 11 artisti (uno è un duo) provenienti da tutta Italia, tutti autori e cantanti dei loro brani di classica musica cristiana gospel. Molti di loro sono più noti all’estero, in nord Europa e in America, che in Italia. "Vorremmo aiutare gli italiani a scoprire un genere musicale capace di coinvolgere molto il pubblico", dicono gli organizzatori. Tra gli artisti presenti anche Angelo Maugeri, fondatore di J-factor, e Giuseppe De Chirico.



Apple: -10% in Borsa

Apple ridimensiona le previsioni di crescita per la prima volta in 16 anni e va giù in Borsa, perdendo il 10% e a brucia 446 miliardi di dollari dal picco del 3 ottobre scorso, ovvero più del valore dell’intera Facebook. Cupertino spiega la revisione con il rallentamento dell’economia cinese, penalizzata anche dalla guerra dei dazi di Donald Trump, e la debole domanda di iPhone nel Paese. Il tonfo di Apple a Wall Street affonda le piazze finanziarie mondiali: dal Giappone all’Europa sono tutte in rosso, con Milano che tiene contenendo le perdite allo 0,61% (ma lo spread sale a 270 punti) mentre Parigi perde l’1,6% e Francoforte l’1,55%. La più penalizzata è Wall Street, con gli indici che arretrano di oltre il 2% e l’attesa per il dato sulla disoccupazione americana atteso per i 4 gennaio. L’annuncio a sorpresa di Apple arriva come un’ulteriore conferma dei peggiori timori degli investitori: il taglio delle stime di Cupertino certifica la frenata del Dragone cinese che risente delle tensioni commerciali con gli Stati Uniti e lascia intravedere un effetto a macchia d’olio sia sulle aziende sia sull’economia globale. Lo ammette anche la Casa Bianca con Kevin Hassett, il presidente del consiglio degli advisor economici. "Non sarà solo Apple. Molte altre aziende americane che realizzano vendite in Cina" saranno costrette e rivedere al ribasso le loro stime "almeno fino a quando non avremo un accordo commerciale con la Cina" dice Hassett in un’intervista alla Cnn. L’amministratore delegato del colosso cinese Baidu, Robin Li, ricorre alla metafora dell"’inverno che arriva" per descrivere la ’gelata’ dell’economia cinese.



È di nuovo crisi tra Gigi Hadid e Zayn Malik?

È di nuovo crisi tra Gigi Hadid e Zayn Malik? Infatti sono di nuovo emerse le voci su una loro definitiva rottura. Secondo la fonte delle notizia, Hadid e Malik si sarebbero allontanati convinti che questa sia "la cosa migliore per il loro rapporto". Entrambi sarebbero molto concentrati su se stessi e sulle rispettive carriere. Il cantante si sta dedicando ai suoi progetti musicali, specie negli studi di registrazione. La modella, tra un impegno e l’altro, ha trascorso molto tempo nella fattoria di famiglia, in Pennsylvania. E quando si è spostata a New York lo ha fatto conservando un basso profilo. La fonte ha riferito che Hadid e Malik "sono in momenti diversi della loro vita e hanno deciso che avevano bisogno del tempo per respirare". Non ci sarebbe però ancora una rottura definitiva: "Sono ancora in contatto e sperano entrambi che le cose funzionino, ma la loro relazione è fatta di alti e bassi".



Quarto figlio per Kim Kardashian e Kanye West

E’ in arrivo il quarto figlio per Kim Kardashian e Kanye West: la coppia avrebbe scelto ancora la strada della maternità surrogata: sarà un’altra donna a portare avanti la gravidanza, così come fatto per la terzogenita Chicago West, nata lo scorso gennaio. La star del web e il cantante rap hanno già tre figli. Oltre a Chicago, ci sono North e Saint, di 5 e 3 anni. A quanto pare, Kardashian e West avrebbero iniziato a parlare del quarto figlio già pochi giorni dopo la nascita del terzo. L’entourage del cantante afferma che il rapper vorrebbe arrivare a sette. Kim avrebbe inizialmente frenato, anche sulla soluzione della maternità surrogata perché – ha riferito in passato – non era convinta di poter amare il figlio portato in grembo da un’altra donna come i primi due. Si sarebbe però ricreduta in questi mesi, acconsentendo a cercare di raggiungere gli obiettivi del partner. La scelta di una mamma surrogata sarebbe stata obbligata in virtù dei parti difficili vissuti da Kardashian. Il secondo, in particolare, sarebbe stato complicato da un’anomalia nello sviluppo della placenta che, secondo i medici, avrebbe potuto mettere fortemente a rischio la sua salute e quella del feto in caso di una terza gravidanza.



Venduti 40 milioni di smartwatch nel 2018

Nel 2018 sono stati venduti 40 milioni di smartwatch. Apple, che resta tuttavia regina delle vendite, appare in progressivo calo. Lo spiegano gli analisti di Abi Research, che sottolineano come il 2019 sarà un anno chiave per Cupertino, chiamata a fronteggiare una concorrenza sempre più nutrita costituita da marchi quali Fitbit, Huawei e Samsung, che spingerà le vendite fino a 99 milioni di unità nel 2023. Il secondo e terzo trimestre del 2018 hanno evidenziato per Apple un calo della quota di mercato, scesa al 43,35%. Un declino che non è tanto figlio delle debolezze dell’Apple Watch 4, ma piuttosto dell’aumento dell’offerta generale, con Fitbit, Huawei e Samsung che detengono circa l’8% ciascuno del mercato. Come sottolinea Abi Research, l’ultimo dispositivo prodotto da Cupertino è un “device di livello avanzato” in grado di offrire funzionalità uniche nel suo genere, come ad esempio l’elettrocardiogramma e il sensore di caduta, ma allo stesso tempo esistono ormai numerosi smartwatch più economici, con una batteria più duratura e una compatibilità con gli smartphone migliorata. La conseguenza, come sottolinea Abi, è che “i consumatori valutano sempre di più il rapporto costo benefici tra le funzionalità in più e una batteria migliore a un prezzo più vantaggioso”.



Audiweb: 42,6 milioni di italiani online a novembre

Secondo i nuovi dati Audiweb, a novembre 2018 hanno navigato in internet 42,6 milioni di italiani, pari al 71,3% della popolazione, e sono stati online complessivamente per una media di 73 ore e 10 minuti. Nel giorno medio sono risultati online 33 milioni di italiani, poco più della metà della popolazione (55%), collegati in media per 3 ore e 16 minuti (3 ore e 32 minuti le donne, 3 ore e 1 minuto gli uomini). Tra questi internauti, 11,6 milioni si sono connessi da pc, 27,9 milioni da smartphone e 5,4 milioni da tablet. A livello geografico, nel giorno medio era online il 55,9% della popolazione nell’area Nord Ovest (8,9 milioni), il 54% nell’area Nord Est (5,8 milioni), il 57% nell’area Centro (6,5 milioni) e il 54,4% nell’area Sud e Isole (11,8 milioni). A livello demografico, il tempo speso online decresce progressivamente all’aumentare dell’età. Si va dalle 3 ore e 48 minuti dei 18-24 enni all’ora e 58 minuti degli over 65.



Cuadrado: dopo l’intervento stop di circa 3 mesi

L’operazione sembrava scongiurata, invece il giocatore della Juventus Juan Cuadrado è stato costretto a ricorrere ad intervento chirurgico al ginocchio sinistro. Lo rende noto lo stesso club, che negli ultimi giorni aveva comunicato attraverso una nota ufficiale che le terapie conservative alle quali era stato sottoposto il giocatore nelle ultime settimane stavano garantendo qualche miglioramento. Nonostante ciò, l’esterno colombiano è stato sottoposto ad un’operazione in artroscopia, necessaria per guarire dall’iperestensione del ginocchio sinistro rimediata nel match contro lo Young Boys lo scorso 12 dicembre. L’intervento, effettuato a Barcellona, è perfettamente riuscito e nei prossimi giorni il colombiano inizierà l’iter riabilitativo. Per quanto riguarda i tempi di recupero, è probabile che il giocatore possa riprendere l’attività agonistica verso marzo. A rendere nota la buona riuscita dell’intervento al quale è stato sottoposto Cuadrado è stata la stessa Juventus attraverso questo report medico apparso sul proprio sito ufficiale: "In data odierna – si legge - Juan Cuadrado è stato sottoposto a trattamento per via artroscopica al ginocchio sinistro per la lesione del menisco esterno e la frattura cartilaginea riportate nel traumatismo subito durante la partita di Champions League giocata a Berna. L’intervento, effettuato a Barcellona dal dottor Cugat, assistito dal responsabile sanitario della Juventus dottor Claudio Rigo, è perfettamente riuscito. Il calciatore inizierà nei prossimi giorni la rieducazione".



Giovanni Stroppa torna sulla panchina del Crotone

Dopo la sconfitta contro lo Spezia per 0-3 l’allenatore Massimo Oddo ha rassegnato le proprie dimissioni: al suo posto, la società ha richiamato Giovanni Stroppa, esonerato lo scorso 29 ottobre proprio a favore dell’ex terzino di Lazio e Milan. "Il Football Club Crotone comunica che, nella giornata odierna, Massimo Oddo ha presentato le proprie dimissioni da allenatore della Prima squadra. La panchina è stata nuovamente affidata al tecnico Giovanni Stroppa, che nelle prossime ore raggiungerà la squadra. Nel ringraziare mister Oddo per l’impegno profuso, la Società gli augura un caloroso in bocca al lupo per il prosieguo della sua carriera", si legge nella nota diramata dal Crotone attraverso un il proprio sito web.



La Juve conquista la Supercoppa

Alla sua prima finale con la squadra di Allegri, Cristiano Ronaldo è decisivo e il suo gol nella ripresa regala il primo trofeo del 2019 alla Juventus. Il fuoriclasse portoghese con un colpo di testa al 61’ segna l’1-0. Un risultato alla fine giusto, in una partita povera di spunti e dai ritmi non altissimi. Da segnalare solo un paio di tentativi dalla distanza (Douglas Costa e Cancelo nel primo tempo) fuori di poco, mentre Bakayoko non ha sfruttato un’uscita a vuoto di Szczesny. Higuain, febbricitante, ha giocato soltanto la mezz’oretta finale, in cui la severa espulsione di Kessié, decisa dal Var, ha lasciato il Milan in 10, precludendo all’argentino il riscatto dalla serata di novembre in cui, contro la Juventus a San Siro, sbagliò un rigore e venne espulso, entrando in una crisi che lo sta spingendo forse verso il precoce addio a Milanello, per l’approdo a Londra nel Chelsea. La Juve è l’ottava volta che conquista la Supercoppa e nello spogliatoio bianconero esplode la festa, con cori e balli.



Rihanna presto lancerà una label di moda con il suo nome

Dopo i successi ottenuti con le linee Fenty Puma by Rihanna, Fenty Beauty e Savage x Fenty, Rihanna e il gruppo LVMH stanno lavorando per lanciare nei prossimi mesi una casa di moda nel settore del lusso. Il gruppo di lavoro sarebbe stato composto già sei mesi fa sotto la supervisione di Sidney Toledano, CEO di LVMH Fashion Group e la nuova label porterà il nome della famosa cantante che lancerà il nuovo brand luxury in concomitanza con l’uscita del suo nuovo album. Inoltre, la prima collezione che verrà presentata sarà comprensiva di abiti ready to wear, pelletteria e accessori. Per ora non ci sono certezze su modi e tempi, né conferme ufficiali, ma l’indiscrezione arriva direttamente da Women’s Wear Daily, un’autorità nel mondo dell’informazione di moda.



Motorola Razr tornerà in commercio

Operazione nostalgia per Motorola che vuol far rivivere il Razr, suo telefono icona, e il lancio avverrà a febbraio. Si tratterà di una versione riveduta e corretta del dispositivo piazzandolo però su una fascia alta, costerebbe infatti intorno ai 1500 dollari. Lo smartphone sarebbe pieghevole grazie ad uno schermo Oled di nuova generazione, seguendo dunque il trend del 2019 che stanno percorrendo tutte le aziende tecnologiche a partire da Samsung. Nessun altro dettaglio sulle dimensioni del display, sul form factor e altre caratteristiche. L’obiettivo di Lenovo, che ora possiede il marchio Motorola, è di produrre almeno 200mila unità del dispositivo.



La Bauhaus compie 100 anni

Oltre 600 manifestazioni in tutto il territorio, di cui 45 nella sola capitale nei primi sei mesi dell’anno, per festeggiare i 100 anni della Bauhaus, scuola fondata da Martin Gropius nel 1919 a Weimar. Berlino, insieme a Dessau e Weimar, è uno dei centri dove si svolgeranno la maggior parte delle manifestazioni. La cittadina della Turingia fu il luogo originario della Bauhaus, la prima sede dove nel 1919 l’architetto tedesco ebbe la possibilità di mettere in pratica l’idea di forgiare gli uomini moderni attraverso gli oggetti d’uso quotidiano. Dal 1925 la scuola di arti e mestieri si spostò a Dessau, dove alla fase progettuale si affiancò la realizzazione di edifici nuovi. Erede delle avanguardie anteguerra, fu una scuola, ma rappresentò anche il punto di riferimento fondamentale per tutti i movimenti d’innovazione nel campo del design e dell’architettura legati al razionalismo e al funzionalismo, facenti parte del cosiddetto movimento moderno. I suoi insegnanti, appartenenti a diverse nazionalità, furono figure di primo piano della cultura europea e l’esperienza didattica della scuola influirà profondamente sull’insegnamento artistico e tecnico fino ad oggi.



Milano, i dipendenti Unicredit possono portare con sé i propri cani

Si chiama "Cani al lavoro" l’iniziativa di Unicredit che permette di andare in ufficio con il proprio cane. Un progetto che si basa sulle ricerche che dicono che gli animali da compagnia riducono lo stress e migliorano l’umore collettivo: ovviamente a patto che i cani non siano troppo vivaci e che si riesca a gestirli, visto che nei luoghi comuni devono comunque stare al guinzaglio e non possono avvicinarsi a mensa, toilette, infermeria e sale riunioni. L’ingresso in ufficio dei cani, però, segue delle regole precise: i proprietari devono avere il patentino del ’buon conduttore cinofilo’, non sono ammessi cuccioli (l’età minima per i cani è 8 mesi), devono avere microchip ed essere iscritti all’anagrafe canina, tutte le vaccinazioni e i trattamenti antiparassitari in regola, e una polizza assicurativa per danni a cose e persone. In compenso per i cani c’è una stanza a loro dedicata, inaugurata da poco al quarto piano della torre: 14 posti a disposizione (ci si prenota e si fanno i turni, e c’è già il tutto esaurito). All’interno, ciotole con croccantini e acqua fresca, giochi e guinzagli. Unicredit è la prima banca a permettere di portare i cani a lavoro e in caso di successo il progetto potrebbe essere allargato a tutte le altre.



Islanda, passeggero aereo arrestato perché troppo "imbottito" di vestiti

In Islanda un uomo si è presentato al gate indossando 8 paia di pantaloni e 10 magliette per non pagare la tassa aggiuntiva per imbarcare il bagaglio in stiva. Per questo motivo, Ryan Carney Williams non solo è stato respinto all’aeroporto di Keflavik, in Islanda, ma è stato addirittura arrestato. L’uomo ha reagito postando su Twitter due video di quando il personale di sicurezza l’ha allontanato e accusando la British Airways di razzismo. Non si è fatta attendere la replica della compagnia britannica. "Nel momento in cui abbiamo detto al passeggero che non sarebbe potuto salire a bordo indossando tutti quegli indumenti, ha iniziato a comportarsi in maniera sgarbata. Abbiamo chiamato un addetto alla sicurezza perché non voleva allontanarsi”. Il giorno seguente, dopo essere stato rilasciato, l’uomo ha provato a imbarcarsi con un volo EasyJet, ma secondo quanto riferiscono i media locali sarebbe stato respinto anche dalla compagnia low cost.



Il kidswear di Dolce & Gabbana arriva in Israele

La storica griffe milanese Dolce & Gabbana aprirà, entro l’anno, la prima boutique monomarca in Israele, a Tel Aviv. Con quest’opening saliranno a 44 gli spazi dedicati al mondo del childrenswear che oggi incide per il 7% sulle vendite di tutte le collezioni Dolce&Gabbana. La linea bambino conta su una distribuzione monomarca composta da 24 spazi a gestione diretta, 19 in partnership con i distributori e anche le 27 boutique adulto, dove sono in vendita le collezioni Mini Me bambino e bambina. Per la stagione invernale, la linea guarda ai codici distintivi delle proposte per gli adulti. Così la bambina può scegliere tra pizzo, applicazioni floreali, stampe animalier e broccati; il maschietto invece ha a disposizione tessuti preziosi, dallo jacuard al broccato, da abbinare al mondo più street con sneaker colorate, zainetti e accessori come sciarpe e cappelli, completano i look. I capi sono realizzati in tessuti di lana, cotone, denim e tulle leggeri e presentano lavorazioni innovative e dettagli raffinati.



10 years challenge: trend del momento su tutti i social media

"10 years challenge" è la moda online che sta contagiando tutto e tutti. In cosa consiste? Si pubblica sui social una foto di oggi e una di come si era dieci anni fa. E’ un gioco che nel giro di pochi giorni è diventato un fenomeno globale. Tra i tanti campioni che hanno cavalcato l’hashtag #10yearschallenge ci sono Paul Pogba, Neymar, Piqué e anche due dei simboli della Juventus e della Nazionale. Gigi Buffon e Giorgio Chiellini. Ma qualcuno avanza il dubbio che sia un sistema per addestrare l’intelligenza artificiale a riconoscere le persone anche partendo da una vecchia foto: milioni di immagini da usare per addestrare gli algoritmi per il riconoscimento facciale rendendoli capaci di individuare una persona anche partendo da una sua foto scattata tempo addietro. Facebook smentisce. “Si tratta di un meme creato dagli utenti e che è diventato virale in modo spontaneo”, fanno sapere dalla compagnia di Mark Zuckerberg. “Non abbiamo iniziato noi questo trend, in cui vengono utilizzate foto già esistenti sulla piattaforma, e non guadagniamo nulla da questo meme (se non ricordarci quanto fosse discutibile la moda nel 2009). Per inciso, gli utenti di Facebook possono, in qualsiasi momento, scegliere se attivare o disattivare il riconoscimento facciale”.


17 gennaio: World Pizza Day

Il 17 gennaio è la Giornata mondiale della pizza. In Italia la produzione giornaliera di pizza è di 8 milioni, quasi tre miliardi l’anno, il fatturato è di 15 miliardi di euro per un movimento economico che supera complessivamente i 30 miliardi. A vincere dal punto di vista della preferenza dei gusti degli italiani è la pizza tradizionale sulla gourmet con 8 connazionali su 10 (78,8%) che scelgono la marinara, margherita, napoletana o capricciosa. La pizza gourmet registra un 12,1% di ordinazioni, mentre il 6,2% dei clienti sceglie (o è costretto a scegliere per motivi sanitari) le pizze speciali, per lo più biologiche o senza glutine. La pizza con gusti fai-da-te si ferma al 2,9%. La fascia di prezzo non supera in un caso su due i 7 euro, ma c’è una fascia di mercato (4%) oltre la soglia dei dieci euro. Nello specifico - spiegano i ricercatori - la quasi totalità delle pizze tonde «da piatto» costa tra cinque e dieci euro. Secondo alcuni studiosi ad inventare questo cibo povero sarebbero stati gli Egizi, i primi a distinguere tra farro piccolo e farro "normale" e a capire il ruolo del lievito. I Romani iniziano a usare i dischi di pane a mo’ di piatti per contenere pietanze sugose. Nel 997, nel latino medievale del Codex cajetanus di Gaeta, per la prima volta si usa la parola "piza" per indicare una focaccia. Nel corso della sua storia, la pizza vive un secondo momento di svolta quando viene introdotta come "prova da forno" nell’attività dei panettieri, per testare la temperatura. Infine, nel Settecento abbiamo la nascita del forno a bocca di mezzaluna - di cui si ignora l’inventore - ma che ha rivoluzionato il mondo della pizza, conferendo a quella napoletana la sua specificità.