Conte of Florence ritorna in possesso del marchio

Conte of Florence, storico marchio italiano di moda, ha ottenuto dal curatore fallimentare del Tribunale di Lucca una proroga fino al 30 giugno 2019 per ottenere nuovamente la disponibilità del marchio dalla proprietà bulgara, la società Pentacompany, che aveva comprato il brand nel 2015. La collezione per l’Autunno-Inverno 2019/20 presentata al Pitti è la principale testimone della vivacità del nuovo corso del brand con sede ad Altopascio (LU), fondato nel 1952 a Firenze su iniziativa di Romano Boretti, che rilevò il negozio Con.T.E.-Confezione Tessuti Esclusivi. Disegnata, sia la donna che l’uomo, dalla stilista Ilaria Biggi, la linea è stata ringiovanita con uno stile più contemporaneo e presenta fra i suoi elementi fondanti l’overdressing, profilandosi maggiormente sul dinamismo tipico dei più giovani, soprattutto i millennials, che richiedono la possibilità di vestirsi in modo multistrato, per adattarsi ad ambienti e situazioni diverse nel corso delle loro frenetiche giornate. Per esempio, il nylon viene sovrapposto al neoprene o alla lana tecnica. L’ottimo lavoro compiuto dal management aziendale (che da quando è arrivato a maggio dell’anno scorso ha seguito per prima la collezione Autunno-Inverno che è ora in negozio) è dimostrato anche dalla crescita delle vendite registrata nel 2018. Nel periodo natalizio sono state addirittura superiori del 30% rispetto all’anno precedente (+45% per le linee donna), “ed è per questo che l’azienda ha potuto sostenersi ed autofinanziarsi durante l’esercizio provvisorio.


Rifle punta all’estero

Rifle, storico brand di moda molto in voga negli anni ’80 porta avanti il piano di rilancio in seguito all’ingresso nella società, con il 55% del capitale, della holding svizzera di investimenti Kora Investments. Secondo l’AD Franco Marianelli, Rifle si sta muovendo anche sul fronte wholesale, che oggi vede la presenza del marchio all’interno di circa 200 negozi multibrand in Italia, sia nel nostro Paese che sul fronte estero: “Abbiamo inserito due nuove persone nell’area commerciale estera e abbiamo venduto in Polonia, Norvegia, Finlandia, Danimarca e nei Balcani; abbiamo distributori in Germania e Svizzera e stiamo approcciando la Russia. Oggi l’export pesa solo per il 5%, l’obiettivo è farlo crescere iniziando dai Paesi in cui Rifle in passato era già ben posizionato”, ha proseguito Marianelli. “A livello di rete commerciale, stiamo cambiando nove agenzie sulle dodici che avevamo in totale: oltre al nostro pubblico tradizionale, i 40/50enni che conoscono il brand dagli anni ’80, vogliamo arrivare a una clientela più giovane e dobbiamo quindi inserirci in negozi diversi, dedicati a questo tipo di target”. Per quanto riguarda corner e shop-in-shop, Rifle è presente all’interno degli store Coin e ha avviato a dicembre 2018 una partnership con Oviesse: “Oltre al proprio marchio, la catena sta inserendo altre proposte per dare una scelta più ampia ai suoi clienti. Abbiamo iniziato con un test all’interno di una decina di negozi e stiamo pensando a una collezione ad hoc per questa collaborazione, con prezzi un po’ più bassi rispetto ai nostri standard”, ha concluso l’AD.



Benitez: sarà un miracolo salvarsi

L’allenatore del Newcastle Rafa Benitez , due stagioni fa ha centrato una storica promozione in Premier League e quest’anno insegue la salvezza: "Anche se riuscire ad arrivare sopra altre tre sarà un miracolo. La squadra sta provando un sacco di cose, ma non sono abbastanza. Sto cercando di dirlo a tutti i giocatori, dobbiamo capire dove siamo e chi siamo, ma se pensiamo di dover battere queste squadre abbiamo torto al 100%, hanno speso 100 milioni in estate". E ancora: "A causa del mancato investimento in nuovi giocatori sarà difficile tenere il passo delle avversarie, arrivare davanti ad altre tre sarà un miracolo".



Felipe Melo giudicato come il giocatore più violento del 2018

Secondo un sondaggio in Brasile a cui hanno risposto 106 giocatori del massimo campionato brasiliano, l’ex centrocampista dell’Inter e Juventus Felipe Melo è stato votato come il giocatore più violento del 2018. Per lui, fresco campione con il suo Palmeiras, 37 presenze stagionali tra Brasileirao e Copa Libertadores: 2 gol, un assist, ma soprattutto 19 cartellini gialli e uno rosso. Il centrocampista, uno dei perni fondamentali della squadra di Felipe Scolari, vincitrice del campionato per la seconda volta negli ultimi tre anni, non ha certamente cambiato il suo carattere irruento e aggressivo in campo. Un atteggiamento spesso oltre le righe che gli è valso un particolare premio, quello di giocatore più violento del 2018. Non una novità per il centrocampista verdeoro, anzi una spiacevole conferma di quanto già accaduto lo scorso anno. Felipe Melo ha ricevuto il 51.8% dei voti nel sondaggio promosso dall’azienda brasiliana UOL, arrivato alla settima edizione, la quale ha raccolto la preferenza di 106 giocatori, protagonisti con le maglie di Atletico Mineiro, Botafogo, Ceara, Corinthians, Cruzeiro, Flamengo, Fluminense, Gremio, Internacional, Palmeiras, Santos, San Paolo e Vasco da Gama. I calciatori hanno risposto in forma anonima a 21 domande su vari argomenti, anche extracalcistici: dalle abitudini sociali all’influenza della politica brasiliana sullo sport.



Morto lo scrittore israeliano Amos Oz

E’ morto lo scrittore isrealiano Amos Oz, era malato di cancro. Oz è stato anche saggista, giornalista e docente di letteratura. Molti dei suoi scritti sono ambientati nella sua città natale, Gerusalemme. "Il mio amato padre è spirato a causa di un tumore, poco fa, dopo un rapido deterioramento, nel sonno ed in pace", ha scritto su Twitter la figlia di Amos Oz, Fania Oz-Salzberger. "Rispettate la nostra privacy. Non potrò rispondervi. Grazie a tutti quanti lo hanno amato". Tra i primi messaggi di cordoglio è arrivato quello del presidente d’Israele Reuven Rivlin: "Una storia di amore e di luce, adesso grandi tenebre. Una immensa tristezza cala su di noi con l’inizio del riposo sabbatico. Un gigante della scrittura. Splendore fra i nostri autori. Un gigante dello spirito. Riposa in pace, caro Amos. Ci sei stato una cara compagnia".



Samsung punta ad uno smart speaker economico

Samsung potrebbe presto annunciare un secondo dispositivo smart speaker meno costoso, pensato per entrare in competizione con gli smart speaker più economici. Non sono al momento note le caratteristiche ufficiali del nuovo device, ma secondo alcune voci insistenti sembra che dovrebbe avere meno funzioni rispetto al Galaxy Home annunciato ad agosto, il quale sarà invece dotato di sei speakers integrati, un subwoofer e otto microfoni. Il dispositivo più economico dovrebbe essere classificato da Samsung col codice SM-V310. La natura economica del nuovo smart speaker dotato dell’assistente virtuale Bixby potrebbe aiutarlo a emergere in un mercato già affollato e dominato da compagnie come Google e Amazon, i cui prodotti sono già noti da tempo al grande pubblico e sono generalmente considerati affidabili ed efficienti. Dopo l’annuncio di agosto, Samsung non si è mai sbottonata più di tanto sul nuovo Galaxy Home e non ha confermato l’esistenza di una sua versione più economica. È possibile che nel corso del CES 2019, la fiera dedicata all’elettronica di consumo che si tiene ogni anno al Las Vegas Convention Center, l’azienda sudcoreana, la cui presenza è già stata confermata, rivelerà nuove informazioni sui suoi smart speaker.


7,6 milioni di visitatori al Colosseo nel 2018

Sono stati 7,6 i milioni di visitatori che si sono recati nel 2018 al Colosseo nel 2018: le visite all’Anfiteatro Flavio sono infatti aumentate del 7,4% rispetto allo scorso anno. La notizia è stata condivisa, tramite Facebook, anche dal Parco Archeologico del Colosseo. La media giornaliera dei visitatori è stata di circa 21mila persone: i picchi di accessi sono stati registrati nei mesi di marzo e giugno. E’ arrivata anche la notizia del restyling per le aree verdi intorno al Colosseo. Il parterre sarà caratterizzato da ’sempreverdi’ con un’unica nota di colore, grazie alla presenza di gruppi di rose antiche. Prevista anche un’illuminazione a terra e una disposizione studiata di alcuni reperti già presenti nell’area. L’obiettivo dei lavori, messi a gara dal Campidoglio per un valore totale stimato di circa 700mila euro e le cui offerte dovranno arrivare entro fine gennaio, è quello di "valorizzare l’enorme potenziale del sito" migliorandone la "modalità di fruizione, attualmente limitata alla presenza monumentale del Colosseo".



Bisoli torna ad allenare il Padova

Il Padova si trova all’ultimo posto in classifica in Serie B con appena 11 punti raccolti nelle prime 17 giornate. Dopo l’ennesima sconfitta casalinga, c’è stata una forte contestazione da parte dei tifosi. E la società ha deciso per un nuovo cambio in panchina, esonerando Claudio Foscarini e richiamando Pierpaolo Bisoli, allenatore della promozione dalla Serie C alla Serie B e di quest’inizio di stagione. Troppe cinque sconfitte consecutive, il ko interno contro il Benevento ha portato il Padova a decidere per un nuovo avvicendamento in panchina, con la speranza di dare una scossa alla squadra. Nelle ultime sei partite, con Foscarini, il rendimento è addirittura peggiorato: appena 3 punti conquistati, frutto di una vittoria all’esordio e di ben cinque sconfitte consecutive. In precedenza, invece, Bisoli ne aveva raccolti 8 in 11 partite: una vittoria, cinque pareggi e cinque sconfitte. Ora un nuovo inizio, con l’allenatore che ripartirà senza il suo vice Groppi come voluto dalla società.



Pity Martinez vince il Pallone d’Oro del Sudamerica

E’ stato assegnato il Pallone d’Oro del Sudamerica, che viene assegnato da una giuria di 320 giornalisti scelti dal quotidiano uruguaiano El Pais. Il podio infatti è tutto composto da giocatori della squadra vincitrice della Copa Libertadores, conquistata in finale contro gli eterni rivali del Boca Juniors. Un’impresa, questa, che ha influito in modo determinante nelle votazioni, che hanno premiato Gonzalo Martinez, detto “Pity”, con il 41% delle preferenze (130 voti). Al secondo posto c’è invece Juan Quintero (con un passato al Pescara), che ha realizzato la seconda rete – probabilmente la più importante – nella finalissima di Madrid con 49 voti, mentre 40 sono stati per Franco Armani, il portiere del River Plate. Martinez succede al brasiliano Luan nell’albo d’oro di questo riconoscimento.



Schelotto nuovo allenatore dei Los Angeles Galaxy

Guillermo Barros Schelotto raggiunge Zlatan Ibrahimovic per allenare i Los Angeles Galaxy. L’annuncio è arrivato sui profili social e sul sito ufficiale dei Galaxy: “So cosa significano i Galaxy per la MLS, questa è per me una grande opportunità. Con la fantastica passione dei tifosi per questo team, aiuteremo insieme la squadra. Vi aspetto allo stadio!” Schelotto è stato un uomo simbolo del Boca Juniors: è diventato infatti il secondo giocatore più titolato dela storia degli Xeneizes e da allenatore ha conquistato due campionati argentini. Per lui anche una brevissima parentesi in Italia: ingaggiato da Maurizio Zamparini come nuovo allenatore del Palermo nel 2016, l’esperienza sulla panchina rosanero non durò però nemmeno un mese.



“Leggenda Urbana”: il nuovo singolo di Mondo Marcio

Mondo Marcio torna con nuovo singolo dal titolo “Leggenda Urbana”che è già disponibile su tutte le piattaforme digitali. “Leggenda Urbana è per chiunque non ha mai smesso di crederci: per ogni studente che vuole diventare il nuovo presidente, per ogni artista che non riesce a dormire la notte perché l’ambizione (non il protagonismo!) lo divora, per ogni madre come la mia che ha fatto due lavori al freddo per mettere un piatto caldo in tavola, per ogni fra’ e per ogni regina che anche dal bordo di un marciapiede non smettono di guardare la luna perché sanno che un giorno ci arriveranno davvero”, ha commentato Mondo Marcio, all’anagrafe Gian Marco Marcello. “Leggenda Urbana” è stata anticipata da tre brevi documentari: “Origini”, “La Città” e “Ambizione“. Mondo Marcio, inoltre, si esibirà nei più importanti club d’Europa con il Rap God Tour in partenza il 1 aprile dal Razzmatazz di Barcellona. Il tour proseguirà, poi, con i seguenti appuntamenti: 2 aprile a Dublino (Whelan’s), 3 aprile a Londra (93 Feet East), 4 aprile ad Amsterdam (Q Factory). Dopo il tour europeo, Mondo Marcio ritornerà in Italia con due date evento in programma il 10 aprile a Roma (Largo Venue) e il 18 aprile a Milano (Fabrique).



Google compra la tecnologia smart di Fossil

Fossil ha annunciato la vendita a Google di proprietà intellettuali di una tecnologia per gli smartwatch in sviluppo. L’accordo da 40 milioni di dollari si concluderà entro la fine di gennaio e include anche tutti i progetti in fase di sviluppo da parte del brand di moda. Parte del team di Ricerca e Sviluppo di Fossil, che si occupa appunto dell’ideazione e realizzazione degli orologi smart, si unirà al team di Google. Il resto del gruppo di lavoro resterà a Fossil per continuare a sviluppare nuovi smartwatch e nuove tecnologie innovative. "L’arrivo in Google della tecnologia e del team del gruppo Fossil dimostra il nostro impegno nel settore degli indossabili, consentendo un portafoglio diversificato di smartwatch e supportando le esigenze in continua evoluzione dei consumatori", ha affermato Stacey Burr, responsabile del sistema operativo di Google per gli smartwatch, Wear OS.



Fiorentina-Samp: un pirotecnico 3-3

Nella ventesima giornata di campionato, Fiorentina-Sampdoria finisce 3-3 al Franchi. Il colombiano Muriel ha bagnato l’esordio in maglia viola realizzando due reti di pregevolissima fattura , prima al 34’ e poi al 70’ intervallato dalla punizione all’incrocio di Ramirez al 44’. Nel finale si è scatenato Quagliarella con un rigore all’81 e una bella giocata quattro minuti più tardi. Al 93’ il pari di Pezzella. Un punto per parte che lascia aperte le porte dell’Europa per entrambe: All’8° posto a quota 30 in classifica la Sampdoria, tre lunghezze in più della Fiorentina.



Nadia Toffa di nuovo a "Le Iene Show"

Nadia Toffa, che da oltre un anno sta lottando contro un tumore e ha dovuto affrontare diversi cicli di chemioterapia, annuncia che torna a condurre "Le Iene" insieme a Giulio Golia: "Buongiorno bella gente... Ci separano davvero pochissime ore! Che gioia grande. Io non sto nella pelle ❤️ e finalmente tornerò con i miei capelli: sono le piccole grandi soddisfazioni della vita. Evviva @redazioneiene #leiene#buonagiornataatutti #comingsoon#gratitudine #chefateoggidibello ? Un abbraccio fortissimo da chi vi vuole bene ❤️



Unipol rilancia la Torre Velasca

Torre Velasca, uno dei simboli architettonici di Milano, verrà riqualificata da Unipol con l’allestimento di 13 appartamenti ai piani 19°, 20° e 21°. Ogni appartamento sarà corredato da posate, stoviglie, piccoli elettrodomestici, televisione e lavatrice. Tutti i particolari sono stati studiati attentamente, dallo styling (realizzato da Valeria Girardi), alla scelta di tutta l’oggettistica sino alla selezione ricercata di libri e riviste dedicate al design ed all’architettura - di cui Torre Velasca è icona - messe a disposizione degli ospiti. La Torre costruita nel 1957, che si trova nel centro di Milano e rappresenta un esempio di architettura moderna, è passata nell’orbita di Unipol con l’operazione Fondiaria-Sai. Il prossimo passo di Unipol Domux home a Milano interesserà la Torre GalFa, anch’essa parte del progetto di valorizzazione immobiliare Urban Up e costruita negli anni 50, oggetto oggi da un intervento di riqualificazione volto a trasformarla in un building multifunzione all’avanguardia, che ospiterà al suo interno un hotel di lusso business oriented, appartamenti di design e una lounge terrace aperta al pubblico. Al termine della ristrutturazione che terminerà entro il 2019, la GalFa ospiterà: Innside Melià ( dal piano -2 al 12°), Temporary apartments Halldis ( dal piano 13° al 25°), luxury apartments Domux Home ( dal 26° al 28°) e un ristorante Rooftop (29° e 30° piano) per il quale sono in gara quattro grandi brand internazionali della ristorazione di fascia alta.



Barbie compie 60 anni

Barbie, la bambola più famosa e fashion del mondo, compirà 60 anni il 9 marzo, ma i festeggiamenti in suo onore sono già iniziati e proseguiranno per tutto il 2019. Sono previste anche molte partnership con noti marchi per celebrare l’iconica bambola. La prima partnership è già iniziata con Patrizia Pepe, che ha realizzato una capsule collection ispirata proprio alle mille facce della Barbie durante tutti questi anni. Anche un’azienda dolciaria, la Zaini, realizzerà una serie di tavolette di cioccolata ispirata alla famosa bambola, mentre Caffarel realizzerà una serie di cioccolatini in vendita esclusivamente nelle pasticcerie. Per quanto riguarda il settore cosmetica Sephora ha realizzato una collezione composta da: 8 rossetti Lipstories, 1 set di pennelli, 1 mascara, 1 palette e 4 creme per viso, mani, piedi e capelli firmate Barbie. Per l’abbigliamento sportivo Sergio Tacchini realizzerà una collezione donna e bambina per i campi da tennis ed inoltre realizzerà una maglietta celebrativa dei 60 anni. Mentre la Goldenpoint realizzerà una collezione per bambine di calze, calzini, collant e leggings. Infine nel 2020 Barbie approderà al cinema, dove per la prima volta ad interpretarel’iconica bambola ci sarà un’attrice, Margot Robbie. Il film sarà realizzato dalla Mattel in collaborazione con la Warner Bros Picture. Barbie nasce dall’idea di Ruth Handler, che l’ha realizzata nel 1959 per la figlia. Fino al quel momento le uniche bambole presenti erano quelle bebè, mentre Ruth Handler voleva creare una bambola in cui la figlia poteva rispecchiarsi, uscendo dal concetto della donna mamma. Infatti, la Barbie nel corso di questi 60 anni ha ricoperto più di 200 ruoli, da quello da presidente a quella di astronauta, da quella di principessa a quella della dottoressa.



Apre i battenti VicenzaOro Janaury 2019

VicenzaOro, salone delle eccellenze italiane e internazionali del comparto orafo e gioielliero, è in programma dal 18 al 23 gennaio in Fiera. Tema guida della manifestazione è la “Creatività Sostenibile”, a cui è stato dedicato un talk di alto livello in programma già nella prima giornata. Come di consueto, l’esposizione è divisa in 6 macro-aree, ognuna dedicata ad uno specifico segmento di mercato. Il format, sperimentato nel gennaio 2015, non è più stato abbandonato grazie alla sua funzione di facilitatore di incontri di business tra buyer ed aziende. L’evento, organizzato da IEG – Italian Exhibition Group, vedrà la partecipazione di grandi Osservatori che faranno il punto sullo stato del settore in Italia e nel mondo. Parlando dell’Italia, il consumo orafo-gioielliero rimane stabile. A Natale, secondo le stime, il 12,7% degli italiani ha acquistato preziosi, bijoux o orologi: una percentuale in linea con quella del 2017 (12,3%). Anche la composizione della distribuzione sui canali di acquisto resta stabile, con una leggera crescita delle gioiellerie tradizionali rispetto ai centri commerciali. Costantemente in rialzo gli acquisti on line – sia su siti come Amazon che sulle e-boutique dei brand.Parlando dell’export, quello orafo-gioielliero si conferma un settore strategico per l’industria manifatturiera del Made in Italy con un saldo commerciale in avanzo per 3,17 miliardi di euro nei primi 3 trimestri del 2018. I dati elaborati da Confindustria Moda – Federorafi, infatti, attestano che nei primi tre trimestri dell’anno appena concluso il valore complessivo dell’export supera i 4,7 miliardi di euro mentre quello dell’import oltrepassa il miliardo e mezzo (metalli preziosi e gemme esclusi). Dopo un 2017 di crescita a doppia cifra e un avvio molto positivo del 2018 e nonostante il lieve rallentamento del nostro export nell’autunno scorso tra gli espositori di Vicenzaoro, focalizzati sui segmenti di qualità di oreficeria e gioielleria, si respira un’aria di ottimismo sulla chiusura del 2018. In particolare è positivo il segno in alcuni mercati come UK, Sudafrica, Canada, Giappone e Russia aprendo anche opportunità a ulteriori crescite.



Sanremo 2019, ecco il cachet di Baglioni

La Rai comunica che il compenso di Claudio baglioni, direttore artistico e conduttore del Festival di Sanremo 2019 è pari a 585.000 Euro, identico a quello dello scorso anno senza alcuna variazione. La Rai ribadisce inoltre che i costi complessivi della 69° edizione sono in linea con quelli precedenti. Più in generale l’azienda rende noto che gli uffici dell’ad Fabrizio Salini stanno ultimando un piano di razionalizzazione e di contenimento dei cachet per conduttori e talent. In una nota Rai si fa notare, infine, che l’impegno contrattuale di Baglioni per l’edizione 2019 è iniziato a giugno 2018 e quindi ben 5 mesi prima rispetto all’edizione precedente che, si ricorda, ha ottenuto una media di 10.971.493 spettatori con il 52% di share. E Claudio Bisio e Virginia Raffaele, i co-conduttori? Per loro si parla di 450mila e 350mila euro. Ma è ancora tutto da confermare.



Addio a Carol Channing, in arte Dolly Levy

E’ morta Carol Channing, la leggendaria star di "Hello, Dolly!". La diva avrebbe compiuto 98 anni il 31 gennaio. La portavoce ha detto che l’attrice e’ morta di cause naturali dopo aver subito due ictus hanno scorso. In una carriera di sei decenni Carol divenne famosa anche per il brano "Diamonds Are a Girl’s Best Friends" nel musical di Broadway del 1949 "Gli uomini preferiscono le bionde" che apri’ la strada al personaggio della vamp bionda ripreso poi da Marilyn Monroe (che interpreto’ la canzone al cinema) a Madonna. Da ricordare inoltre le presenze in tv interpretando, tra l’altro, un ruolo nella famosissima soap Love Boat, ma anche le sue apparizioni al Cinema nei film Vita di una commessa viaggiatrice per la regia di Arthur Lubin e Skidoo.



Citroen: le vendite salgono del 5,9%

Positivi i dati relativi alle vendite per Citroen. Bene in particolare le autovetture dove il marchio francese detiene una quota di mercato pari al 4,3%. Merito soprattutto della C3 che da sola ha portato a casa 40.712 immatricolazioni posizionandosi in pole position nella classifica delle vetture più vendute del marchio e al 4 posto assoluto nel segmento di riferimento. Bene anche la cugina C3 Aircross che con 17.697 immatricolazioni resta nella top ten del suo segmento. Segue la Nuova C4 Cactus, a dieci mesi dal lancio sul mercato si piazza bene nella top ten delle berline di segmento C. Infine, le monovolume C4 SpaceTourer e Grand C4 SpaceTourer si mantengono, nel loro insieme, al quarto posto nel segmento di riferimento, mentre SpaceTourer è sesta nel suo segmento. La casa francese chiude il 2018 con un bel +5,9% di vendite rispetto all’anno precedente.