Noel Gallagher’s High Flying Birds and Razorlight to play huge Scottish gig

Noel Gallagher has announced he’ll play in Inverness this summer with his High Flying Birds. The gig will be an outdoor show at Bught Park on Saturday, June 8 as part of Live in the City, a series of summer music concerts in Inverness. Carlie Davidson of LCC Live, said: “Noel is a legend of the music industry, who along with his band, will take to the stage and deliver an array of classic songs from his career including recent hits Holy Mountain and It’s A Beautiful World. “We’re absolutely delighted to be organising his only Scottish outdoor show in 2019.” Last year Noel’s Scottish gigs included headlining the Electric Fields festival and Glasgow Summer Sessions and playing Edinburgh Castle. Joining the line-up for his first Scots gig of 2019 are indie rock group Razorlight and Neon Waltz , Britain’s most northerly band from John O’Groats.



Sheryl Crow set for Glasgow gig this summer

Sheryl Crow will bring her best known songs - and some new material - to the stage of the Glasgow Royal Concert Hall on June 26, 2019 . The venue will allow Sheryl to connect with the audience as she and her band play hits including All I Wanna Do, Every Day is a Winding Road and If It Makes You Happy. Sheryl began her career as a session vocalist working icons such as Michael Jackson and Stevie Wonder, before branching out on her own in 1993 with her debut album Tuesday Night Music Club. Her most recent album, C’mon C’mon, confirms her status as one of the most popular female voices in rock.



Vibram raggiunge i 190 milioni di euro di fatturato

Vibram ha concluso il 2018 con un fatturato leggermente superiore ai 190 milioni di euro, rispetto ai 173 milioni di fine 2017. I mercati di Stati Uniti ed Europa rappresentano insieme il 90% del giro d’affari del brand, in parti eque 45%-45%. L’Asia (Giappone, Corea del Sud e in misura minore Cina) realizzano il restante 10%. Sul fatturato, 20 milioni di giro d’affari sono ottenuti con il prodotto finito con le linee “Five Fingers” e “Furoshiki” e 170 milioni sono ricavati vendendo le suole. Vibram ha sempre 3 negozi monomarca di proprietà, uno in Via Raffaello Sanzio a Milano, uno a Montebelluna, e uno a Boston, Stati Uniti, “che i primi giorni di febbraio trasferiremo”, rivela Manuzzi, “sempre a Boston, ma in Commonwealth Avenue. Non abbiamo progetti per altre aperture. Dopotutto produciamo solamente due linee. Si tratta soprattutto di vetrine utilissime per la brand recognition e per far provare il prodotto al cliente finale”. L’azienda lombarda ha aperto nell’ultimo triennio anche quattro Vibram Academy (ad Atene, Parigi, Londra e Vienna), spazi aperti in collaborazione con i suoi distributori e ispirati al progetto “Vibram Sole Factor”, sviluppato per dare al cliente l’opportunità di personalizzare la propria calzatura applicandovi una suola Vibram. “Puntiamo molto anche sull’e-commerce per le due linee “FiveFingers” e “Furoshiki”, e il nostro e-shop diretto sta crescendo bene, tanto da essere arrivato a generare circa 5 milioni di giro d’affari”, indica Paolo Manuzzi. “Lo consideriamo un canale molto interessante per entare in contatto col consumatore finale. Può sembrare banale dirlo, ma noi siamo un’azienda il cui DNA che viene dal Business to Business, e curare un rapporto e un contatto con i clienti non erano nelle nostre prerogative”.


Equinox rileva il 40% di Manifattura Valcismon

Equinox acquisisce il 40% di Manifattura Valcismon. Il closing dell’operazione è previsto entro metà febbraio. I termini finanziari non sono stati resi noti. Con sede a Fonzaso (Belluno), a Manifattura Valcismon fanno capo i brand Sportful (ciclismo e sci nordico), Castelli (marchio delle due ruote) e Karpos (trekking e outdoor). L’ingresso di Equinox “consentirà alla società di perseguire gli importanti obbiettivi di crescita e di espansione a livello internazionale”. Manifattura Valcismon ha chiuso il 2017 con un fatturato di circa 80 milioni di euro



Bio-on e Unilever lanciano una nuova linea di cosmetici biodegradabile al 100%

Bio-on e Unilever lanciano una nuova linea di cosmetici biodegradabile al 100% per la protezione solare basati sulla bioplastica. Questa nuova linea di prodotti rappresenta un esempio concreto di come Unilever interpreti la sostenibilità e proponga soluzioni innovative per i consumatori. Con My Kai, Unilever risponde contemporaneamente a due obiettivi: aiutare più di un miliardo di persone a migliorare le proprie condizioni di salute e benessere entro il 2020 e dimezzare l’impatto ambientale dei propri prodotti entro il 2030”, ha spiegato Fulvio Guarneri, presidente e CEO di Unilever Italia. “Siamo orgogliosi di farlo insieme a una realtà italiana d’eccellenza come Bio-on". My Kai "rappresenta un altro tassello della nostra rivoluzione cosmetica full green”, ha detto Marco Astorri, presidente e CEO di Bio-on. “Attraverso la collaborazione con Unilever ed il continuo arricchimento di nuove soluzioni per il mondo della cosmetica, definiamo un nuovo standard produttivo con la nostra bioplastica. Le nuove creme My Kai entreranno nei negozi a marzo 2019".



Juve brutta ma vincente

All’Olimpico la squadra di Allegri soffre per gran parte del match contro una grande Lazio, va sotto per l’autogol di Emre Can, ma in extremis ha la forza di ribaltare il punteggio con il duo portoghese: il terzino Cancelo, da poco entrato, ristabilisce l’equilibrio, poi a due minuti dal termine Ronaldo firma la vittoria su rigore. La squadra di Simone Inzaghi accarezza a lungo la possibilità di agganciare il quarto posto del Milan, ma l’ultimo quarto d’ora conferma il trend negativo con le big. Per la Juventus si tratta della 19esima vittoria in campionato.



Visa Europe versando 13,2 milioni all’Agenzia delle Entrate

Visa Europe chiude un contenzioso fiscale versando all’Agenzia delle Entrate 13,2 milioni di euro per una presunta evasione di imposte sui redditi dal 2009 al 2015. L’inchiesta era partita all’inizio del 2017 dopo una verifica fiscale effettuata dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Milano nella sede milanese di Vesi (Visa Europe Service Inc.) dove Steffanini risultò essere amministratore anche di Visa Europe Service LLC con sede a Londra. Al termine della verifica la GDF contestò una stabile organizzazione occulta in Italia della società londinese. Da qui l’avvio dell’inchiesta della procura di Milano per omessa dichiarazione dei redditi con l’accusa di non aver presentato le dichiarazioni per gli anni d’imposta 2009-2015 in Italia, con una presunta evasione di oltre 9,6 milioni di euro. A inizio 2018 l’Agenzia delle Entrate depositò però un aggiornamento sulla posizione fiscale della società, precisando che l’agenzia aveva sottoscritto un accordo con Visa Europe Services LLC e la succursale italiana di Visa Management Services LTD. La società chiuse il contenzioso versando i 13,2 milioni di euro, comprensivi di interessi di mora. In seguito, la difesa di Steffanini presentò una memoria difensiva, da cui veniva accertato che il personale in Italia non aveva potere di concludere contratti in nome e per conto del gruppo Visa né di condurre negoziazioni vincolanti per Visa. Tanto da far ritenere al PM titolare dell’indagine, Grazia Colacicco, che non ci fossero “elementi riguardo l’esistenza di una stabile organizzazione occulta di Visa presso Visa Europe LLC”.



Benetton sfilerà per la prima volta a Milano

Milano: Benetton il prossimo 19 febbraio sfilerà per la prima volta in apertura della Fashion Week donna e sarà l’occasione per svelare il lavoro di Jean-Charles de Castelbajac. Lo stilista francese, che ha già lavorato per altri marchi italiani, tra cui Iceberg e Max Mara, e diretto la sua maison tra il 1978 e il 2016, è stato nominato Direttore Artistico delle collezioni uomo e donna di United Colors of Benetton lo scorso ottobre. La nomina rientra nel piano di rilancio del gruppo, di nuovo presieduto dal suo fondatore Luciano Benetton. Non è la prima volta che Benetton sale in passerella: nel 2006 il brand aveva scelto Parigi per festeggiare i suoi 40 anni con un grande show al centro Beaubourg.


Zalando inaugura in Svezia il suo nuovo polo logistico

Svezia: qui precisamente Brunna vicino Stoccolma, Zalando inaugura il suo nuovo polo logistico. Il marketplace europeo di moda e lifestyle ha portato a termine questo importante progetto in collaborazione con il gruppo Ingram Micro, che ha messo a disposizione il suo know how nell’ambito della supply chain. Grazie all’automazione dei processi, e a una posizione geografica strategica, l’hub promette di dimezzare i tempi di attesa dei clienti scandinavi. “Zalando crede nel connubio tra soluzioni avanzate di automazione e dipendenti appassionati al proprio lavoro. Sfruttiamo le tecnologie dell’automazione per alleggerire il carico di lavoro dei nostri dipendenti, che non devono più occuparsi di mansioni monotone e non ergonomiche. Al contempo, aumentiamo l’efficienza. Migliorando e velocizzando le attività del magazzino, possiamo elaborare gli ordini ancora più rapidamente e i nostri clienti trarranno beneficio dai tempi di consegna ridotti”, afferma Jan Bartels, VP Customer Fulfillment and Logistics di Zalando. All’interno del polo di Brunna, i 500 dipendenti dell’e-tailer di moda sono affiancati da circa 50 maggiordomi GreyOrange, i robot mobili autonomi che sfruttano la tecnologia goods-to-person. La posizione del centro consente inoltre di offrire la consegna il giorno successivo nelle capitali nordiche e la consegna in giornata a Stoccolma.



Swatch vole ridurre il suo capitale sociale

Swatch annuncia l’intenzione di ridurre il capitale della società proponendo ai propri azionisti di utilizzare i titoli riacquistati.“Prevediamo di proporre agli azionisti in occasione della prossima assemblea generale prevista il 23 marzo 2019 di utilizzare le 1.399.000 azioni al portatore e le 7.125.500 azioni nominative del programma di riscatto delle azioni, così come le 505.000 azioni al portatore del programma di riscatto del 2008, per una riduzione di capitale”, ha annunciato la società svizzera in un comunicato. Nell’ambito del programma di riscatto completato il 24 novembre, Swatch Group ha riacquistato azioni al portatore e azioni nominative per un valore leggermente superiore a 959 milioni di franchi (851,4 milioni di euro).



Le novità di TIM per questo febbraio

TIM annunciando delle novità tariffarie dedicate al mondo mobile a partire da questo mese di febbraio: la prima è dedicata a tutti coloro che hanno bisogno di molto traffico dati, Internet 10GB, che offre 10 GB di Internet 4G a 5,99 euro al mese con rinnovo automatico. Costo di attivazione di 5 euro. Ancora disponibili Supergiga 20 e Supergiga 40 che offrono 20 GB al mese e 40 GB al mese a 9,99 euro e a 11,98 euro. Internet 10GB e Supergiga 40 sono compatibili con il servizio MultiSIM. I clienti TIM potranno suddividere il traffico dati con una seconda loro SIM. Dal 28 gennaio al 24 febbraio tutti coloro che attiveranno Supergiga 20 otterranno un bonus di 80 GB. Nel primo mese potranno contare, quindi, su ben 100 GB. Tutti coloro che attiveranno una di queste soluzioni di connettività dati potranno beneficiare anche di uno sconto di 50 euro sull’acquisto di un modem WiFi. Sino al 24 febbraio continuano le attuali offerte TIM Senza Limiti. Tuttavia, viene meno il vincolo minimo di 24 mesi di permanenza. I costi di attivazione saranno di 12 euro per i nuovi clienti e di 15 euro per i già clienti. Novità per TIM Senza Limiti Silver che offre minuti illimitati, 5 GB di traffico e uso delle app di chat e social senza limiti. Il tutto a 15 euro al mese con addebito su credito residuo. Se si pagherà con carta di credito, conto corrente o TIM Pay, il traffico dati a disposizione sale a 20 GB al mese.


In Italia in aumento i suicidi per motivazioni economiche

Secondo i dati di un dossier della Link Campus University, dal 2012 i casi di suicidio per motivi economici registrati in Italia sono quasi 1.000. I suicidi al Sud passano dal 14,6% del 2012 al 31,8% del 2018. Tuttavia, se si guarda al dato complessivo di questi 7 anni, èancora il Nord-Est a occupare la cima di questa triste classifica raccogliendo il 24,5% dei suicidi legati a motivazioni economiche, seguito a brevissima distanza proprio dal Sud con il 24,1% degli episodi. Il 21,3% dei casi si registra ancora nelle regioni centrali, il 19,6% nel Nord-Ovest, il 10,3% nelle Isole. Nato nel 2012, l’Osservatorio “Suicidi per motivazioni economiche” sin dalla sua istituzione ha contribuito a mettere sotto i riflettori un tema spesso “dimenticato” ma che – come i dati confermano – appare drammaticamente diffuso e caratterizzato da significative ripercussioni sociali. Un progetto, quello dell’Osservatorio che, come dichiara il direttore Ferrigni, docente di Sociologia generale e politica della Link Campus University, “nasceva sì dall’esigenza di definire le dimensioni di un fenomeno fortemente influenzato dall’allora crisi economica, ma anche dalla necessità di andare oltre la freddezza dei numeri individuando quei fattori economico-sociali che incidono su una scelta così drastica, come appunto quella di togliersi la vita”. Alla luce di tali considerazioni nel 2018 l’Osservatorio si è fatto promotore di una Task Force che riunisce i rappresentanti di enti e associazioni di diverse regioni italiane che a vario titolo in questi anni sono stati impegnati sul territorio in attività di sensibilizzazione, supporto e prevenzione.



Fiorella Mannoia torna con un nuovo singolo

Si chiama "Il peso del coraggio”, il singolo di Fiorella Mannoia, scritto da Amara e Marialuisa De Prisco, che anticipa l’uscita di “Personale”, il nuovo atteso progetto discografico della cantante romana. Infatti il 2019 sarà anche un anno all’insegna del live per Fiorella che, dopo i 101 concerti della stagione 2016-2017, tornerà presto sul palco per incontrare il suo pubblico e presentare dal vivo il suo nuovo album. Il prossimo maggio il “Personale tour”, prodotto e organizzato da Friends & Partners, farà tappa in 12 teatri d’Italia: 7 maggio – Firenze – Teatro Verdi, 8 maggio – Parma – Teatro Regio, 11 maggio – Torino – Auditorium Del Lingotto, 12 maggio – Brescia – Gran Teatro Morato, 14 maggio – Milano – Teatro Degli Arcimboldi, 15 maggio – Bologna – Europauditorium, 17 maggio – Trieste – Teatro Rossetti, 18 maggio – Padova – Gran Teatro Geox, 20 maggio – Cesena – Nuovo Teatro Carisport, 23 maggio – Roma – Auditorium Parco della Musica, 25 maggio – Bari – Teatro Team, 27 maggio – Napoli – Teatro Augusteo. I biglietti per le date del tour sono disponibili in prevendita sul circuito TicketOne, nei punti vendita e nelle prevendite abituali.



"Mettiamocelo in Testa": al via la campagna Unhcr per garantire l’istruzione

L’evento-performance ‘Una bambina rifugiata non può scegliere, ma noi sì’, organizzato dall’UNHCR, per lanciare la campagna ‘Mettiamocelo In Testa’. Con questo evento-performance dall’alto valore simbolico, l’UNHCR ha raccontato cosa puó accadere alle bambine rifugiate quando non hanno accesso a scuola. Attraverso delle installazioni, in un gioco di luci e ombre, oggetti, suoni e racconti, i partecipanti sono stati accompagnati in un viaggio ‘al contrario’: dai banchi di scuola all’incubo degli abusi, violenze e sfruttamenti, per poi essere riportati nuovamente in classe, al sicuro, ma con una nuova consapevolezza. Giunta alla terza edizione, la campagna #mettiamocelointesta mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza dell’istruzione per le bambine rifugiate e raccogliere fondi per garantire loro l’accesso a un’istruzione di qualità. Secondo i dati del Rapporto dell’UNHCR “Turn the Tide”, solo il 61% dei bambini rifugiati frequenta la scuola primaria, rispetto al 92% dei bambini nel mondo. E con l’età, questo divario aumenta: alla scuola secondaria accede solo il 23% dei rifugiati rispetto all’84% dei bambini su scala globale; questa percentuale scende, infine, all’1% quando si parla di istruzione superiore (contro il 37% dei ragazzi nel mondo). E per le bambine rifugiate la situazione è ancora più drammatica e allarmante: «Continuare a trascurare l’istruzione delle ragazze rifugiate - commenta Carlotta Sami, portavoce dell’UNHCR per il Sud Europa - provocherebbe conseguenze disastrose per molte generazioni a venire. Più alto è infatti il livello di istruzione delle bambine e delle ragazze rifugiate, più elevate saranno le loro abilità in termini di leadership, capacità imprenditoriale e piena autonomia, qualità fondamentali che aiuteranno sia l’integrazione nelle comunità ospitanti e il loro sviluppo, che la ricostruzione dei paesi di provenienza». Per sensibilizzare al problema delle bambine rifugiate è nata una campagna social (#mettiamocelointesta) che invita a condividere sui canali social una foto o un selfie, preferibilmente in bianco e nero, con un cartello in cui sia scritta la propria professione: «Rappresenta - spiegano - la scelta che tu hai potuto fare nella tua vita, la stessa opportunità di scelta che potremmo dare con il nostro contributo alle bambine rifugiate».



Matteo Anchisi è il nuovo CEO di Dondup

In sostituzione di Marco Casoni, Dondup annuncia la nomina di Matteo Anchisi nel ruolo di CEO. Tra gli obiettivi del nuovo CEO, l’espansione del brand a livello internazionale, un focus sui clienti wholesale, sia fisici che online, e un sempre maggiore coinvolgimento del cliente finale. Inoltre, tra i pilastri su cui l’azienda basa la propria crescita, la valorizzazione del made in Italy e la continua ricerca e innovazione, soprattutto in ambito sostenibilità. A fine 2018 Dondup ha infatti lanciato in collaborazione con Candiani il progetto D/Zero, che prevede la realizzazione della prima collezione di jeanswear 100% green, in vendita nei negozi a partire dal prossimo febbraio. L’azienda ha chiuso il 2017 con un fatturato di 54,7 milioni di euro.



Grande affluenza al 40° Sigep

SIGEP chiude l’edizione 2019 col botto: oltre 200.000 presenze complessive, di cui 32.848 buyers esteri provenienti da 185 Paesi. Germania e Spagna, i paesi di primaria affluenza, seguiti da Francia, Polonia e Inghilterra. Rilevante la partecipazione anche dai grandi mercati quali Stati Uniti, Federazione Russa e Cina. Il Salone mondiale del dolciario artigianale, che ha visto protagoniste le filiere della gelateria, pasticceria, panificazione, caffè e cioccolato si è concluso con numeri importanti: 1.250 espositori hanno occupato interamente il quartiere fieristico di 129.000 metri quadrati, 1.294 gli eventi organizzati nel palinsesto ufficiale e a cura delle imprese, 925 giornalisti accreditati dei quali 138 esteri per uno sviluppo, ad oggi, di oltre 200 milioni di contatti media. SIGEP protagonista anche sui social network: oltre 10.000 foto su Instagram con hashtag #SIGEP2019. Il profilo ha generato 1.334.738 impressions nell’ultima settimana. Lunedì 21, la copertura totale su Facebook è stata di 1.211.438 persone, quasi 600.000 le interazioni con i post. L’edizione del quarantennale ha pienamente soddisfatto gli operatori italiani ed esteri, concentrati senza sosta su un’agenda di appuntamenti di business con operatori qualificati, ritmata da una domanda crescente, organizzata anche grazie alla Piattaforma digitale SIGEP che ha garantito 10.000 incontri programmati con i buyers, l’accesso ai dossier sui mercati in maggiore espansione e l’esplorazione di nuovi settori.



Batosta Juventus, infortunio per Bonucci

Dopo essere uscito nel corso del primo tempo della sfida dell’Olimpico contro la Lazio, Leonardo Bonucci ha svolto gli esami clinici del caso con lo staff medico bianconero. Bonucci ha accusato un problema alla caviglia destra al 9′ minuto. Il giocatore ha provato a rimanere in campo, poi la decisione di Allegri di non fargli proseguire la partita e sostituirlo al minuto 41′. Il difensore ha riportato un "trauma distorsivo alla caviglia destra con interessamento capsulo-legamentoso. Il calciatore - si legge ancora nella nota -, ha già iniziato le terapie del caso". È molto presto per dare delle indicazioni definitive ma pare che Bonucci sia a rischio per la trasferta di Madrid contro l’Atletico del 20 febbraio prossimo.



Dolce&Gabbana scelgono la Valle dei Templi per la loro sfilata

Il prossimo luglio si terrà ad Agrigento, nella Valle dei Templi, la sfilata del prestigiosissimo marchio D&G. Infatti il Sindaco di Agrigento ha concesso il patrocinio ai due stilisti firmando personalmente il provvedimento. I due stilisti affitterebbero la location pagando così come previsto da uno specifico regolamento approvato dal Parco archeologico alcuni anni fa e destinato, appunto, a "monetizzare" l’uso dell’area intorno alla Valle per iniziative che però, precisa lo stesso regolamento, possono essere ospitate solo se di alto richiamo o valore. La Valle dei Templi, dopo il Google camp, apre quindi le porte anche al mondo dei vip e dell’alta moda. Della kermesse se ne parla già dal 2017, ma solo ultimamente la società di produzione FeelRouge Worldwite Shows Srl ha ricevuto, da parte della casa di moda milanese, il formale incarico di organizzare nella Valle dei Templi un evento di alto prestigio che sicuramente porterà nella città agrigentina un grande interesse culturale e turistico.



Si scaldano i motori per la XXVIII edizione di Milano Unica

MilanoUnica, il Salone Italiano del Tessile, è in programma dal 5 al 7 febbraio presso i padiglioni di Fiera Milano Rho e il tema di quest’anno è la sostenibilità in tutte le sue accezioni (ambientale e sociale in primis). L’evento è nato dall’esperienza, dalla qualità e dalla tradizione di cinque marchi della rappresentanza fieristica italiana, Ideabiella, Ideacomo, Moda In, Shirt Avenue. E’ un progetto organizzato e composito che propone in due edizioni annuali (febbraio - settembre) il top di gamma della produzione tessile italiana ed europea. Inoltre vi saranno anche molte Aree tematiche e progetti di contenuto, che come sempre forniscono grandi spunti di approfondimento e ispirazione. L’Area Tendenze, con le creazioni che gli espositori hanno elaborato a partire dal tema Music Menu: un invito a mescolare stimoli provenienti dalla musica e dal cibo, creando nuovi accostamenti creativi. L’area dedicata al Progetto Sostenibilità, che si evolve nella qualità e ricchezza dell’offerta con un nuovo approccio che valorizzerà in particolare gli aspetti di sostenibilità di processo delle aziende partecipanti. Le Aree Sintesi, che presentano i campioni più rappresentativi di ogni azienda. A queste si aggiungono l’Area Vintage e le aree dedicate a Fashion Job, Woolmark, SMI – Sistema Moda Italia, Linen Dream Lab/Celc, Origin Passion and Beliefs First, e agli sponsor Banca Sella, Caffè Toraldo e Lauretana. Tra le iniziative di maggior rilievo dedicate ai giovani, Milano Unica presenta Eyes on Me, la vetrina dei designer usciti dalle scuole di moda, e Back to School, appuntamento d’eccezione con un grande nome della moda.



Cariaggi: ricavi superano le attese

L’azienda Cariaggi chiude il 2018 con un fatturato di 101 milioni di euro, a +17% sul 2017. Un risultato ottenuto dalla filatura marchigiana, specializzata in cashmere e lane pregiate, grazie alle performance di Stati Uniti (+10%), Cina (+145%), Francia (+54%), Giappone (+ 42%). Tra le proposte della collezione primavera/estate 2020 di Cariaggi spicca Magic, un filato pettinato nel quale l’azienda ha unito la nobiltà del cashmere con la seta e l’impercettibilità delle paillettes di solo 1 millimetro, per ottenere un effetto moderno e sofisticato. Fiore all’occhiello della nuova collezione è anche Euphoria, filato pettinato con effetto crepe (Belize cotton e paillettes), che favorisce un effetto luminoso ed elegante.“Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti lo scorso anno. Gli investimenti attuati ci hanno consentito di continuare a crescere e di rafforzare la nostra presenza sia in Italia che all’estero. Il 2018 è stato soprattutto l’anno della ripresa del mercato americano, dove la qualità dei prodotti made in Italy è da sempre un buon biglietto da visita”, afferma Cristiana Cariaggi, membro del CDA di Cariaggi.