Vodafone interrompe il business con il gruppo Huawei per il 5G in Europa

Secondo il Wall Street Journal, Vodafone avrebbe l’intenzione di interrompere temporaneamente gli accordi commerciali con Huawei a causa di alcune componenti che porterebbero con sé problemi di sicurezza. La compagnia ha confermato di non poter più comprare hardware della cinese per l’utilizzo nel nucleo delle nuove reti 5G in Europa, a causa dell’incertezza sulla possibilità che alcuni governi della regione potrebbero limitare le vendite per i crescenti dubbi sulla sicurezza di aziende e consumatori. Vodafone ha dichiarato che la sospensione degli acquisti dal catalogo di Huawei interesserà solo le sue reti europee e, a quanto pare, solo il 5G. Nessuno smantellamento dunque dei network esistenti ma un ulteriore intoppo nelle mire di crescita e adeguamento della multinazionale che proprio con il business delle infrastrutture ha costruito gran parte dei suoi successi, lanciandosi poi nel mercato della telefonia mobile. C’è da dire che Vodafone non ha escluso Huawei dagli altri interventi di settore, secondo quanto riferito dal CEO dell’operatore, Nick Read anche perché molti altri stati europei non hanno sollevato le stesse preoccupazioni mosse altrove. L’hardware interessato è limitato alle componenti della rete principale, e non le antenne cellulari.



Samsung renderà ecocompatibili gli imballaggi dei suoi prossimi prodotti

Samsung con la volontà di impattare di meno sull’ambiente: ha infatti delineato i piani per iniziare a sostituire gli imballaggi in plastica con materiali più sostenibili. A partire dalla prima metà del 2019, farà a meno della plastica per le confezioni dei telefonini, elettrodomestici e altri prodotti, preferendo bioplastiche, plastica riciclata e carta. Cambierà anche il design dei prodotti, nell’ottica di ridurre i rifiuti. Ad esempio, i caricabatterie degli smartphone avranno una finitura opaca che non richiede più una pellicola protettiva per rimanere integri durante la spedizione e, nel caso di imballaggi in cartone, Samsung farà affidamento a varianti sostenibili, certificate da organizzazioni ambientaliste. Stando a quanto comunicato dalla compagnia, l’operazione di ricambio dovrebbe essere completata entro il 2020 anche se, come anticipato, i primi effetti si vedranno già a metà di quest’anno, probabilmente con il packaging del Galaxy Note 10 e di molti altri oggetti in via di lancio (non è chiaro se il Galaxy S10 farà in tempo). Bisogna dire che l’iniziativa non è esattamente un gesto disinteressato. Samsung ha affrontato per anni critiche da parte di gruppi ambientalisti per la mancanza di piani sostenibili concreti. Addirittura le protese di Greenpeace hanno raggiunto la presentazione al Mobile World Congress 2017, con un manifestante mascherato salito in cima al palazzo dell’evento. Per questo, la mossa è significativa. Come una delle più grandi aziende di elettronica, il passaggio a imballaggi più ecologici potrebbe eliminare enormi quantità di rifiuti e sarebbe un esempio per gli altri giganti che usano ancora un bel po’ di plastica, convincendoli a cambiare passo.


Hamilton compra un super attico a New York

New York: il pluricampione del mondo di Formula 1 Lewis Hamilton ha acquistato a Manhattan un attico da 32 milioni di sterline dove ha già una casa, situata in un complesso la cui proprietà è in parte dalla leggenda della Nfl, Tom Brady, e di sua moglie, Gisele Bundchen. La nuova dimora americana di Hamilton si estende una superficie di oltre 600 metri quadrati e dispone di una grande area esterna e di una splendida vista sul fiume Hudson. Tra i tanti comfort ci sono una piscina, una palestra super attrezzata, un campo da squash e anche una biblioteca.



Messi: 400 gol in Liga

Leo Messi è diventato il primo giocatore a realizzare 400 reti nel campionato spagnolo: sono numeri da capogiro, ennesimo record di una carriera strepitosa. Nessuno come il leader e capitano del Barcellona, primatista assoluto nella speciale classifica davanti al rivale per eccellenza Cristiano Ronaldo fermo a quota 311 centri totali in Spagna. Un bilancio inaugurato dall’esordio in prima squadra nel 2004 (16 ottobre contro l’Espanyol) e bagnato dal primo gol all’Albacete il 1 maggio 2005. Quasi 14 anni più tardi, il 31enne argentino di Rosario si riscopre una macchina di gol mai vista nella storia della Liga (0,92 la media realizzativa a partita): detto delle 400 marcature collezionate nella massima serie (82% segnando con il sinistro e solo il 3% di testa), naturalmente realizzate con il suo Barça, l’incredibile Pulga aggiunge all’elenco pure 162 assist giusto per ribadire cifre riservate ai marziani.



Accordo in vista tra Volkswagen e Ford

Si andrà verso una partnership tra Ford e Volkswagen per la produzione di veicoli commerciali e pickup. Hanno anche firmato un memorandum per lo sviluppo congiunto di auto elettriche e a guida autonoma, come ha spiegato Herbert Diess, amministratore delegato della casa tedesca. L’accordo prevede il lancio sul mercato dei veicoli prodotti in partnership nel 2022. Le due società hanno precisato che non è prevista alcuna integrazione societaria o uno scambio di azioni. Durante la conference call per spiegare la nuova alleanza, l’amministratore delegato di Ford, Jim Hackett, si è dichiarato "molto ottimista" sulla possibilità di stringere un accordo con Volkswagen anche sulla produzione di auto elettriche e a guida autonoma, dopo la firma del memorandum per lo sviluppo. "Nel corso del tempo, questa alleanza aiuterà entrambe le aziende a creare valore e soddisfare le esigenze dei nostri clienti e della società", ha ribadito Hackett in un comunicato. Un concetto condiviso anche da Diess, che ha spiegato come le due case d’auto valutino una collaborazione in Cina: "Volkswagen e Ford sfrutteranno le risorse collettive, le capacità di innovazione e le posizioni di mercato complementari per servire ancora meglio milioni di clienti in tutto il mondo. Allo stesso tempo, l’alleanza sarà una pietra miliare per la nostra spinta a migliorare la competitività", ha aggiunto.



Morricone si esibirà anche al Lucca Summer

Il maestro Ennio Morricone si esibirà anche al Lucca Summer festival il prossimo 29 giugno, sul palco allestito sotto le storiche Mura della città, all’ex Campo Balilla che negli anni scorsi ha ospitato i Rolling Stones e Roger Waters. Gli organizzatori del festival, dove Morricone è già stato ospite due volte, hanno spiegato che dopo i sold out all’Arena di Verona e alle Terme di Caracalla di Roma il maestro ha voluto inserire una "ulteriore tappa per poter accontentare l’enorme richiesta di pubblico e per questo ha scelto Lucca Summer festival": 15.000 i posti disponibili. Il patron del festival Mimmo d’Alessandro e l’assessore alla cultura Stefano Ragghianti hanno reso noto che sarà sotto le Mura anche il già annunciato concerto di Elton John a Lucca il 7 luglio per il tour che segna il suo ritiro dai concerti. Il cambio di location per la grande richiesta di biglietti, esauriti in poche settimane: altri 7.000 quelli messi a disposizione.



Serie A e B potranno scendere in campo anche a 18 squadre

Importante novità ufficiale dal Consiglio federale di calcio: le Serie A, B e C potranno chiedere autonomamente il loro format, Serie A e B potranno scendere anche a 18 squadre. È l’effetto della modifica dell’articolo 49 delle normative interne federali (Noif) approvata dal Consiglio Figc (con il solo voto contrario dell’Aic). Fermo restando che il format della stagione 2019/20 sarà di 20 squadre per A e B, entro il 31 dicembre di ogni anno le leghe potranno autonomamente deliberare il numero di squadre partecipanti al proprio campionato con delibera che entrerà in vigore dal campionato successivo. “È una decisione epocale – ha commentato il presidente Figc Gravina -, quello che per anni questa federazione ha tentato di fare senza riuscirvi. È la dimostrazione che i tavoli di confronto servono eccome. È un piccolo premio alla mia grande tenacia, per questo me ne prendo vanto e merito. È stato un obiettivo in tantissimi anni di questo consiglio federale, abbiamo assistito a strappi e tensioni. Ora sta alle leghe prendersi la responsabilità politica di poter determinare il proprio format”.



Rivaldo entra nello staff dello Chabab Mohammedia in Marocco

Rivaldo, Pallone d’Oro nel 1999 e campione del mondo con il Brasile nel 2002, Nazionale dove ha realizzato 34 reti in 74 gare, riparte dal Marocco. Non si tratta dell’ennesimo ritorno al calcio giocato, sebbene il post su Facebook della sua nuova destinazione possa trarre in inganno: maglia rossonera numero 10 e cognome in bella vista, nient’altro che il biglietto da visita per una celebrità di scena in Marocco. Rivaldo, infatti, è entrato ufficialmente nello staff dello Chabab Mohammedia come consulente tecnico: parliamo del club marocchino iscritto alla terza serie nazionale che, come riportato dal Mundo Deportivo, bagnerà l’esordio in panchina del brasiliano classe 1972. Una gestione rimandata alla prossima stagione dopo l’apprendistato in Marocco, certo è che la notizia ha spiazzato pure i media nazionali dall’inatteso arrivo di un’icona del calcio. Attualmente nel Paese in compagnia di Cafu e Michel Salgado nonché di Roger Milla, Rivaldo ha discusso di proposte lavorative con il governatore di Tangeri (Mohamed Yaaqubi, ndr). In realtà il suo futuro professionale è già segnato: sarà caccia alla B con lo Chabab prima d’intraprendere la guida della squadra a partire dal prossimo campionato. Come spiegato dal presidente Hicham Ait Mena, interpellato da Le Matin, l’ex giocatore sarà il nuovo tecnico a patto che ottenga la licenza per allenare e che lo Chabab venga promosso.


Spalletti a colloquio con la dirigenza dopo la sconfitta in Coppa Italia

Dopo l’eliminazione in Coppa Italia l’allenatore toscano Luciano Spalletti ha avuto un faccia a faccia con la sua dirigenza. Nessun ultimatum, ma di sicuro un colloquio sul difficile momento dell’Inter, incapace di raccogliere i risultati che tutti si aspettavano. Resta solo provare a chiudere il campionato tra le prime quattro e tentare di vincere o almeno fare una migliore figura in l’Europa League per salvare il salvabile, almeno dal punto di vista dei puri risultati. Il problema è che in questo momento all’interno dello spogliatoio nerazzurro ci sono tanti... problemi. Tutti di non facile soluzione. A partire dal contratto di Mauro Icardi, il cui rinnovo pare non essere in discussione, ma che ha agitato i sonni dei tifosi e un po’ deve aver inciso anche sul rendimento dell’argentino se è vero che fatica a segnare, almeno su azione visti i due rigori messi a segno contro la Lazio. Per non parlare poi dei casi dei "ribelli" Ivan Perisic e Radja Nainggolan, entrambi decisi a lasciare Milano al più presto, ma trattenuti più o meno controvoglia. A risentirne è l’apporto, praticamente nullo, che stanno dando alla squadra. Come sotto il livello di guardia sono le prestazioni di Lautaro Martinez, un altro che aveva alzato la voce (tramite suo padre) per avere maggiore spazio e che continua a sprecare le occasioni dategli da Luciano Spalletti.



Sebastian Giovinco giocherà con l’Al-Hila

Sebastian Giovinco lascia la MLS e passa ufficialmente all’Al-Hilal. Giovinco ha salutato i tifosi canadesi, arrabbiati con la società per la sua cessione, su Instagram: "Per due anni ho cercato di rinnovare il mio contratto, ma la dirigenza è stata riluttante. Dopo aver rifiutato di esercitare l’opzione per 2020, il club mi ha offerto un accordo che reputo inaccettabile". Giovinco, che a Toronto guadagnava 6,2 milioni di euro a stagione, lascia la Mls dopo quattro anni e andrà a guadagnare 10 milioni di euro a stagione: si è laureato capocannoniere e Mvp nella stagione 2015 ed è stato un giocatore chiave nella storica cavalcata dei canadesi nel 2017, con la vittoria del loro primo titolo Mls. Ha segnato 83 gol in 142 partite in tutte le competizioni americane. "È un’operazione emotivamente difficile per il nostro club. Ci lascia il miglior giocatore della nostra storia", ha detto il presidente di Toronto, Bill Maning.



Facebook compie 15 anni

Era il 4 febbraio 2004 quando Mark Zuckerberg e i suoi compagni di università Eduardo Saverin, Dustin Moskovitz e Chris Hughes, lanciarono Facebook. Originariamente progettato solo per gli studenti di Harvard, fu presto aperto alle altre scuole della zona per poi avere la diffusione mondiale che conosciamo. Il sito, aperto con soli mille dollari d’investimento, ha visto crescere negli anni il suo valore in maniera esponenziale. L’ultima trimestrale ha confermato la solidità di fondo del business di Facebook, con un utile record e un balzo degli utili. In 15 anni di vita Facebook e Mark Zuckerberg non potevano immaginare il forte cambiamento del social network, andato di pari passo con la responsabilità e i rischi legati al fatto di connettere cosi tante persone nel mondo. E all’orizzonte c’è il progetto di unire la piattaforma alle sue tre app, Messenger, WhatsApp e Instagram. Del progetto ha parlato nei giorni scorsi il New York Times, ma non è a brevissimo termine: “Abbiamo appena iniziato a pensarci”, ha spiegato Zuckerberg, segnalando che si tratta di un “progetto a lungo termine”, per quanto destinato a “migliorare la user experience”, e che potrebbe trovare compimento nel 2020 o anche oltre.



Sostenibilità è il tema della 115ª edizione di Mipel

Mipel, la più importante manifestazione internazionale dedicata alle borse e agli accessori di pelletteria, torna dal 10 al 13 febbraio a FieraMilano Rho. All’edizione 115 di Mipel sono attesi circa 12.000 visitatori da tutto il mondo tra i quali 37 top buyer da tutta Europa e da Corea, Giappone e Russia. Presenti 50 nuovi espositori, tra cui spiccano La Martina, John Richmond e Cabin Zero, e rientri d’eccellenza, tra cui Valigeria Roncato e Caterina Lucchi. Tra le conferme quella del brand Discord by Yohji Yamamoto. Il tema scelto per la manifestazione è la sostenibilità in tutte le sue accezioni, in linea con le maggiori sensibilità del settore della moda, all’insegna di uno sviluppo che adotti un comportamento nelle soluzioni creative sempre più virtuoso. Mipel è organizzata da Aimpes Servizi S.r.l. con il supporto di ICE-Agenzia e MISE.



Ikea entra nel mercato dei pannelli solari

Dal 1 febbraio sul sito IKEA.it è possibile acquistare anche in Italia i pannelli solari del partner commerciale Wölmann, coniugando autonomia e risparmio e riducendo al minimo gli sprechi, le inefficienze ed i costi dell’attuale modello produttivo e distributivo. In 8 store (Milano Carugate, Milano San Giuliano, Milano Corsico, Brescia, Rimini, Villesse, Padova e Catania) saranno inoltre allestiti dei corner informativi dove esperti saranno a disposizione dei consumatori per avere informazioni dettagliate su come ottenere un notevole vantaggio economico. I pannelli solari permettono infatti di ridurre i costi dell’elettricità in bolletta fino al 50%. È la prima volta che IKEA affronta direttamente il campo dell’energia rinnovabile e quest’ingresso del marchio svedese nel settore costituisce una svolta epocale per tutto l’ambito dell’energia sostenibile, paragonabile forse a quella avvenuta nel mondo dei mobili con l’apertura del prima sede italiana dell’azienda 30 anni fa.


E’ morto Stewart Adams, padre dell’ibuprofene

È morto a 95 anni Stewart Adams, l’uomo che ha legato il suo nome alla scoperta dell’ibuprofene, il principio attivo di uno degli antidolorifici più usati al mondo da decenni. Adams si è spento nella sua casa di Nottingham, in Inghilterra, come riferito dal figlio Charles ai media britannici. Adams, laureato in farmacia, fece la scoperta mentre lavorava in un laboratorio alla Boots, azienda internazionale farmaceutica che si occupa di salute e bellezza. Ci mise anni a mettere a punto il farmaco e altri sette per ottenere il permesso di prescrizione da parte delle autorità sanitarie. Nel 2015, Adams raccontò alla Bbc d’aver avuto la prima conferma che l’ibuprofene funzionasse dopo averlo provato su se stesso per smaltire gli effetti di una sbornia e poter parlare in condizioni accettabili a un convegno. È il 50mo anniversario della commercializzazione del farmaco.



Il Qatar è Campione d’Asia

Il Qatar vince la Coppa d’Asia 2019. Alla prima finale della loro storia, i ragazzi di Sanchez Bas hanno battuto il Giappone, vincitore di ben quattro edizioni, per 3-1. La sfida di Abu Dhabi è stata decisa dalle reti di Almoez Ali (12’), capocannoniere della manifestazione, Abdulaziz Hatem (27’) e da un rigore di Akram Afif (83’). I nipponici avevano provato a rientrare nel match con Minamino (69’), ma non c’è stato nulla da fare. Un cammino fantastico quello del Qatar, che aveva come miglior risultato i quarti di finale centrati in due occasioni. Un percorso netto, con 7 vittore in altrettante gare e un solo gol subito, in finale da Minamino. Menzione particolare merita il capocannoniere Almoez Alì, che ha realizzato nove centri, nuovo record della manifestazione. Un autetico capolavoro quello dell’allenatore spagnolo Felix Sanchez, che ha lasciato le briciole alle rivali, battute una dopo l’altra: ne sanno qualcosa anche gli Emirati Arabi di Alberto Zaccheroni padroni di casa, travolti 4-0 in semifinale. Nagatomo e compagni, che sognavano il quinto trionfo, restano a bocca asciutta.



WhatsApp e Messenger: ogni giorno vengono inviati oltre 100 mld di messaggi

Laura Bononcini, Responsabile Relazioni Istituzionali per il Sud Europa di Facebook, durante un’audizione alla Camera sul 5G e la gestione dei big data, ha reso noto che tra WhatsApp e Messenger le persone mandano oltre 100 miliardi di messaggi ogni giorno. Il segreto, secondo al resposabile relazioni istituzionali, è quello di aver messo al centro del progetto la messaggistica istantanea. La Bononcini ha parlato anche dell’unione tra Facebook e le altre app di sua proprietà, cioè Instagram, WhatsApp e Messenger: “Stiamo riflettendo sullo scambio potenziale e l’interoperabilità e stiamo studiando la possibilità di estendere la crittografia di WhatsApp a Messenger”. Infine, la responsabile ha voluto sottolineare che, su ordine dei Garanti della Ue, è stata interrotta l’integrazione tra il social network e Whatsapp per finalità pubblicitarie, ponendo fine allo scambio di informazioni tra i due portali a fini di advertising.



Armi nucleari, anche la Russia esce dal trattato

Dopo il ritiro degli Stati Uniti, anche la Russia sospende la propria partecipazione al Trattato antimissili Inf del 1987. L’annuncio, secondo quanto riporta la Tass, agenzia di stampa ufficiale di Mosca, è stato dato da Vladimir Putin in un incontro con i ministri della Difesa e degli Esteri. “Faremo come segue - ha detto Putin - forniremo una risposta speculare. I partner americani hanno annunciato la sospensione della loro partecipazione al trattato e anche noi la sospenderemo”. La Russia ha poi specificato che non schiererà missili a breve e media gittata a meno che non lo facciano gli Stati Uniti. Washington ha accusato Mosca di aver violato ripetutamente gli accordi sin dal 2014, ma la Russia nega. La sospensione fa scattare un periodo di 180 giorni per il ritiro completo dal trattato, a meno che Mosca non dimostri di rispettarne le previsioni. Altrimenti c’è il rischio di una nuova corsa agli armamenti e del ritiro anche dall’altro accordo nucleare Usa-Russia, il trattato Start.



Banche: Visco, la sfida più importante per il futuro è la tecnologia

Per le banche italiane la sfida piu’ importante per il futuro e’ la tecnologia che abbatte i costi di trasmissione e gestione delle informazioni e spinge verso nuove forme di intermediazione delle transazioni finanziarie - ha evidenziato il governatore Ignazio Visco nel corso del congresso Assiom Forex in corso a Roma. Intere filiere all’interno dell’industria finanziaria, dai servizi di pagamento all’offerta di credito, dalla negoziazione dei titoli alla gestione dei rischi, sono già interessate dalla digitalizzazione dei processi e dalla rapida crescita della quota di mercato di soggetti non bancari come il mondo fintech - ha poi ricordato il governatore Visco. "Le prospettive dell’economia italiana sono oggi meno favorevoli di un anno fa. Sono gravate da rischi al ribasso che hanno in parte origine estera, ma che continuano a riflettere in misura significativa le debolezze proprie del nostro paese, in primo luogo l’incertezza sulla crescita, oltre che sull’orientamento della politica di bilancio e sulla ripresa di un percorso credibile di riduzione del peso del debito pubblico sull’economia. Un premio elevato per il rischio sovrano aggrava lo squilibrio dei conti pubblici, pregiudica la capacità della politica di bilancio di sostenere l’economia, comprime le risorse disponibili per gli investimenti in infrastrutture. La diminuzione del valore dei titoli di Stato incide negativamente sui risparmi accumulati dalle famiglie e determina perdite in conto capitale per gli investitori istituzionali, quali assicurazioni e fondi pensione, e per le banche, ripercuotendosi sulle loro condizioni di finanziamento sui mercati; ne risente la capacità degli intermediari di fornire credito al settore privato e sostenere, per questa via, l’attività produttiva. L’innesco di questo circolo vizioso è frenato dalla durata media relativamente elevata del debito pubblico, dalle condizioni espansive della politica monetaria, dai livelli di patrimonializzazione degli istituti di credito. Si tratta di fattori favorevoli che possono però risultare insufficienti in presenza di movimenti repentini dei mercati finanziari, un rischio che abbiamo già sperimentato in passato. Questo rischio va evitato tenendo alta l’attenzione all’equilibrio dei conti pubblici – nel breve come nel lungo periodo – e attuando con decisione un disegno organico di riforme volte a preservare la fiducia dei risparmiatori e a riguadagnare quella degli investitori. L’obiettivo ultimo, da conseguire con continuità e determinazione, non può che essere quello di uno stabile ritorno su un sentiero di sviluppo economico e sociale".



Gianluca Vacchi festeggia il compleanno della fidanzata in Florida

L’imprenditore 51enne Gianluca Vacchi festeggia i 24 anni della modella venezuelana nella sua mega villa in Florida, con mazzi di rose bianche, party e dediche via social. Festa quindi a Miami per il compleanno della sexy e baby fidanzata Sharon Fonseca. Tra Vacchi e la modella venezuelana ora ci sono “solo” 27 anni di differenza. E l’amore va a gonfie vele. Chi pensava fosse un flirt passeggero, è sistemato. La coppia uscita allo scoperto lo scorso maggio non scoppia e anzi resiste alla grande. “Happy birthday amore mio”, scrive lui sui social. “Il mio luogo preferito!, ribatte lei, “sono le tue braccia”.E via ai festeggiamenti. Prima nella mega villa: coccole tutti insieme nel lettone, cagnolone compreso, mazzi di rose bianche a colazione; poi in un locale di Miami: un party tra musica e torte al cioccolato.



H&M lascia la Parigi Fashion Week e presenta la nuova collezione in Arizona

Dopo i diversi appuntamenti alla Parigi Fashion Week, H&M cambia set per presentare la nuova collezione moda e vola in Arizona. "Presentare alla Paris Fashion Week è stata una grande esperienza per noi. E ci siamo sempre messi alla prova nel corso degli anni" - ha dichiarato Kattis Bahrke, responsabile marketing di H&M. "Per noi è sempre importante testare nuovi modi per sorprendere i nostri clienti e fan. Questo è stato il momento giusto per cambiare ed esplorare un nuovo format. È molto eccitante per noi essere in grado di mostrare la collezione a Sedona, in Arizona, poiché è parte del concept della stessa collezione". L’appuntamento è fissato dall’11 al 13 Marzo, dando così la possibilità agli addetti del settore di lasciare Parigi per dirigersi a Sedona, in Arizona. Qui assisteranno ad uno spettacolo naturale unico: la collezione verrà scoperta tra i minerali di diverse sfumature e il deserto dello Utah. Gli scatti fotografici della campagna pubblicitaria sono già un suggestivo assaggio di quello che vedremo.