New York, il MoMA chiude per lavori di ristrutturazione

Il Museum of Modern Art, uno dei più noti al mondo per quanto riguarda l’arte moderna e contemporanea, resterà chiuso ai visitatori per quattro mesi, dal 15 giugno al 21 ottobre, per realizzare il piano di ristrutturazione da 400 milioni di dollari legato a un cambiamento di filosofia del MoMa che quest’anno celebrerà i novant’anni dalla nascita. Del progetto, dal costo di circa 400 milioni di dollari, si occupa il prestigioso studio di architettura Diller Scofidio Renfro. "Sostituiremo - ha detto il direttore, Glenn D. Lowry - l’abituale con l’inatteso". La chiusura estiva del MoMA non rappresenta una novità assoluta. Già nel 2004, infatti, il museo aveva traslocato per due anni in uno spazio temporaneo nel Queens per la realizzazione del progetto del giapponese Yoshio Taniguchi. Una misura che, però, questa volta non sarà necessaria considerato il periodo di chiusura molto più breve.



Caso Cogne, Annamaria Franzoni è libera

"Da un lato sono contenta, dall’altro vorrei trovare la maniera di far capire alla gente che non sono stata io". Così Annamaria Franzoni avrebbe reagito, parlando con persone a lei vicine del caso che la riguarda, anche dopo la notifica della fine della pena. Condannata a 16 anni per aver ucciso il figlioletto Samuele nella villetta di Cogne il 30 gennaio 2002, entrò nel carcere bolognese della Dozza nel 2007, ne uscì nel 2014 per scontare il resto della pena ai domiciliari nella casa di famiglia a Ripoli Santa Cristina, Appennino emiliano. Si è sempre professata innocente. "L’appello che ho sempre rivolto da quando è iniziata l’esecuzione della pena e che rivolgo anche oggi è di dimenticarla". Così l’avvocatessa Paola Savio, difensore di Annamaria Franzoni. "Mi rendo conto - prosegue - che in vicende giudiziarie così spettacolarizzate nel corso degli anni è difficile, ma occorre pensare che ci sono familiari che hanno sofferto con lei". Solo gli ergastoli, ha detto ancora, "non finiscono mai, le altre pene finiscono e anche per lei è finita". La riservatezza del paesino di Cogne è totale: la gente si limita a dire che il marito, Stefano Lorenzi, lavora nell’azienda dei Franzoni e torna a casa a tarda sera.



Addio alla scrittrice britannica Rosamunde Pilcher

Rosamunde Pilcher, famosa autrice di romanzi sentimentali, è morta all’età di 94 anni in Scozia, a Dundee. Nata a Lelant, in Cornovaglia, il 22 settembre 1924 come Rasamunde Scott, all’età di 22 anni l’autrice sposa Graham Hope Pilcher, dal quale prende il cognome che la farà diventare famosa in tutto il mondo. La carriera di scrittrice inizia nel 1949, ma pubblica dieci racconti sotto il nome di Jane Fraser. Il suo primo romanzo scritto con il suo vero nome è "A secret to tell", del 1955. Fra i libri della scrittrice il più famoso a livello internazionale è sicuramente "I cercatori di conchiglie" (The Shell Seekers), suo 14esimo romanzo, scritto all’età di 63 anni. Fu pubblicato nel 1987, vendendo oltre 10 milioni di copie nel mondo, diventando uno sceneggiato televisivo e un film interpretato dall’attrice Vanessa Redgrave. Ambientato tra la Cornovaglia e Londra, passando dalla seconda guerra mondiale al presente, il romanzo racconta la saga familiare dell’anziana figlia di un’artista, Penelope Keeling, che scopre che un dipinto di suo padre vale una piccola fortuna. Molti anche i titoli tradotti in italiano per Mondadori, da "La tigre che dorme" a "Neve d’aprile". Rosamunde lascia due figli - fra cui lo scrittore Robin Pilcher - due figlie e 14 anni nipoti.



Sanremo 2019, Rovazzi commuove l’Ariston

“Prima di lasciare il palco vorrei dedicare due parole a una persona che non vedo da un po’ di anni. Caro Papà….. non so come contattarti ma Sanremo ha uno share così alto che molto probabilmente arriva fino a lassù. Beh volevo dirti che, in parte, tutto questo è anche colpa tua. E volevo salutarti, visto che l’ultima volta non ho fatto in tempo”. Così, emozionato, Fabio Rovazzi ha lasciato il palco dell’Ariston, dove è stato ospite nella terza serata della 69esima edizione del Festival di Sanremo, salutando il padre scomparso nel 2010. A soli 16 anni, Rovazzi ha dovuto affrontare la perdita del padre, Stefano, che faceva il medico. La madre ha dichiarato che i due condividevano la passione per il cinema, grazie alla quale Fabio ha iniziato la sua carriera da videomaker. Ieri Rovazzi si è esibito in “Tutto molto interessante”, “Volare” e “Faccio quello che voglio” in duetto con Baglioni. Sanremo, Baglioni duetta con Rovazzi. A sorpresa sul palco spunta anche Fausto Leali e il trio incassa i meritati applausi.



Gucci ritira il dolcevita con le labbra rosse ritenuto "razzista"

Gucci si scusa e ritira dagli scaffali un maglione con annesso passamontagna caratterizzato da grandi labbra rosse a causa delle critiche di chi l’ha accostato alle immagini razziste "blackface". “Ci scusiamo profondamente per le offese causate dal maglione passamontagna. Confermiamo che il capo è stato ritirato dal nostro store online e dai negozi fisici” si legge in un comunicato di Gucci. Il collo del "maglione passamontagna" può essere sollevato fino sotto gli occhi e la bocca risulta visibile attraverso un’apertura decorata con due grandi labbra rosse. "Buon Black History Month a tutti" ha twittato ironicamente una fashionista afroamericana, mentre molti hanno paragonato il capo a una golliwog, bambola con esagerati tratti africani di moda in Gran Bretagna all’inizio del Novecento.E’ il terzo brand italiano a finire al centro di una polemica sul razzismo dopo Prada, che ha dicembre ha ritirato una linea di accessori perchè ricordava immagini denigratorie della razza nera, e Dolce e Gabbana, boicottati in Cina per una campagna pubblicitaria bollata come razzista.


Ritrovato il corpo del calciatore Emiliano Sala

E’ stato ritrovato il corpo del calciatore Emiliano Sala: l’avvistamento nei giorni scorsi nel Canale della Manica, dell’aereo privato su cui viaggiava il calciatore argentino ha portato questa mattina ad individuare le prime due vittime. Il corpo recuperato dai soccorsi nel relitto dell’aereo Piper Malibu è del calciatore mentre l’altra vittima è David Ibbotson, il 59enne pilota del velivolo che era scomparso dai radar il 21 gennaio scorso mentre volava da Nantes a Cardiff.



Leo Messi è il calciatore più pagato d’Europa

L’asso del Barcellona Lionel Messi è il calciatore più pagato d’Europa con 8,3 milioni di euro al mese. Secondo in graduatoria è il suo grande rivale Cristiano Ronaldo, che si ferma, si fa per dire, a 4,6 milioni, sempre senza contare le tasse. Sul podio c’è un altro giocatore del campionato spagnolo, Antoine Griezmann, con 3,3 milioni. Il primo della Ligue 1 è Neymar con 3 milioni, mentre per trovare un giocatore della Premier bisogna scendere all’ottavo posto, dove c’è Alexis Sanchez con 2,3 milioni.



Cori razzisti nei confronti di Salah

Sembra che i tifosi del West Ham hanno insultato Mohamed Salah in occasione della sfida di campionato dello scorso lunedì. La polizia sta già indagando sull’accaduto e il West Ham per bocca di un suo portavoce si è espresso con fermezza contro questo spiacevole episodio: “Al West Ham abbiamo una politica di tolleranza zero per qualsiasi forma di comportamento violento. Siamo una società calcistica inclusiva: indipendentemente da età, razza, religione o credo, matrimonio o unione civile, gravidanza o maternità, sesso, orientamento sessuale, cambiamento di sesso o disabilità. Chiunque è accolto calorosamente al London Stadium.



Daniele De Rossi riceve il premio Bulgarelli

Il capitano della Roma Daniele De Rossi ha ricevuto il "Premio Giacomo Bulgarelli". Il centrocampista non aveva potuto ritirare il riconoscimento indetto dall’Associazione italiana calciatori e dalla fondazione Bulgarelli in occasione del Gran Gala’ dell’Aic che si e’ tenuto a dicembre a Milano. A consegnare il premio al centrocampista nell’albergo dove alloggia la squadra di Di Francesco sono state due vecchie conoscenze giallorosse ovvero Damiano Tommasi (presidente Aic) e Fabio Capello, allenatore del terzo scudetto romanista che ha lanciato proprio De Rossi tra i professionisti. "Daniele e’ il giocatore che piu’ ricorda Bulgarelli per personalita’ dentro e fuori dal campo.



Tomas Repka condannato a 15 mesi di carcere

L’ex giocatore, in Italia lo ricordiamo con la maglia della Fiorentina Tomas Repka è stato condannato a 15 mesi di reclusione per l’accusa di truffa nell’ambito della vendita di una automobile. Il 45enne difensore ceco è finito nel mirino della giustizia già altre volte e proprio questo ha spinto il giudice Alice Havlikova a imporgli una pena detentiva.



Lazio 1 - Empoli 0: la squadra di Inzaghi raggiunge il quarto posto

Un insolito turno di giovedì sera, andato in scena allo Stadio Olimpico di Roma tra la Lazio e l’Empoli, è terminato 1-0 per i capitolini grazie alla rete su rigore di Caicedo, procacciato proprio dall’ecuadoregno su errore del portiere Provedel: i biancocelesti sono stati tra gli ultimi a giocare, nel posticipo di lunedì a Frosinone, e sono tornati subito in campo perché sabato pomeriggio nella Capitale va in scena la sfida del Sei Nazioni di rugby tra Italia e Galles, motivo per il cui la gara è stata anticipata. La squadra di Inzaghi si porta provvisoriamente al quarto posto in solitaria, superando in un colpo solo Roma, Atalanta e Milan, portandosi a quota 38 punti e centrando la seconda vittoria di fila dopo un momento negativo con due sconfitte e un pari. Dal canto loro i toscani di Beppe Iachini sono reduci da un periodo di crisi, visto che non vincono dal 9 dicembre e nel mentre hanno colleionato otto sconfitte e due pareggi, vedendo assottigliarsi il margine sulla salvezza a solamente un punto, visto che il Bologna insegue a quota 17 con una partita in meno.



Flamengo: incendio al centro sportivo, 10 vittime

E’ divampato un rogo di vaste proporzioni del Flamengo, centro d’allenamento della squadra rossonera di Rio de Janeiro. L’incendio è avvenuto nell’alloggio dei giocatori delle categorie giovanili, di età compresa tra i 14 e i 17 anni, allestito in un container: al momento della tragedia i ragazzi stavano dormendo. Bilancio iniziale: dieci morti, sei giocatori del vivaio e quattro impiegati della società, tre feriti, di cui uno in stato molto grave. Alle 5:17 del del mattino locali (8:17 italiane) sono stati chiamati i vigili del fuoco. Un paio d’ore dopo le fiamme si erano già completamente spente. I giocatori della prima squadra non erano nella sede del Flamengo al momento dell’incendio. Il centro sportivo del Flamengo è il più moderno di Rio, ufficialmente chiamato George Helal e soprannominato Ninho do Urubu (nido dell’avvoltoio).



Lecce - Ascoli sarà recuperata il 23 marzo

La partita tra Lecce e Ascoli che il primo febbraio scorso era stata sospesa dall’arbitro, si giocherà il prossimo 23 marzo alle ore 18. Il match valido per la terza giornata del girone di ritorno, era stato sospeso dopo soli 4 secondi dall’inizio, in seguito al grave incidente occorso, in uno scontro fortuito di gioco, al calciatore del Lecce Manuel Scavone, le cui condizioni erano apparse subito gravi e preoccupanti. Lo ha deciso la Lega di Serie B. Il 32enne centrocampista del Lecce perse i sensi dopo uno scontro con il giocatore ascolano Giacomo Beretta. Scavone dopo il ricovero e cure è stato dimesso dall’ospedale, ma indossa un collare e dovrà sottoporsi a un intervento chirurgico.



Hiljemark operato e tonerà in campo tra sei mesi

Il giocatore del Genoa è stato operato in Svezia e sarà di nuovo disponibile tra non meno di 6 mesi. Di seguito il comunicato del club: "il Genoa informa che il centrocampista Oscar Hiljemark è stato sottoposto a intervento artroscopico per conflitto femoro-acetabolare bilaterale. L’operazione eseguita a Goteborg, in Svezia, dai dottori Frederic Bergstrom e Michele Sansone, alla presenza del medico sociale dott. Marco Stellatelli, ha avuto esito positivo. I tempi di recupero per il ritorno alla piena attività sono stimati in sei mesi.


Il Presidente dell’Uefa contrario al Mondiale a 48 squadre

Il presidente rieletto della Uefa Aleksander Ceferin, ha commentato così su alcuni temi che riguardano questo sport: "due anni e mezzo fa il calcio verteva in uno stato di crisi non indifferente, ma avete riposto la vostra fiducia in me, in uno sconosciuto. Il calcio femminile va sviluppato non perché deve essere una moda, ma perché deve essere importanti e nel 2019 uomini e donne devono essere messe sullo stesso piano. Molto presto dedicheremo una parte consistente del nostro budget agli investimenti nel calcio femminile che non è il calcio del futuro, ma del presente. Rispetto significa anche non voler lasciare indietro alcuni club. Rispetto significa aver creato anche una terza competizione Uefa. Rispetto significa anche esprimere con umiltà un dissenso nei confronti dei nostri partner. Dicendo alla Fifa che non siamo d’accordo con i Mondiali a 48 squadre mostriamo rispetto e spero che loro possano fare altrettanto ascoltando le nostre richieste".



Nasce Extreme E, il rally ecologista

Cinque tappe negli angoli più estremi del Pianeta, sfidando intemperie e dimostrando che le gare elettriche sono il futuro. E’ un po’ questo lo spirito, tra l’eroico e il tecnologico, con cui è nata la Extreme E, categoria riservata ai Suv elettrici. Cinque stage nelle quali gli equipaggi si cimenteranno in Himalaya, nel Circolo Polare Artico, nella Foresta Amazzonica, nel deserto del Sahara e su un’isola non meglio precisata dall’Oceano Pacifico. Per l’avvio di questa nuova incredibile storia di motori bisogna attendere un paio d’anni, tuttavia quest’oggi a Londra a bordo della Royal Mail Ship St.Helena, rimodernata per l’occasione, è emersa nel suo grande fascino questa particolarissima tipologia di gara. St. Helena che, tra l’altro, fungerà da paddock mobile o, per meglio dire, galleggiante grazie alla quale infatti i Suv si sposteranno, con tutto il materiale annesso. Una sfida questa voluta dal fautore della Formula E Alejandro Agag, nonché da Gil de Ferran, vincitore di una 500 Miglia di Indianapolis e direttore sportivo della McLaren. Un modo per scoprire l’eco-rally nella sua essenza e anche per far vedere agli appassionati come questi mezzi riescano ad essere consistenti e prestazionali su percorsi così impervi. Un’iniziativa che sicuramente attirerà l’attenzione di tanti appassionati e che potrebbe colpire al cuore non solo le nuove generazioni ma anche i “conservatori”.



Economia, Bper ha comprato Unipol Banca

Accordo fatto per la cessione di Unipol Banca dal gruppo Unipol a Bper. Lo conferma all’ANSA una fonte a conoscenza del dossier nel giorno in cui l’operazione, che verrà ufficializzata domani mattina prima dell’apertura di Borsa, è stata esaminata dai cda di Bper, Unipol e UnipolSai. Il prezzo della vendita, che smuove le acque del risiko bancario, dovrebbe attestarsi - secondo quanto viene riferito - a cavallo tra i 200 e i 250 milioni di euro.



Woody Allen fa causa ad Amazon Studio

Woody Allena chiede 68 milioni di dollari per la violazione del contratto su quattro film, fra i quali quello per la distribuzione della sua ultima creazione ’A Rainy Day in New York’ con Selena Gomez e Timothee Chalamet. Nell’azione legale deposita al Southern District di New York, il registra accusa Amazon di aver fatto nel giugno scorso un passo indietro sull’accordo raggiunto in precedenza senza fornire valide spiegazioni. "Amazon ha cercato scuse per la sua azione facendo riferimento alle accuse senza senso vecchie di 25 anni contro Allen. Accuse note ad Amazon e al pubblico prima dell’intesa" con il regista: le spiegazioni offerte non sono una base valida per mettere fine al contratto, si legge nei documenti presentati da Allen in tribunale. Il riferimento è alle accuse di molestie avanzate contro il regista dalla figlia adottiva Dylan Farrow. Accuse che risalgono agli anni 1990, ma che di recente - grazie anche al #MeToo - hanno ripreso slancio. Da diverso tempo Farrow è più attiva nel puntare il dito contro il padre. Lo ha fatto con un intervento nel 2014 sul New York Times, dove ha criticato coloro che continuavano a lavorare con lui. C’è stata poi l’intervista del 2018 a Cbs, quando Farrow ha dettagliato le accuse, che ha spinto una serie di attrici e attori a scusarsi pubblicamente per essere comparsi nei suoi film. Allen ha sempre negato le accuse. Secondo il regista, i rapporti con Amazon hanno iniziato a scricchiolare nel 2017, con le dimissioni da presidente degli Amazon Studios di Roy Price in seguito alle accuse di molestie. Price era già sotto pressione per i suoi legami con Harvey Weinstein, l’ex produttore star di Hollywood. Nel dicembre 2017 - spiega Allen - alcuni manager di Amazon lo hanno poi contatto per discutere l’impatto negativo che il caso Price stava avendo sugli Amazon Studios. Colloqui che si sono chiusi con la decisione di far slittare il film di Allen, ’A Rainy Day in New York’, al 2019 dal 2018. Nel giugno dello scorso anno, però, il legale di Amazon ha contattato Allen via email, inviandogli la notifica di cessazione del contratto senza offrire - è l’accusa - "basi legali o fattuali" per la decisione. "Non so se questa si chiama arroganza o miopia da parte di Amazon, ma è chiaro che non è una modalità accettabile di comportarsi" spiega John Quinn, legale di Allen. Il regista premio Oscar è nel limbo da quando Amazon ha messo fine all’accordo e cerca un nuovo distributore per i suoi film.



Un Festival giovane, boom sui social

Sono stati 9 milioni 409 mila, pari al 46.7% di share, gli spettatori che hanno seguito il 7 febbraio su Rai1 la terza serata del Festival di Sanremo di Claudio Baglioni. Gli ascolti, stabili rispetto alla seconda serata (300 mila spettatori in più, mezzo punto in meno di share), scontano un calo rispetto alla terza serata del festival 2018, che aveva messo però a segno una media record di 10 milioni 825 mila telespettatori con il 51.6%, lo share più alto dal 1999. La prima parte della terza serata del festival (dalle 21.21 alle 23.53) ha fatto segnare 10 milioni 851 mila con il 46.4%, la seconda (dalle 23.58 alle 00.51) 5 milioni 99 mila con il 49%. Un anno fa la prima parte della terza serata aveva avuto 12 milioni 657 mila spettatori pari al 51.1% di share; la seconda 6 milioni 142 mila con il 54.4%. Il picco di ascolto in valori assoluti durante la terza serata del Festival di Sanremo è stato registrato alle 21.46: 13 milioni 218 mila telespettatori per Claudio Bisio e Virginia Raffaele che annunciano l’esibizione di Ultimo. Alle 23.43 il picco in share, pari al 52.5%, alla fine dello sketch di Paolo Cevoli. Molto positivi i riscontri sulle piattaforme digital e social: sono oltre 2,4 milioni le interazioni registrate durante la terza serata, per un totale di oltre 8 milioni dall’inizio del Festival (+6 per cento sul 2018). Straordinario successo - segnala la Rai - su RaiPlay: la diretta streaming del 7 febbraio sfiora mezzo milione di media views, mentre la fruizione di video on demand (6-7 febbraio) sfiora i 3 milioni. Soddisfazione è stata per l’andamento della serata è stata espressa dalla direttrice di RaiUno Teresa De Santis nella consueta conferenza stampa del giorno dopo. "La serata ha visto uno share in linea con la seconda serata e una crescita del pubblico totale di 260 mila spettatori". Il risultato in percentuale "è più alto di 3 punti rispetto alla media degli ultimi 14 anni" e finora il festival "viaggia su una media del 47.93%, il quarto valore più alto degli ultimi 14 anni", "un livello eccezionale se si considera il cambiamento dello scenario competitivo". Sui target, sottolinea De Santis, "si conferma il record sui giovani, a dimostrazione che il dirottamento artistico di Baglioni è perfettamente riuscito, pur essendo un’operazione rischiosa". Sui ragazzi di 8-14 anni il festiva.l ha centrato il dato più alto degli ultimi 21 anni, il 48.4% (raddoppiando in cinque anni dal 25.1% del 2014 al 48.4 di ieri), con un picco del 60% sulle ragazze di 15-34 anni. L’attenzione dei ragazzi "è fortissima finché c’è la gara", fa notare la direttrice. Del festival beneficia tutto il day time di Rai1, con un +1.8 tra le 7 e le 20.30 e una crescita del 3.7% sui ragazzi di 15-24 anni in questa fascia. E’ record anche sull’area digitale, con 2,9 milioni di visualizzazioni on demand e sui social, con 8 milioni di interazioni in tre puntate, +6%. E a proposito di giovani apunto Claudio Baglioni sottolinea che "l’età media dei concorrenti era di 37 anni: una sorta di miracolo per il festival di Sanremo che generalmente si mantiene su età più alte". "Siamo anche contenti della parte spettacolare e delle proposte che stiamo facendo a corredo della gara e del concorso - ha aggiunto Baglioni -. Stasera ci sarà un ospite come Luciano Ligabue. Alla fine delle sue performance abbiamo deciso di omaggiare Francesco Guccini. Il lavoro che stiamo facendo è anche quello di cercare canzoni da ricordare".



La Regione Lombardi stanzia 10 milioni per innovazione nella moda

Uno stanziamento di 10 milioni di euro per sostenere l’innovazione nel settore della moda. Lo prevede una delibera approvata dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore al turismo, marketing territoriale e moda, Lara Magoni. La misura ’Fashiontech-Progetti di Ricerca & Sviluppo per la moda sostenibile’, spiega Regione Lombardia in una nota, sostiene l’innovazione del settore moda finanziando progetti di ricerca e sviluppo finalizzati alla sostenibilità. Possono partecipare gruppi di imprese, da 3 a 6, che presentano progetti innovativi nel settore della moda. "Regione Lombardia”, ha spiegato Magoni, “crede fermamente nel settore della moda e del design, volani economici strategici a livello nazionale e internazionale. Questa misura intende valorizzare le eccellenze dei nostri territori per dar vita a progetti emblematici in grado di esaltare lo spirito innovativo del nostro tessuto imprenditoriale". "Solo attraverso la ricerca e l’innovazione”, ha aggiunto, “possiamo mantenere la leadership in questo settore strategico e contribuire a incrementare il grado di innovazione del territorio lombardo. Così saremo in grado di garantire un futuro roseo a tutto il settore", ha concluso l’assessore.