Aladdin, la Disney sceglie Will Smith nel ruolo del Genio

La Disney ha rilasciato il primo trailer di Aladdin, rifacimento in live action del classico film d’animazione del 1992, e nei panni del Genio della Lampada troviamo Will Smith che ha dato la sua personalissima interpretazione al personaggio. Il cast di Aladdin – diretto dal regista di Sherlock Holmes e King Arthur – Guy Ritchie, vede Mena Massoud nel ruolo del protagonista, Aladdin. Nella lussureggiante Agrabah troviamo anche Jasmine (Naomi Scott), figlia del sultano e descritta come un carattere forte e indipendente. Nel cast del film ci sono anche Navid Negahban nei panni del goffo sultano e Billy Magnussen in quelli del principe Anders, pretendente alla mano di Jasmine ma i cui piani verranno mandati in fumo proprio dall’innamoramento della ragazza per Aladdin. La pellicola uscirà il 24 maggio, un paio di mesi prima di un altro dei film più attesi del 2019, anche questo targato Disney, Il Re Leone.



Cannolo Bag: arriva il dolce da indossare

L’imprenditrice siciliana Giusy Di Benedetto, 50 anni, lancia la "Cannolo Bag". Tra colori, disegni, specchietti, borchie, “cianciane”, cioè sonaglini, e “giummi”, Giusy Di Benedetto lancia una nuova borsa che attualizza la tradizione siciliana con dettagli di design e stile, mantenendone i caratteri identificativi. “Castellammare, la mia Sicilia e le nostre tradizioni, ispirano le mie creazioni che ho iniziato quasi per gioco. Non credevo nel buon riscontro che ho avuto poiché ho tante clienti, anche straniere. Tengo molto alle mie radici - dice la stilista di Castellammare del Golfo - e anche il nome del mio negozio e del mio marchio “Io e…la my sicilian bag” parla di questo. Sono sincera: non mi aspettavo questo successo. Non credevo che sarei stata in grado di ottenere tanto. Adesso partecipo alle fiere, anche fuori dalla Regione e ho tanti consensi come nel caso della “cannolo bag” ad Ischia. A breve sarò a Napoli a presentarla con le altre mie creazioni”. Nel centro storico di Castellammare, in provincia di Trapani, la stilista Giusy Di Benedetto, ha un suo laboratorio artigianale in un angolo di via Marconi e con idee e fantasia promuove la Sicilia grazie alle sue particolari creazioni.



11 Febbraio 2019: Giornata Mondiale dell’Epilessia

L’11 febbraio si celebra la Giornata internazionale dell’Epilessia, voluta dall’International Bureau for Epilepsy e dall’International League Against Epilepsy. I pazienti, 6 milioni in Europa e quasi 600mila in Italia, insieme ai medici chiedono attenzione e soprattutto impegno per abbattere le false credenze e lo stigma. #Epilessianonmifaipaura è lo slogan proposto dalla community di Facebook e scelto dalla lega italiana contro l’epilessia (Lice), che intende sottolineare la necessità di colmare il gap tra le persone con epilessia e quelle che, non conoscendo la malattia, nutrono ancora pregiudizi. In questa giornata i monumenti di alcune città italiane si coloreranno di viola, colore simbolo dell’epilessia: dalla Barcaccia di Piazza di Spagna a Roma alla Mole Antonelliana di Torino, fino al Teatro Margherita di Bari.



Amazon si apre alle televendite online

Si chiama Amazon Live ed è il nuovo canale video in streaming che trasmette dal vivo vendite di singoli e anche di marchi con tanto di dimostrazioni di prodotti che poi si possono acquistare su Amazon. Si possono scegliere video diversi, scorrere per scoprire le registrazioni meno recenti o i video in arrivo. Come un vero e proprio canale tv on-demand. I live si possono anche guardare dal cellulare, poiché c’è un’app ’Amazon Live’ che appare sul menu di navigazione principale dell’app iOS e Android di Amazon. Non è la prima volta che la scoietà di Jeff Bezos si cimenta con le televendite in streaming. Due anni fa ha iniziato e poi staccato la spina a Style Code Live, che offriva un’esperienza di acquisto a simile a quella di Qvc, ma si concentrava solo sulla moda e i prodotti di bellezza. Amazon Live, invece, copre tutti i tipi di prodotti, dalla casa intelligente ai giochi, ai giocattoli, agli oggetti da cucina, all’elettronica.



Mahmood è il vincitore del Festival di Sanremo 2019

E’ Mahmood a sorpresa il vincitore del 69° Festival di Sanremo. Secondo Ultimo e terzo Il Volo. La dedica di Mahmood è alla madre che lo ha sempre seguito e a tutto il suo staff, compreso Dardust e Charlie Charles, che con lui hanno realizzato Soldi. Nato a Milano (gli ha fatto i complimenti il sindaco Sala) da madre italiana e padre egiziano, nel 2018 ha pubblicato il suo primo ep, Gioventù Bruciata. Al festival è arrivato da outsider, dopo avre vinto a dicembre a Sanremo Giovani. Prima ancora nel 2012 aveva tentato la strada di X Factor. Nel suo curriculum anche collaborazioni con Fabri Fibra, e ha scritto per Marco Mengoni, Michele Bravi ed Elodie. Mamhood rappresenterà l’Italia al prossimo Eurovision Song Contest, che si svolgerà presso l’Expo di Tel Aviv, in Israele, da martedì 14 a sabato 18 maggio.



Rodolfo Laganà ritorna con il suo nuovo spettacolo Toro Sedato

Roma: l’attore comico Rodolfo Laganà torna al Salone Margherita lo spettacolo "Toro Sedato Reloaded", e sarà in scena fino al 3 marzo. L’artista torna ad indossare i panni dell’indiano metropolitano tutto ‘capitolino’ più amato di tutti i tempi. Laganà ironizza tra racconti, ricordi e immaginazioni sulla complessa disciplina del far finta di non capire. Mentre Laganà illustra le varie declinazioni della filosofia del fare finta di non capire per superare le difficoltà di tutti i giorni, il pubblico si diverte e partecipa allo spettacolo in cui si passa dalla raccolta differenziata alle file al supermercato fino ai virtuosismi per evitare di pagare le tasse; insomma non c’è disciplina più antica ed efficace del fare finta di nulla, di non capire appunto. Ecco che, tra applausi e risate, si svela l’indiano che c’è in ognuno di noi proprio partendo dalla constatazione che l’espressione “fare l’indiano” è nata perché gli indiani rimanevano indifferenti quando venivano interrogati dai conquistatori Americani, non comprendendone la lingua.



Manchester City 6 - Chelsea 0

Il Manchester City di Pep Guardiola affonda il Chelsea di Maurizio Sarri. Tripletta da primato per Sergio Aguero che diventa il miglior marcatore all-time del club. Ha segnato 160 reti, due in più dei precedenti primatisti Eric Book e Tommy Johnson. Tra gol e assist, ha contribuito a oltre 200 marcature. E’ il sesto in Premier League a riuscirci con una sola squadra dopo Wayne Rooney, Ryan Giggs, Thierry Henry, Frank Lampard e Steven Gerrard. La domenica di Premier si è aperta a Wembley con il Tottenham che batte 3-1 il Leicester grazie alle giocate di Eriksen, gol ed assist, e le parate di Lloris che neutralizza Vardy dagli undici metri. Con questo successo gli Spurs si portano a quota 60. Sarri, all’alba di un mese decisivo in cui ritroverà il City anche in finale di Coppa di Lega, rimane a riflettere su una squadra che si scioglie e su una difesa che in 90 minuti non è mai esistita. Il Chelsea incassa quattro gol nel primo tempo, e non era mai successo ai Blues in Premier dal dicembre 1999 contro il Sunderland. Il Chelsea affonda già al 3’. La difesa si addormenta sulla punizione battuta con furba velocità da De Bruyne, Bernardo Silva la imbuca per Sterling che ringrazia la dormita tra Alonso e Barkley. Aguero spreca un gol facile facile per il 2-0, ma ne segna uno difficile difficile: destro a giro da 30 metri sotto l’incrocio. L’Etihad va in delirio, il Chelsea non si rialza. Il City diventa la prima squadra dal 1965 a segnare almeno due gol in 15 partite di fila in casa. E non si ferma. In 19’ il City è avanti 3-0. David Luiz rinvia male di testa, Barkley se possibile fa ancora peggio e offre un retropassaggio involontario al Kun che firma la doppietta e affonda i Blues. Higuain lotta quasi da solo davanti, ma dietro il Chelsea non c’è. Gundogan affonda da fuori e firma il poker. Era dal 1990 che i Blues non subivano quattro gol in due trasferte consecutive in campionato. Il Pipita ci prova a innescare Pedro al 31’ poi chiama Ederson alla gran parata a 10 minuti dall’intervallo. La ripresa si apre nel segno di Aguero che di testa centra la traversa su cross di De Bruyne: il piazzamento di Rudiger e David Luiz è di nuovo più che rivedibile. Il Chelsea balla, e non per la febbre della domenica sera. Annaspa anche Azpilicueta, uno dei più costanti, che stende Sterling in area. E’ il primo rigore che i Blues concedono in stagione, Aguero trasforma e raggiunge Alan Shearer a quota undici triplette in Premier League. Il Kun è solo il quinto giocatore, il primo dai tempi di Drogba nel 2010, a segnare almeno tre gol in due partite interne di fila in Premier. A 26’ dalla fine, Guardiola concede la passerella al Kun:entra Gabriel Jesus che apre il Chelsea sulla fuga di un incontenibile Sterling al 77’, Kepa di piede evita il 6-0 ma solo per poco. Il sesto gol lo firma Sterling dopo un’altra notevole azione corale



Lesione di primo grado per Milinkovic Savic

Infortunio muscolare per l’attaccante della Lazio Milinkovic Savic sostituito nel match con l’Empoli. Per il serbo non si prospetta un rientro immediato: "Non ci sono buone notizie - spiega il dottor Ronda - il giocatore era stato sostituito giovedì nel secondo tempo della gara contro l’Empoli per un fastidio all’adduttore. Gli accertamenti clinici e strumentali hanno evidenziato una lesione di primo grado all’adduttore della coscia sinistra. Il serbo ha iniziato un trattamento specifico, con tutte le opportune cure del caso, nei giorni scorsi effettuerà gli accertamenti di controllo ma la diagnosi tale da dover prendere qualche giorno in più per poter quantizzare il suo rientro."



Lutto nel mondo dell’atletica: suicida l’ex azzurra Maura Viceconte

Si è suicidata Maura Viceconte, 51 anni, azzurra all’Olimpiade di Sydney 2000 e tuttora primatista italiana dei 10.000 metri. La conferma è arrivata dai carabinieri della compagnia di Susa che hanno trovato il corpo dell’atleta nel pomeriggio di ieri, 10 febbraio. La stesse fonti precisano che si è impiccata, particolare terribile che accomuna ancor di più la sua storia a quella di Speed. Della Viceconte si sa che "dovette confrontarsi per lunghi anni con la malattia" come ha ricordato la Fidal che piange la scomparsa di un’atleta che ha rappresentato a lungo l’Italia tra gli anni ’90 e primi anni 2000. Bronzo agli Europei di Budapest 1998, la piemontese di Susa, oltre a detenere tuttora il primato nazionale dei 10.000 metri, è stata capace di imporsi in numerose maratone di rilievo, cogliendo successi a Venezia, Montecarlo, Carpi, Roma, Vienna (quando corse in 2h23:47, all’epoca record italiano), Praga e Napoli. Terminata la carriera agonistica, Maura Viceconte aveva dovuto ’combattere’ per la propria salute, ma lo scorso novembre aveva promosso e fatto proiettare a Villar Dora un docufilm sulla sua vita e la sua carriera, "La vita è una maratona - La corsa il modo di vivere", realizzato dal regista e amico Luigi Cantore, che le aveva permesso di tornare a confrontarsi con amiche e avversarie del tempo.



Volley: trionfa Perugia in Coppa Italia

Unipol Arena, Bologna: la Sir Safety Conad Perugia vince la Coppa Italia di volley contro la Cucine Lube Civitanova per 3-2 (21-25, 21-25, 26-24, 25-23, 15-13) e concedono il bis del trionfo di Bari di dodici mesi fa. Per i cucinieri, invece, è la settima finale persa consecutiva dopo le 5 della passata stagione e quella del Mondiale per Club contro Trento in questa. Gli umbri partono meglio e si portano avanti 8-5, ma è solamente un fuoco di paglia: Sokolov e Juantorena cominciano a scaldare il braccio e l’inerzia si capovolge velocemente. La Lube infatti si porta sul 12-15, Perugia prova a reagire ma Sokolov mette a terra il punto che consegna la prima frazione di gioco (21-25). I ragazzi di Lorenzo Bernardi sono frastornati, non riescono a esprimere il gioco fluido che mostrano settimanalmente in campionato: il secondo parziale vive sul filo dell’equilibrio sino al 13-13, prima un muro di Sokolov poi un muro vincente di Simon e l’equilibrio si spezza. Gli umbri, trascinati da Leon, provano in qualche a modo a rientrare in gioco nel set ma sono speranze vane perché la Lube e’ solida e, come in precedenza, chiude i conti con Sokolov per 21-25. Perugia però tira fuori l’orgoglio: una reazione mista a nervosismo visto anche il cartellino giallo per proteste mostrato ad Atanasjievic, gli umbri si costruiscono un vantaggio (16-10) che però non riescono a difendere. La Lube infatti, punto dopo punto, colma il gap, annulla due set point e impatta sul 24-24. Nel momento di difficoltà ci pensa Leon, il cubano naturalizzato polacco, al terzo set point, trova l’ace che chiude il terzo set con lo score di 26-24. Juantorena e compagni però non subiscono minimamente il contraccolpo psicologico e tornano a prendere in mano le redini del gioco portandosi al comando nel quarto set. Perugia è con le spalle al muro, i detentori del trofeo provano a reagire e impattano sul 15-15, poi sale in cattedra Leon: il fuoriclasse mette a segno tre ace di fila e con un diagonale perfetto forza la partita al tie-break. La tensione è altissima, le due squadre viaggiano appaiate sino al diciottesimo punto quando Perugia piazza l’allungo sul 10-8, la Lube ci prova in ogni modo a rientrare e ci riesce sul 12-12 rimettendo tutto in discussione. Qualche secondo più tardi è il muro di Filippo Lanza a spaccare a metà la partita, Perugia si procura due match point e chiude con l’ennesimo punto di uno straripante Leon.



Le novità di febbraio di Wind

L’operatore telefonico Wind annuncia delle novità per i propri clienti a partire già da questo mese di febbraio: l’operatore lancia la nuova Wind All Inclusive con chiamate illimitate e 20 GB di traffico Internet 4G al prezzo di 9,99 euro con addebito su credito residuo o su carta di credito o su conto corrente bancario. I clienti Under 30 potranno, invece, richiedere la nuova All Inclusive Young che propone chiamate illimitate e 20 GB di traffico Internet a 8,99 euro al mese con addebito su credito residuo. Nel caso si dovesse scegliere l’addebito su carta di credito, il traffico mensile a disposizione salirà a 30 GB. Per entrambe le offerte, il costo di attivazione, per chi sceglierà l’addebito su carta di credito, sarà di 4,99 euro al posto di 31,99 euro ma solo se la SIM rimarrà attiva per almeno 24 mesi. Per chi opterà per l’addebito su credito residuo, l’attivazione costerà sempre 4,99 euro al posto di 19,99 euro. Per i già clienti, il cambio offerta costerà 19,99 euro. I clienti Wind potranno anche aggiungere 200 SMS al mese al costo di 0,99 euro al mese. Sino al 24 di febbraio, i clienti Wind potranno acquistare a rate, grazie a Findomestic, una serie di smartphone in forma agevolata. Per esempio, un Huawei Mate 20 Lite si potrà acquistare a 4,99 euro al mese per 30 mesi più rata finale di 205,19 euro. In alternativa, con Wind Family i clienti potranno acquistare uno smartphone a rate con addebito su domiciliazione bancaria postale SEPA SDD. I clienti da oltre un anno potranno attivare, invece, il servizio Telefono Incluso di Wind che offre una serie di smartphone a rate zero con anticipo ed eventuale rata finale.



3 Italia propone le sue novità

3 Italia presenta le sue novità che riguarderanno sia nuovi che vecchi clienti. L’operatore, brand di Wind Tre, va innanzitutto ad eliminare le offerte Play Master, All-in Master e FREE Master che non saranno più sottoscrivibili. Continuerà ad essere attivabile da tutti Play Power che offre 1000 minuti di chiamate e 30 GB di traffico Internet a 9,99 euro al mese. All-In Power, invece, propone chiamate illimitate e ben 60 GB di traffico Internet al costo di 9,99 euro al mese. Abbinando queste offerte ad un piano di rete fissa Super Fibra, Internet200, Internet20 o Internet, il traffico dati a disposizione diventa illimitato. Il costo di attivazione di All-In Power, per i nuovi clienti, è di 6,99 euro al posto di 55,90 euro ma solo se la SIM rimarrà attiva per almeno 24 mesi. Per i già clienti, l’attivazione costerà 19,99 al posto di 68,99 euro. L’attivazione di Play Power costerà 6,99 euro per i nuovi clienti. I già clienti pagheranno 19,99 euro. Per chi ha la necessità di acquistare un nuovo smartphone, 3 Italia offre diversi dispositivi mobile a rate grazie al finanziamento con Compass. Smartphone abbinabili anche attraverso l’offerta FREE Power che propone chiamate illimitate e 60 GB a 9,99 euro al mese con la possibilità di cambiare dispositivo mobile dopo 18 mesi. Per chi vuole navigare sul web, Super Internet 60 GIGA propone 60 GB di traffico Internet con l’opzione Night Free che diventano 80 nella versione Special in abbinamento ad un’offerta voce con impegno o ad un contratto fisso. Questa opzione dati può essere attivata in abbinamento ai tablet pc o a 3Cube.



Il 2020 sarà l’anno della Fiat 500 elettrica

Il 2020 sarà l’anno della Fiat 500 elettrica: infatti per quella data è ufficialmente previsto il suo lancio in Italia. La piccola auto elettrica italiana sarà prodotta all’interno dello stabilimento italiano di Mirafiori ma non sarà l’unica elettrica del gruppo automobilistico italiano. Contestualmente, infatti, è atteso anche il debutto della Jeep Renegade in versione plug-in. Queste importanti timeline che segnano la svolta elettrica di FCA, sono state condivise direttamente da Mike Manley, CEO di FCA. Trattasi di informazioni molto importanti che mettono in evidenza come FCA finalmente stia decidendo di investire con convinzione nella mobilità elettrica. Una conversione forse un po’ tardiva visto che nel 2020 arriveranno sul mercato molti interessanti modelli sia elettrici che plug-in. Un assaggio del futuro elettrico del gruppo FCA probabilmente arriverà durante il prossimo Salone di Ginevra. Il gruppo automobilistico, comunque, ha deciso di stanziare ben 9 miliardi di euro entro il 2022 nell’elettrificazione della sua gamma di autovetture e quindi nei prossimi anni arriveranno altri modelli sicuramente molto interessanti.



Trump: nessun 5G prodotta da aziende cinesi?

Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump dovrebbe firmare un ordine esecutivo per vietare per quanto riguarda le reti 5 G, le apparecchiature prodotte in Cina dalle reti USA. Il documento non sarebbe altro che la mossa cardine della guerra che l’amministrazione al comando a Washington ha avviato nei confronti dell’hardware infrastrutturale di rete gestito e prodotto da due big vendor del settore, Huawei e ZTE. Solo qualche giorno fa, il sito del quotidiano torinese La Stampa aveva scritto che anche l’Italia si era decisa a rinunciare alle compagnie cinesi per timore di monitoraggi e rischi per la sicurezza nazionale, una vicenda poi subito smentita dal Mise. Insomma, c’è molta confusione in materia ma gli States sembrano più che decisi. La Casa Bianca è stata la più esplicita nei confronti dei dubbi sui legami tra Pechino e Huawei nei mesi scorsi, ammettendo come la tecnologia dell’azienda potrebbe mettere in pericolo la sicurezza della rete wireless, con backdoor preinstallate che concedono l’accesso al governo cinese. Naturalmente, tutto questo si sta scaldando in ottica 5G, con il network che richiederà ulteriori infrastrutture specializzate che Washington proprio non vuole concedere al paese nemico. Il divieto più ampio che Trump dovrebbe firmare nelle prossime settimane è stato originariamente segnalato per riguardare solo Huawei e ZTE ma ora pare che includa anche apparecchiature di telecomunicazione costruite, più in generale, da tutte le compagnie cinesi.



PSG: si ferma anche Cavani

Il Psg rischia di perdere, dopo Neymar, anche Edison Cavani che si è infortunato nella sfida contro il Bordeaux ed ora è a serio rischio per la Champions di martedì sera, all’Old Trafford contro il Manchester United. "Non è possibile perdere tutti quei giocatori ...", le parole di Thomas Tuchel, apparso pessimista sulle possibilità di recupero dell’attaccante. "Non ci sono buone notizie, ha detto il tecnico del Psg a Canal+, parlando dell’infortunio del ’Matador’, 32 anni la prossima settimana - Al momento non sappiano ancora nulla di preciso, dobbiamo aspettare, ma non ci sono buone indicazioni. È un brutto colpo. Sono preoccupato. Abbiamo già perso Neymar, abbiano tante partite da affrontare. È troppo, davvero troppo. Questi sono giocatori di qualità, decisivi in Champions League. Non è possibile perdere tutti questi giocatori, e non abbiamo un secondo Edinson", ha chiuso sconsolato Tuchel. Se il ’Matador’ non dovesse farcela, possibile che in Champions il Psg giochi con una linea d’attacco composta da Di Maria, Mbappé e Draxler.



Jennifer Aniston compie 50 anni

Oggi la bellissima attrice Jennifer Aniston compie 50 anni. Al party esclusivo e prive, che si è tenuto sabato sera alla Sunset Tower di Los Angeles, tra gli invitati anche il suo ex marito Brad Pitt. Con lui però altri prestigiosi ospiti da George Clooney e Amal Alamuddin a Reese Witherspoon, Cameron Diaz, Barbra Streisand, Gwyneth Paltrow e Kate Hudson. Regina delle commedie hollywoodiane, Jennifer Aniston è diventata famosa nel 1994 grazie alla iconica serie "Friends", in cui interpretava Rachel Green. Da allora tanti i suoi ruoli di attrice in film come "...E alla fine arriva Polly", "Io & Marley" o "Mia moglie per finta", "Derailed", "Cake" o "The Yellow Birds". Presto tornerà in tv nella serie prodotta da Apple "Top Of The Morning" che racconta cosa succede dietro le quinte del palinsesto mattutino della tv americana, insieme a Reese Witherspoon.



Continua a crescere il mercato cloud

Gli analisti di Canalys annunciano che nel quarto trimestre il settore ha totalizzato 22,7 miliardi, con un incremento del 45% rispetto ai 54,9 miliardi del 2017. Stando agli analisti, Amazon Web Services conferma la leadership del mercato, di cui detiene circa un terzo degli introiti (31,7%). La spesa dei clienti nei servizi di Amazon ha raggiunto l’anno scorso i 25,4 miliardi. Al secondo posto si piazza Microsoft Azure con 13,5 miliardi e una quota del 16,8%, seguita da Google Cloud con 6,8 miliardi e una market share dell’8,5%. Fuori dal podio si trova la cinese Alibaba Cloud, che ha raddoppiato (+91,8% anno su anno) incassando 3,2 miliardi di dollari e ha superato Ibm Cloud, a 3,1 miliardi. Inoltre le novità in questo settore non mancano. Ad esempio Commerce Cloud consente alle aziende di portare esperienze d’acquisto innovative su ogni canale di contatto con i clienti: dalle interazioni vocali, alle app, alla presenza in negozio e in tutti i punti di vendita fisici così come negli shop online.



Oscar senza conduttore, prima volta in 30 anni

Secondo il sito specializzato Variety, dopo la rinuncia di Kevin Hart non ci sarebbero altri candidati disponibili per la prossima edizione degli Oscar. Salvo colpi di scena dell’ultimo minuto, con una star che decide di presentare la cerimonia, la produzione della 91ma edizione degli Oscar che si terrà a Los Angeles il prossimo 24 febbraio sta pensando di selezionare diverse celebrità per introdurre i vari segmenti invece di un singolo nome di richiamo che da’ il via alla cerimonia con un monologo pieno di battute su Trump. Non sarà un grosso ostacolo, comunque, per l’ente organizzatore non avere un conduttore. È già accaduto nel 1939, ’42, ’48, ’69, ’70 e ’71, oltre all’89.



Cinema: BAFTA 2019, ecco i vincitori

Nella serata di ieri, 10 febbraio, si è svolta a Londra la premiazione dei BAFTA Awards 2019, i riconoscimenti assegnati dall’Academy del cinema britannica. Alla serata sono intervenuti anche il Principe William e Kate Middleton in veste ufficiale. William, infatti, è il Presidente dell’organizzazione BAFTA (British Academy of Film and Television Arts). La favorita ha trionfato con sette premi, compresi quelli a Olivia Colman e Rachel Weisz come miglior attrice protagonista e non protagonista. Roma ha ricevuto quattro premi, due dei quali molto importanti: quello per il miglior film e quello per la miglior regia. Rami Malek ha vinto il premio come miglior attore protagonista per essere stato Freddie Mercury in Bohemian Rhapsody e Mahershala Ali è stato premiato come miglior attore non protagonista per la sua interpretazione in Green Book. La serata è stata presentata da Joanna Lumley di Absolutely Fabulous.



Cifra record per una Renault da Gran Premio di Formula 1 fatta con i Lego

La riproduzione della monoposto del 2017 di Hulkenberg costruita interamente con i mattoncini Lego è stata battuta all’asta a Parigi per una cifra record, ben 94.300 euro. Una cifra giustificata dai mesi di lavoro richiesti dalla realizzazione della scultura, un pezzo unico a grandezza naturale della monoposto di Nico Hulkenberg, con tanto di numero di gara e loghi degli sponsor. Assemblata montando quasi 313.000 mattoncini su una struttura metallica composta da 3 unità distinte, la R.S.17 misura circa 520 centimetri di lunghezza per 215 di larghezza ed è rifinita con quattro pneumatici Pirelli e una replica del volante originale. La scultura, comprensiva dell’intera piattaforma, è alta 205 centimetri. I ricavati dell’asta, tenuta in occasione del Motor Show di Parigi, andranno in beneficenza e saranno devoluti all’Unicef.