Scuola: "Esorcismo e preghiera di liberazione" è il nuovo corso di formazione per gli insegnanti

Dal 6 all’11 maggio gli insegnanti italiani potranno partecipare al costo di 400 euro a un corso di "Esorcismo e preghiera di liberazione". Il corso è destinato, in particolare, alla platea degli insegnanti di religione cattolica. E’ organizzato dall’Istituto Sacerdos, un’istituzione accademica per la formazione spirituale, teologica e pastorale dei presbiteri, si tiene nell’Ateneo pontificio Regina Apostolorum e si propone di descrivere, analizzare e comprendere gli aspetti peculiari del ministero dell’esorcismo e della preghiera di liberazione, approfondendo sia le tematiche direttamente connesse alla pratica dell’esorcismo e a una sua corretta prassi, sia tematiche collaterali (antropologiche, mediche, psicologiche, farmacologiche, criminologiche, legali). La descrizione del corso è consultabile solo dai professori iscritti alla piattaforma del Miur Sofia, che raccoglie l’elenco di tutte le iniziative formative messe a disposizione dal Ministero.



GB, archiviate le accuse contro il principe Filippo

Dopo l’incidente provocato il mese scorso vicino alla residenza reale di Sandringham alla guida di una Land Rover, la Procura britannica ha archiviato le accuse contro il principe Filippo. La Procura della Corona precisa che la decisione è stata presa dopo l’esame del rapporto redatto sull’accaduto dalla polizia e sulla base della valutazione del «livello di colpa» del duca di Edimburgo (ritenuto evidentemente non grave), «della sua età» e della sua «rinuncia volontaria alla patente di guida» annunciata da Buckingham Palace alcuni giorni più tardi. Adesso, dopo la restituzione volontaria della patente, il Principe Filippo di Edimburgo non potrà più guidare su strade pubbliche, ma solo in quelle private attigue alle varie residenze reali.


Amazon presenta Movian e Alkove, i suoi due primi marchi di mobili

Amazon lancia la sua prima collezione di mobili progettata per i mercati italiano, francese, inglese, spagnolo e tedesco. I marchi sono Movian e Alkove e propongono pezzi di arredamento per il salotto, la sala da pranzo e il resto della casa. L’obiettivo di Amazon, tramite i nuovi marchi acquisiti, è ridefinire gli spazi della casa con pezzi di arredamento versatili che esaltino il lifestyle quotidiano, tra luci, arredo e prodotti tessili Entrambi i brand rimandano a uno stile nordico essenziale, di fascia leggermente alta e vogliono lanciare un guanto di sfida all’Ikea. Ma la risposta del colosso svedese non si è fatta attendere e dalle pagine del Financial Times, il CEO di Inter Ikea Torbjorn Loof, ha annunciato di stare valutando l’avvio di una piattaforma online attraverso cui vendere mobili non soltanto a marchio proprio, ma anche di altri produttori competitor. Dal Regno Unito arriva anche la notizia di una nuova strategia di Ikea, vendere mobili di seconda mano e riparati per promuovere l’economia circolare. L’idea di Ikea è quella di riutilizzare materiali per dare vita ad altri prodotti, l’idea di base dell’economia circolare che punta tutto al riciclo di materiali nel rispetto dell’ambiente. La sperimentazione è già iniziata a Edimburgo, dove i clienti possono ottenere dei buoni per acquistare mobili nuovi dando indietro i loro vecchi mobili. .



Frenkie De Jong al Barcellona per 75 milioni

Frenkie De Jong sarà un nuovo giocatore del Barcellona dal prossimo primo giugno, per la cifra di 75 milioni più altri 11 legati ai bonus. Operazione potenziale da 86 milioni per il ventunenne dell’Aiax che ha firmato un contratto di cinque anni, fino alla stagione 2023-24. "Con l’arrivo di Frenkie De Jong aggiungiamo talento, gioventù e stile Barça al nostro progetto sportivo - è il benvenuto su Twitter del presidente Bartomeu -, Siamo convinti che ricoprirà un ruolo fondamentale nella nostra squadra per gli anni a venire.



15 febbraio: Giornata Mondiale contro il cancro infantile

Oggi si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale contro il cancro infantile (ICCD), istituita nel 2002 dalla Childhood Cancer International (CCI). In Italia, ogni anno, sono poco meno di 300 i piccoli colpiti da tumori ossei maligni: si tratta quindi di “malattie rare”. Il tasso di guarigione si attesta intorno al 65-70%. Lo scopo della giornata è quindi rendere questo tema una priorità sanitaria globale. Quest’anno la campagna si concentra in particolare su due obiettivi: "no more pain" (nessun’altra sofferenza) e "no more loss" (nessun’altra perdita) per i bambini affetti da tumore e le loro famiglie. Tra le più frequenti categorie tumorali riscontrate, secondo quanto riporta l’Organizzazione mondiale della sanità, ci sono la leucemia, il tumore al cervello, il linfoma, il neuroblastoma e il tumore di Wilms, una forma maligna che colpisce i reni. Nei Paesi ad alto reddito, l’80% dei bambini affetti dal cancro riesce a guarire. Al contrario, nei Paesi più poveri la percentuale si abbassa al 20%. Le ragioni di questa significativa discrepanza starebbero, scrive l’Oms, nella difficoltà, nei Paesi a basso reddito, di ottenere una diagnosi accurata, nelle terapie inaccessibili, nell’abbandono dei trattamenti a causa dei costi troppi elevati o, ancora, negli effetti collaterali delle cure e nelle recidive della malattia.In questa giornata, in tutto il mondo, le associazioni di familiari di bambini e adolescenti colpiti dal cancro, unite nel network globale Childhood Cancer International,danno vita a iniziative scientifiche e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, di sostegno e vicinanza ai bambini e agli adolescenti, e alle loro famiglie. Il melograno è il simbolo scelto quest’anno da FIAGOP, l’associazione promotrice in Italia di questo importante momento di sensibilizzazione. Infatti oggi presso ospedali, case d’accoglienza e spazi verdi di molte città italiane verranno piantate centinaia di piante di melograno.



L’attaccante Kamara arrestato per aggressione

L’attaccante francese Aboubakar Kamara in forza al Fulham sarebbe stato arrestato per aggressione e lesioni personali in seguito a una rissa con alcuni membri dello staff del club. I fatti risalirebbero a lunedì, poco dopo le 17, quando il giocatore si sarebbe presentato al centro di allenamento per discutere il suo futuro (pare sia richiesto in Turchia), già piuttosto innervosito dopo la scelta di Ranieri di metterlo fuori rosa in seguito allo scontro avuto con Mitrovic durante una seduta di yoga. La situazione sarebbe presto degenerata, fino all’intervento della polizia e all’arresto "per aggressione e lesioni personali di un uomo sulla ventina tenuto in custodia in una stazione di polizia nel sud di Londra", come dichiarato da un portavoce del dipartimento. Il ragazzo in questione sarebbe proprio Kamara, "bandito a tempo indefinito da Motspur Park e da tutte le attività del club", come fa sapere il Fulham, che aggiunge: "Non faremo altri commenti, ma collaboreremo con ogni indagine o procedimento legale per garantire a tutti un luogo di lavoro sicuro".



Balotelli si presenta: parlerò con in gol

Mario balotelli ha idee abbastanza chiare sulla sua nuova avventura nell’’Olympique Marsiglia: l’OM è una società grande e famosa nel mondo, anche in Italia. Nella squadra di oggi ci sono 4-5 giocatori che conosco, come ad esempio Rami con cui ho già giocato, alcuni dei miei nuovi compagni mi hanno già scritto. Io non ho nessuna pretesa particolare, voglio solo aiutare il gruppo e fare il meglio possibile". Un approdo all’OM arrivato con sei mesi di ritardo, visto che la scorsa estate l’operazione sfumò a un passo dalla fumata bianca: "La stagione al Nizza è iniziata male perché sapevo di dover andare via, ma poi non è stato così. La cosa negativa – prosegue Balotelli – è stata che non sono riuscito a fare gol. Quando la palla non entra è colpa dell’attaccante, ma alcune situazioni personali a volte condizionano. Un campione però deve essere abbastanza forte per superarle e andare avanti.



Scopriamo la McLaren del 2050

Il team della McLaren Applied Technologies svela la sua previsione relativa alle trasformazioni che il mondo dei motori potrebbe avere in vista del 2050, quando cadrà il Centenario del Campionato Mondiale di Formula 1. Tra le varie ipotesi esplorate, con il team di ingegneri che ha immaginato una Formula 1 popolata da macchinari futuristici realizzabili solo grazie all’impiego delle tecnologie più avanzate e che regalerà corse a velocità che potrebbero toccare i 500 km/h. Inoltre, il futuro sembra non avere spazio per motori rumorosi e inquinanti, ma le macchine saranno prevalentemente elettriche con l’aggiunta di co-piloti a bordo controllati da un’intelligenza artificiale. Su queste avveniristiche monoposto si prospetta anche la possibilità di soluzioni aerodinamiche che potrebbero essere modificate addirittura in pista, quindi durante la gara e con la macchina in movimento. "La nostra ricerca è iniziata con un’ampia analisi dei bisogni e dei desideri dei clienti più importanti dello sport, i tifosi, che ha motivato i nostri esperti in aerodinamica, design, tecnologia dei materiali, scienza dei dati e performance umana a creare un progetto per i gran premi del futuro"



Suarez: mi piacerebbe essere allenato da Klopp

L’attaccante del Barcellona Luis Suarez ha rilasciato un’intervista alla rivista tedesca "11Freunde" dichiarando che i Reds gli siano rimasti nel cuore: "Chiunque abbia giocato con il Liverpool rimane legato al club per tutta la vita", ha confermato Suarez, al Barcellona ormai da 5 stagioni. "La squadra quest’anno gioca un ottimo calcio e sono molto interessato a capire cosa riusciranno a combinare in questa stagione. Credo che dobbiamo ancora vedere molto altro da parte loro". Complimenti espliciti, con destinatario principale l’artefice della meravigliosa macchina che è diventata la squadra di Salah e compagni. Fino a quel passaggio chiave dell’intervista: "Ora come ora lavoriamo in due club diversi, quindi al momento non è una questione attuale per me. Ma certamente, ogni calciatore vorrebbe essere allenato da Klopp."



Virginia Raffaele: fa ancora discutere lo sketch del grammofono rotto

Non si sono ancora placate le polemiche per lo sketch del grammofono rotto, interpretato da Virginia Raffaele a Sanremo. La comica e imitatrice, mattatrice della serata con questo sketch a ritmo di musica,ha intonato la canzone Mamma di Beniamino Gigli, pietra miliare della musica italiana, come fosse un grammofono rotto. Performance riuscitissima se non che, in un frangente, l’interruzione vocale dovuta al vecchio strumento non più in grado di funzionare correttamente, si traducesse nitidamente nella parola "Satana", pronunciata più volte. Le critiche mosse a questa gag si incentrano sul rischio di far passare l’ennesimo messaggio connesso al male in una società che, mai come oggi, avrebbe bisogno di riscoprire le radici sane. Don Aldo Buonaiuto, sacerdote della Comunità Giovanni XXIII fondata da Don Oreste Benzi e coordinatore del “servizio nazionale Antisette”, nella veste di esorcista ha fatto un appello alla comica: "Virginia Raffaele chiarisca quella che apparirebbe una gag spiritosa ma poi stonata perché sembra non tenere conto della sensibilità di tante persone che soffrono a causa della presenza del maligno. Pur non comprendendo quale fosse l’intento, il ridicolizzare o, ancor più grave, inneggiare il nome di satana in prima serata su Rai Uno, penso sia stato uno scivolone sconcertante. Quel palco è diventato un ‘pulpito’ da cui per ben 5 volte è stato invocato il nome di Satana. Non si è tenuto conto della fede dei tanti cristiani che seguivano uno dei programmi più amati dagli italiani, mancando così di rispetto specialmente alle tante persone che sono realmente oppresse dalle forze del male. Penso sia opportuno che la brava comica Virginia Raffaele spieghi il senso di questa sua esibizione e che si ritorni a riflettere sulle ripercussioni di certe scelte che non possono ritenersi apparentemente banali". L’onda di Buonaiuto è stata ovviamente cavalcata da tutti quelli che avevano già espresso le proprie perplessità sul Festival. In primis il ministro dell’Interno Matteo Salvini.



Thierry Henry esonerato dal Monaco

Thierry Henry è stato esonerato dal Monaco, la squadra per adesso affidata a Franck Passi "in attesa di una decisione finale". Un’avventura brevissima, quella dell’ex campione di Arsenal e Barcellona, che in 12 partite alla guida del Monaco ha ottenuto solo due vittorie, nessuna in casa. Decisivo per il suo probabile esonero - soprattutto stando ai media inglesi - la disfatta nell’ultimo turno di campionato, con i 5 gol incassati dallo Strasburgo al Louis II (1-5 il risultato finale).



Marcello Lippi esonerato dalla Coppa d’Asia 2019

Marcello Lippi è stato esonerato dalla Coppa d’Asia 2019: infatti la "sua" Cina è finita ko 3-0 con l’Iran. Gli uomini di Carlos Queiroz raggiungono dunque in semifinale il Giappone, che nella prima partita di giornata ha superato 1-0 il Vietnam (rete decisiva di Ritsu Doan su rigore). Le due squadre si sfideranno lunedì 28 gennaio per un posto in finale. L’Iran sblocca il match al 18’ sfruttando un grave errore del difensore cinese Feng Xiaoting, che si lascia rubare palla da Sardar Azmoun, bravo poi a servire a Mehdi Taremi un assist per il gol a porta vuota. Lippi toglie al 28’ Feng Xiaoting per inserire Xiao Zhi, dopo aver già cambiato al minuto 25 Wu Xi con Zhao Xuri a causa di un infortunio. La difesa cinese, però, non beneficia dei cambi e al 31’ Azmoun, servito da un lancio dalle retrovie, beffa ancora la retroguardia e raddoppia. Nel finale arriva anche il tris di Karim Ansarifard al 91’.



Alex Zanardi e Fernando Alonso stelle di Daytona 2019

Alex Zanardi e Fernando Alonso stelle di Daytona 2019 saranno le stelle della 24h di Daytona, l’evento che darà inizio alla stagione 2019 dell’IMSA Weathertech Sportscar Championship. Al volante della BMW M8 ci sarà infatti il nostro Alex Zanardi, un mito delle corse anche in America, dove aveva dominato la Cart vincendo i titoli 1997-1998 dando spettacolo. Una delle “Cadi”, quella del team di Wayne Taylor vedrà in abitacolo gli ex Formula 1, Fernando Alonso, la stella dell’evento, e Kamui Kobayashi, suo compagno anche nell’avventura con Toyota nel WEC. Importanti anche le partecipazioni di Honda con il marchio Acura, che affida i suoi prototipi al team di Rober Penske (con gli “Indycar boyz” Juan Pablo Montoya, Helio Castroneves, Alexander Rossi e Simon Pagenaud), di Nissan (telaio Ligier) e di Mazda con il “mitico” Joest, già vincente con Porsche e Audi nell’endurance mondiale. Al via della maratona della Florida ci saranno anche (sole) quattro LMP2 private: le Gibson dei team Performance Tech, PR1/Mathiasen e le due del Team Dragonspeed, su cui salirà anche Pastor Maldonado, ex Formula 1.


Carlos Ghosn si dimette dalla Renault

Carlos Ghosn si dimette dalla Renault: trovandosi ancora in carcere in Giappone dal 19 novembre per reati fiscali, ha rassegnato le proprie dimissioni. Al suo posto l’azienda ha deciso di nominare due figure con due ruoli diversi: Thierry Bollorè, che già aveva ricevuto gli incarichi operativi di Ghosn dopo l’arresto, è ora CEO di Renault mentre Jean-Dominique Senard è il nuovo presidente. Senard, già nel consiglio di amministrazione di Renault, è anche uno dei boss di Michelin con un incarico che scadrà a metà 2019. Non si sa ancora se ci sia intenzione di ridimensionare o aumentare il programma Formula 1 di Renault che per il momento procede in maniera indipendente dalle vicende giudiziarie, quello che è certo è che Senard, come uomo Michelin, è stato coinvolto nei programmi motorsport dell’azienda. Tra questi le forniture degli equipaggi del WEC e l’accordo come fornitore unico di pneumatici per la MotoGP fino al 2023.



NBA: rottura del tendine del ginocchio per Victor Oladipo

NBA: il giocatore degli Indiana Pacers Victor Oladipo si è infortunata gravemente al ginocchio destro nel primo quarto della sfida contro i Toronto Raptors, uscito in barella e chiaramente scosso dall’accaduto. Secondo quanto scritto da ESPN la stagione della guardia è già finita, dopo che la risonanza magnetica ha confermato la rottura del tendine del ginocchio destro: gli stessi Pacers avevano definito sin da subito come "serio" il problema, facendo quadruplicare le vincite per chi adesso pensa di dover scommettere sulla franchigia dell’Indiana come prossima squadra campione NBA. Oladipo si è accasciato a terra dopo aver cercato di intervenire su un passaggio a tutto campo diretto a Pascal Siakam, con il giocatore che non è riuscito a fare forza su un ginocchio che ha ceduto di schianto. La guardia è poi uscita dal campo in barella tra gli applausi dei suoi tifosi, ringraziando con un pollice in su. Si tratta di un colpo tramortente per le speranze della franchigia dell’Indiana, che perde il suo miglior giocatore non solo per la seconda metà di stagione, ma soprattutto in ottica playoff.



Negramaro, Lele Spedicato torna sul palco

All’Rds Stadium di Rimini, Lele Spedicato, il chitarrista dei Negramaro colpito a settembre da un malore, è tornato a sorpresa sul palco per suonare con il suo gruppo. Nonostante i progressi e la riabilitazione che va avanti, non parteciperà al tour (al suo posto il fratello 23enne Giacomo, che ha superato la prova a pieni voti), ma per l’apertura, era lì, di nuovo sul palco. La prima, forse, di altre sorprese nei live. Tra l’emozione generale, ha imbracciato la sua chitarra e, in una sorta di pre-concerto, ha suonato, con Giuliano Sangiorgi al piano, nel nuovo brano "Cosa c’è dall’altra parte", scritto proprio durante la sua malattia. "Ciao a tutti, grazie infinite. Scusate sono un po’ emozionato, giusto un po’ - ha detto Spedicato con la voce incerta, mentre una lacrima faceva capolino -. Ritornerò molto presto", ha promesso, protetto dall’abbraccio dei suoi compagni e idealmente da quello di tutto il pubblico, che l’ha applaudito a lungo. Dopo la sorpresa di Lele il concerto riprende dopo una pausa di mezz’ora con un’introduzione rarefatta sulle note di Fino all’imbrunire. La scaletta propone gran parte dei brani suonati anche nel tour della scorsa estate ma si è arricchita, almeno a Rimini, con l’inedito Cosa c’è dall’altra parte e altri due brani, Ridammi il mio cuore e Pezzi di te.



Sgarbi nominato presidente del Mart

Vittorio Sgarbi è stato nominato dalla giunta provinciale di Trento presidente del MART – Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto: "Sono lusingato di essere il nuovo Presidente del Mart. La nomina verrà formalizzata tra qualche giorno. Si parla di una incompatibilità della mia funzione di parlamentare con questo nuovo incarico, ma la trovo una cosa grottesca; sarebbe come dire che Benedetto Croce non avrebbe potuto dirigere una biblioteca. Questa è una strana idea italiana da 20 anni a questa parte: nessuna categoria, tranne i Parlamentari, soffre di questo problema: è una vera ipocrisia. Trovo invece giusto che non ci sia uno stipendio, è nobile che noi prestiamo la nostra capacità di visione gratuitamente. È stata proposta anche un incarico alternativo a direttore scientifico, e per me sarebbe una posizione altrettanto significativa”. Il celebre critico d’arte ferrarese ricoprirà l’incarico a titolo gratuito. "Le motivazioni della scelta - si legge in una nota - vanno ricercate nella grande esperienza vantata da Sgarbi nel settore museale e artistico, presupposti ritenuti necessari per rilanciare il Mart in una sfida nazionale e internazionale e in un’ottica di promozione territoriale a vantaggio dell’intera provincia".



Aurora Station: il primo hotel nello spazio

Una startup americana sta definendo i dettagli di un modulo spaziale destinato alle persone comuni. Si tratta del primo hotel spaziale. Si chiama Aurora Space Station ed è una vera e propria struttura alberghiera orbitante che, nei piani dei suoi ideatori, dovrebbe vedere la luce entro la fine del 2022. Tra meno di quattro anni. A progettarla una startup americana - Orion Span - con sede a Houston, in Texas. Aurora Space Station ha due suite matrimoniali extra-lusso e oblò panoramici (in numero maggior rispetto agli altri veicoli concorrenti) che trasformeranno la permanenza in orbita in un soggiorno turistico. Lunga dieci metri e larga quattro (più o meno come un jet privato), Aurora Station è stata pensata per ospitare fino a sei passeggeri: quattro clienti e due persone d’equipaggio. Verrà lanciata a 200 miglia (circa 350 chilometri) dalla superficie della Terra e i suoi tour dureranno 12 giorni. Nel corso dei quali si potranno osservare 16 albe e altrettanti tramonti al giorno (il modulo completerà un’orbita terrestre ogni 90 minuti). Ma anche sperimentare concretamente la vita in assenza di gravità. Tra le attività incluse nel pacchetto venduto: la possibilità di coltivare piante, di giocare a ping-pong, di fare sport. Questa vacanza spaziale costerà quasi dieci milioni di dollari, 800mila dollari a notte (compreso il lancio della navicella che aggancerà la stazione, quest’ultima in orbita forse già nel 2021). Tra l’altro, per essere tra i primi a partire, sul sito della startup ci si può già prenotare versando una caparra di 80mila dollari, rimborsabili in caso di ripensamenti o di slittamento del progetto.



Mattel presenta una nuova Barbie

La linea Barbie Fashionista propone nuove tipologie di bambole: bionde, more, alte, basse, magre, curvy, e adesso anche su sedie a rotelle e con protesi alle gambe. Il tutto per mettere in risalto i diversi tipi fisicità e anche le disabilità. "Presenteremo una bambola su una sedia a rotelle e una con disabilità fisica, ovvero con una protesi alla gamba", ha spiegato Kim Culmone, vicepresidente di Barbie Design della Mattel. "Ci saranno anche bambole con diverse taglie corporee, ma quella sulla sedia a rotelle è stato uno degli oggetti più richiesti dai nostri consumatori". Per questo progetto, Mattel ha lavorato con persone disabili in modo da ripordurre sedie a rotelle e protesi nel modo più corretto e realistico possibile. "Rappresentare la diversità e la disabilità", aggiunge Culmone, "è importantissimo. Si tratta di includere ogni aspetto della vita, senza escludere nulla". Per le persone con determinati tipi di disabilità, vedere Barbie che assomigliano a loro può essere una cosa davvero positiva e molti studi hanno dimostrato che l’aspetto di una bambola può influenzare chi ci gioca. Queste nuove bambole saranno disponibili a partire da giugno.


Alena Seredova ha ottenuto la cittadinanza italiana

Alena Seredova, modella e showgirl di origini ceche, ha prestato il giuramento di fedeltà alla Repubblica presso il comune di Torino. «Ho prestato giuramento di fedeltà alla Repubblica. Se mi sono emozionata? Si. Se attribuisco un valore a questo atto? Assolutamente Si. È una lunga storia d’amore quella che lega me a questo meraviglioso Paese: è qui che ho trovato amore, accoglienza, lavoro, amicizia. È qui che sono diventata mamma ed è qui che crescerò i miei figli. Sono molto felice oggi e lo sono perché ’essere cittadina Italiana’ arricchisce il mio essere ’cittadina ceca’», ha scritto Alena accanto ad una foto che la ritrae insieme al delegato del Sindaco pubblicata sul suo profilo Instagram. La Seredova, già a novembre dello scorso anno, aveva espresso tutta la sua felicità per l’ottenimento della cittadinanza italiana. «Ora, dopo due anni di attesa, ci siamo. Così mi sentirò ancor più vicina ai mie figli». La modella e attrice, dopo la fine dell’amore con Buffon, ha deciso di rimanere in Italia soprattutto per amore dei figli e del nuovo compagno Alessandro Nasi, con cui fa coppia fissa ormai da anni. Vive infatti sulle colline torinesi, e anche se molto affezionata alle sue origini, oggi si dice fiera di essere cittadina italiana.