Coppa italia: Lazio 0 - Milan 0

La semiifinale di Coppa Italia giocata ieri sera tra Lazio e Milan nella cornice dello Stadio Olimpico di Roma è terminata 0 - 0. Poche le occasioni degne di nota, praticamente tutte biancocelesti. Dopo venti minuti di squadre corte la Lazio sfiora il gol in tre situazioni con Patric, Immobile e Milinkovic-Savic, ma senza mai impegnare Donnarumma. Nella ripresa ancora il portiere rossonero ha chiuso su Correa e Savic. Le squadre di Simone Inzaghi e Rino Gattuso sono state perfette nell’annullarsi a vicenda, concedendo ai propri portieri un altro clean sheet. Ai punti avrebbe vinto la Lazio, se non altro perché qualche grattacapo a Donnarumma l’ha creato, ma il verdetto è rimandato alla gara di ritorno a San Siro dove si giocherà tutta un’altra partita.



Orlandi lascia il calcio per una patologia caridaca

Il 34enne centrocampista spagnolo di origini italiane Andrea Orlandi, 34enne ingaggiato a gennaio dalla Virtus Entella, club di Serie C, abbandona il calcio in seguito a controlli che hanno evidenziato problemi al cuore. A seguito di approfonditi accertamenti strumentali e’ emersa una patologia cardiaca che purtroppo lo costringe a concludere improvvisamente la sua carriera. Si ringrazia per la preziosa collaborazione il dott. Corsiglia del Laboratorio Albaro di Genova, il professor Brignole ed il dott. Maggi dell’U.O. di cardiologia dell’ospedale di Lavagna, il professor Zeppilli e l’equipe medica dell’Unità Operativa Complessa di Medicina dello Sport del Policlinico Gemelli di Roma. Il presidente Antonio Gozzi: “Per l’Entella e’ da sempre prioritaria la salute dei propri calciatori e anche in questo caso, abbiamo voluto compiere una serie di accertamenti supplementari che hanno evidenziato questa patologia, salvando probabilmente la vita al calciatore. In queste settimane abbiamo conosciuto Andrea, una persona perbene, equilibrata, matura che ha saputo reagire alla notizia con grande carattere e forza di volontà. Gli auguriamo di iniziare una seconda vita e ottenere nuovi grandi successi. All’Entella, se lo vorrà, troverà sempre il sostegno che merita”.


Il Monza Calcio diventa una SpA

Il Monza, club di calcio acquistato a fine settembre da Silvio Berlusconi per quasi 3 milioni di euro, diventa una Spa e come riporta l’agenzia “Radiocor”, l’assemblea degli azionisti ha deciso di trasformare la società da Srl a società per azioni. Allo stesso tempo il nome verrà cambiato, con decorrenza luglio 2019, e passerà da “Società sportiva Monza 1912” ad “A.C. Monza”. Il Monza, che gioca nel girone B della Lega Pro, occupa il 12.o posto in classifica, ed è allenato da Christian Brocchi.


Icardi fuori anche dai convocati in Nazionale?

Secondo Espn Mauro icardi sarebbe rimasto fuori dalla lista dei convocati dalla Nazionale Argentina che sarà diramata il prossimo 3 marzo. L’Albiceleste giocherà infatti due amichevoli, contro Venezuela e Marocco, i prossimi 23 e 26 marzo, ma stando a quanto riporta Espn il ct Scaloni avrebbe escluso Maurito dalla lista. Secondo quanto sostiene il quotidiano Olè, l’esclusione (comunque importante perché sono le ultime gare prima della Coppa America) sarebbe stata decisa per non alimentare conflitti con l’Inter.



Ritorno alle origini per Giuseppe Rossi?

L’attaccante Giuseppe Rossi, secondo "The Athletic", potrebbe tornare a giocare con il Los Angeles FC. Pepito, svincolato dallo scorso giugno dopo la breve e non troppo fortunata esperienza col Genoa, avrebbe quindi deciso di ripartire dagli USA dove peraltro è nato e cresciuto. Rossi, 32 anni appena compiuti, ha aspettato a lungo una chiamata dall’Europa che però non è arrivata così, dopo essersi allenato per qualche settimana al centro del Manchester United, potrebbe finire in prova a Los Angeles dove si profilerebbe un interessante Derby con i Galaxy guidati da Ibrahimovic.



Brendan Rodgers nuovo tecnico del Leicester

Brendan Rodgers sarà il nuovo tecnico del Leicester in Premier League. La notizia era nell’aria ed è stata confermata dal club attraverso il proprio account twitter. Rodgers, che è legato da un contratto con i Celtic, ha ottenuto dalla società scozzese il via libera per poter allenare.



Audero è ufficialmente un giocatore della Sampdoria

Audero è ufficialmente un giocatore della Sampdoria per la cifra di 20 mln, di seguito il comunicato ufficiale: la Juventus Football Club S.p.A. comunica che, a seguito del verificarsi delle prestabilite condizioni contrattuali, è scattato l’obbligo di acquisizione a titolo definitivo da parte della società U.C. Sampdoria S.p.A. del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Emil Audero Mulyadi a fronte di un corrispettivo di € 20 milioni pagabile nei prossimi quattro esercizi. Tale operazione genera un effetto economico positivo di circa € 19,9 milioni.



Vincenzo Montella rifiuta l’Iran

Il tecnico italiano Vincenzo Montella ha rifiutato di allenare la Nazionale Iraniana: infatti nelle scorse ore la Federazione dell’Iran ha offerto la panchina della propria Nazionale a Vincenzo Montella e per convincere il tecnico a intraprendere il ruolo di ct aveva messo sul piatto un contratto di 3 anni e mezzo a 1,3 milioni di euro netti a stagione. L’ex Milan e Fiorentina ha però rifiutato la proposta, non essendo sicuro al 100% di intraprendere la nuova avventura alla guida della Nazionale iraniana.



Whatsapp: in arrivo la pubblicità?

Come già accade con Facebook e Instagram, sembra la pubblicità arriverà anche su Whatsapp. La volontà d’introdurre forme pubblicitarie anche sulle chat, è anche un modo per evitare il pagamento dell’app, come avveniva nei primi anni di utilizzo, seppur ad una cifra molto bassa. Tecnoandroid, comunque riporta alcune considerazioni sulla prossima implementazione. Ovvero che la pubblicità non sarà invasiva, quindi non dovrebbe invadere la sfera delle chat, ma solo quelle delle stories, dove come accade per Instagram, la visione di una storia pubblicata da uno dei nostri contatti, può essere interrotta da un breve spot di pochi secondi.



Samsung Galaxy Fold: il primo smartphone pieghevole

Si chiamerà Samsung Galaxy Fold il primo smartphone che si "piega" aprendosi e chiudendosi come un libro. Permette di scrivere sms, leggere mail e guardare un video nello stesso istante. Ha un display di 7.3 pollici. Il nuovo Galaxy Fold costerà 2mila euro e sarà disponibile dal 3 maggio.


Coppa del Re. Suarez stende il Real Madrid portando il Barcellona in finale

L’antipasto del "Clasico" in programma sabato e valido per la Liga è blaugrana. Il Barcellona sbanca il Santiago Bernabeu 3-0 grazie a una doppietta di Suarez e a un autogol di Varane, e vola in finale di Copa del Re contro la vincente di Valencia-Betis Siviglia (2-2 all’andata). Niente da fare per il Real Madrid che, dopo l’1-1 del Camp Nou, sperava di far valere il fattore campo ed eliminare dal torneo i detentori del titolo. I catalani, invece, avranno la possibilità di portare a casa il trofeo per il quinto anno di fila. Nessuna novità rispetto alla vigilia con i due tecnici che confermano le indiscrezioni. Occhi ovviamente puntati sui due attacchi con Vazquez, Benzema e Vinicius a spingere il Real Madrid e Dembélé, Messi e Suarez nel tridente del Barcellona. Dopo un primo tempo combattuto e chiuso senza reti, i blaugrana sbloccano il risultato al 51′ con Suarez che anticipa Sergio Ramos su cross laterale di Dembélé e infila Navas con un tiro imparabile. 19′ più tardi gli ospiti raddoppiano grazie a un’autorete di Varane che infila la propria porta nel tentativo di anticipare l’uruguaiano. Il tris è sempre ad opera dell’ex Liverpool che si procura e trasforma un rigore beffando Navas col "cucchiaio". Il 3-0 gela il Bernabeu e il Real Madrid che non ha più le forze per reagire. Una sconfitta pesante per Solari che potrà rifarsi sabato, sempre al Santiago Bernabeu, col suo Real all’ultima chiamata per riaprire la corsa alla Liga.



Repzine, Alessandro Gassmann lo presenta come un manifesto alla diversità

L’incontro di due famiglie molto diverse, una vacanza estiva e una grande rivelazione: due uomini decidono di annunciare alle rispettive famiglie di essere innamorati e volersi sposare. Arriva oggi al cinema con Warner Bros Italia ’Croce e delizia’ di Simone Godano, con un ricco cast: con i protagonisti Alessandro Gassmann e Fabrizio Bentivoglio ci sono Jasmine Trinca, Filippo Scicchitano, Lunetta Savino, Anna Galiena. "Un film che parla di tutti noi - ci racconta Alessandro Gassmann - e parla soprattutto di accettazione". Una commedia all’italiana, tipica di Ettore Scola. Un film molto complesso e particolare, raccontato da due maestri come Gassman e Bentivoglio, che guidano in maniera ferma e sicura l’intero cast. Un film definito dagli stessi attori simbolo della diversità, in un periodo particolare del nostro paese.



Arrivano i furgoni frigo a Noleggio

Arriva una nuova idea, quella della Locauto Group, che amplia l’offerta della divisione furgoni con una nuova linea di mezzi refrigerati per rispondere alle esigenze crescenti del mercato local. Arriva una flotta di furgoni frigo a noleggio: è questa l’idea della Locauto Group che punta alle esigenze crescenti del mercato local. "A un anno dal debutto della divisione Van - spieano alla Locauto - il Gruppo presenta una nuova tipologia di servizio, arricchendo la flotta con una linea di furgoni refrigerati per offrire soluzioni di noleggio su misura per il trasporto con temperatura controllata (es. servizi alla ristorazione, organizzazione eventi, trasporto di farmaci o prodotti alimentari, ecc). La nuova flotta si compone di tre modelli: il Mercedes Sprinter 314 CDI passo medio, efficiente, affidabile e sicuro, l’Iveco Daily 35C16 con un’importante cella di carico da 16 m3 e il Volkswagen Crafter 2.2 con trazione anteriore e una cella frigo snella (13 m3) adatto per muoversi nel traffico con maggiore agilità. Tutti i nostri veicoli commerciali sono equipaggiati di gruppo frigo Carrier, alcuni con allestimento Lamberet, aziende leader del settore". Il range di temperature per tutti i veicoli refrigerati è di +20°/-20° con celle frigorifere omologate ATP FRCX per permettere un utilizzo trasversale e garantire la miglior tenuta della catena del freddo per le merci trasportate. “Il 2019 rappresenta un anno importante per rafforzare il business – commenta Francesca Saponaro, Direttore Business Unit Locauto Van - con importanti investimenti che puntano soprattutto alla qualità e all’affidabilità del prodotto offerto. Con i veicoli refrigerati ci rivolgiamo a una clientela esperta con esigenze spesso occasionali e temporanee che può fare affidamento sulle nostre soluzioni di noleggio a breve termine”. L’offerta si completa di un servizio di assistenza dedicata Carrier 24/7 per l’impianto frigo e di soccorso stradale sempre attivo per garantire ai clienti un’alta qualità del servizio assistendoli in caso di necessità.



Eccellenza B. Camaro, ultimi minuti fatali. Il Paternò vince 1-0

Un Camaro spento e con poche idee prova a resistere alla veemenza e alla voglia degli avversari ma cade a pochi minuti dal termine al “Falcone – Borsellino” di Paternò nel turno infrasettimanale del torneo di Eccellenza. L’1-0 finale premia la maggiore intraprendenza dei padroni di casa, pericolosi in più circostanze già nel primo tempo. È nella ripresa però che il Paternò accelera, continuando a creare occasioni da gol. E dove non arriva Sanneh, il migliore dei suoi, sono prima il palo e poi la traversa a fermare rispettivamente Asero al 13′ e Messina al 15′. Nonostante tutto i minuti passano e il Camaro sembra in grado di poter portare a casa il pari ma, al 37′, la deviazione sotto porta di Scapellato vale il vantaggio dei padroni di casa. Subìto il gol, i neroverdi non hanno energie né tempo per provare a recuperare e sono costretti ad incassare il secondo ko esterno consecutivo. Il Camaro resta quinto con 35 punti ma viene agganciato proprio dal Paternò. Sabato Cappello e compagni torneranno al “Despar Stadium” per ospitare il Città di Scordia.



Coppa Italia. Il Messina pareggia a Giulianova

Allo stadio “Rubens Fadini” si gioca la gara valida per le semifinali della Coppa Italia di Serie D, il Messina si presenta con le assenze di Marzullo e Dascoli colpiti da malattie di stagione poco prima della gara. Quindi, alcune scelte obbligate per mister Biagioni. Il Messina scenderà in campo con Lourencon tra i pali, pacchetto arretrato con Biondi e Barbera sugli esterni, Zappalà e Ferrante centrali, a centrocampo Traditi, Bossa ed Amadio, in avanti Cocimano, Catalano ed Arcidiacono. Giulianova che in campionato è appena fuori dalla zona play-out. Nel Giulianova assenti gli attaccanti Di Paolo e Torelli. La gara di ritorno il 3 aprile al “Franco Scoglio”. La cronaca: Messina subito in attacco ed ottiene il primo angolo senza particolari risultati. 7′ Secondo angolo per il Messina, respinge Tozzi Borsoi. Il Real Giulianova cerca di reagire portandosi in attacco. 12′ entra in area avversaria, Fuschi interrompe l’attacco dei peloritani. 19′ occasione per Bossa che si fa fermare da Pagliarini. 22′ Occasione per il Real Giulianova, Napolano con un tiro di destra che Lourencon respinge. 30′ il terzo angolo per il Messina con palla recuperata da Arcidiacono che subisce fallo. Punizione di Catalano, Pagliarini respinge in angolo. 34′ ammonito Bossa. Il Messina pericoloso al 40′ con Arcidiacono e Traditi che non riescono però a finalizzare. 41′ ammonito Del Grosso per fallo su Arcidiacono. Batte Catalano con Pagliarini che tocca di quel tanto da mandare in angolo. Finisce il primo tempo senza grandi occasioni da rete ma con un Messina che sembra più convinto rispetto ai giuliesi. Inizia la ripresa. 6′ calcio di punizione per il Real Giulianova con Napolano pronto al tiro, palla a lato. Al 10’azione del Messina con Biondi che arriva al tiro contrato da De Fabritiis. 11′ calcio di rigore per il Messina, cross di Arcidiacono e Del Grosso colpisce di mano. L’arbitro Centi decreta il calcio di rigore che batte Arcidiacono e porta in vantaggio il Messina. 18′ Napolano colpisce il palo su punizione. La partita cambia con la reazione del Giulianova che cerca di recuperare lo svantaggio. 21′ Lourencon salva il Messina prima smanacciando e poi a parare il tiro di Antonelli. 23′ destro di Ferrini, Lourencon fa il miracolo in tuffo. 26′ fuori Bossa dentro Tedesco, fuori Catalano dentro Selvaggio. Nel Giulianova Morra rileva Barlafante. 27′ Tira Fazzini, palla deviata in angolo. Quattro angoli consecutivi per i padroni di casa. 30′ ammonito Ferrante. 31′ Lourencon salva sulla correzione sul primo palo. 35′ Sul quinto angolo corpo a corpo tra Ferrante e Tozzi Borsoi, con l’arbitro che decreta il calcio di rigore. Batte lo stesso Tozzi Borsoi che pareggia per il Giulianova. 45′ esce Fazzini entra Staffelli. Quattro minuti di recupero. Non succede più nulla sino al triplice fischio di Centi.



Città di Messina, esonerato Giuseppe Furnari

Era nell’aria, ora diventa ufficiale, il tecnico del Città di Messina Giuseppe Furnari, è stato esonerato. Domani la presentazione del nuovo allenatore. Quresto il comunicato della società: "SSD Città di Messina comunica l’esonero del Signor Giuseppe Furnari dall’incarico di allenatore della Prima Squadra e conseguentemente dell’allenatore in seconda Signor Domenico Musiano. Al Signor Furnari vanno i più sentiti ringraziamenti per l’attività fin qui svolta con il suo staff per l’impegno, la serietà, la correttezza professionale". La conduzione tecnica della Squadra è stata affidata per la giornata odierna al Signor Cosimini Giuseppe, allenatore della formazione U17. Nella giornata di domani la Società comunicherà il nuovo allenatore.



Cento anni Peugeot e cento anni Citroen

Quando nel 1996 la Peugeot tagliò il traguardo dei 100 anni, a Parigi nascoserò il compleanno. Arrivarono a dire che in realtà l’azienda aveva radici più antiche, con i macinini, le biciclette, i fondatori, le fabbriche. Una sorta di “supercazzola” in perfetto stile Conte Mascetti per sviare i Media internazionali. Andate a riguardare le collezioni di quotidiani, riviste e servizi radio o Tv. Non ne troverete traccia. Motivo? All’epoca, quando la modernità era il faro, non si voleva dare l’immagine di “antichità”, ci si voleva proiettare solo verso il futuro. Oggi, invece, Citroen (marchio sempre del Gruppo Psa) compie 100 anni e si scatena l’inferno. Un calendario ricco di eventi così non si vedeva da tempo. Il primo appuntamento di quest’anno è stato al Retromobile, dal 6 al 10 febbraio al Paris Expo Porte de Versailles. Per questo appuntamento dedicato agli appassionati della storia dell’auto, Citroën ha previsto addirittura uno stand ‘speciale centenario’ di 1.200 metri quadrati, con 30 modelli iconici, suddivisi in 3 categorie: veicoli di serie, concept car e racing. Ad aprile a Parigi partirà invece il Citroen Rent&Smile Origins, iniziativa inedita che consentirà ai clienti di selezionare i veicoli e prenotarli online sulla piattaforma internet dedicata per provare l’esperienza di guidare una Citroën d’epoca. Da maggio sui social un omaggio alla storia del marchio del double chevron che non passa mai di moda: l’iniziativa si chiama appunto ‘Di Generazione in Generazione’ e consente ai clienti fedeli a Citroen da generazioni, di testimoniare in video il loro attaccamento alla marca. I filmati, trasmessi sui social network, metteranno in luce la passione che Citroën riesce a suscitare in tutto il mondo. Evento a sorpresa, invece, lo Street Burst Day che s i terrà a giugno in una location ancora non precisata. Si tratta di un’iniziativa senza precedenti: durante la notte, Citroën ‘occuperà’ una strada per esporre 100 Citroën che rappresentano i 100 anni della marca. Modelli provenienti dal Conservatoire del Brand o forniti da collezionisti, oltre a concept-car. E ancora campagna social con la raccolta di testimonianze dei citroenisti e degli appassionati dei modelli storici. Poi dal 19 al 21 a La Ferté-Vidame - Eure-et-Loir l’evento imperdibile: ‘Le Rassemblement du Siècle’, raduno organizzato dai collezionisti (‘ che si terrà sul leggendario tracciato di La Ferté-Vidame, la segretissima e storica pista prove della marca su cui venne messa a punto la 2CV). Questo raduno internazionale promette di entrare nella storia per più di una ragione: per gli 11.000 collezionisti previsti, quasi 5.000 auto esposte e fino a 50.000visitatori attesi nel corso delle tre giornate. Sembra impossibile, ma parliamo dello stesso gruppo automobilistico che ha nascosto il centenario della Peugeot... Certo, alla Citroen sfruttano la storia con astuzia per guardare al futuro, ma il concetto non cambia. Il Centenario sarà infatti anche l’occasione per Citroen di proporre la sua visione futura presentando due concept inedite: la Ami One (febbraio), presentata ed esposta in prima mondiale a Ginevra (marzo), Concept #2 (maggio), presentata a Parigi in prima mondiale nel mese di maggio, questa concept-car incarnerà l’ultra-comfort secondo Citroën.



Cannabinoidi low-cost

Sono stati ottenuti i primi cannabinoidi low-cost: le cellule del lievito di birra sono state trasformate in fabbriche in grado di produrre i componenti fondamentali della marijuana, accanto ad altri che non sono presenti nelle piante. Il risultato, basato sulle tecniche dell biologia sintetica, è stato possibile inserendo nel Dna del lievito i geni della Cannabis e di batteri. Pubblicata sulla rivista Nature, la ricerca si deve al gruppo di Jay Keasling, dell’università della California a Berkeley. Dopo una lunga ricerca, il gruppo di Keasling è riuscito a utilizzare i lieviti per ottenere cannabinoidi a basso costo inserendo 12 geni nel Dna del lievito di birra, il Saccharomyces cerevisiae. Dei geni introdotti, alcuni provengono da quattro batteri e altri sono quelli che permettono alla pianta Cannabis di produrre i cannabinoidi. Tutti i geni producono enzimi che costringono il lievito a ’cambiare le sue abitudini’, inducendolo a utilizzare lo zucchero per ottenere i cannabinoidi, anziché l’alcol come questo microrganismo fa normalmente durante la fermentazione.



Fifa, Infantino bacchetta l’Italia

Dice il n. 1 del calcio mondiale: "Va bene sospendere le partite se si alzano i toni ma serve intervenire anche sull’educazione dei giovani. E poi servono maggiori investimenti nelle strutture. Il Mondiale a 48 squadre? Stiamo vedendo se è possibile già dal 2022 magari disputando qualche gara fuori dal Qatar". Prosegue dicendo, "Abbiamo parlato della possibilità di allargare il mondiale a 48 squadre dal 2022 perché vogliamo che partecipi anche l’Italia....". Scherza Gianni Infantino a Roma a margine dell"Executive football summits 2018/19′. Al di là della battuta è evidente che il tema dell’allargamento delle squadre che dovrebbero prendere parte alla fase finale della rassegna iridata è uno dei temi caldi su cui le vari confederazioni si stanno confrontando. "La decisione di allargare il format del Mondiale a 48 squadre è stata già presa e sarà operativa a partire dal 2026. Per il 2022 non è facile, ma se siamo convinti che questo sia il format giusto perché non provare a farlo prima? Bisogna vedere se in Qatar ci saranno le infrastrutture o meno visto che un Paese piccolo. Stiamo analizzando se è possibile disputare alcune partite fuori dal Qatar, in territori limitrofi. Però oggettivamente anche la situazione geopolitica è complicata, ma se il presidente degli Stati Uniti si vede con il presidente della Corea del Nord credo che tutto sia possibile. Io per fortuna mi occupo di calcio e non di politica, dunque con un po’ di ingenuità posso parlare con tutti e capire se c’è la possibilità di disputare partite in paese limitrofi: il Qatar è pronto a farlo, vedremo se lo saranno anche gli altri paesi. Se sarà possibile avremo un bellissimo Mondiale a 48 squadre, se non sarà possibile va bene lo stesso, avremo comunque un Mondiale fantastico in Qatar con 32 squadre. Peraltro c’è già un precedente simile: il Mondiale del 1998 fu assegnato alla Francia con un format a 24 squadre, poi cambiato a 32 squadre a meno di quattro anni dal torneo. La decisione finale dovrà essere presa entro il mese di giugno, perché in autunno iniziano le qualificazioni in alcune confederazioni. Io, comunque, resto contento in ogni caso". Soffermandosi anche sulla questione stadi, dove il presidente della Fifa sottolinea: "La situazione degli stadi in Italia è qualcosa che va al di là di qualsiasi logica: questo Paese ha una passione e una cultura calcistica enormi. Oggi l’Italia è dietro al Gabon, che ha organizzato l’ultima Coppa d’Africa a livello di stadi. Lo stadio non è solo il luogo dove si disputa la partita, ma il simbolo di una città. Vedere solo Udinese e Juve che hanno degli stadi di proprietà è incredibile. Uno stadio non è solo un costo, ma è anche e soprattutto un investimento". Infantino spera che qualcosa possa smuoversi con l’elezione di Gravina a presidente federale ("Voglio complimentarmi per ciò che ha fatto da quando si è insediato. Mi sembra un lavoro molto importante in un contesto che non era difficile, ma penso sia stata una decisione lungimirante quella dell’assemblea della Figc".



Juventus, Ronaldo potrebbe saltare la sfida contro il Napoli

I tifosi della Juventus sono in ansia per le sorti del proprio beniamino, in dubbio Cristiano Ronaldo per la partita di domenica al San Paolo contro il Napoli. Nel giorno della ripresa degli allenamenti della Juventus dopo i due giorni di riposo concessi da Allegri, il fuoriclasse portoghese ha lavorato a parte insieme a Douglas Costa. A fermare CR7 una botta alla caviglia sinistra rimediata nell’ultima trasferta di campionato a Bologna: tra oggi e domani sono previsti ulteriori controlli per Ronaldo, con l’obiettivo di capire l’entità del colpo e i tempi di recupero. CR7 è dunque in dubbio per il big match "in potenza" del campionato, visto l’ampio distacco tra le due squadre attualmente di 13 punti. Nonostante non valga il primo posto in classifica, Napoli contro Juventus è pur sempre una sfida ricca di fascino e prestigio, specialmente negli ultimi anni: giocarla con Cristiano Ronaldo aumenterebbe ulteriormente il fascino della sfida.