Kartell festeggia i 70 anni di attività

Kartell celebra i suoi 70 anni inaugurando la mostra "The Art Side of Kartell", ospitata nelle stanze del Palazzo Reale di Milano dal 10 aprile al 12 maggio. Attraverso il percorso narrativo, volutamente non cronologico, che include alcuni dei capitoli più importanti della produzione dell’azienda milanese, la mostra rappresenterà, con il linguaggio delle opere e degli oggetti esposti, il rapporto stretto e continuo tra l’azienda e il mondo dell’arte, nelle sue varie declinazioni e differenti registri. Una rassegna delle visioni di ieri del "futuro" attraverso oggetti, esperienze e modelli di sapere collettivo, materiali d’archivio e immagini in movimento, pittura, installazione e performance, documenti e prototipi. L’itinerario espositivo si snoderà, non a caso, nell’appartamento dei Principi del Palazzo Reale, un brillante modello di abitazione regale ottocentesca, che inaugurò in città il gusto borghese dell’abitare. Un contesto al quale viene associata la cultura dell’abitare di Kartell, sempre attenta al tema della ricerca, dell’innovazione e dei processi evolutivi della tecnologia. Qualità, design, prodotto industriale hanno tracciato infatti il percorso dell’azienda partendo dagli oggetti di funzione per uso domestico che hanno rivoluzionato la storia del design del Dopoguerra, fino alla realizzazione dei più sofisticati prodotti che combinano tecnologia produttiva e materiali innovativi.



Alcott inaugura a Malta

Alcott apre il suo primo store a Malta su 2 livelli per una superficie commerciale complessiva di 600 mq. Lo store si trova all’interno del centro commerciale The Landmark ed ospita le collezioni Alcott e Alcott Los Angeles. L’opening di Malta segue il debutto di Alcott in Grecia, ad Atene, dove il marchio ha aperto, lo scorso luglio, uno store di 330 metri quadrati all’interno del centro commercile McArthurGlen. Al momento, i punti vendita Alcott sono circa 150, dislocati tra Italia, Spagna, Kuwait, Libano, Arabia Saudita, Grecia e Malta.



Luke Perry colpito da un ictus

Luke Perry, il Dylan di Beverly Hills, è stato ricoverato d’urgenza in ospedale a causa di un ictus e la richiesta di soccorsi è arrivata ai vigili del fuoco. Non è chiaro quali sino le condizioni dell’attore, in questo momento. Una notizia agghiacciante che arriva proprio nel giorno dell’annuncio del reboot di Beverly Hills 90210. Luke Perry inizia la sua carriera in soap come "Destini" e "Quando si ama" ma è con il personaggio di Dylan McKay di "Beverly Hills 90210" che raggiunge la notorietà assoluta, partecipando alle riprese dal 1990 al 1995 e dal 1998 al 2000. Il personaggio di Dylan era costruito sulla falsa riga di quello di James Dean, bello e dannato. Dylan, che viene ricordato soprattutto per la sua relazione intensa con Brenda, è infatti un personaggio problematico che ha problemi con l’alcool, con le droghe ed ha una famiglia che lo ha abbandonato a se stesso. Sfortunatamente, è stato anche il personaggio che gli ha segnato la carriera in negativo, non riuscendo a segnalarsi più per ruoli differenti. È apparso anche nel film con Massimo Boldi e Christian De Sica "Vacanze di Natale ’95", nel ruolo di se stesso.



Esprit chiude il primo semestre in perdita

Esprit rilascia i dati relativi al primo semestre dell’esercizio 2018-19, chiuso il 31 dicembre 2018. La società attribuisce il calo alla “razionalizzazione della rete distributiva, ma anche alla diminuzione delle presenze in negozio, dovuta soprattutto alla debolezza del brand e della sua offerta”. La superficie di vendita totale di Esprit nel mondo si è ridotta dell’11% nel periodo. Ma oltre alla diminuzione del perimetro, un altro indicatore rappresenta un problema per l’azienda: le perdite nette hanno raggiunto quota 1,773 miliardi di dollari di Hong Kong (198 milioni di euro), quasi il doppio rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente (954 milioni di dollari). Esprit ha subito un costo eccezionale di 1,418 miliardi di dollari, legato al piano di ristrutturazione volto a chiudere i negozi non profittevoli e a ridurre gli effettivi, che include in particolare l’uscita del brand da Australia e Nuova Zelanda.



In arrivo le figurine degli Artonauti

Artonauti è un percorso di 216 figurine che comprende 28 illustrazioni, 65 opere d’arte, 20 quiz e indovinelli e due pagine di giochi, 64 pagine rivolte soprattutto a bambini e ragazzi per imparare in modo diverso la storia dell’arte. L’album è edito da WizArt SRL, Impresa Sociale con sede a Milano, ed è stato finanziato dalla fondazione Cariplo, che lo ha scelto durante l’iniziativa iC – Innovazione Culturale. Il risultato è un album di figurine, Artonauti – Le figurine dell’Arte, in vendita in Edicola ma distribuito anche nelle scuole in modo gratuito a seguito della richiesta di un insegnante. Artonauti è il primo album in Italia e nel mondo interamente dedicato alla storia dell’arte.



MIDO registra 59.500 presenze

L’edizione numero 49 di MIDO ha confermato il risultato dello scorso anno con una leggera crescita che ha portato a circa 59.500 le presenze nei tre giorni di manifestazione di operatori professionali provenienti da 159 Paesi. "MIDO 2019”, ha commentato il presidente Giovanni Vitaloni, “si è caratterizzato per l’altissima qualità dei prodotti che abbiamo visto tra gli stand di tutti i padiglioni. Numerosi espositori hanno espresso soddisfazione per l’esito della fiera, a conferma del fatto che MIDO resta un evento prima di tutto votato al business, utile per allargare la propria rete di contatti, fare affari e stringere accordi commerciali". Anche in questa edizione non è mancata una forte presenza delle istituzioni. Durante i tre giorni della manifestazione si sono avvicendati tra i padiglioni il ministro per i Beni e le Attività Culturali, Alberto Bonisoli, il viceministro dello Sviluppo Economico, Dario Galli, l’assessore del Comune di Milano alla Trasformazione Digitale, Roberta Cocco, e l’assessore della Regione Lombardia al Turismo e Moda, Lara Magoni. Numerose anche le visite di personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo, a testimonianza del fatto che MIDO è anche un appuntamento glamour.


Google Duo arriva sul browser

Google Duo arriva sul browser: infatti Google ha rilasciato Duo insieme ad Allo e da poche ore è accessibile comodamente dal browser web da dove è possibile effettuare videochiamate, proprio come con Skype Web. Niente di troppo macchinoso e noioso: una volta acceduti al sito di Google Duo (se si ha già attivato l’app sullo smartphone in passato) non serve nessuna autenticazione tramite numero di telefono o scansione del codice QR, ma è sufficiente accedere al proprio account Google per attivare il servizio di videochiamate. Mentre si è collegati alla versione web, e si dispone anche dell’app su smartphone, il servizio consente all’utente di scegliere da quale dispositivo rispondere. Una volta fatta la scelta, si riceverà una notifica su web. La pagina web includerà ovviamente tutti i contatti Duo sincronizzati, quindi è possibile fare click su qualsiasi nome presente nell’elenco e avviare una chiamata. La funzione web supporta sia le chiamate vocali che quelle video, con tanto di finestra di anteprima per assicurarsi di apparire “presentabili” (o che non ci siano problemi tecnici) prima di avviare la video conversazione. A seconda delle preferenze, Google Duo su web può mostrare un formato video normale o più stretto (per utilizzo su mobile).



La prossima Porsche Macan sarà solamente elettrica

La futura Porsche Macan sarà completamente elettrica. La volontà di convertirla in un modello completamente elettrico è il chiaro indicatore di come il costruttore tedesco stia investendo nell’elettrificazione delle sue autovetture. La Porsche Macan non arriverà subito ma entrerà in produzione all’inizio del prossimo decennio. La Macan EV sarà la terza vettura completamente elettrica nella gamma Porsche. La prima sarà la nuova berlina sportiva Taycan che è la versione finale del concept Mission E dell’azienda. Auto che arriverà entro la fine del 2019. Una versione crossover della Taycan, chiamata Cross Turismo, entrerà in produzione nel 2020. Porsche non ha annunciato ulteriori dettagli sulla Macan elettrica, a parte la condivisione dello stesso sistema di ricarica a 800 V utilizzato nella Taycan e nella futura Cross Turismo. Ciò significa che i clienti possono aspettarsi tempi di ricarica molto rapidi, con la possibilità di aggiungere circa 400 Km di autonomia in appena 15 minuti ma solo nelle stazioni di ricarica che lo permetteranno. La Porsche Macan sarà solo elettrica e questo significa che non ci saranno versioni ibride o con il classico motore a combustione. L’azienda automobilistica tedesca investirà oltre 6 miliardi di euro entro il 2022 per l’elettrificazione dei suoi modelli. Le voci di una Macan elettrica risalgono al 2017, quando i dirigenti Porsche iniziarono a parlare pubblicamente di questa possibilità. Sebbene una data esatta per il debutto della Macan elettrica non ci sia, Porsche punterebbe a portarla al debutto entro i 2022.



WhatsApp implementa la funzione di ricerca avanzata

WhatsApp sviluppa nuove soluzioni per migliorare la ricerca all’interno delle stesse chat. Arriveranno in futuro per tutti coloro che sono iscritti sulla beta di iOS e Android, chiaramente per ora non sono ancora disponibili. Bisognerà quindi tenere d’occhio le prossime beta, dato che queste funzioni di ricerca avanzata sono ancora in sviluppo. WABetainfo dice che WhatsApp sta lavorando duro a queste novità e che passerà del tempo prima della disponibilità pubblica. Ogni giorno gli utenti cercano all’interno della chat vecchi messaggi, video o immagini, ma le opzioni di ricerca per ora sono molto scarne. Con la ricerca avanzata, invece, si avrà una sorta di evoluzione dell’attuale ricerca. Permetterà innanzitutto di cercare diversi tipi di messaggi: foto, GIF, video, documenti, link e audio. Insomma si potrà filtrare la ricerca in base al tipo di media che si vuole trovare. La ricerca avanzata riporta anche la propria cronologia delle ricerche, che può essere facilmente cancellata. Se si sceglie un file multimediale, ad esempio Foto, WhatsApp mostrerà tutti i messaggi che contengono un’immagine.



Arriva il nuovo Asus GS30

Asus presenta la Gaming Station GS30 che abbina la potenza di un processore Intel i7 di ottava generazione con la velocità di una scheda NVIDIA GeForce RTX 2080, per consentire un rendering ed un’elaborazione grafica avanzata. Grazie al supporto fino a quattro schermi da 8K, il GS30 offre esperienze video e streaming sicuramente coinvolgenti, con un multitasking esteso e funzionale. Dai fotografi ai video editor, passando per tutte le tipologie di creatori di contenuti, la Gaming Station GS30 si pone come vero sistema all-in-one, ottimo per varie esigenze e necessità. A livello tecnico, la game station monta una GPU con 2944 CUDA Core e 8 GB di memoria GDDR6 per un gameplay fluido, per prestazioni grafiche fino a otto gigaray al secondo e 60 trilioni di RTX-OPS. C’è inoltre una tecnica di illuminazione Aura Sync RGB, con cui ottenere varie possibilità di illuminazione e personalizzazione, per evidenziare in tempo reale lo stato del sistema. Sempre grazie al potente hardware, i professionisti possono realizzare velocemente qualsiasi tipo di attività, creando e renderizzando oggetti o scene in modo realistico.



Apple Watch: arriverà il monitoraggio del sonno

Nell’Apple Watch che verrà presentato nel 2020 ci sarà il monitoraggio dei cicli del sonno. È quanto riferisce Mark Gurman, giornalista di Bloomberg sempre molto affidabile sul conto della mela morsicata. Apple, non a caso, negli ultimi anni ha effettuato delle acquisizioni strategiche su questo fronte, ottenendo così know-how e brevetti relativi ai sensori per il tracking del riposo. Così come riferisce MacRumors, Apple non ha considerato fino a oggi l’introduzione di un sensore per i cicli del sonno in Apple Watch, per alcune specifiche ragioni. Sebbene tecnicamente possibile, le prime versioni del device non includevano batterie dall’autonomia sufficiente, per poter garantire sia il tracking notturno che l’uso durante la giornata. Con l’arrivo delle Series 3 e dell’ultima Series 4, tuttavia, il gruppo di Cupertino è riuscito a estendere l’autonomia quasi sulle 24 ore, grazie alla minore richiesta energetica dei loro SoC, rendendo il progetto plausibile. Secondo quanto riferito da Gurman, il sistema di monitoraggio dei cicli del sonno verrà introdotto nel 2020, grazie a una nuova modalità “low power” che permetterà di ridurre sensibilmente i consumi energetici durante la notte. Non è dato sapere, tuttavia, se il gruppo di Cupertino renderà possibile questa funzione semplicemente dal polso, quindi con un apposito rilevatore incorporato nella scocca di Apple Watch, o in abbinato ad altri dispositivi wireless quali pad da stendere sotto il cuscino o sul materasso.



Telegram 5.4 riprodurrà automaticamente i video

Tre le novità di Telegram 5.4, ci sarà la riproduzione automatica dei video, il controllo più granulare sull’utilizzo dei dati e le opzioni alternative al logout. Per il sistema operativo Apple è stato aggiunto il supporto agli account multipli, funzionalità disponibile su Android da dicembre 2017. vuole rendere più coinvolgenti e immediate le conversazioni attraverso la riproduzione automatica dei video. Una simile funzionalità non sempre è gradita dagli utenti, pertanto la software house ha deciso di limitare l’autoplay solo ai video di piccole dimensioni, disattivando l’audio. Per ripristinare il suono deve solo premere i pulsanti del volume. Chi vuole gestire in maniera più granulare il download automatico di video, foto e file può utilizzare le nuove opzioni nella sezione Dati e archivio. Per ogni connessione (rete cellulare, WiFi e roaming) ci sono tre impostazioni per l’uso dei dati (basso, medio e alto), ma è possibile scegliere opzioni separate per tipo di contenuto multimediale, dimensioni e tipo di chat (privata, gruppi, canali e contatti). L’impostazione personalizzata verrà sempre ripristinata quando l’utente sceglie temporaneamente una delle tre predefinite. Nei paesi con reti poco sviluppate o tariffe elevate verranno utilizzate impostazioni predefinite che riducono le dimensioni dei download.



Anche il tosaerba si dota di intelligenza artificiale

Husqvarna, un’azienda dalla storia ultracentenaria (nella seconda metà del XVII secolo produceva moschetti per l’esercito svedese), lancia un tagliaerba smart e connesso che è integrato con gli speaker di Google e Amazon. Il tosaerba potrà essere gestito dall’interno della casa anche attraverso comandi vocali, per ora in inglese e in tedesco, poi in francese, svedese e nelle altre lingue. E attraverso lo smartphone si potrà decidere di metterlo in funzione anche quando si è al lavoro o in viaggio. Husqvarna ha rivelato che l’elettrodomestico può coprire delle aree piuttosto estese (fino a 3500 metri quadri) e opera a 62 decibel. Quando Automower 435X AWD viene sollevato o girato una funzionalità di sicurezza lo blocca automaticamente. Inoltre, grazie alla tecnologia Ultrasonic il tagliaerba è in grado di individuare gli oggetti presenti nel giardino e di rallentare per evitare di scontrarsi con loro. C’è poi l’apertura delle Api, cioè l’interfaccia di programmazione, che consentirà al prodotto di interagire con altre app. Ad esempio quella del meteo: in caso di neve, il tagliaerba "saprà" di non dover entrare in funzione. Recentemente, un altro elettrodomestico smart ha fatto il suo debutto sul mercato italiano: si tratta di Roomba i7+, un aspirapolvere robot in grado non solo di imparare la conformazione dell’appartamento in cui opera (tramite le telecamere e i sensori di cui è dotato), ma anche di smaltire in autonomia i rifiuti raccolti.



Serie A, la 26esima giornata nel ricordo di Davide Astori

In occasione di tutte le gare della 26/a giornata di Serie, al minuto 13 sarà proiettata sui maxischermi degli stadi una foto di Davide Astori, capitano della Fiorentina scomparso il 4 marzo 2018, accompagnata da un messaggio dello speaker che inviterà all’applauso i tifosi sugli spalti. La foto resterà esposta per 13 secondi, durante i quali il gioco non subirà alcuna interruzione. "Il ricordo di Davide è sempre vivo in tutti gli appassionati di calcio - ha commentato il presidente della Lega Serie A, Gaetano Miccichè -, dedicargli un applauso significa rendere omaggio ad un grande uomo e ad un grande capitano, straordinario esempio di correttezza e lealtà sportiva dentro e fuori dal campo".



Made in Sud sta per tornare

Da lunedi 4 marzo su Rai2 alle ore 21,20 parte la nona edizione"Made in Sud" con Stefano De Martino, al suo debutto come conduttore, e la ’veterana’ Fatima Trotta. Tra le novità le partecipazioni straordinarie di Elisabetta Gregoraci e Biagio Izzo. Sette le puntate (con tanti comici anche non meridionali), nuovo anche il corpo di ballo di otto elementi diretto dal coreografo Fabrizio Mainini. ’Made in Sud’ , regia di Sergio Colabona, è un programma di Nando Mormone e Paolo Mariconda, scritto con Francesco Albanese, Gian Luca Belardi, Riccardo Cassini e Ciro Cerruti. I biglietti per assistere allo show sono in vendita e il ricavato devoluto a progetti benefici a favore di bambini napoletani: ’Potrebbero farlo tutti i grandi show’. “Questo programma è una scommessa. Bisogna sempre fare televisione con questo atteggiamento: con le scommesse. Siamo creativi, non possiamo fare tivù come gli impiegati”, ha detto Carlo Freccero, direttore di Rai2.



Addio a Jeraldine Saunders, autrice del romanzo The Love Boats

Jeraldine Saunders , autrice del romanzo "The Love Boat" (1974) che ispirò l’omonima popolare soap opera ambientata nel mondo delle crociere, è morta all’età di 96 anni nella sua casa di Glendale, in California, per le complicazioni di un intervento chirurgico al rene subito a dicembre. Il telefilm di grande successo si svolge sulla nave Pacific Princess, in cui i passeggeri e l’equipaggio hanno avventure romantiche e divertenti. La particolarità della serie tv era costituita dal fatto che il cast dei passeggeri, che cambiava di puntata in puntata, era costituito da attori famosi (tra gli altri Jamie Lee Curtis, Joan Collins, Mickey Rooney, Vincent Price, Michael J. Fox, Leslie Nielsen, Tom Hanks, Ursula Andress, Zsa Zsa Gábor, Lana Turner, Shelley Winters, Gina Lollobrigida). I personaggi fissi della serie erano i membri dell’equipaggio: il capitano Merrill Stubing, la direttrice di crociera Julie McCoy, il barista Isaac Washington, la figlia del capitano Vicky Stubing, il dottore Adam Bricker e Burl Gopher Smith. "Love Boat" è stata trasmessa dalla Abc dal maggio 1977 al maggio 1986, per un totale di quasi 240 episodi, mentre in Italia è andata in onda su Canale 5 a partire dal 1980. Nel maggio 2018 Saunders aveva celebrato la sua stella sulla Walk of Fame di Hollywood, in compagnia del cast originale.



Musei, al via 20 giornate "ticket free"

Dal 5 al 10 marzo ci sarà la “Settimana dei musei" con ingresso gratis per tutti nei musei statali, a cui si aggiungono 8 giornate ad accesso libero scelte dai direttori dei musei autonomi e dai poli regionali e altre 6 gratuite in concomitanza con le prime domeniche del mese, da ottobre a marzo. E poi un biglietto a 2 euro per ragazzi dai 18 ai 25 anni e la grande campagna di comunicazione istituzionale #iovadoalmuseo, con uno spot trasmesso sulle reti Rai e un sito web dedicato in cui trovare tutte le informazioni. Una piccola grande rivoluzione quindi che renderà musei, siti archeologici statali, parchi e giardini monumentali nelle intenzioni del ministro Bonisoli "luoghi in cui vivere un’esperienza", oltre che accrescere la propria conoscenza. Non è un caso che sia stato proprio il Museo Nazionale degli Strumenti Musicali, una realtà piccola e ancora poco conosciuta ma di altissimo valore artistico-culturale grazie a una collezione tra le più importanti al mondo, ad accogliere a Roma la presentazione della campagna ministeriale: l’obiettivo delle nuove norme è legare sempre di più la fruizione gratuita alle specificità del territorio (seguendo magari tradizioni locali, feste patronali o storiche) e favorire la presenza dei giovani con politiche di prezzo ad hoc lasciando loro però la volontarietà di avere "fame di cultura". «Con qualche centinaio di milioni di euro facciamo funzionare la macchina museale statale: con questa iniziativa ci aspettiamo una crescita di fruizione e di visitatori e mi piacerebbe riuscire a generare risorse per aumentare in futuro le giornate gratuite, magari per fare una seconda settimana dei musei anche il prossimo anno», ha sostenuto il ministro Alberto Bonisoli, dichiarando di voler nei mesi a venire «affiancare i musei più grandi a quelli meno visibili, rafforzare la gestione dei poli museali e dare vita a reti museali con musei di varia natura, non solo statali, per creare offerte specifiche».



Cremata la salma di Karl Lagerfeld

Nel corso di una cerimonia privata, a Nanterre, alle porte di Parigi, la salma di Karl Lagerfeld è stata cremata. Alla cremazione dello stilista tedesco, erano presenti il suo braccio destro, Virginie Viard, che prenderà il suo posto alla direzione artistica di Chanel, il n.1 del colosso mondiale del lusso, Bernard Arnault, e la principessa Carolina di Monaco. Come auspicato, parte delle sue ceneri riposeranno al fianco di quelle di Jacques de Bascher, suo grande amore fino alla morte per Aids nel 1989. L’altra parte sarà consegnata in un’apposita urna alla famiglia Bascher.



Matrimonio in segreto per Ed Sheeran e Cherry Seaborn

Ed Sheeran e Cherry Seaborn si sono sposati in gran segreto in una chiesetta nelle campagne del Suffolk, terra d’origine di entrambi. Al matrimonio hanno preso parte soltanto i familiari della coppia e pochi amici, senza nessun personaggio famoso. La coppia desiderava avere un matrimonio invernale senza intrusioni. Addirittura non sarebbe stata presente neppure la migliore amica di Ed Sheeran, la collega Taylor Swift. Dopo il matrimonio, gli sposini sono andati a festeggiare in un pub locale gli sposini sono andati a festeggiare in un pub locale con una festa molto intima e low profile. Ed Sheeran e Cherry Seaborn si conoscono dai tempi della scuola, ma avrebbero cominciato a frequentarsi solo nel 2015. Ora Ed Sheeran è impegnato con la sua tournée mondiale: arriverà anche in Italia. Il cantante si esibirà il 14 giugno a Firenze, il 16 giugno a Roma e il 19 giugno a Milano.



Dragon Ball Super sbarca al cinema

Oggi Dragon Ball Super arriva in tutte le sale cinematografiche italiane. Il film racconta dell’infanzia di Broly, spedito nel pianeta ostile di Vampa dal re dei Saiyan. Quest’ultimo decide infatti di allontanare il giovane Broly, perché fortemente preoccupato per la potenza che vede in lui e che giudica superiore a quella del proprio figlio. Su Vampa, il ragazzo viene allenato dal padre Paragus, che lo trasforma in un terribile guerriero motivato da una grandissima sete di vendetta. Dopo 41 anni, la distruzione del pianeta dei Saiyan dà a Broly l’occasione giusta per vendicarsi. E la sua strada finirà per incrociare quella degli unici due Saiyan superstiti (Goku e Vegeta), che hanno trovato rifugio sulla Terra. La pellicola diretta da Tatsuya Nagamine ha incassato 30 milioni di dollari negli Stati Uniti e 71 milioni di dollari nel resto del mondo. In Giappone è uscito nei cinema il 28 dicembre 2018 diventando il film dedicato a Dragon Ball che ha incassato di più in assoluto. Ed è partito anche il tam tam sui social (#Brolyzzati e #DragonBallSuperBroly), mentre su Snapchat è stata creata una speciale lente per che consente, a chi la sblocca, di diventare addirittura Super Saiyan.