Bankitalia, debito pubblico sale ancora

Nuovo record per il debito pubblico italiano: a febbraio aumenta di circa 200 milioni attestandosi a 2.363,685 miliardi rispetto al mese precedente, quando era pari a 2.363,496. Lo rileva Bankitalia nel suo bollettino. Rispetto ai dati dello scorso marzo, il debito delle amministrazioni pubbliche è stato rivisto al rialzo di 0,8 miliardi nel 2016, 5,5 miliardi nel 2017 e 5,3 miliardi nel 2018. Il debito è al 132,2% del Pil. La revisione riflette soprattutto l’ampliamento del perimetro delle amministrazioni pubbliche.


Porti chiusi, Salvini di nuovo indagato per sequestro di persona

Il ministro dell’Interno Salvini è nuovamente iscritto nel registro degli indagati per il reato di "sequestro di persona commesso in Siracusa dal 24 al 30 gennaio 2019". Lo ha detto lo stesso Salvini a Monza spiegando che il procuratore Zuccaro ha presentato una "contestuale richiesta di archiviazione". "Ne approfitto per rispondere a qualche ministro: per me i porti rimarranno chiusi. I colleghi possono aprire altri 18 procedimenti, ma non cambio idea".


Processo Ruby bis, Emilio Fede valuta richiesta grazia

Emilio Fede, condannato in via definitiva a 4 anni e 7 mesi per il caso Ruby bis, è intenzionato a chiedere la grazia al Capo dello Stato. "E’ un’idea che ha un senso e ci stiamo "riflettendo" ha spiegato il suo legale, l’avvocato Salvatore Pino, dopo averlo incontrato oggi. Per l’ex direttore del Tg1 e del Tg4 nei prossimi giorni inizierà la detenzione domiciliare per scontare la prima parte della pena.


“#Zerobullismo: la tua storia contro il bullismo in rete”: il concorso nazinale rivolto alle scuole

E’ partito il concorso nazionale per giovani e scuole “#Zerobullismo: la tua storia contro il bullismo in rete”. Lo scopo è “favorire la sensibilizzazione sul tema del cyberbullismo, facendo emergere i comportamenti legati alle nuove tecnologie che possono favorirlo e le metodologie per contrastarlo”. Il concorso è rivolto ai giovani e agli studenti della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado, singoli o in gruppo, e prevede la realizzazione di elaborati letterari, audiovisivi, grafici, digitali o in musica. Saranno premiati i primi 3 classificati. Sono previsti premi dal valore di 2.000 euro per il primo, 1.000 euro per il secondo e 500 euro per il terzo. Le opere potranno essere pubblicate sul sito www.zerobullismo.it e degli altri enti promotori, e utilizzate per la realizzazione di mostre e un eventuale cortometraggio per la campagna di comunicazione contro il Cyberbullismo e l’uso consapevole dei social. La premiazione avverrà a fine luglio in occasione del Campus Party di Milano. Il concorso è promosso da ND Comunicazione e dallo Studio legale DIKE nell’ambito del progetto #Zerobullismo con il sostegno di Every Child is My Child onlus e il contributo dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza. Con gli elaborati pervenuti si realizzerà la campagna #zerobullismo dei ragazzi per i ragazzi. Scadenza: 31 maggio 2019.


Pasqua, Coldiretti:

Sode per la colazione, dipinte a mano per abbellire le case e le tavole apparecchiate, ma soprattutto impiegate in ricette tradizionali o in prodotti artigianali e industriali saranno circa 400 milioni le uova "ruspanti" consumate durante la settimana Santa. E’ quanto stima la Coldiretti nel sottolineare che gli Italiani spenderanno oltre 120 milioni di euro nell’acquisto di uova di gallina da consumare direttamente o nella preparazione di primi piatti e dolci, quasi la meta’ dei 250 milioni spesi dagli italiani per acquistare circa 16 milioni di uova di cioccolato. Un trend che conferma l’andamento positivo del 2018 durante il quale le uova fresche, con un balzo record del 14%, sono quelle che hanno fatto registrare la maggiore crescita degli acquisti aggiudicandosi il titolo di star del carrello alimentare, secondo elaborazioni Coldiretti su dati Ismea. A spingere i consumi - sottolinea la Coldiretti - gli ultimi studi secondo i quali le uova sono riconosciute come un alimento sano, equilibrato e "taglia grassi" adatto al controllo del peso di individui. Un uovo medio contiene solo 78 kcal, ma il suo contenuto proteico elevato e’ pari a 6,5 grammi, ovvero il 13% del fabbisogno giornaliero di un adulto. Le uova si qualificano inoltre come fonte di Vitamina A e B12; sono inoltre ricche di Vitamina D e contengono Colina, Fosforo, Selenio, Riboflavina, Acido Folico, Biotina e Iodio mentre una vera e propria leggenda metropolitana del tutto priva di basi scientifiche e’ quella - denuncia la Coldiretti - che le uova facciano male al fegato. Al contrario, questo tipo di alimento contiene sostanze utili per il buon funzionamento delle cellule epatiche, come gli aminoacidi epatoprotettori come metionina e colina e una sostanza come l’inositolo utile in particolare per chi soffre di fegato grasso. Con l’aumento della domanda diventa sempre piu’ importante - continua la Coldiretti - garantire la trasparenza del Made in Italy del prodotto e per il 2019 le risoluzioni approvate dalla Commissione Agricoltura della Camera prevedono la timbratura di origine obbligatoria in allevamento. Una misura importante per consentire di fare scelte di acquisto consapevoli che - sostiene la Coldiretti - deve essere inserita anche all’esterno delle confezioni oltre che estesa agli ovoprodotti utilizzati nella trasformazione industriale. Ad oggi viene applicato sul guscio un codice alfanumerico che contiene le informazioni sulla provenienza dell’uovo e metodi allevamento adottato, ma e’ difficilmente interpretabile dai consumatori. Il primo numero consente di risalire al tipo di allevamento (0 per biologico, 1 all’aperto, 2 a terra, 3 nelle gabbie), la seconda sigla indica lo Stato in cui e’ stato deposto (es. IT), seguono le indicazioni relative al codice Istat del Comune, alla sigla della Provincia e, infine il codice distintivo dell’allevatore. A queste informazioni si aggiungono - continua la Coldiretti - quelle relative alle differenti categorie (A e B a seconda che siano per il consumo umano o per quello industriale) per indicare il livello qualitativo e di freschezza e le diverse classificazioni in base al peso (XL, L, M, S). Negli ultimi 30 anni - precisa la Coldiretti - i consumi nazionali di uova sono aumentati raggiungendo la cifra record di 13 miliardi di pezzi all’anno che significa una media di circa 215 uova a testa, quasi interamente Made in Italy, grazie all’offerta di una platea di 40 milioni di galline presenti in 14.400 allevamenti italiani secondo elaborazioni Coldiretti su dati Ismea. L’usanza di considerare l’uovo come simbolo di rinascita e buon augurio in Occidente risale al 1176, quando re Luigi VII rientro’ a Parigi dopo la II crociata e per festeggiarlo - conclude la Coldiretti - il capo dell’Abbazia di St. Germain des Pre’s gli dono’ meta’ dei prodotti delle sue terre, incluse un gran numero di uova che furono poi dipinte e distribuite al popolo. Una usanza tramandata dai persiani che, gia’ cinquemila anni fa, festeggiavano l’arrivo della primavera con lo scambio delle uova "portabene" contro pestilenze e carestie secondo un rito che resiste ancora ai giorni nostri.


Maltempo, Coldiretti:

Violenti nubifragi e grandine si sono abbattuti a macchia di leopardo nelle campagne provate da un lungo periodo di siccita’ con la caduta di 1/3 di precipitazioni in meno nel primo trimestre dell’anno. E’ quanto emerge da un monitoraggio della Coldiretti sulla base dei dati Isac Cnr. La grandine e’ l’evento piu’ temuto dagli agricoltori in questo momento perche’ i chicchi si abbattono sulle verdure e sui frutteti in piena fioritura e spogliano le piante compromettendo i raccolti successivi, dopo un anno di lavoro. Duramente colpita la Puglia dalla provincia di Lecce a quella di Taranto dove i chicchi di grandine si sono abbattuti su oliveti e vigneti, compromettendone in alcuni casi i germogli. Le precipitazioni sono importanti per ripristinare le scorte di acqua sulle montagne, negli invasi, nei laghi, nei fiumi e nei terreni, per lo sviluppo primaverile delle coltivazioni ma pero’ deve cadere in modo costante e durare nel tempo, mentre i forti temporali, soprattutto se si manifestano con precipitazioni intense, rischiano di provocare danni poiche’ i terreni non riescono ad assorbire l’acqua che cade violentemente e tende ad allontanarsi per scorrimento. Siamo di fronte alle evidenti conseguenze dei cambiamenti climatici anche in Italia dove l’eccezionalita’ degli eventi atmosferici e’ ormai la norma, con una tendenza alla tropicalizzazione che si manifesta con una piu’ elevata frequenza di manifestazioni violente, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo, con sbalzi termici significativi che compromettono le coltivazioni nei campi con costi per oltre 14 miliardi di euro in un decennio, tra perdite della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne, conclude la Coldiretti.


Crocerossine senza titolo abilitante, Ministero Difesa continua a tollerare esercizio abusivo professioni sanitarie

E’ di queste ore la notizia che nel Policlinico militare ( Celio) alcune appartenenti al Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana effettuino attività infermieristica, anche sotto la supervisione di personale medico, senza la necessaria formazione accademica e senza la relativa iscrizione all’albo degli esercenti la professione sanitaria. Questo non vale per tutto il personale in quanto a nostra conoscenza esiste anche il fenomeno delle Crocerossine arruolate secondo la procedura dettata dall’articolo 1737 del D.Lvo n. 66 del 2010 ma anche la riserva contenuta nello stesso testo normativo, che consentiva la prestazione infermieristica al personale iscritto nei ruoli delle Infermiere Volontarie Cri purché in installazioni militari ed in situazione di emergenza deve intendersi superata dalle norme, più recenti, contenute dalla Legge numero 3 del 2018 anche detta “Legge Lorenzin”. Al Sindacato dei Militari interessa principalmente tutelare la sicurezza del personale sottoposto alle cure di chi non sia formalmente titolato a farlo ma anche garantire il personale militare ed ausiliario da possibili abusi e condizioni di illegalità che, oltre ad un eventuale sanzione amministrativa ed al risarcimento dei danni, possono comportare una pesante responsabilità penale, come noto assolutamente personale. Ci stiamo adoperando fin dalla nostra costituzione per garantire il rispetto e l’osservanza delle Leggi dello Stato che in quanto Militari ci siamo obbligati ad osservare. Per questa ragione abbiamo già provveduto a segnalare alle Procure competenti le anomalie riscontrate e conseguentemente, visto il perdurante silenzio della Ministra Elisabetta Trenta, invitiamo il Ministro della Salute Giulia Grillo ad intervenire con la massima urgenza per quanto di sua competenza e chiunque non sia in possesso delle prescritte abilitazioni professionali ad astenersi con effetto immediato da pratiche di tipo sanitario ed infermieristico. Dichiarazione di Luca Marco Comellini, segretario generale del Sindacato dei Militari.


Clan Casamonica, blitz dei carabinieri: 23 misure cautelari e sette sono donne

Dalle primi luce dell’alba di lunedì, circa 150 Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, con l’ausilio di unità cinofile, un elicottero dell’Arma e del personale dell’8° Reggimento “Lazio”, sono impegnati fra Roma e Provincia, nonché in varie regioni d’Italia, per eseguire 23 misure cautelari, nei confronti di altrettanti soggetti appartenenti alle famiglie Casamonica, Spada e Di Silvio, strettamente imparentate tra loro non solo dal punto di vista criminale. L’operazione contro la criminalità è seguita dalla Direzione Distrettuale Antimafia. Nel provvedimento sono comprese 7 donne, ritenute responsabili, in concorso fra loro e con ruoli diversi, di estorsione, usura, intestazione fittizia di beni, spaccio di stupefacenti ed altro, reati per buona parte commessi con l’aggravante del metodo mafioso. Le indagini costituiscono la prosecuzione dell’operazione “Gramigna” che, la scorsa estate, ha già interessato 37 appartenenti al clan Casamonica.


Arresti Casamonica, Raggi:

"Arrestati 23 esponenti dei clan Casamonica, Spada e Di Silvio... Grazie al Comando provinciale dei Carabinieri e ai giudici della Procura di Roma. #NonAbbassiamoLoSguardo #SottoAttacco". Lo scrive su twitter la sindaca di Roma, Virginia Raggi.


Arresti clan Casamonica, Zingaretti: "Grazie a Magistratura e Forze Ordine"

"Ancora una volta grazie alla Procura di Roma e alle forze dell’ordine che oggi hanno inflitto un altro duro colpo al clan dei Casamonica. Una vasta operazione condotta brillantemente dai militari del Comando provinciale dei Carabinieri che ha portato a numerosi arresti e perquisizioni a Roma, nel territorio provinciale e in altre regioni del nostro Paese. Le istituzioni siano unite e compatte nella lotta alla criminalita’ organizzata e nell’aiuto alle vittime per affermare legalita’ e sicurezza per i cittadini nei nostri territori". Cosi’ in un comunicato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.


Lazio, la settimana in Consiglio Regionale

A seguito delle dimissioni dalla carica di presidente del Consiglio regionale da parte del consigliere Daniele Leodori, il vice presidente Giuseppe Cangemi ha convocato la seduta ordinaria 31 per mercoledi’ 17 aprile alle ore 14, con all’ordine del giorno l’elezione del nuovo presidente del Consiglio regionale del Lazio. A seguire, a partire dalle ore 15, l’aula e’ convocata per proseguire i lavori della seduta 30. All’ordine del giorno la prosecuzione dell’esame della proposta di legge 116, "Disposizioni finanziarie di interesse regionale e misure correttive di leggi regionali varie" (approvati i primi quattro articoli) e il voto numero 1 del 6 agosto 2018 proposto dal Comune di Civitavecchia concernente: "Deliberazione del Consiglio regionale numero 66 del 10 dicembre 2009 "Piano per il risanamento della qualita’ dell’aria" Richiesta di inserimento di ulteriori misure e interventi atti a limitare le emissioni in atmosfera prodotte dalle navi all’ormeggio del decreto legislativo 15 del 2010, articolo 11, comma 1, lettera 1". Commissioni consiliari permanenti e speciali: LUNEDÌ 15 APRILE Dalle ore 10.30. Sala Latini I Commissione Affari costituzionali e statutari, affari istituzionali, partecipazione, risorse umane, enti locali, sicurezza, lotta alla criminalita’, antimafia. Previste quattro audizioni sulla proposta di legge 128 dell’8 marzo 2019 concernente "Promozione dell’amministrazione condivisa dei beni comuni". Invitati: ore 10.30: Forum italiano dei movimenti per l’acqua; ore 11: Conferenza regionale del Volontariato Lazio; ore 11.30: Rete economia sociale e solidale romana; ore 12: Coordinamento Orti urbani. Alle ore 11. Sala Etruschi VIII Commissione Agricoltura, ambiente. Audizione sulle problematiche inerenti la riduzione della portata d’acqua del Fiume Aniene. Invitati: sindaco Comune di Subiaco, sindaco Comune di Tivoli, sindaco Comune di Vicovaro, Enel, Acea Ato 2, responsabile Ufficio di scopo Piccoli Comuni e Contratti di Fiume, Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini, Comitato per l’Aniene, Valle Aniene Rete Associazioni, Insieme per Aniene Onlus. Alle ore 12. Sala Etruschi Seduta congiunta: VIII Commissione Agricoltura, ambiente e X Commissione Urbanistica, politiche abitative, rifiuti. Audizione sull’ emergenza impianti fotovoltaici Pian di Vico (Comune di Tuscania). Invitati: Italia Nostra Onlus, Confagricoltura, Coldiretti, Cia, Copagri, Asso Tuscania, Explore Tuscia. Dalle ore 14. Sala Etruschi VII Commissione Sanita’, politiche sociali, integrazione sociosanitaria, welfare. Audizioni sulla Proposta di legge 115 concernente "Istituzione dell’azienda regionale sanitaria ’Azienda Lazio.0’". Alle ore 14: direttore generale Asl Roma 1, Angelo Tanese; direttore generale Asl Roma 2, Flori Degrassi; direttore Generale Asl Roma 3, Vitaliano De Salazar; direttore generale Ao San Camillo/Forlanini, Fabrizio D’Alba; direttore generale Ao San Giovanni Addolorata, Ilde Coiro. Alle ore 15.30: direttore generale Aou Sant’Andrea, Giuseppe Caroli; direttore generale Ifo, Francesco Ripa Di Meana; direttore generale Policlinico Tor Vergata, Tiziana Frittelli; direttore generale Policlinico Umberto I, Vincenzo Panella; direttore generale Irccs-Inmi Spallanzani, Marta Branca. Alle ore 16. Sala Latini XII Commissione Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione. Approvazione Indagine conoscitiva "Tutela del territorio e mappatura del rischio" - Programma operativo e finanziario; Proposta di legge regionale 134 del giorno 28 marzo 2019 concernente: "Modifiche alla legge regionale 26 febbraio 2014, numero 2 (sistema integrato regionale di protezione civile, istituzione dell’agenzia regionale di protezione civile) e successive modificazioni. Inoltre: MARTEDÌ 16 APRILE Ore 11.30. Sala Etruschi VII Commissione Sanita’, politiche sociali, integrazione sociosanitaria, welfare. Audizione su personale sanitario con prescrizioni/limitazioni con Barbara Solinas, dirigente Area Risorse Umane della Direzione regionale salute e integrazione sociosanitaria. Alle ore 13. Sala Latini V Commissione Cultura, spettacolo, sport e turismo. Parere su schema di deliberazione della Giunta regionale decisione 19 del 2 aprile 2019: Legge regionale 24 del 1997 numero 42, "Approvazione del Piano annuale degli interventi in materia e servizi culturali, annualita’ 2019". Dalle ore 14. Sala Etruschi X Commissione Urbanistica, politiche abitative, rifiuti. Audizioni sulla Proposta di deliberazione consiliare 26 del 4 gennaio 2019 concernente: "Approvazione del piano territoriale paesistico regionale ai sensi degli articoli 21, 22 e 23 della Legge regionale 6 luglio 1998, numero 24 (Pianificazione paesistica e tutela dei beni e delle aree sottoposti a vincolo paesistico) e successive modifiche e degli articoli 135, 143, 156 e 141 bis del Decreto legislativo 22 gennaio 2004, numero 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell’articolo 10 della Legge 6 luglio 2002, numero 137) e successive modifiche"; ore 14: Ordine degli architetti di Roma e Federazione regionale ordini architetti Ppc; ore 16: Ordini degli architetti di Frosinone, di Latina, di Rieti e di Viterbo. Alle ore 14. Sala Latini Seduta congiunta: II Commissione Affari europei e internazionali, cooperazione tra i popoli e V Commissione Cultura, spettacolo, sport e turismo. Proposta di risoluzione concernente avvio della prima "Settimana della cultura europea della Regione Lazio". A seguire, seduta ordinaria solo della seconda commissione con all’ordine del giorno la proposta di risoluzione, ai sensi articolo 4 Lr 1/2015, come modificata da Lr 3/2019, concernente Programma di lavoro della Commissione per il 2019 "Mantenere le promesse e prepararsi al futuro", Com 2018(800) del 23 ottobre 2018. GIOVEDÌ 18 APRILE Ore 10. Sala Etruschi X Commissione Urbanistica, politiche abitative, rifiuti. Audizione di Franco Giampaoletti, direttore generale Roma Capitale, nell’ambito dell’indagine conoscitiva relativa alla gestione dei rifiuti a Roma e alle attivita’ di Ama Spa. Alle ore 10.30 Sala Latini VII Commissione Sanita’, politiche sociali, integrazione sociosanitaria, welfare. Audizione su problematiche Ospedale San Camillo di Lellis di Rieti. Invitati: sindaco del Comune di Rieti; rappresentanti del coordinamento reatino per il diritto alla Salute e Politiche Sociali; direttore generale Asl Rieti, Marinella D’Innocenzo. Alle ore 14 Sala Etruschi IX Commissione Lavoro, formazione, politiche giovanili, pari opportunita’, istruzione, diritto allo studio: Proposta di legge regionale 45 del 5 luglio 2018 concernente "Stabilizzazione occupazionale dei lavoratori socialmente utili ex articolo 1, comma 2, dlgs 81/2000 e dei lavoratori di cui alla Dgr 1799 del 01/08/2000 nell’ambito di politiche attive del lavoro"; Proposta di legge regionale 111 del 13 febbraio 2019 concernente "Disposizioni per la promozione e il sostegno delle attivita’ professionali".


Sanità Lazio, sindacati: "Emergenza turn over, ora si proceda con concorsi"

"La firma e l’apertura di un confronto programmatico sul fabbisogno di personale e’ il primo passo per dare risposta all’emergenza organici nella sanita’ pubblica del Lazio. Cosi’ come per avviare finalmente un serio piano di assunzioni e stabilizzazioni dei lavoratori precari". Lo scrivono in una nota Natale Di Cola, Roberto Chierchia e Sandro Bernardini segretari generali di Fp Cgil Roma e Lazio, Cisl Fp Lazio e Uil Fpl Roma e Lazio commentano positivamente il verbale d’intesa sottoscritto oggi con l’assessorato alla Sanita’ della Regione Lazio nell’ambito del tavolo di confronto regionale previsto dal Ccnl 2016-2018. Un accordo che prende le mosse dal decretone (dl 4/2019) e dall’allargamento delle capacita’ assunzionali per i sistemi sanitari regionali. Ma anche dallo scenario che vedra’ gia’ dai prossimi mesi, un autentico esodo di lavoratori legato ai pensionamenti ordinari e alla cosiddetta quota 100: il miglioramento delle performance qualitative della sanita’ regionale e dei livelli essenziali di assistenza non puo’ prescindere dal necessario potenziamento degli attuali organici, che sono stati colpiti pesantemente dal commissariamento della Sanita’ regionale, si legge nel testo dell’intesa. Le potenzialita’ assunzionali previste dalla vigente normativa, vanno pienamente utilizzate ed integrate con le risorse derivanti dalla contrazione del ricorso alle esternalizzazioni, a cominciare dal servizio Ares 118. Nel dettaglio, l’intesa punta sulle "procedure ordinarie di reclutamento a tempo indeterminato", vale a dire i concorsi, per rimpinguare gli ormai esangui organici delle aziende ospedaliere e sanitarie della regione. Mentre per l’immediato si prevede che nelle more dell’espletamento delle procedure concorsuali e limitatamente al tempo necessario per l’immissione in servizio del personale, le aziende sono autorizzate a reperire le figure necessarie al mantenimento dei Lea e dei livelli quali-quantitativi dei servizi, anche attraverso forme di lavoro flessibile". Per il personale a tempo determinato assunto in occasione del Giubileo c’e’ l’impegno alla proroga dei contratti, ma soprattutto a valutare la possibilita’ di attivare gli attesi percorsi di stabilizzazione. In materia di superamento del precariato storico, poi- dice l’accordo- le aziende procederanno con procedura concorsuale riservata" ai sensi della riforma Madia. Non meno importanti le previsioni dell’intesa in materia di contratti. A partire dall’impegno ad accelerare il confronto regionale "al fine di emanare le linee guida necessarie allo svolgimento della contrattazione integrativa aziendale per la sottoscrizione dei relativi contratti aziendali, con particolare riferimento alla materia dei fondi contrattuali". Regione e sindacati concordano inoltre di avviare per i dipendenti del Ssr un sistema di welfare contrattuale che, "sulla scorta di quanto previsto ad esempio dal contratto integrativo dei dipendenti della Regione Lazio, possa garantire anche agli stessi la possibilita’ di accedere all’assistenza sanitaria integrativa". Se poi la Regione uscisse definitivamente dal piano di rientro, l’accordo prevede la definizione di "apposite misure volte a reperire risorse aggiuntive, in linea con quanto gia’ messo in atto da altre regioni, finalizzate a sostenere il rilancio del sistema sanitario regionale". "Con questo accordo abbiamo gettato le basi per dare un percorso virtuoso ai 40mila lavoratori del sistema sanitario pubblico della regione- concludono Di Cola, Chierchia e Bernardini- Ora bisogna passare dalle parole ai fatti, su assunzioni, stabilizzazioni e contratti".


Campidoglio, bene confiscato alla criminalità diventerà Centro Antiviolenza

L’Amministrazione Capitolina ha preso in consegna un bene confiscato nel Municipio XIII che sarà destinato a Centro Antiviolenza. Si tratta di un appartamento, con ampio terrazzo e annessa cantina, situato al primo piano di un palazzo in zona Aurelia. La sindaca di Roma Virginia Raggi sottolinea che ogni bene confiscato che viene consegnato a Roma è una piccola grande vittoria per la comunità, ribadendo come questi immobili debbano trovare una seconda vita con scopi sociali e istituzionali, al servizio dei più fragili e a sostegno della crescita del territorio. La sindaca annuncia che l’immobile preso oggi in consegna ospiterà un nuovo Centro Antiviolenza, andando così ad aggiungersi ai cinque centri già inaugurati: un ulteriore obiettivo raggiunto nell’impegno preso per rafforzare in tutta la città attività e servizi a sostegno e tutela delle donne. La sindaca evidenzia come il nuovo centro che sorgerà nell’immobile preso oggi in consegna rappresenti un valore aggiunto proprio perché sorgerà all’interno di un bene confiscato alla criminalità organizzata. Raggi ringrazia infine per il profondo impegno tutti coloro che hanno contribuito a questi importanti risultati. Dopo la richiesta fatta a fine 2018 dall’Amministrazione Capitolina di 71 unità immobiliari all’Agenzia per i beni confiscati, a cui si è giunti dopo un attento lavoro di confronto con il territorio, che ha portato a raccogliere le diverse esigenze, istanze e richieste, in questi mesi sono state effettuate già due consegne. La prima ha compreso un villino nel Municipio III, per il progetto “Dopo di Noi” in favore di persone con disabilità, mentre la seconda ha riguardato un appartamento per il Municipio V, che lo utilizzerà per l’emergenza abitativa temporanea. Altri beni confiscati stanno per arrivare. L’assessora al Patrimonio e alle Politiche Abitative di Roma Capitale Rosalba Castiglione sottolinea l’importanza che i beni confiscati alla criminalità organizzata rivivano a beneficio della comunità e ribadisce il grande lavoro svolto in questi mesi che oggi consegna alla città questo importante immobile, un bene che potrà fare la differenza per il territorio. L’assessora ringrazia gli uffici del Dipartimento Patrimonio e Politiche Abitative e l’Agenzia per i beni confiscati per il clima e lo spirito di collaborazione con cui si sta portando avanti questo importante impegno, sottolineando anche l’importante ruolo svolto dalla società in house Risorse per Roma S.p.A. e dalla Polizia Locale di Roma Capitale nel supportare il lavoro di analisi e controllo degli immobili. La presidente della Commissione Patrimonio e Politiche Abitative Valentina Vivarelli sottolinea come attraverso progetti sociali e fini istituzionali i beni confiscati possano rappresentare nuovi servizi e spazi di crescita per la comunità, ricordando che l’Assemblea Capitolina ha approvato a giugno 2018 il primo Regolamento per la gestione dei beni confiscati alla criminalità organizzata sul territorio di Roma Capitale, un importante strumento al servizio della trasparenza e dell’efficienza della gestione di queste risorse. L’Aula ha inoltre approvato la mozione che, recependo anche suggerimenti e osservazioni dalle stesse associazioni, consegna alla Giunta capitolina le linee guida per l’istituzione del Forum per i beni confiscati, a cui potranno partecipare e contribuire Fondazioni e Associazioni insieme ai rappresentanti istituzionali, condividendo l’analisi delle azioni poste in essere, potenziando il passaggio di buone pratiche e dando indirizzi per migliorare l’utilizzo di questi beni. La presidente del Municipio XIII Giuseppina Castagnetta e l’assessora municipale alle Politiche Sociali, Sanitarie e Pari Opportunità, Serena Maria Candigliota, accolgono con soddisfazione la consegna di questo bene confiscato alla criminalità organizzata, in quanto rappresenterà un importante valore aggiunto e un segnale fondamentale per il territorio. Le due sottolineano il percorso realizzato in due anni e mezzo con iniziative condivise con istituzioni e associazioni sul fronte dei diritti umani, che ha visto anche un forte impegno proprio perché fosse realizzato un Centro Antiviolenza in questo territorio. La presidente e l’assessora ritengono fondamentale il lavoro di potenziamento dei luoghi e delle opportunità al servizio, a sostegno e a tutela delle donne, evidenziando come attraverso l’individuazione del Centro Antiviolenza quale destinazione del bene confiscato che oggi arriva all’Amministrazione si stia dando un segnale importante per la comunità, che potrà così arricchirsi di un fondamentale punto di riferimento.


Roma, Marino: "Nessun aiuto da Renzi e Zingaretti quando ero sindaco"

"Non ho letto l’attuale contratto di governo, di certo quando ero sindaco e avevo un Governo e una Regione di colore vicino non ricevetti alcun sostegno e sicuramente Roma per rilanciarsi, con la mole di debito che anch’io avevo ereditato dalla destra, ha bisogno di cure e progettazione che debbono essere concordate con le istituzioni nazionali". Cosi’ l’ex sindaco di Roma, Ignazio Marino, intervistato da LabParlamento. "Roma ha bisogno di un modello di governance che la metta al pari delle grandi capitali europee. Le occorrono strumenti amministrativi e risorse speciali. Il modello di autonomia che propone la Lega mi sembra francamente finalizzato solo a tutelare gli interessi del Nord", ha detto Marino. Quanto alla sua assoluzione nella vicenda scontrini, l’ex sindaco punta il dito contro gli ex compagni del Pd: "Il Partito Democratico ha il dovere di rispondere ai romani e alle romane per aver destituito davanti ad un notaio un sindaco democraticamente eletto. Tutto per il volere del suo segretario, Matteo Renzi, che impedi’ il confronto in Assemblea capitolina, davanti alle telecamere del nostro e di altri Paesi, e scelse di fuggire dall’etica della democrazia con i consiglieri comunali del Pd e quelli della destra che firmarono le dimissioni nello studio di un notaio. E’ stata una pagina buia della nostra democrazia e di un partito che all’epoca era il primo in Italia e oggi, forse non a caso, ha perso consensi e non ha piu’ la capacita’ di captare le istanze dei cittadini”.


Cultura, Roma: tornano le aperture domenicali di Palazzo Senatorio

Queste le date delle prossime aperture domenicali di Palazzo Senatorio: 28 aprile, 12 maggio, 16 giugno. Tornano le visite guidate gratuite domenicali del Palazzo Senatorio del Campidoglio organizzate dall’amministrazione capitolina. Per questo mese, e per i successivi mesi di maggio e giugno, le visite si svolgeranno, invece che nella prima domenica del mese, in concomitanza con l’iniziativa ’Via Libera’ che prevede la chiusura al traffico di alcune strade della Capitale, completamente dedicate a pedoni e ciclisti.


Campidoglio, PD Roma: "Salvini mantenga promessa su 254 agenti polizia"

"I 23 arresti effettuati dai Carabinieri nei confronti di appartenenti alle famiglie Casamonica non possono che far scaturire un aperto e grande plauso e un corale ringraziamento alle forze dell’ordine impegnate contro la criminalita’ organizzata. Sarebbe, pero’ auspicabile maggiore sobrieta’ da parte di chi e’ portato a strumentalizzare, forse a fini elettorali, gli uomini al servizio dello stato che rischiano giornalmente la loro vita. Al nostro ministro degli Interni ricordiamo che ancora stiamo aspettando i 254 poliziotti promessi e che mai come oggi a Roma si assiste a sparatorie e ad un crescente sentimento di insicurezza. Se bastassero due tweet e due selfie per governare un paese sarebbe tutto piu’ semplice, ma la realta’ e’ un’altra e molto piu’ complessa". Cosi’ in una nota il gruppo Pd del Comune di Roma.


Roma, giovedì Messa in ’Coena Domini’ per detenuti Isola Solidale

Giovedi’ 18 aprile, alle ore 16, presso l’Isola Solidale, in via Ardeatina 930 a Roma, monsignor Paolo Lojudice, vescovo ausiliare del settore Roma Sud, celebrera’ la Messa in Coena Domini, officiando il Rito della Lavanda dei piedi con i detenuti ospiti della struttura nata oltre 50 anni fa e che accoglie detenuti che hanno commesso reati per i quali sono state condannate, che si trovano agli arresti domiciliari, in permesso premio o che, giunte a fine pena, si ritrovano prive di riferimenti familiari e in stato di difficolta’ economica. La celebrazione si terra’ in contemporanea con quella presieduta da Papa Francesco nel carcere di Velletri come segno di unione e vicinanza con il Santo Padre. "Un momento dell’anno- spiega Alessandro Pinna, presidente dell’Isola Solidale- molto atteso dai nostri ospiti, dagli operatori e dai nostri volontari e quest’anno assume un significato ancora piu’ importante perche’ vuole essere il segno della nostra vicinanza e unione con Papa Francesco che proprio alla stessa ora officera’ la stessa celebrazione nel carcere di Velletri. Il nostro auspicio- conclude Pinna- e’ che il Papa prima poi possa venire a trovarci per raccontargli come la nostra struttura cerchi di creare un nuovo futuro per tanti che stanno sperimentando l’esperienza della detenzione".


Trasporti Roma, Atac: "Entro settimana riapertura metro Spagna"

"L’attivita’ ai fini di una riapertura si sta chiudendo per la fermata di Spagna. Sabato la ditta Otis ci ha rilasciato la possibilita’ di sottoporre a verifica quattro scale con una quinta spero domani. In questo modo riteniamo che la stazione sia nelle condizioni di pianificare la riapertura. Ustif tra domani e dopodomani effettuera’ le verifiche. Riteniamo quindi di poter riaprire Spagna entro questa settimana". Lo annuncia il direttore legale Atac, Franco Middei, durante i lavori della commissione Trasporti del Comune di Roma


Sport, domenica 28 aprile Roma Appia Run alle Terme di Caracalla

Domenica 28 aprile e’ il gran giorno della Roma Appia Run, manifestazione di corsa su strada competitiva sulla distanza dei 13 km e non competitiva sulla distanza di 4 e 13 km, organizzata da Acsi con la collaborazione di Acsi Italia Atletica e di Acsi Campidoglio Palatino. Giunta alla 21a edizione, la Roma Appia Run si conferma una delle piu’ prestigiose gare dell’intero panorama podistico capitolino, l’unica corsa al mondo a disputarsi su ben 5 pavimentazioni diverse: asfalto, sampietrino, basolato lavico, sterrato e per finire la pista dello stadio Nando Martellini alle Terme di Caracalla, e anche quest’anno si comporra’ di quattro prove: - Agonistica km 13: riservata ai tesserati Fidal, Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal Coni e possessori di Run Card, purche’ in regola con le norme sulla tutela sanitaria dell’attivita’ sportiva e che alla data del 28 aprile 2019 abbiano compiuto il 18esimo anno d’eta’; - Non competitiva km 13: aperta a tutti; - Non competitiva km 4: aperta a tutti; - Fulmine dell’Appia: prove di velocita’ per i bambini, in programma il 27 aprile alle ore 15 sempre allo stadio delle Terme di Caracalla. Quest’anno la Roma Appia Run e’ partner del Vis-Volontariato Internazionale per lo Sviluppo, Ong presente in 40 Paesi del sud del mondo: la gara non competitiva di 4 km sara’ intitolata all’iniziativa ’Running for Ethiopia’, una campagna a sostegno del progetto sulla formazione professionale e l’inserimento lavorativo di ragazze, ragazzi e giovani nella Regione di Gambella. In questo territorio e’ stato rilevato un contesto di conflittualita’ sociale, determinato dalla presenza di diverse etnie e dalle pressione demografica di quasi mezzo milione di sudsudanesi, fuggiti dalla violenza armata del loro Paese. Per favorire la stabilita’ e lo sviluppo dell’area, oltre ad interventi di emergenza a favore dei profughi sudsudanesi, risulta necessario supportare anche le comunita’ ospitanti. Il progetto punta sull’educazione per favorire la coesione sociale tra le varie etnie presenti nel territorio, sulla formazione professionale e l’inserimento lavorativo di ragazzi e giovani. In particolare, mira alla promozione di competenze nei settori agricoltura, allevamento, carpenteria e falegnameria e all’avvio di attivita’ generatrici di reddito beneficiando 400 ragazze, ragazzi e giovani. Inoltre, il progetto favorisce l’integrazione tra le varie etnie dell’area grazie alla realizzazione di attivita’ sportive e di scambio culturale che coinvolgono 750 bambini e adolescenti di scuole primarie e secondarie, i loro maestri e i loro genitori. Questa iniziativa si inserisce in un programma piu’ ampio avallato dal governo etiope e co-finanziato dall’Aics (Agenzia Italiana Cooperazione allo Sviluppo). La campagna ’Running for Ethiopia’ e’ nata dal sostegno offerto a questo progetto dall’Acsi Italia Atletica e dalla Fondazione Mediolanum Onlus associato alla gara podistica Roma Appia Run in programma domenica 28 aprile 2019: Acsi Italia Atletica donera’ 3 euro per ogni iscrizione alla corsa e Fondazione Mediolanum Onlus, da anni impegnata a favore dell’infanzia in condizioni di disagio, raddoppiera’ i primi 20.000 euro raccolti per permettere a sempre piu’ ragazzi di avvicinarsi al mondo del lavoro. È possibile aderire alla campagna sia iscrivendosi alla corsa, sia contribuendo con una donazione sulla piattaforma Growish a favore del progetto. ISCRIZIONI: la quota d’iscrizione e’ fissata in 20 euro per la gara competitiva, e per quella non competitiva da km 13; 15 euro invece per la non competitiva km 4. Le iscrizioni, per le prove dei 13 km, potranno essere effettuate entro e non oltre giovedi’ 18 aprile. Per la prova di km 4 fino a sabato 27 aprile. È possibile iscriversi su www.appiarun.it, o su www.icron.it. Info e iscrizioni: info@appiarun.it; tel. 066990498-3495345663.


Roma. Giornata della Danza, i giovani dell’Accademia Nazionale al Municipio V

Luoghi e non luoghi, comunque spazi. E ciascuno a suo modo descrive un posto: il Municipio V. È in questi ambienti che lunedì 29 aprile l’Accademia Nazionale di Danza, l’Istituto di Alta Cultura che ha sede sul Colle Aventino, effettua varie performance dando vita a un evento che dura per tutta la giornata: azioni performative spettacoli, concerti, videovisioni. Gli studenti dei diversi corsi dell’Accademia fanno omaggio alla loro arte nel giorno della sua massima celebrazione: la Giornata Internazionale della Danza, promossa dall’International Dance Council dell’Unesco. Una ricorrenza che accomuna tutti i Paesi del mondo, istituita nel 1982 dal Comitato Internazionale della Danza. Tutte le iniziative sono a ingresso gratuito. Il programma: Metro C Teano: 12-14.30 L’incontro di Teano. Nell’atrio antistante i tornelli della stazione Metro C Teano, l’Accademia Nazionale di Danza incontra il territorio del Municipio rappresentato dalla Banda della Scuola Popolare di Musica di Villa Gordiani. Poi la performance: Aurora boreale, interpretata dagli studenti del triennio tecnico-compositivo della Scuola di Coreografia dell’Accademia. Metro C Malatesta: 12.15-14.30 La Banda della Scuola Popolare di Musica di Villa Gordiani, in arrivo dalla Metro Teano, suona nel piazzale all’esterno della stazione Malatesta. All’interno della stazione, presso la vetrata antistante la scalinata della piazza ipogea, si tengono le performance degli studenti del Master Cantiere Infinito in Tecniche dell’improvvisazione coreutico-musicale, a cura dell’Accademia Nazionale di Danza, Conservatorio di Santa Cecilia, Fondazione Maxxi, SIAE e Mibac. Casa della Cultura, via Casilina, 665: 16.30-18.30 Per i più piccoli: con i docenti del progetto EducANDo in danza, dedicato a collegare la prima educazione all’arte coreutica con le arti performative, nella sala con il camino si svolge una Favola in progress nell’ambito della quale i bambini impegnati nel progetto si relazionano con i bambini del pubblico. Nuovo Cinema Aquila, via L’Aquila, 68: 17 -20.30 Proiezioni di progetti di video danza selezionati per il Premio Roma 2018 , tra cui anche la pellicola storica Giuditta e Oloferne, restaurata in occasione del settantesimo anniversario dell’Istituto sull’Aventino, con protagonista la sua fondatrice, Jia Ruskaja. In mostra spartiti storici a cura della biblioteca dell’Accademia con performance di danza e musica dal vivo. Teatro biblioteca Quarticciolo, via Ostuni, 8 ore 21.00-22.30 Performance degli studenti delle quattro scuole dell’Accademia Nazionale di Danza.


Roma, stazione Termini: controlli Polizia Ferroviaria, 3 arresti

Un arresto e’ stato eseguito dagli agenti della Squadra di polizia giudiziaria del Compartimento Polizia Ferroviaria i quali, all’interno della stazione Roma Termini, intercettavano due stranieri conosciuti come borseggiatori che seguivano una coppia di turisti orientali. I due malfattori, approfittando del folto numero di persone presenti, hanno colto l’attimo propizio per mettere in atto il loro disegno criminoso e sottrarre dallo zaino di uno dei due turisti un telefono cellulare ed una carta di credito. La pattuglia della Polfer riusciva a bloccare uno dei due autori del furto che, trovato in possesso della refurtiva, veniva arrestato per furto aggravato e ricettazione. Efficace e’ risultata anche l’attivita’ posta in essere dai poliziotti della Sottosezione di Polizia Ferroviaria di Roma Tiburtina che, nel corso dei servizi di controllo nello scalo ferroviario, fermava un gruppo di quattro persone, due donne - una straniera ed una italiana - e due uomini stranieri. Dai controlli eseguiti e’ risultato che la donna straniera era appena evasa dagli arresti domiciliari e quindi veniva arrestata. Arrestata anche l’italiana, su cui pendeva un ordine di carcerazione emesso dall’Autorita’ giudiziaria di Napoli per reati inerenti lo spaccio di stupefacenti ed associata presso la casa circondariale di Rebibbia. Mentre i due uomini, che risultavano essere irregolari sul territorio nazionale, venivano condotti in Questura per i necessari approfondimenti sul loro status.


Roma, Commissariato Polizia Fidene-Serpentara primo in Italia per rilascio passaporti

Un ufficio quello di polizia amministrativa del commissariato Fidene Serpentara di Roma, di recente ristrutturato, sempre piu’ improntato a garantire un servizio vicino alle esigenze dei cittadini per i quali si cerca di rilasciare il documento di espatrio in tempi rapidi, e in alcuni casi anche a vista. Nell’anno 2018 sono stati emessi circa 10 mila passaporti e oltre mille dichiarazioni di accompagno. Per il numero di passaporti, 769, e di pratiche complessivamente trattate, nel mese di aprile, il commissariato Fidene Serpentara diretto da Giuseppe Rubino e’ risultato essere il primo commissariato su tutto il territorio nazionale.


Roma, cercano di rivendere alimenti e prodotti igiene rubati: 4 denunce

Vino, salmone affumicato, sgombro, aringhe, confezioni di cioccolato, caffe’, barattoli di miele, parmigiano e ancora deodoranti, colluttori, flaconi di shampoo, salami, olio ed aceto. Un vero discount di prodotti alimentari e non e’ stato trovato a Roma dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato Ponte Milvio impiegati nel consueto servizio di controllo del territorio all’interno di un bagagliaio di un’auto fermata per un controllo. I quattro occupanti del veicolo, due uomini e due donne, tutti originari della Romania, sono stati denunciati per il reato di ricettazione. Cosi’ in un comunicato la Questura di Roma.


Roma, rimossi 10 furgoni con rifiuti illeciti e materiali ferro

A seguito di diverse segnalazioni, il Comando generale della Polizia locale di Roma Capitale ha inviato in via del Trullo lunedì mattina alcune pattuglie del Gpit (Gruppo Pronto Intervento Traffico), coordinate dal vice Comandante Paolo Fedele, che unitamente ad agenti del Gruppo di zona, specializzati nei reti ambientali, hanno rimosso 10 furgoni carichi di materiali in ferro. I conducenti sono stati accompagnati presso il Comando generale per accertamenti. A loro carico si procedera’ per illecito trasporto di rifiuti, con ulteriori indagini sui proprietari dei mezzi e l’origine delle parti di elettrodomestici, lamiere e metalli ritrovati all’interno dei mezzi.


Roma, arrestato ladro seriale Monteverde. Denunciata complice

Dal mese di gennaio sino al mese di marzo, nella zona di Monteverde, a Roma, sono avvenute una serie di rapine ad opera di due giovani, di cui uno di sesso maschile e l’altro di sesso femminile. Gli obiettivi colpiti risultavano essere attivita’ commerciali di vario tipo, quali farmacie, supermercati e negozi di generi alimentari gestiti solitamente da cittadini stranieri. La particolarita’ e’ stata che tutti i negozi oggetto di rapina risultavano essere ubicati in un quadrante ristretto, compreso tra la circonvallazione Gianicolense e la via di Donna Olimpia. Il ricorrente modus operandi e le descrizioni sommarie fornite in sede di denuncia hanno confermato l’ipotesi investigativa degli agenti del commissariato Monteverde, diretto da Mariella Chiaramonte, che gli autori potessero essere sempre i medesimi, anche in considerazione del fatto che il mezzo utilizzato per la fuga risultava essere sempre uno scooter di colore grigio di una nota casa, della quale non e’ mai stata fornita la targa. L’attivita’ investigativa ha preso spunto dalla visione del filmato relativo alla rapina effettuata in danno della farmacia di via di Donna Olimpia, in cui l’autore viene ripreso dalle telecamere della video sorveglianza, durante le fasi della rapina, mentre aveva il volto parzialmente travisato da una calza da donna che in alcune inquadrature lascia intravedere le fattezze visive. Il soggetto in questione era stato oggetto di un controllo di Polizia, operato dagli stessi agenti del commissariato nei mesi precedenti, durante un servizio straordinario di controllo del territorio. Alla luce di quanto sopra, veniva effettuata una perquisizione nei confronti dello stesso che dava esito positivo, in quanto si rinvenivano alcuni capi di abbigliamento riconducibili ad alcune rapine. Le indagini condotte dal Gruppo reati gravi contro il patrimonio della Procura della Repubblica di Roma hanno permesso di trarre in arresto R.A., romano di 25 anni, a seguito dell’esecuzione di due ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dall’Ufficio gip della locale Procura, eseguite dagli agenti del commissariato Monteverde. Nel corso delle indagini esperite si identificava la complice nella sua compagna, che veniva deferita all’autorita’ giudiziaria per il concorso nelle rapine. La stessa, proprietaria del motociclo la cui marca e colore erano del tutto similari a quelle del mezzo segnalato all’atto delle rapine, a seguito della perquisizione esperita all’interno della propria abitazione, sita in zona San Paolo, risultava occultare altri capi di abbigliamento utilizzati dal compagno.