La cultura a Roma nelle Biblioteche e nei Municipi, appuntamenti d’agosto

Roma Capitale della cultura. La città, viva e attiva, raccoglie ogni giorno un fitto calendario di eventi culturali, incontri, mostre, e attività per bambini e adulti. Eccone alcuni per la settimana dal 29 luglio al 4 agosto nelle Biblioteche, nei Municipi, nei teatri, al Nuovo Cinema Aquila. Municipio I. Alla Biblioteca Casa della Memoria e della Storia, via di San Francesco di Sales 5, fino al 4 agosto la mostra fotografica Women di Emanuela Caso, un omaggio alle donne, ai loro diritti mai ampiamente conquistati, alle speranze, alle sofferenze e alle intime gioie che trapelano dai loro sguardi. Un reportage condotto attraverso diversi Paesi del mondo per raccontare l’universo femminile da Occidente a Oriente. Municipio II. Alla Biblioteca Tullio De Mauro, via Tiburtina 113 (entrata nel Parco), martedì 30 luglio dalle 9.30 alle 11.30 letture ad alta voce e laboratori a tema per bambini da 4 a 7 anni di Troppo opposti di Max Dalton (ed. Il Castoro). Municipio V. Alla Biblioteca Goffredo Mameli, via del Pigneto 22, lunedì 29 luglio alle 17 consueto appuntamento del Circolo dei lettori a cura di Anna Lisa Pulizzi, per approfondire le nostre e vostre esperienze di lettori! Durante l’incontro ci confronteremo sui titoli selezionati per il Premio Biblioteche di Roma. Info 0645460741/740 collinadellapace@bibliotechediroma.it. Alla Biblioteca Rugantino, via Rugantino 113, fino all’11 agosto la mostra fotografica I miei occhi di Claudio Sisto. Si tratta di scatti molto differenti tra loro, di opere in bianco e nero e a colori, caratterizzate da uno sguardo avido e attento alla realtà. Alla Biblioteca Casa dei Bimbi, in via Libero Leonardi 153, il lunedì ed il mercoledì dalle 11.30 alle 12.30 ospita le attività della Ludoteca Diffusa a cura di @cooperativasocialealbatros1985o.n.l.u.s. Prosegue il cinema all’aperto al Centro Anziani De Magistris, via De Magistris 21, con la 17° edizione di Alphaville d’estate – Mini Arena Pigneto 2019. Ogni sera alle 21 nel cortile del centro anziani proiezioni cinematografiche introdotte ogni sera da esperti del settore, lunedì 29 L’estate Di Kikujiro, T. Kitano, Jap; martedì 30 Dedicato ai due Jean...Gabin e Renoir! (1904-2019)-(1979-2019) French Can Can, J.Renoir, FR,1955’; mercoledì 31 La Conversazione di F.F. Coppola; giovedì 1 agosto Brivido Caldo di L.Kasdan; venerdì 2 agosto After Blade (Runner)! quando la video-arte e l’architettura di Roma si fanno short film, Spectrum di F. Caldarelli, introduzione e sonorizzazione live a cura e con F.Caldarelli e M. Colucci, a seguire Il Ventre dell’architetto di P. Greenaway, GB, 1987; sabato 3 agosto Lanterne Rosse di Z. Yimou, Cina/HK/RC 1991. Prosegue, inoltre, l’iniziativa Concerti nella Metro C dopo gli appuntamenti di giugno e luglio alle fermate Pigneto e Malatesta, arriva la musica in metro venerdì 2 alla fermata Teano alle 16.30 con musiche di Cole Porter, Charles Mingus e Antônio Carlos Jobim, Daniela Troilo alla voce e Fabio De Vincenti alla chitarra. Municipio X. Ancora nell’ambito del bando del Municipio Ostiad’amare, dopo il ciclo di eventi Le belle Sere al Chiostro di Palazzo del Governatorato, è in programma da lunedì 29 luglio a domenica 4 agosto una rassegna dedicata alla donna nell’arte e nella cultura Tratti Femminili a cura di Elisa Palchetti. In particolare, lunedì 29 alle 20.30 l’opera teatrale 10 Donne ispirato all’opera di Marcela Serrano, scrittrice cilena; martedì 30 alle 19.00 presentazioni letterarie femminili e mostra d’arte; mercoledì 31 alle 20.30 concerto di musica lirica (soprano, tenore, pianoforte); giovedì 1 agosto alle 19.30 l’incontro La Donna nell’Arte. Da Artemisia Gentileschi a Sophia Loren; venerdì 2 alle 19.00 presentazioni letterarie femminili e mostra d’arte; sabato 3 alle 20.30 concerto Donne in Musica (voce, chitarra e flauto traverso); domenica 4 alle 20.30 concerto Le Regine della Canzone tra Roma e Napoli (voce e fisarmonica). Venerdì 2 alle 22.00, in piazza Cesario Console, per grandi e piccini a cura di Scienza Divertente l’ultimo venerdì di Spettacolare, questa Scienza! con lo spettacolo Allunaggio. Inoltre, sabato 3 agosto dalle 19 alle 23 al Borgo di Ostia Antica per la serie Il Borgo in Scena è in programma un sabato musicale il cui fulcro sarà il concerto della band Ciao Rino dedicato al grande cantautore Rino Gaetano (sab 3 agosto, ore 19-23, Borgo di Ostia Antica). Ed ancora, l’isola pedonale di piazza Anco Marzio si animerà di colori ed artisti con la mostra all’aperto del Circolo Lorenzo Viani che festeggia quest’anno il 35° dalla fondazione, mentre mercoledì 31 alle 18 da Peppino a Mare, lungomare Vespucci 102, proseguono gli incontri letterari del mercoledì negli stabilimenti balneari a cura di Ostiaincontralautore.





Castel di Guido, prende a bastonate la compagna: arrestato

Prende a bastonate la compagna, arrestato

 

L’ha presa a bastonante, colpendola ripetutamente, fino a lasciarla esanime a terra. Con le poche forze rimaste la donna è riuscita a contattare il numero unico d’emergenza, chiedendo aiuto alla Polizia. Sul posto sono intervenuti immediatamente gli uomini del Reparto Volanti e quelli dei Commissariato Primavalle e Monte Mario. La donna è stata soccorsa e trasportata in ospedale dove, per le contusioni multiple riportate, gli è stato rilasciato un referto medico con 30 gironi di prognosi. Scattate le ricerche dell’uomo, lo stesso è stato rintracciato all’interno della baracca, scenario della lite, in via Castel di Guido. In forte stato di agitazione confermava ai poliziotti di aver litigato con la propria compagna e di averla presa a bastonate e a pugni. Appreso i fatti e rinvenuto il bastone utilizzato per picchiare la vittima, gli agenti hanno fermato l’uomo, portandolo in Ufficio. La donna, raggiunta in ospedale dagli investigatori del commissariato Aurelio, sporgeva denuncia dell’aggressione, riferendo anche di fatti analoghi passati, confermando che non era la prima volta che veniva così pesantemente picchiata dal compagno. Così, R.V. 50 anni, romeno, è stato tratto in arresto e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per rispondere dei reati maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.





Maltrattamenti in famiglia, finisce in manette un 38enne

 

Erano ormai anni che, C.V., sottoponeva la propria madre ad atti di violenza immotivata e reiterata, tanto da renderle la vita insostenibile. I suoi comportamenti aggressivi, dovuti probabilmente al continuo e prolungato abuso di sostanze stupefacenti, nell’ultimo periodo si erano aggravati. Risale a qualche giorno fa, infatti, l’ennesimo atto di violenza, ove dopo una banale lite il ragazzo ha afferrato la madre afferrato per il collo, percuotendola più volte. E nella mattinata di ieri, si è presentato nuovamente sotto casa della madre, che in preda alla paura non ha aperto la porta. Per niente scoraggiato il figlio ha continuato a suonare ripetutamente il campanello. La madre, esausta, ha contattato il numero di emergenza. Giunti sul posto, gli agenti del Reparto Volanti e del Commissariato Casilino Nuovo, hanno trovato l’uomo ancora attaccato al citofono, che in forte stato di agitazione gridava, proferendo ingiurie e minacce di morte nei confronti della madre. Bloccato dai poliziotti è stato arrestato per il reato di atti persecutori e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. La donna, che, impaurita, si era barricata in casa ha poi spiegato ai poliziotti che la difficile situazione va avanti da quando C.V. aveva 20 anni e che da poco era uscito dal carcere di Rebibbia per il reato maltrattamenti in famiglia.





Ama, sindacati: “Bene progetto rigenerazione Tmb Salario”

 

"È un’ottima notizia che il Tmb Salario diventi un polo di collaborazione tra Ama ed Enea, orientato alla sostenibilità e alla rigenerazione ecosostenibile: è nell’economia circolare e nella corretta gestione del rifiuto come risorsa che si può tracciare un futuro migliore per la nostra Capitale e per l’intero territorio". È quanto si legge in una nota di Natale di Cola, Marino Masucci e Massimo Cicco, segretari generali di Fp Cgil, Fit-Cisl e Fiadel di Roma e Lazio.

"È importante - proseguono - che un luogo ’simbolo’ delle recenti e prolungate criticità che ha attraversato Roma sotto il profilo dei rifiuti, quale il Tmb, diventi, al contrario, un punto di ripartenza per guardare avanti in modo lungimirante". "Abbiamo fatto e stiamo facendo tutto il possibile, anche con la recente istituzione della cabina di regia sui rifiuti - concludono i sindacalisti - per riportare Roma al decoro e alla normalità. Adesso non ci si deve fermare qui: è fondamentale e importante continuare a parlare di pianificazione, di impiantistica, di soluzioni strutturali e sostenibili che garantiscano la Città, i suoi abitanti e le oltre 7mila famiglie dei dipendenti Ama".

 





ArcelorMittal, revocato lo sciopero del 2 agosto al porto di Taranto

Fim, Fiom e Uilm di Taranto dopo aver ottenuto una rimodulazione della cassa integrazione al termine del confronto, con ArcelorMittal, hanno deciso di revocare lo sciopero di 24 ore indetto per il 2 agosto dei lavoratori degli impianti marittimi del terzo e quinto sporgente delle acciaierie tarantine. Lo sciopero era stato proclamato qualche giorno fa dopo che i sindacati avevano scoperto che su uno degli sporgenti portuali in dotazione alla fabbrica stava avvenendo il carico, a bordo di una nave, di semilavorati (coils) attraverso un’impresa esterna e lavoratori esterni, mentre i lavoratori adibiti a questo sporgente sono stati collocati in cassa integrazione. 

 





La Cgil ed i precari: "Dopo la procedura Ue vanno stabilizzati"

“La procedura d’infrazione della Commissione europea contro l’Italia per l’abuso di contratti a tempo determinato nelle pubbliche amministrazioni segnala l’esistenza di un problema che denunciamo da tempo: nel pubblico impiego il ricorso al lavoro precario è diventato strutturale. Occorre trovare tutte le soluzioni possibili per stabilizzare il personale con contratti a termine e per impedirne ogni forma di abuso”. Ad affermarlo la segretaria confederale della Cgil Tania Scacchetti.

“La presenza nel nostro Paese di 300 mila precari nei servizi pubblici non è più giustificabile e richiede - sottolinea - un impegno da parte del Governo volto a prorogare gli strumenti per stabilizzare il lavoro a termine contestualmente ad un piano straordinario di assunzioni a tempo indeterminato che consenta di qualificare e rafforzare il sistema”.

“Il disinteresse mostrato finora sulla questione - conclude - preoccupa notevolmente, mette in pericolo migliaia di posti di lavoro e rischia di avvalorare le basi su cui potrebbe essere avviata la procedura di infrazione”.

 





Domenica di terrore in California, 4 morti e 15 feriti in una sparatoria ad un concerto

 

E’ stata una domenica sera di terrore quella trascorsa a Gilroy, in California, dove almeno una persona ha aperto il fuoco contro la folla accorsa per partecipare a un festival della gastronomia. Secondo l’ultimo bilancio delle autorità locali, quattro persone sono morte, tra queste un bambino, e altre 15 sono rimaste ferite. Il capo della polizia di Gilroy, Scot Smithee, ha confermato che il sospetto pluriomicida “è stato ucciso” in uno scontro a fuoco con gli agenti, “intervenuti in meno di un minuto” dall’inizio dell’attacco.

Secondo quanto riportano i principali media statunitensi, le autorità di sicurezza sarebbero ancora alla ricerca di un secondo sospettato. Al momento però non è chiaro se anche questa persona abbia sparato sulla folla o fatto da spalla al killer. “Riteniamo che, in base alle dichiarazioni dei testimoni, ci sia stato un secondo individuo coinvolto in qualche modo”, ha dichiarato Smithee in conferenza stampa. “Non sappiamo in che modo”.La polizia è interventuta al Gilroy Garlic Festival alle 17:41, ora locale, ha detto Smithee. Più di una dozzina di ambulanze e unità dei vigili del fuoco sono state anche inviate al Parco in cui si svolgeva il festival, a circa 30 miglia a Sud di San Jose, secondo il San Francisco Chronicle.

La portavoce del Sistema sanitario e ospedaliero di Santa Clara Valley, Joy Alexiou, ha dichiarato alla NBC che almeno 11 persone con ferite da arma da fuoco sono state trasferite negli ospedali della zona per le cure del caso.Alcune di loro sono in condizioni critiche, ha detto Alexiou. Una testimone, Julissa Contreras, ha riferito ai giornalisti di avere visto l’uomo armato sparare con un fucile in grado di “esplodere da tre a quattro colpi al secondo”. “Lo vedevo sparare in tutte le direzioni. Non mirava a nessuno in modo specifico. Andava da sinistra a destra, da destra a sinistra. Era decisamente preparato per quello che stava facendo”, ha aggiunto.

Il presidente Donald Trump, prima dell’annuncio della morte del killer, aveva twittato: “Le forze dell’ordine sono sulla scena della sparatoria a Gilroy, in California. Secondo quanto riferito, il killer non è stato ancora arrestato. State attenti e al sicuro!” 

 





Il maltempo si sposta velocemente verso Sud, allerta della Protezione Civile in 5 Regioni

 

Il maltempo si sposta velocemente dal centro-nord del Paese verso il Sud. Venti forti o burrasca sono previsti in queste ore su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, con raffiche di burrasca forte sui crinali appenninici e possibili mareggiate lungo le coste. La Protezione civile ha diramato un allerta gialla per rischio temporali in Veneto, Umbria e su parte dell’Abruzzo, Basilicata e Calabria.

La perturbazione che sta attraversando il nostro Paese, continua a generare condizioni di maltempo, con precipitazioni, anche temporalesche, al centro-nord, in graduale attenuazione, e l’innesco di una forte ventilazione occidentale sulle regioni centro-meridionali. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile, d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, che estende ed integra quelli diramati nei giorni scorsi.

I fenomeni meteo, secondo quanto riporta un comunicato, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche.

L’avviso prevede dalla serata di domenica 28 luglio, venti forti o di burrasca dai quadranti occidentali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, con raffiche di burrasca forte sui crinali appenninici e possibili mareggiate lungo le coste.

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per la giornata di domani, lunedì 29 luglio, allerta gialla per rischio temporali in Veneto, Umbria e su parte dell’Abruzzo, Basilicata e Calabria.

Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.

 





M5S, parla Toninelli: “Andiamo avanti se la Lega fa le cose per bene”

“Abbiamo la fortuna di avere un contratto di governo che ci lega. Se la Lega è disposta a fare le cose per bene, con indipendenza, nonostante le differenze, penso che potremo andare avanti fino alla fine della legistaura”. Lo ha detto il ministro dei Trasporti e Infrastrutture, Danilo Toninelli, parlando a Radio Crc delle tensioni nel Governo.

 





Il ministro dell’Istruzione Bussetti annuncia un prossimo concorso per i soli precari della scuola

 

“Questa settimana presenteremo in Consiglio dei Ministri un pacchetto scuola. Siamo pronti. Lo schema di decreto legge è già stato inviato da giorni a Palazzo Chigi per l’ istruttoria preliminare e, salvo sorprese, sarà approvato in una delle prossime riunioni prima della pausa estiva. Dentro ci sono importanti misure per il precariato, per il trasporto scolastico, per garantire la continuità del corpo degli ispettori in attesa del nuovo concorso, per la sicurezza degli edifici scolastici e l’ antincendio. Quanto ai precari cosiddetti storici, il decreto prevede due misure: l’ avvio di percorsi abilitanti speciali ed il bando di un concorso riservato”. Lo spiega il ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, in un’intervista al “Messaggero”.

I percorsi abilitanti speciali, spiega il ministro, “saranno banditi entro il 2019 e si svolgeranno nelle università.

Consentiranno a chi ha già insegnato a lungo da precario di ottenere l’ abilitazione. Per la prima volta la partecipazione sarà estesa ai dottori di ricerca, quindi ai nostri giovani, alle nostre migliori menti, ma, soprattutto, come già detto, valorizzeremo l’ impegno di chi in questi anni ha garantito il funzionamento delle scuole statali e paritarie.

Saranno ammessi i docenti che hanno svolto almeno tre anni di servizio, anche non consecutivi, negli ultimi otto. Sia nelle scuole statali che paritarie. Saranno riconosciuti anche l’ insegnamento nei percorsi di formazione professionale e l’ attività di sostegno nella scuola dell’ obbligo”.

Il concorso straordinario, annunciato più volte, “verrà bandito entro la fine del 2019. Saranno effettuate circa 24 mila assunzioni, tra i docenti che abbiano almeno tre anni di servizio negli ultimi otto, nella cosiddetta terza fascia. Altre 24mila assunzioni saranno poi riservate ai laureati. Per un totale,di circa 48 mila posti per la scuola secondaria. Che si sommano ai 17 mila che bandiremo nei prossimi giorni, prima della pausa estiva, su infanzia e primaria. Stiamo aprendo una nuova stagione di concorsi. Ora dobbiamo assicurarci che si svolgano con cadenza regolare.

Altrimenti avremo sempre cattedre scoperte, soprattutto in alcune aree del paese”.

 





Papa Francesco: “La prostituzione è una malattia dell’umanità”

“Qualsiasi forma di prostituzione è una riduzione in schiavitù, un atto criminale, un vizio schifoso che confonde il fare l’ amore con lo sfogare i propri istinti torturando una donna inerme.È una ferita alla coscienza collettiva, una deviazione all’ immaginario corrente. È patologica la mentalità per cui una donna vada sfruttata come se fosse una merce da usare e poi gettare. È una malattia dell’ umanità, un modo sbagliato di pensare della società”.

Questo testo è la prefazione che Papa Francesco ha scritto al libro “Donne crocifisse. La vergogna della tratta raccontata dalla strada” (Rubbettino) di don Aldo Buonaiuto, sacerdote della Comunità Papa Giovanni XXIII. Nel testo inedito, anticipato oggi da “Repubblica”, Papa chiede di “liberare queste povere schiave è un gesto di misericordia e un dovere per tutti gli uomini di buona volontà. Il loro grido di dolore non può lasciare indifferenti né i singoli individui né le istituzioni.

Nessuno deve voltarsi dall’ altra parte o lavarsi le mani del sangue innocente che viene versato sulle strade del mondo”.

 





Autostrade, oltre al bollino nero, il 4 e 5 agosto anche lo sciopero dei dipendenti

 

Si profila un esodo da incubo per gli automobilisti italiani che partiranno per le vacanze in questo week end. I sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl Trasporti impegnati nella trattativa per il rinnovo del contratto di lavoro hanno proclamato 4 ore di sciopero a singhiozzo "i prossimi 4 e 5 agosto". Nel dettaglio i turni saranno: "Dalle 10 alle 14, dalle 18 alle 22 di domenica 4 e dalle 22 di domenica 4 alle 2 di lunedì 5". Si fermeranno gli addetti ai caselli e i turnisti non sottoposti alla 146.

 





Industria, frenata dei prezzi alla produzione

I prezzi alla produzione dell’industria a giugno scendono dello 0,3% su base mensile, mentre salgono dello 0,9% annuo (in frenata rispetto a maggio (+1,5%). E’ il dato tendenziale più basso da dicembre 2016. Lo rileva l’Istat. Per le costruzioni, i prezzi alla produzione salgono dello 0,1% congiunturale mentre calano dello 0,4% annuale. L’Istat spiega quindi come a giugno la diminuzione dei prezzi dell’energia continui a "influenzare il rallentamento della crescita tendenziale dei prezzi alla produzione dell’industria". Ma ecco come riporta la notizia l’Istat: A giugno 2019 si stima una diminuzione congiunturale dell’indice dei prezzi alla produzione dell’industria dello 0,3%, mentre, su base annua, si stima una crescita pari a +0,9%.

Sul mercato interno i prezzi alla produzione dell’industria diminuiscono dello 0,5% rispetto a maggio e aumentano dell’1,1% su base annua. Al netto del comparto energetico, la variazione congiunturale è nulla e si registra un incremento tendenziale pari a +0,6%. 

Sul mercato estero i prezzi alla produzione dell’industria rimangono invariati rispetto a maggio, risultato di un decremento dello 0,1% per l’area euro e di un aumento dello 0,1% per l’ area non euro. Su base annua si registra un aumento dello 0,2% (+0,3% area euro, +0,2% area non euro).

Nel trimestre aprile-giugno 2019 si stima una flessione congiunturale dei prezzi alla produzione dell’industria (-1,1%). Dall’inizio del 2019 si rileva una crescita tendenziale del 2,4%; la dinamica dei prezzi è più sostenuta sul mercato interno (+2,9%) rispetto a quello estero (+0,6%). 

Nel mese di giugno 2019, per il mercato interno le variazioni tendenziali positive più significative si registrano nei settori dei prodotti farmaceutici (+2,2%), dei mezzi di trasporto (+2,0%) e in quello del settore delle industrie tessili (+1,5%). Per il mercato estero, area euro, si segnalano variazioni tendenziali positive nei settori dei prodotti chimici (+1,3%) e dei macchinari e attrezzature (+1,1%) mentre, per l’area non euro, nei settori alimentare e delle industrie tessili (entrambi +1,6%) e dell’industria del legno della carta e stampa (+,1,5%). Per quanto riguarda i prodotti petroliferi raffinati, si rilevano variazioni negative su base annua sia per il mercato interno (-5,2%) sia per il mercato estero (area euro -4,9%, area non euro -10,2%).

A giugno si stima che i prezzi alla produzione delle costruzioni crescano dello 0,1% in termini congiunturali. Su base annua, invece, si registra una flessione dello 0,4%.





Tav, Di Maio: "A Lega serviranno voti PD per realizzarlo"

"Sulla Tav in Parlamento se la Lega va avanti ad armi pari, senza usare i voti del Pd ha meno voti di noi. Se invece usa i voti del Pd potrà vincere, ma usare i voti del Pd per fare un favore a Macron è una cosa che dovranno spiegare agli elettori". Lo ha detto il vicepremier Di Maio a Napoli, da dove andrà poi a Somma Vesuviana per partecipare ai funerali di Mario Cerciello Rega. Sugli assassini del militare ha detto: basta con le polemiche sulla foto, spero scontino l’ergastolo. Poi Toninelli: Il Tav è "una bidonata con costi enormemente superiori ai benefici" e "M5s è sempre stato, fin dalla nascita, contrario all’opera" mentre "ricordo i sindaci leghisti contro, e anche Salvini no Tav: lui dovrebbe spiegare in base a quali elementi ha cambiato idea". Queste le arole di Toninelli parlando a Radio Crc e spiegando che "grazie al lavoro svolto abbiamo fatto capire anche alla commissione Ue che non è conveniente per l’Italia e, cosa hanno fatto, hanno promesso molti più soldi". 





Carabiniere ucciso, Conte: "Bendare un indagato è reato"

"Non c’è nessun dubbio che la vittima di questa tragedia sia il nostro Mario" e "l’Arma ha fatto bene a individuare il responsabile di questo improprio trattamento e a disporre il suo immediato trasferimento". Così il premier Conte commenta la foto dell’indagato per l’omicidio del carabiniere Cerciello, bendato. "Riservare quel trattamento a una persona privata della libertà non risponde ai nostri principi giuridici, anzi, configura gli estremi di un reato", ha detto Conte che ha censurato la "diffusione della foto"





Carabiniere ucciso, i due americani avevano già pianificato la fuga

 

ell’ordinanza di custodia cautelare disposta dal Gip di Roma si legge anche la testimonianza del commilitone di Mario Cerciello Rega: "Prima di accasciarsi ha detto: ’mi hanno accoltellato’- ricorda Andrea Varriale- loro fuggivano e Mario perdeva molto sangue’". Nella ricostruzione citata dal Gip, Cerciello e Varriale si qualificano ai due giovani Usa e vengono subito attaccati. "Pacifico" che a uccidere sia Elder Lee e "incompatibile" la legittima difesa. I 2 non hanno capito la gravità dei fatti e la mattina dopo sarebbero ripartiti.  Poi l’arma del delitto, un “coltello a lama fissa lunga 18 centimetri tipo ‘Trenknife’ Kabar Camillus con lama brunita modello marines con impugnatura di anelli di cuoio ingrassato e pomolo in metallo brunito”.

“Nessuno dei due indagati ha dimostrato di aver compreso la gravità delle conseguenze delle proprie condotte, mostrando un’immaturità eccessiva anche rispetto alla giovane età e al grado di violenza che connota le condotte di entrambi” ha scritto ancora il giudice in un passo dell’ordinanza. “Non deve dimenticarsi che i due erano alla ricerca di sostanze stupefacenti nel corso della serata e che entrambi avevano bevuto alcol. Queste circostanze – continua e spiega il giudice – valutate insieme alle condotte “testimoniano la totale assenza di autocontrollo e capacità critica dei due coindagati, e di conseguenza rendono evidente la loro elevata pericolosità sociale”.





In migliaia ai funerali del Vicebrigadiere, Mario Cerciello Rega. Il Comandante dei Carabinieri: “Evitiamo la dodicesima coltellata”

Erano in migliaia ai funerali del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, assassinato a Roma con 11 coltellate da un cittadino americano. Le esequie si sono celebrate nella stessa Chiesa di Santa Croce dove un mese e mezzo fa aveva sposato la fidanzata Rosa Maria. Sulla bara, la foto del matrimonio e una maglia del Napoli, di cui Mario era appassionato tifoso. Ha presieduto la concelebrazione l’arcivescovo Santo Marcianò, Ordinario militare per l’Italia. Il feretro è entrato in chiesa salutato da un lungo applauso, portato a spalla da 6 carabinieri, scortati da 4 colleghi in alta uniforme.  Lo Stato ha fatto sentire la sua vicinanza con i due vicepremier, Di Maio e Salvini, i ministri Trenta e Costa, il presidente della Camera Fico, il vicepresidente del Senato La Russa. Con loro il sindaco di Roma, dove Rega prestava servizio, Virginia Raggi, e di Somma Vesuviana, città natale di Rega, Salvatore Di Sarno.

Rosa Maria, la vedova, ha letto tra le lacrime un testo su questo tema, un post che circola da anni su Facebook tra mogli e fidanzate dei militari. Subito dopo l’Ordinario militare Santo Marcianò ha concluso il rito funebre, ricordando come oggi "l’Italia intera sia in lutto". Il feretro è stato portato a spalla fuori della chiesa, tra gli applausi. Poi, a conclusione del rito, ha preso la parola il Comandante generale dell’Arma, Nistri, che commosso ha voluto essere vicino alla famiglia e contemporaneamente far uscire l’umore dell’Arma: “Giusti i dibattiti ma oggi teniamoli fuori. Evitiamo la dodicesima coltellata. Mario è morto per tutelare i diritti di tutti, anche di una persona arrestata: insieme con lui chiediamo rispetto per tutti gli altri carabinieri che fanno il suo stesso lavoro". La cerimonia funebre è stata scandita anche dalle parole dell’Ordinario militare d’Italia mons. Santo Marcianò: "Fate anche voi, responsabili della cosa pubblica, della vita degli altri il senso della vostra vita, consapevoli che quanto operate o non operate è rivolto a uomini concreti: a cittadini e stranieri, a uomini e donne delle Forze Armate e Forze dell’Ordine, ai quali non possiamo non rinnovare il grazie e l’incoraggiamento della Chiesa e della gente. E se voi e tutti noi sapremo meglio imparare, da uomini come Mario, il senso dello Stato e del bene comune, l’Italia risorgerà. Quanto è accaduto è ingiusto e ci spinge, oggi, a levare un grido che si unisce alla tante e diverse voci che in questi giorni hanno formato un unico coro, testimoniando la straordinarietà dell’uomo e del carabiniere Mario, ma anche chiedendo giustizia e che eventi come questo non accadano più. Basta! Basta piangere servitori dello Stato, figli di una Nazione che sembra aver smarrito quei valori per i quali essi arrivano a immolare la vita".





Flash mob degli attivisti della Lav: "Le botticelle vanno abolite"

Roma, flash-mob animalista nel centro di Roma. LAV: "Le botticelle vanno abolite"

 

Stamane alle ore 11:00 si è svolto un “flash-mob” animalista nella centralissima Piazza San Silvestro, organizzato dalla sede LAV di Roma, cui hanno anche partecipato attivisti dell’associazione Animalisti Italiani. Circa quindici manifestanti, che indossavano magliette e maschere di cavallo, si sono sdraiati a terra attorno a un grande striscione bianco caratterizzato da macchie rosso-sangue, che esibiva la scritta “Romani e Cavalli vogliono STOP Botticelle!”. La sede LAV di Roma ha organizzato l’evento per richiamare l’attenzione della cittadinanza sulle dure condizioni di vita dei cavalli delle carrozze romane e sulla necessità di abolire questo tipo di servizio di trasporto “barbaro e anacronistico”. LAV critica l’ordinanza della sindaca di Roma, Virginia Raggi, del 22 luglio scorso, che individua fasce di garanzia a tutela dell’attività degli ormai solo 27 vetturini romani, anche in presenza di temperature molto elevate. Secondo LAV l’ultima ordinanza sindacale risulta peggiorativa, in termini di tutela dei diritti degli animali, rispetto alla precedente che disponeva la sospensione del servizio in presenza di temperature sopra i 30 gradi. LAV ricorda che nei giorni scorsi, in Commissione Trasporti della Camera dei Deputati, è stato redatto un nuovo testo di riforma del Codice della Strada, che ha ottenuto il primo dei quattro sì necessari, e che prevede la limitazione delle carrozzelle con cavalli nei parchi urbani. Questo testo, secondo LAV, testimonia la cattiva volontà della classe politica che pure, in parte non irrilevante, si era impegnata a fare molto di più e di meglio che un semplice spostamento. “Negli anni abbiamo assistito a scene strazianti, abbiamo visto cavalli delle botticelle stramazzare al suolo vittime di fatica e incidenti stradali, li abbiamo visti perfino morire. La prospettata limitazione del servizio nei parchi, sostenuta da due anni a questa parte dalla sindaca Raggi e che oggi rischia di essere approvata dal Parlamento, contraddice gli impegni elettorali e non ci soddisfa - dichiara David Nicoli, responsabile della sede LAV di Roma - La semplice rimozione delle botticelle dalla vetrina del centro città sembra ispirata alla logica dell’“occhio non vede, cuore non duole”: in parte nasconde il problema, ma in pratica i cavalli rimangono attaccati alle carrozze. Mentre qui parliamo di una questione di principio, di una questione civiltà. Le botticelle vanno abolite perché dobbiamo rendere giustizia ai cavalli romani, esseri senzienti e sensibili, privati della libertà e costretti a vivere una vita da forzati, incompatibile con le caratteristiche e i bisogni della loro specie”.





Sbarca a Torvaianica il Festival dello Street Food

 

Torvaianica capitale dello Street Food dall’8 all’11 di Agosto. La coloratissima carovana Typical Truck Street Food, in attesa di alzare il sipario sull’evento più colorato, gustoso e divertente dell’estate 2019, ha svelato il menù del Festival Street Food di Torvaianica. Piazza Ungheria verrà animata per 4 giorni da caratteristiche cucine su ruote che trasformeranno Torvaianica nella capitale del cibo da strada. La meravigliosa piazza di Torvaianica posizionata sul mare laziale ospiterà 20 selezionatissimi Street Chef che a bordo delle loro ApeCar e Truck daranno vita ad un evento imperdibile. Proporranno le migliori ricette gourmet preparate al momento per una quattro giorni all’insegna del sano divertimento. La Typical Truck Street Food, con il patrocinio del Comune di Pomezia, sta preparando il festival nei minimi dettagli. La quattro giorni dedicata al cibo ed al divertimento “da strada” è studiata per tutta la famiglia: cucine on the road, musica, relax, spettacoli ed attività per i più piccoli trasformeranno Torvaianica in un villaggio divertentissimo. MENU’: Arrosticini e patate a spirale (Ape Magna), Panino con scottona sfilacciata (AO!), Arrosticini di pecora (Bizzi), Tiramisù espresso (Cookie Jam), Hamburger e Hot-dog gourmet (Food Family), Hamburger di chianina (Griddled), Panino con polpo arrosto (L’Apulia), Cartoccio di salumi da passeggio (L’Ulivarella), Panini gourmet, con carne di bufala, verdure e burratina (La Gallina al volante), Paella valenciana e sangria (La Rueda), Birra artigianale cruda tedesca (Landshuter Brauhaus), Cuzzetiello e pizza fritta (Napul’è), Cucina tipica siciliana (Bontà siciliane), Olive e cremini ascolani (Oliva Time), Suppli e arancine in vari gusti (Ohanna), Cuoppo di pesce fritto (Sfizio Capitale), Puccia Pontina (Streatbacco) e Panuozzo di Gragnano con salumi (Panù).




Antonio Canova, una mostra evento a Roma per celebrare il genio

Sarà visitabile dal 9 ottobre 2019 al 15 marzo 2020, al Museo di Roma (Palazzo Braschi), la mostra Canova. Eterna bellezza: una “mostra-evento”, sottolinea Zètema in una nota, “dedicata al legame di Canova con la città di Roma che, fra Settecento e Ottocento, fu la fucina del suo genio e un’inesauribile fonte di ispirazione”. Un allestimento fortemente scenografico per incorniciare oltre 170 opere di Canova e artisti a lui coevi. “In uno spettacolare gioco di luci e ombre”, spiega Zètema, “tra eleganti movenze e apparizioni di mitiche divinità, l’esposizione capitolina racconterà in 13 sezioni l’arte canoviana e il contesto che lo scultore trovò giungendo nell’Urbe nel 1779. Attraverso ricercate soluzioni illuminotecniche, lungo il percorso espositivo sarà rievocata la calda atmosfera a lume di torcia con cui l’artista, a fine Settecento, accoglieva i suoi ospiti nell’atelier di via delle Colonnette”. In mostra ci saranno anche importanti prestiti da musei e collezioni: dall’Ermitage di San Pietroburgo, dalla Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno, dal Museo Correr di Venezia, dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli, dal Musée des Augustins di Toulouse solo per citarne alcuni. La mostra sarà promossa e prodotta da Roma Capitale (Assessorato alla Crescita Culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali) e da Arthemisia, curata da Giuseppe Pavanello e organizzata con Zètema Progetto Cultura. In collaborazione con l’Accademia Nazionale di San Luca e con Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno.





Campidoglio, Scuola: progetti 2019-’20. Ecco la mappa

Conclusa la fase di raccolta e selezione, i settori competenti dell’Amministrazione Capitolina (Assessorato Persona-Scuola-Comunità solidale, XI Commissione Capitolina Scuola, Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici) hanno redatto la mappa dei progetti per l’anno scolastico 2019-2020. La nuova mappa sarà diffusa in tutte le scuole e messa a disposizione degli insegnanti. Istituzioni, associazioni, enti e altre realtà erano state invitate, con avviso pubblicato a fine maggio, ad inviare entro il 5 giugno una o più proposte didattico-formative per integrare l’attività delle scuole. Destinatari, gli studenti di ogni ordine e grado con famiglie e docenti. Già nel 2018-’19 si è registrato un aumento delle proposte (78 nelle aree tematiche Diritti, Ambiente, Arte e Cultura, Intercultura, Stili di Vita, Storia e Memoria) e la partecipazione di oltre 61mila studenti (contro i 48mila dell’anno precedente). Con le proposte emerse dal nuovo bando nel prossimo anno scolastico ci sarà più spazio per i temi scientifici. Tra le nuove aree tematiche si segnala Roma la mia città. I ragazzi potranno approfondire temi e formazione individuale attraverso laboratori e altre forme di apprendimento esperienziale. “Lo scopo”, sottolinea l’assessora Laura Baldassarre (Persona, Scuola e Comunità Solidale), “è ‘aprire’ la scuola, renderla parte integrante della vita della comunità intera. I ragazzi avranno la possibilità di esprimere le loro potenzialità, creare, condividere, confrontarsi, essere coinvolti in una città che vogliamo sempre più inclusiva e partecipativa”.





Giovane turista francese di 19 anni precipita da un muraglione del Lungotevere e perde la vita

Un turista di 19 anni è morto dopo essere precipitato da Lungotevere dei Tebaldi, tra Ponte Sisto e Ponte Mazzini, nel pieno centro di Roma. Il giovane ha fatto un volo di 15 metri ed è finito sulla banchina sottostante del Tevere. Al momento si ipotizza un incidente, forse una bravata. Il ragazzo che si è schiantato era in compagnia di due amici. Sul posto i Carabinieri della stazione Quirinale.





Sangue e donazioni, tre Regioni (Abruzzo, Lazio e Campania) a secco

 

È emergenza sangue in molte regioni italiane. I Comitati regionali della Croce Rossa Italiana di Abruzzo, Lazio e Campania riscontrano una grave carenza di scorte. Il Centro Nazionale Sangue ha segnalato richieste per 235 sacche di sangue, a fronte di una disponibilità per la compensazione interregionale di appena 60. Complice l’imminente inizio delle ferie e l’ondata di calore, con l’avvicinarsi di agosto iniziano le segnalazioni di carenze di sangue in diverse regioni. Per far fronte alla situazione si sono attivate anche le associazioni del territorio, che stanno invitando i propri iscritti a recarsi a donare. Anche la Croce Rossa rivolge un appello ai donatori abituali e potenziali affinché contribuiscano ad incrementare le scorte di sangue. Tutte le informazioni su come fare e per fugare eventuali dubbi, sono sul nuovo portale realizzato con il Ministero della Salute all’indirizzo www.donailsangue.salute.gov.it. Ricordiamo che per donare è necessario avere un’età compresa tra i 18 ed i 65 anni, peso maggiore di 50 kg e non aver assunto farmaci antinfiammatori negli ultimi 5 giorni, antibiotici ed antistaminici negli ultimi 15 giorni. Si può donare anche dopo aver fatto una colazione leggera un’ora prima del prelievo. “I pazienti purtroppo non vanno in vacanza - sottolinea il portavoce del Civis, il coordinamento delle Associazioni e Federazioni nazionali dei donatori di sangue nonché Referente Nazionale della Croce Rossa Paolo Monorchio – I cittadini sanno rispondere consapevolmente e responsabilmente agli appelli, tuttavia è importante comprendere che la vera sfida del sistema è assicurare quotidianamente e in ogni periodo dell’anno le disponibilità di sangue ed emocomponenti che garantiscono gli oltre ottomila eventi trasfusionali ogni giorno effettuati nel Paese”.





Pace fiscale, c’è tempo fino al 31 luglio

 

C’è tempo fino a mercoledì prossimo per aderire alla pace fiscale. Il 31 luglio è infatti l’ultimo giorno utile per presentare la domanda di "rottamazione" delle cartelle o di "saldo e stralcio", i due provvedimenti che consentono di pagare l’importo delle somme dovute in forma agevolata. La riapertura dei termini fino al 31 luglio riguarda i debiti che non sono già stati ricompresi nelle istanze trasmesse entro il 30 aprile 2019. Si va verso i 2 milioni di richieste (1,7 mln quelle della precedente scadenza).





Nave Gregoretti, autorizzato lo sbarco di 16 minorenni

Via libera allo sbarco dalla nave Gregoretti di 16 migranti che si sono dichiarati minorenni (tutti tra i 15 e i 17 anni). La nave della Guardia Costiera, con a bordo 131 migranti, è ora bloccata al molo Nato del porto di Augusta. Il Viminale nei giorni scorsi ha vietato lo sbarco fino a quando la Ue non preveda il ricollocamento dei migranti. Intanto un portavoce del ministero degli Interni tedesco fa sapere che il governo di Berlino ha già dato all’Ue "la sua disponibilità" a prenderne una parte.





La morte del carabiniere Mario Cerciello Rega non diventi un alibi per nessuno per favore!

Sono stati per tutti noi attimi di commozione profonda quelli vissuti oggi davanti alla televisione per i funerali in diretta su Rai Uno del carabiniere ucciso ieri l’altro a Roma da due giovani americani, a quanto pare strafatti di droga e di alcol. Straordinariamente coraggioso il discorso del Comandante Generale dell’Arma Giovanni Nistri il quale anche in questa occasione di immenso dolore generale trova le parole giuste per assicurare al Paese che “giustizia verrà fatta anche all’interno dell’Arma”. Insomma, chi ha sbagliato pagherà cara questa sua leggerezza, se non altro per aver scattato una foto inopportuna ad uno dei due ragazzi americani con tanto di benda attorno agli occhi, mentre magari stava per essere interrogato. Un gesto gravissimo, che lederebbe la privacy di chiunque, e che ora rischia di mandare in frantumo un’inchiesta praticamente già chiusa e definita. Che errore diffondere poi questa foto a qualche amico o peggio ancora a qualche compagno di corso, e che poi naturalmente è finita nel grande circolo mediatico dell’etere. Ma come si fa a non saperlo? Come si fa a immaginare che sull’onda di una emozione generale così grande una foto di questo tipo rimarrebbe nel chiuso del proprio cellulare. Alla fine, qualcuno la manderà ad altri suoi amici, che a loro volto la manderanno ai loro altri amici, e la catena non si interromperà mai più. Foto destinate a restare ormai nella storia dell’era digitale. Ma la cosa più importante l’ha ripetuta questa mattina ai funerali lo stesso Comandante Generale dell’Arma Giovanni Nistri: questo errore di non poco conto non distragga il Paese dalla notizia vera di questa tragedia. E la notizia vera oggi è che il vicebrigadiere Mario Cerciello Rega è morto per adempiere al suo dovere. La verità è che ancora una volta un giovane carabiniere si è immolato sull’altare della Patria, nel caso il Paese avesse ancora bisogno di nuovi eroi. La verità è anche un’altra, che il giovane carabiniere è stato ucciso come un cane, colpito per ben undici volte da un coltello a lama lunga, di fattura militare, e da una violenza inaudita, e da oggi a casa una moglie inconsolabile e una famiglia completamente sola. Una morte inutile, una morte senza senso, una morte avvolta ancora da mille perché: perché i due militari non hanno sparato? Perché il secondo carabiniere, Andrea Varriale, di fronte all’aggressione del suo amico non si è difeso? Perché questi giovani carabinieri sono stati così attenti a non disturbare nessuno nel cuore della notte romana, e tutto questo mentre una violenza omicida seminava uno di loro esanime per terra? Generale Nistri, forse una riflessione va fatta: questi ragazzi forse si sono allenati troppo poco con la pistola d’ordinanza, e forse non hanno mai preso confidenza con le armi. Se da una parte tutto questo può apparire positivo, dall’altra invece è deleterio e pericoloso per tutti. La nostra speranza oggi è una sola, e noi come giornale ci batteremo fino in fondo perché alla fine giustizia venga fatta. C’è chi dice che ai due americani vada comminata la pena massima, e cioè l’ergastolo. Ma attenzione, è sempre meglio della pena di morte che in America li avrebbe già condannati a morire soffocati dal gas, se non altro per avere ucciso un militare servitore dello Stato. Nessuno si faccia impietosire da questa foto maldestra del ragazzo con gli occhi coperti da una sciarpa, perché dietro quella sciarpa si nasconde un gesto di violenza inaudita ingiustificabile e imperdonabile.