Buoni libro, nella Capitale domande a partire dal 19 agosto

Il Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici ha pubblicato l’avviso sulla distribuzione dei Buoni Libro per la gratuità totale o parziale dei libri di testo.

 

L’iniziativa è rivolta agli alunni e studenti delle scuole secondarie di I e II grado statali e private paritarie, residenti nel territorio di Roma Capitale e appartenenti a nuclei familiari con indicatore ISEE non superiore ad euro 10.632,94.       

 

La domanda per il rilascio dei Buoni si può inoltrare online dal prossimo 19 agosto fino al 30 novembre 2019.

Il buono potrà essere utilizzato, entro e non oltre II 20 dicembre 2019 per l’acquisto di libri di testo presso le librerie convenzionate con Roma Capitale.




Fine settimana ricco di grandi appuntamenti nella Capitale

Tanti gli appuntamenti, le mostre, gli eventi del weekend di Ferragosto nella Capitale. Le manifestazioni, promosse dall’Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, vanno dalle esperienze immersive del Circo Massimo Fori e Ara Pacis, alle mostre nei Musei Civici, ai percorsi nelle aree archeologiche, dalle attività per bambini e famiglie al Museo Civico di Zoologia alle iniziative alla Casa del Cinema. Inoltre, proseguono numerosi gli appuntamenti del programma dell’Estate Romana 2019.

 

Con il nuovo ticket FORUM PASS. Alla scoperta dei Fori si può accedere al percorso unificato dell’area archeologica Foro Romano-Palatino e Fori Imperiali, realizzato grazie all’intesa siglata dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni culturali e dal Parco archeologico del Colosseo per conto di Roma Capitale e MIBAC. Sono in tutto cinque gli ingressi dai quali si può accedere: quattro del Parco Archeologico del Colosseo (largo Corrado Ricci, via Sacra in prossimità dell’arco di Tito, via di San Gregorio, via del Tulliano di fronte al carcere Mamertino) e uno della Sovrintendenza Capitolina (piazza della Madonna di Loreto, vicino alla Colonna Traiana). L’orario di apertura al pubblico va dalle 8.30 alle 19.15 (ultimo ingresso 18.15). Per informazioni www.sovraintendenzaroma.it.

 

Proseguono con successo le esperienze immersive e multimediali al Circo Massimo, ai Fori (di Augusto e di Cesare) e all’Ara Pacis. 

Tutte le sere dalle 20.45 alle 23.30 (ultimo ingresso alle 22.30), è possibile ammirare L’Ara com’era attraverso un progetto multimediale che utilizza particolari visori in cui elementi virtuali ed elementi reali si fondono al Museo dell’Ara Pacis. I visitatori sono trasportati in una visita immersiva e multisensoriale all’altare voluto da Augusto per celebrare la pace da lui imposta in uno dei più vasti imperi mai esistiti. L’esperienza, tra riprese cinematografiche dal vivo, ricostruzioni in 3D e computer grafica, realtà virtuale e aumentata, della durata di circa 45 minuti, è disponibile in 5 lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo e tedesco. I visori non sono utilizzabili al di sotto dei 13 anni. Info su www.arapacis.it.

 

Aperti tutte le sere anche i due spettacoli multimediali del progetto Viaggi nell’antica Roma, che racconta e fa rivivere la storia del Foro di Cesare e del Foro di Augusto. Grazie ad appositi sistemi audio con cuffie e accompagnati dalla voce di Piero Angela e dalla visione di filmati e proiezioni che ricostruiscono i due luoghi così come si presentavano nell’antica Roma, gli spettatori possono godere di una rappresentazione emozionante e allo stesso tempo ricca di informazioni dal grande rigore storico e scientifico. I due spettacoli possono essere ascoltati in 8 lingue (italiano, inglese, francese, russo, spagnolo, tedesco, cinese e giapponese). Le modalità di fruizione sono differenti. Per il Foro di Augusto sono previste tre repliche ogni sera (durata 40 minuti) e gli spettatori assistono seduti su tribune allestite su Via Alessandrina, mentre per il Foro di Cesare lo spettacolo è itinerante ed è possibile accedere ogni 20 minuti (lo spettacolo dura circa 50 minuti) dalla scala situata accanto alla Colonna Traiana.

Per informazioni www.viaggioneifori.it.

 

Con il nuovo progetto, in realtà aumentata e virtuale, Circo Maximo Experience, il pubblico potrà vedere per la prima volta il Circo Massimo, il più grande edificio per lo spettacolo dell’antichità e uno dei più grandi di tutti i tempi, in tutte le sue fasi storiche: dalla semplice e prima costruzione in legno ai fasti dell’età imperiale, dal medioevo fino alla seconda guerra mondiale. Basterà indossare gli appositi visori e seguire le varie tappe del percorso itinerante. Si tratta di un progetto all’avanguardia che implementa tecnologie interattive di visualizzazione mai realizzate prima in un’area all’aperto di così ampie dimensioni. L’esperienza è fruibile dal martedì alla domenica 9.30-19.00, con ingresso da viale Aventino, e dura circa 40 minuti. Per informazioni www.circomaximoexperience.it.

 

Oltre al grande patrimonio di collezioni permanenti, nei Musei Civici della Capitale sono sempre numerose, varie e interessanti le mostre da visitare durante il weekend di Ferragosto.

Luca Signorelli e Roma. Oblio e riscoperte è la splendida esposizione ai Musei Capitolini, nelle sale espositive di Palazzo Caffarelli, omaggio a uno dei più grandi protagonisti del Rinascimento italiano con una selezione di opere di grande prestigio provenienti da collezioni italiane e straniere. Nelle sale al piano terra di Palazzo dei Conservatori continua L’Arte Ritrovata, un mosaico di testimonianze archeologiche e storico artistiche, dall’VIII secolo a.C. all’età moderna, altamente simbolico e rappresentativo della pluridecennale azione di salvaguardia operata dall’Arma dei Carabinieri.

 

Al Museo dell’Ara PacisClaudio Imperatore. Messalina, Agrippina e le ombre di una dinastia conduce alla scoperta di vita e regno del discusso imperatore romano, dalla nascita a Lione nel 10 a.C. fino alla morte a Roma nel 54 d.C., mettendone in luce la personalità, l’operato politico e amministrativo, il legame con la figura di Augusto e con il celebre fratello Germanico, il tragico rapporto con le mogli Messalina e Agrippina, sullo sfondo della corte imperiale romana e delle controverse vicende della dinastia giulio-claudia.

 

Al Museo di Roma due le mostre in corso: Roma nella camera oscura. Fotografie della città dall’ottocento a oggi che celebra i 180 anni della nascita ufficiale della fotografia illustrando il volto di Roma nel corso delle diverse epoche, dai lavori sperimentali dei primi fotografi fino alle immagini di alcuni dei più grandi fotografi del nostro tempo; Fotografi a Roma. Commissione Roma 2003-2017 e le acquisizioni al patrimonio fotografico di Roma Capitale con 100 immagini straordinarie della Capitale realizzate da importanti fotografi internazionali nell’ambito del progetto Rome Commission, ideato e curato da Marco Delogu e sviluppatosi nell’arco delle quindici edizioni di “Fotografia. Festival internazionale di Roma”.

 

Colori degli Etruschi. Tesori di terracotta alla Centrale Montemartini propone una straordinaria selezione di lastre parietali figurate e decorazioni architettoniche a stampo in terracotta policroma, provenienti dal territorio di Cerveteri (l’antica città di Caere) e in parte inedite. Sono esposti reperti archeologici di fondamentale importanza per la storia della pittura etrusca, recentemente rientrati in Italia grazie a un’operazione di contrasto del traffico illegale. Sempre nelle sale della Centrale, è in corso Volti di Roma alla Centrale Montemartini. Fotografie di Luigi Spina, che presenta immagini fotografiche di 37 volti antichi in marmo o travertino, significativi esempi delle collezioni capitoline.

 

Ai Mercati di Traiano - Museo dei Fori Imperiali prosegue fino al 18 ottobre Mortali Immortali, tesori del Sichuan nell’antica Cina, un percorso straordinario nella vita sociale e nel mondo spirituale dell’antico popolo Shu, che proprio su questa terra nel sud-ovest della Cina ha creato una civiltà unica. Sono esposti eccezionali reperti in bronzo, oro, giada e terracotta, databili dall’età del bronzo (II millennio a.C.) fino all’epoca Han (II secolo d.C.) e provenienti da importanti istituzioni cinesi.

 

Alla Galleria d’Arte ModernaDonne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione propone una riflessione sulla figura femminile attraverso artisti di diverse correnti artistiche e temperie culturali tra fine Ottocento, lungo tutto il Novecento e fino ai giorni nostri. Inoltre, nel chiostro giardino della Galleria, Wechselspiel, le installazioni di Paolo Bielli e Susanne Kessler costituiscono un doppio percorso che si collega alla mostra in corso e alle sculture del chiostro.

 

Al Museo di Roma in Trastevere proseguono le due mostre di fotografia: Unseen / Non Visti, viaggio fotografico in un’Europa sconosciuta, tagliata fuori dallo sviluppo economico, dall’attenzione della politica e dei media; Emiliano Mancuso. Una diversa bellezza. Italia 2003 – 2018, dedicata al lavoro del fotografo, scomparso prematuramente lo scorso anno. Dalle immagini emerge un’umanità dolente, un’Italia ferita alla costante ricerca della sua identità in un perenne oscillare tra la conferma dello stereotipo e la cartolina malinconica. È ancora in corso anche la mostra ARCA di Cristiano Quagliozzi e Milena Scardigno: un’opera di cm 200x300 realizzata a grafite su tela.

 

Al Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, l’esposizione dedicata all’archeologo e mercante d’arte Ludwig Pollak (Praga 1868 – Auschwitz 1943) racconta la storia professionale e personale del grande collezionista, le sue origini nel ghetto di Praga, gli anni d’oro del collezionismo internazionale fino alla tragica fine nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau.

 

Al Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese con la mostra Frank Holliday in Rome fa il suo primo ingresso in un’istituzione museale italiana uno degli artisti del Club 57 – lo storico locale dell’East Village al quale recentemente il MoMA di New York ha dedicato una grande mostra – attraverso 36 opere dipinte nel suo studio vicino a piazza Navona, dove Holliday ha lavorato alacremente avendo come ispirazione le opere dei maestri della storia dell’arte. Il percorso espositivo comprende anche la proiezione del film inedito di Anney Bonney “Roman Holliday”.

 

Al Casino dei Principi di Villa Torlonia Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio, curata da Claudia Terenzi e Bruno Aller, con il sostegno dell’Archivio Luigi Boille. Una panoramica di più di ottanta opere che raccontano il percorso artistico del Maestro dal 1958 al 2015.

 

Alla Casina delle Civette di Villa Torlonia La fratelli Toso: i vetri storici dal 1930 al 1980 racconta la storia della vetreria artistica della Fratelli Toso a partire dal 1930, l’anno più importante per la ricerca nella manifattura, fino al 1980, epoca in cui la vetreria ha cessato la propria attività. Esposte più di 50 opere in vetro, tutti pezzi unici e rari provenienti direttamente dalla loro collezione. Sempre alla Casina delle Civette Clara Garesio. Mirabilia e Naturalia. Ceramiche e carte propone una selezione di opere fittili della storica ceramista di formazione faentina, tutti esemplari unici appartenenti alla più recente produzione dell’artista, con alcune opere inedite e installazioni site specific concepite per gli spazi del museo.

 

Vari gli appuntamenti del fine settimana al Museo di ZoologiaDalla Terra all’Universo prosegue venerdì 16, sabato 17 e domenica 18 agosto (ore 11.00, 12.00, 16.30), e propone una proiezione nel planetario mobile per giovani e adulti, un percorso attraverso la storia delle osservazioni astronomiche, dagli antichi calendari ai potenti telescopi spaziali fino alle conoscenze attuali sulla vita delle stelle, sulla natura dei pianeti e sull’espansione dell’universo. 

 

Per i possessori della MIC card è libero l’accesso ai Musei Civici e ai siti archeologici e artistici della Sovrintendenza Capitolina. Sono inoltre incluse le visite e le attività didattiche effettuate dai funzionari della Sovrintendenza Capitolina che rientrano nel biglietto d’ingresso al museo, mentre non sono comprese le mostre negli spazi espositivi del Museo di Roma a Palazzo Braschi e del Museo dell’Ara Pacis, nonché le esperienze immersive e multimediali. La MIC card, al costo di 5 euro, permette l’ingresso illimitato negli spazi indicati per 12 mesi. Per informazioni www.museiincomuneroma. 

 

Nel weekend di Ferragosto, non si fermano gli appuntamenti dell’Estate Romana 2019, promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale, tra proiezioni cinematografiche all’aperto, concerti dal jazz alla classica, eventi teatrali e spettacoli dedicati a un pubblico di tutte le età,realizzati grazie al contributo delle tante realtà risultate idonee ai due avvisi pubblici Estate Romana 2019 ma anche delle istituzioni culturali cittadine.

 

Il Festival gratuito Parco Schuster a cura di Knock srl, propone venerdì 16 alle 22 Emanuele Urso "The King of Swing"sabato 17 alle 22 Massimo Urbani Tribute con Marco Guidolotti, domenica 18, ore 22, Roman Classic Jazz Heritage in concerto. 

Nell’Area archeologica del Teatro di Marcello I Concerti del Tempietto, alle 20,30venerdì 16 TuttoChopin con Rossana Lanzillotta al pianoforte, sabato 17 musiche di Schumann e Cajkovskij con la pianista Martina Frezzotti, domenica 18 TuttoChopin con Marek Szlezer al pianoforte.

 

Tutte le sere fino al 18 alle ore 20 in scena nella corte esterna del Museo Pietro Canonica Shakespeare Horror Story dell’attore e regista siciliano di origini russe Daniele Gonciaruk e a cura delle Officine Dagoruk.

 

L’Isola del Cinema all’Isola Tiberina, promossa dall’Associazione Culturale Amici di Trastevere, propone tra le diverse proiezioni, venerdì 16 alle 22 The Wife – Vivere nell’ombra di Björn Runge, sabato 17 alle 22 La comare secca di Bernardo Bertolucci, domenica 18 alle 22 La bella del Alhambra di Enrique Pineda Barnet (v.o. con sott. It.).

A Villa Lazzaroni, per la rassegna Parco del Cinema, a cura dell’Associazione Culturale Arene Diverse, alle 21.15, venerdì 16 Momenti di trascurabile felicità di Daniele Luchetti, sabato 17 Bohemian Rhapsody di Bryan Singer, domenica 18 Dumbo di Tim Burton; al Parco di Ponte Nomentano per ArenAniene, a cura di Mediterranea Production, sempre alle 21.15, venerdì 16 Quello che veramente importa di Paco Arango, sabato 17 La casa dei libri di Isabel Coixet, domenica 18 Soldado di Stefano Sollima; al Parco Talenti per Cine Village Talenti, a cura di AGIS Lazio, venerdì 16 alle 20.30 Bohemian Rhapsody di Bryan Singer, sabato 17 alle 20.30 Tutti lo sanno di Asghar Farhad, domenica 18 alle 20 Comic Live Show a ingresso gratuito con Fabrizio Giannini e a seguire alle 21.15 proiezione de Il Corriere – The Mule di Clint Eastwood.

All’Arena Garbatella in piazza Benedetto Brin, a cura di Olivud srl, alle 21.15, venerdì 16 Moschettieri del Re - La penultima missione di Giovanni Veronesi, sabato 17 Ma cosa ci dice il cervello di Riccardo Milani, domenica 18 Aladdin di Guy Ritchie; all’arena Estate al Liceo Righi, a cura di Boncompagni22, ancora alle 21.15, venerdì 16 C’è tempo di Walter Veltroni, sabato 17 Notti magiche di Paolo Virzì, domenica 18 Euforia di Valeria Golino.

 

La Casa del Cinema propone nel Teatro all’aperto Ettore Scola a Villa Borghese alle 21: venerdì 16 le prime due puntate della serie tv  Non mentire diretta da Gianluca Maria Tavarelli, sabato 17 Into the Wild, cult diretto da Sean Penn che verrà proiettato in lingua originale sottotitolato in italiano; domenica 18, film d’opera con Il flauto magico di Mozart diretto da Kenneth Branagh.

 

 

Letture d’Estate, a cura della Federazione Italiana Invito alla Lettura, propone nei Giardini di Castel Sant’Angelo, alle 21.30, venerdì 16 Stefania Placidi con il suo Pe’ strada romana passo cantanno, sabato 17 Gloria Turrini Blues Revue Livedomenica 18 racconti, aneddoti, contributi video e brani musicali per Rock around the Moon con Raffaella Misiti affiancata dall’astrofisico Ettore Perozzi e Annalisa Baldi (chitarra).

Nel cortile del Teatro del Lido di Ostia nell’ambito del festival Teatri d’Arrembaggio – Piraterie, Incanti e Castelli di Sabbia, a cura dell’Associazione Culturale Valdrada, venerdì 16 alle 17.30 laboratorio di riciclo dei tessuti a cura di Giorgia Conteduca  per bambini dagli 8 anni in su, sabato 17 alle 21  lo spettacolo EPIC FAIL #1 - Precario Diario di Valdrada Teatro con Chiara Becchimanzi, Giulia Vanni, Monika Fabrizi, Giorgia Conteduca e Margherita Franceschi con l’“Occhio di Sauron” di Daniele Fabbri, domenica 18 alle 19 lo spettacolo Zuppa di Sasso di Accademia perduta con Danilo Conti e Antonella Piroli.

 

Il programma, in continuo aggiornamento, si trova su estateromana.comune.roma.it

 




Importunava i passanti seminudo ed armato di un piccolo coltello. Fermato dalla Polizia di Stato

Seminudo e armato di coltello, importunava i passanti. Fermato e denunciato a Trastevere “Una persona in strada, seminuda, che strilla e importuna i passanti”. Questa la segnalazione al 112, numero unico di pronto intervento, a seguito della quale gli agenti della polizia del commissariato Trastevere sono intervenuti in piazza Flavio Biondo, a Roma. L’uomo, un 36enne romano, e’ stato trovato in possesso di un coltello con una lama della lunghezza di circa 8 cm e una pistola giocattolo. Perquisita la sua abitazione, gli agenti, in collaborazione con il commissariato Monteverde, hanno rinvenuto 10 coltelli oltre a pistole e fucili ad aria compressa 39 cartucce a salve e 50 munizioni. Il 36enne, che gia’ il giorno prima si era introdotto all’interno di un istituto di credito, sempre con una pistola giocattolo, e’ stato denunciato per porto abusivo di armi.




Funerali di Fabrizio Piscitelli, lettera dei familiari a Mattarella

“La stessa lettera che abbiamo indirizzato al questore e al prefetto di Roma, al ministro dell’Interno Matteo Salvini, ieri sera (giovedì ndr) l’abbiamo inviata via Pec anche al presidente della Repubblica Sergio Mattarella”. E’ la notizia diffusa da Adnkronos e raccolta dalla presa di posizione durissima di Angela Piscitelli, la sorella di Fabrizio, il capo degli Irriducibili della Lazio assassinato al Parco degli acquedotti di Roma lo scorso 7 di agosto. L’iniziativa è l’ennesimo tentativo da parte della famiglia di ottenere che i funerali possano svolgersi in forma pubblica, alla presenza dei suoi amici.

“Durante gli incontri in questura avevamo proposto la chiesa del Santuario del Divino Amore, una scelta che per noi non è certo comoda - dice Angela Piscitelli - non è certo vicino casa per noi, ma ci sembrava un giusto compromesso che facilitava la gestione anche alle autorità e che teneva conto delle loro esigenze, visto che è lontana dal centro abitato, non ci sono strade da chiudere. Ma anche questa proposta è stata bocciata, ci hanno indicato la cappella di Tor Vergata che è un luogo ancora più spoglio e squallido del cimitero Flaminio”, dove, secondo quanto scritto nella prima ordinanza firmata dal questore Carmine Esposito, martedì 13 agosto si sarebbero dovute svolgere le esequie in forma privata alle 6 del mattino.

Adesso dopo che la trattativa avviata nei giorni scorsi con San Vitale è per il momento saltata, Angela Piscitelli ha scritto anche a Mattarella. “Se la questura non ha da farci una proposta ragionevole e dignitosa, che tenga conto delle libertà dei familiari, che hanno tutto il diritto di celebrare il funerale del proprio parente - continua la sorella di Diabolik - non ci chiamino più. Noi da parte nostra andremo avanti con l’iter legale, fino a Strasburgo se necessario”.





Lite per un parcheggio finisce in tragedia: due morti nel messinese

 

Due persone, Antonino e Fabrizio Contiguglia, zio e nipote di 60 e 30 anni, sono state uccise a Ucria, in provincia di Messina, a colpi di fucile dopo una lite nata per un parcheggio. Un parente delle vittime, rimasto ferito, è stato trasportato in ospedale gravi condizioni. I carabinieri, dopo alcune ore, hanno fermato un uomo, originario di Paternò nel Catanese.

Dopo una serrata caccia all’uomo il presunto omicida è stato fermato dai carabinieri presso la sua abitazione dove si era barricato. Il sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Patti ha disposto il fermo dell’uomo. Il fermato è stato trasferito nel carcere di Gazzi a Messina.
L’omicidio è avvenuto intorno alle ore 21 ad Ucria, piccolo centro dei Nebrodi, al culmine di una banale discussione per un parcheggio tra le due vittime e l’omicida. Ad avere la peggio zio e nipote, oltre ad un loro parente rimasto ferito che è stato trasportato in gravi condizioni al pronto soccorso dell’ospedale di Patti.    Il fermato, che si trova in camera di sicurezza, sta per essere trasferito nel carcere di Gazzi a Messina.




Torna il caldo, ma non sarà super. Fine settimana tipicamente estivo

”Fine settimana tipicamente estivo sull’Italia con sole prevalente grazie all’anticiclone delle Azzorre” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara – “sabato della nuvolosità irregolare potrà a tratti offuscare i cieli soprattutto del Nord Italia, in particolare sulle Alpi, ma con basso rischio di pioggia. Domenica tanto sole e caldo che inizierà a farsi nuovamente intenso, ma ancora senza particolari eccessi: attese punte di 33-34°C sulle aree interne, qualche grado in meno lungo le coste, mentre nottetempo e al primo mattino si starà ancora bene con minime gradevoli”. 

 “La prossima settimana, almeno la prima parte, vedrà invece l’ennesima rimonta dell’anticiclone africano, responsabile di una nuova ondata di calore” – avverte Ferrara di 3bmeteo.com – “interessato soprattutto il Centrosud con picchi nuovamente di oltre 34-35°C sulle aree interne, qualche grado in meno lungo le coste ma con afa in aumento. Caldo afoso anche al Nord, che tuttavia verrà lambito dalle correnti atlantiche in scorrimento oltralpe. Quest’ultime saranno così responsabili di qualche rovescio o temporale dapprima su Alpi e Piemonte, successivamente non escluso anche su Prealpi e Pianura Padana, sebbene in modo molto occasionale. In particolare i temporali avranno maggiori chances di svilupparsi da mercoledì 21 al Nord con marginale interessamento anche delle regioni del Centro dal 23-24 agosto. Data la presenza di aria calda e umida, non si escludono fenomeni anche di forte intensità, per quanto di breve durata e molto localizzati. Ricordiamo infatti che questo non significa che pioverà 24 ore su 24, ma che oltre al sole si dovrà mettere in conto la possibilità di qualche temporale”.





Rilevazioni Coldiretti/Technè: “Il 68 degli italiani fuori casa il 15 di agosto”

Più di due italiani su tre (68%) hanno trascorso il Ferragosto fuori casa, tra quanti si sono recati da parenti e amici, chi è andato in vacanza al mare, in campagna e in montagna o per fare una semplice gita. E’ quanto emerge dal bilancio stilato da Coldiretti/Ixè in occasione dell’inizio del primo controesodo estivo con il bollino giallo per venerdì e rosso il sabato e la domenica, sia la mattina che il pomeriggio, per il traffico in direzione delle grandi città. Secondo l’indagine Coldiretti/Ixè, la meta più gettonata è stata la spiaggia davanti alla campagna e ai parchi naturali e alla montagna, ma ha fatto segnare numeri da record anche l’agriturismo, scelto da circa 450mila tra italiani e stranieri, con un sostanziale aumento del 7% rispetto allo scorso anno.

Una cospicua fetta di cittadini – continua la Coldiretti – ha poi preferito passare il Ferragosto a casa di parenti ed amici e grandi protagonisti della giornata sono stati picnic e grigliate ma non è mancato chi ha scelto di trascorrere l’appuntamento al ristorante.

Ferragosto all’insegna del tutto riposo, invece per 10,6 milioni di italiani che hanno trascorso la giornata tra le mura domestiche, mentre per altri 5,6 milioni è stata una giornata come tutte le altre, in diversi casi passata anche al lavoro, soprattutto per garantire i servizi nelle località turistiche, dagli alberghi ai ristoranti, senza dimenticare le forze di sicurezza. Il weekend di Ferragosto – continua la Coldiretti – resta il momento clou delle vacanze degli italiani che anche quest’anno hanno privilegiato il mese di agosto.

La maggioranza – conclude la Coldiretti – prolungherà le vacanze almeno per tutto il weekend con il quale prende il via il primo controesodo dell’estate.




Nadia Toffa, da tutto il Paese a Brescia per salutare la popolare conduttrice televisiva

Erano tante le persone che hanno voluto salutare dentro e fuori la cattedrale di Brescia, in piazzale Papa Paolo VI , la conduttrice televisiva Nadia Toffa morta martedì a 40 anni dopo una lunga battaglia con il cancro. Il feretro, coperto da fiori bianchi e cravatta da Iena, è stato salutato da un commosso applauso dei bresciani, radunati sul sagrato del Duomo cittadino: “Ciao, guerriera”, è stato urlato a gran voce. A don Maurizio Patriciello, parroco di Caivano (Napoli) e simbolo della lotta contro la Terra dei fuochi, il compito di celebrare il funerale, come desiderato dalla stessa Toffa: “Abbiamo un debito di riconoscenza nei confronti di questa ragazza con la quale abbiamo condiviso tante gioie e dolori”, ha detto don Maurizio durante l’orazione.

Nadia Toffa, “capace di unire il Nord e il Sud, la Terra dei fuochi con Brescia”, ha “amato gli umili e i poveri e non si è vergognata della sua malattia – ha sottolineato il parroco – Ha saputo dare coraggio a tutti i malati oncologici, in Italia e nel mondo. Ha chiamato il cancro con il suo nome; noi nella Terra dei fuochi non abbiamo il coraggio di chiamarlo con il suo nome. Noi la chiamiamo ‘la malattia’, non diciamo mai cancro: ci fa troppa paura”, ha raccontato il parroco.

Ad alimentare l’amore del pubblico, ha ragionato Patriciello, sono state la “fame e la sete di giustizia” che hanno caratterizzato il lavoro da Iena di Toffa. Una tenacia che le ha permesso di arrivare “là dove la gente era più bistrattata e dimenticata”.

A salutare uno dei volti storici delle Iene sono arrivati a Brescia colleghi vecchi e nuovi, primo fra tutti l’ideatore del programma televisivo Davide Parenti. Tra gli altri, si sono visti Pablo Trincia, Giulio Golia, Antonino Monteleone, l’europarlamentare Dino Giarrusso ed Enrico Lucci. Nadia Toffa, ha detto Lucci, intercettato da Repubblica Tv sul sagrato del Duomo, “è un un esempio per i giovani. Era una donna che credeva realmente in quello che faceva e aveva un innato e sincero sentimento contro l’ingiustizia”. Giulio Golia, invece, ha ricordato quando nella redazione delle Iene “l’abbiamo vista arrivare e da subito si è messa a sgomitare per diventare quella che è stata”.

Quella di Toffa era una “passione per la vita vera” unita a un “indomito coraggio”, doti sottolineate dal vescovo di Brescia, Pierantonio Tremolada che ha affidato a una lettera il suo ricordo. Il vescovo ha voluto così rendere onore “al suo sorriso gentile” e alla sua “lotta contro la disonestà”.




L’ultimo appello di Open Arms: “Tutti devono essere sbarcati urgentemente”

“Realizzata questa notte evacuazione urgente di 3 persone e un accompagnatore per complicazioni mediche che richiedono cure specializzate. Tutte le persone a bordo devono essere fatte sbarcare urgentemente. L’umanità lo impone”. Lo scrive sul proprio account Twitter la Open Arms, la nave con 146 migranti a bordo al largo di Lampedusa da cui sono state fatte scendere in tutto 13 persone per motivi sanitari e il cui sbarco in porto è bloccato da un provvedimento del ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

La Open Arms si trova in mare di fronte a Lampedusa da 15 giorni, ed è al centro di un nuovo scontro istituzionale. Dopo il via libera del Tar all’ingresso in porto con la sospensione del primo provvedimento del ministro Salvini, che bloccava lo sbarco dei migranti, il vicepremier ha firmato un nuovo divieto facendo ricorso al Consiglio di Stato, provvedimento che questa volta non è stato controfirmato dai colleghi di governo, Elisabetta Trenta, ministro della Difesa, e Danilo Toninelli, ministro dei Trasporti.

“Ho deciso di non firmare il nuovo decreto del ministro degli interni – ha spiegato la ministra -. Ho preso questa decisione, motivata da solide ragioni legali, ascoltando la mia coscienza. Non dobbiamo mai dimenticare che dietro le polemiche di questi giorni ci sono bambini e ragazzi che hanno sofferto violenze e abusi di ogni tipo. La politica non può mai perdere l’umanità. Per questo non ho firmato”.

Il Tar del Lazio aveva disposto la “sospensione dell’efficacia” per il divieto di ingresso firmato dal ministero dell’Interno, d’intesa con quelli della Difesa e delle Infrastrutture, decisione presa sulla base del Decreto sicurezza bis. Secondo il Tar, in seguito alle condizioni di “eccezionale gravità e urgenza” per la salute delle persone a bordo e anche per l’aggravarsi delle condizioni meteo, il provvedimento del ministro Salvini poteva essere sospeso. Di qui la decisione di Salvini di rinnovare il provvedimento facendo ricorso al Consiglio di Stato. “Umanità non significa aiutare trafficanti e Ong”, ha replicato. Per me umanità significa investire seriamente in Africa e non certo aprire i porti italiani”, ha poi commentato il vicepremier in riferimento alle parole della ministra Trenta.





Renzi: “Impedire il ritorno alle urne voluto da Matteo Salvini”

“Bisogna impedire il ritorno alle urne voluto da Matteo Salvini”. E’ quanto afferma l’ex presidente del Consiglio Matteo Renzi in una intervista al quotidiano francese Le Monde pubblicato come apertura del sito internet.

“Questo governo ha promesso di cambiare tutto. Dopo un anno e due mesi, il suo fallimento è evidente – spiega Renzi -. Viene dimostrato che i populisti, una volta al potere, sono incapaci, incompetenti. Per questo, il 20 agosto, voteremo la sfiducia.

Quindi dovrebbe iniziare il percorso istituzionale previsto dalla Costituzione”. Il dialogo con il Movimento cinque stelle definito in passato, fa notare il giornalista francese a Renzi, “un movimento di estrema destra pericoloso per la democrazia e per l’Europa”, nasce da un cambio di opinione a riguardo? “La situazione è cambiata un po – spiega Renzi – La Lega sta perseguendo una linea di estrema destra, che considero inaccettabile, mentre il M5s sembra – si spera sia duraturo – aver cambiato orientamento. Sembra – vedremo se questo accadrà davvero – che voglia prendere le distanze dalla follia della Lega”.