Rapinatore seriale in fuga, caccia all’uomo a Roma

Sei rapine in mezz’ora, con un bottino di oltre 2000 euro, ieri pomeriggio nel quadrante sud della Capitale. I colpi, messi a segno tra le 15 e 41 e le 16 e 06, sarebbero opera della stessa persona: un uomo armato di pistola.

Il rapinatore ha prima sottratto un motorino in via Cristoforo Colombo con cui si è spostato per compiere le altre rapine in zona San Giovanni. A finire nel mirino un alimentari via Siria, dove è scappato con l’incasso di circa 500 euro, poi ha tentato un colpo in farmacia a piazza Roselle e ne ha compiuto un altro in una farmacia di via Britannia, dove e’ scappato con un bottino di 900 euro circa.

Un minuto dopo è entrato in un forno a piazza Tuscolo, dove ha rubato circa 900 euro e infine ha rapinato un supermercato via Magna Grecia.
Sulla vicenda indaga la polizia di stato.





Roma, Pd: garantire continuità scuola ai bambini della scuola Cardinal Capranica

“Lo sgombero dall’ex scuola Don Calabria in via Cardinal Capranica il 15 luglio u.s. ha coinvolto interi nuclei familiari. Dei circa 300 occupanti allontanati dall’edificio, molti di questi erano bambini in età scolare. Bambini che frequentavano regolarmente le scuole del quartiere di Primavalle e che ora si trovano ricollocati in altre zone della città. Le mamme di questi scolari, giustamente preoccupate per il venir meno della continuità formativa, chiedono di agevolare la possibilità di mantenere i propri figli nelle scuole già frequentate prima dello sgombero”. Lo denuncia in una nota il Pd capitolino che, in un nota, annuncia che “a tale scopo martedì alle ore 14,30 presso la Sala del Carroccio in Campidoglio è stato fissato un incontro con il gruppo capitolino del PD che riceverà una delegazione di mamme sgomberate dall’ex scuola Don Calabria”.





Comunità di Capodanno, la solidarietà di Cgil, Cisl e Uil

“Oggi  (martedì ndr) saremo in piazza del Campidoglio alle 15 in occasione dell’assemblea capitolina per denunciare il disagio di tante famiglie e ragazzi con disabilità intellettiva per la mancata riapertura dei laboratori socio occupazionali fino a oggi gestiti dalla comunità di Capodarco”. Lo annunciano in una nota Cgil, Cisl e Uil del Lazio. “Il 2 settembre i laboratori dovevano essere riaperti” ma “ad oggi nessuna alternativa per gli over 50 per i quali non è stato previsto alcun progetto finalizzato all’occupazione e all’inclusione”, spiegano i sindacati nella nota. “La Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl saranno presenti al presidio con i lavoratori per avere certezze sull’occupazione e sulle ore non garantite da una gara al massimo ribasso. Chiediamo all’assemblea capitolina di sostenere la necessità di una proroga del servizio fino a definizione della gara e all’affidamento. Vogliamo un intervento risolutivo da parte della sindaca e dell’assessore alle politiche sociali. È necessario risolvere al più presto un problema così grave e delicato a tutela di una fascia di popolazione e fragilissima che ha necessità di risposte immediate”, concludono.





Roma, Raggi: scelti nomi contro Manifesto razza per vie Capitale

 “Abbiamo scelto i nomi a cui dedicare le strade di Roma oggi intitolate ad Arturo Donaggio ed Edoardo Zavattari, firmatari del Manifesto della Razza. Presto avremo via Mario Carrara, largo Nella Mortara e via Enrica Calabresi: sono tre scienziati – un medico, una fisica e una zoologa – che invece si rifiutarono di firmare quel manifesto”. Lo annuncia la sindaca di Roma Virginia Raggi su Fb. 

“Il percorso partecipativo avviato circa un anno fa, portato avanti con gli studenti e i cittadini dei Municipi IX e XIV, ha prodotto la decisione che abbiamo recepito in una delibera della Giunta capitolina, che ha quindi approvato il cambio dei nomi”, ha aggiunto Raggi. 

“Voglio precisare a tutti i cittadini e commercianti residenti in quelle vie che il cambio sarà effettivo solo al termine dell’iter amministrativo, che saranno adeguatamente informati nelle prossime settimane e che gli uffici capitolini faranno il massimo per agevolare il passaggio e la modifica dei documenti” aggiunge Raggi. 

“Sono orgogliosa di questo processo di partecipazione che ha visto protagonisti soprattutto i ragazzi. Credo sia molto significativo che la scelta sia caduta su tre scienziati, tra i quali due donne, che ebbero il coraggio di opporsi al Manifesto della Razza e non si resero complici dell’orrore delle leggi razziali”, conclude Raggi.





Vendeva vacanze inesistenti, arrestato

 

La Polizia di Stato, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma (Sost. Proc. dr. Eugenio Albamonte), ha individuato il responsabile di una vasta serie di truffe informatiche ricollegabili all’ormai noto schema criminoso dei falsi affitti di case-vacanza.

Gli uomini della Sezione financial cybercrime della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Roma, nell’ambito dell’azione di contrasto al fenomeno, ed a seguito di numerose denunce ricevute in concomitanza del periodo estivo da cittadini caduti nell’insidioso raggiro, hanno avviato le indagini di competenza, consistite nel monitoraggio di siti specializzati ed in complessi accertamenti investigativi e tecnico-informatici, volti non soltanto a ricostruire le tracce di ogni singolo episodio di reato, ma altresì ad individuarne la sua matrice unitaria.

L’attività investigativa ha così permesso di stringere il cerchio attorno ad uomo di 40 anni, C.F., pluripregiudicato, denunciato all’Autorità Giudiziaria e sottoposto alla misura della custodia cautelare in carcere.

Attraverso annunci ben curati e credibili – talora realizzati utilizzando materiale fotografico reperito in rete, relativo ad immobili realmente esistenti ubicati in località di vacanza – l’uomo irretiva le proprie vittime, attratte dalla convenienza del prezzo, riuscendo a concludere con successo numerose “trattative”, a margine delle quali incassava cospicui acconti (se non, addirittura, l’intera somma richiesta).

Particolarmente raffinato il canale di perfezionamento del reato, non limitato certo alla pubblicazione di semplici annunci falsi.

I riscontri acquisiti dalla Polizia Postale hanno infatti permesso di documentare che l’uomo, attraverso violazioni delle caselle di posta elettronica di importanti strutture alberghiere, era riuscito ad “intercettare” corrispondenza relativa a reali trattative intercorse tra gli hotel ed i clienti interessati a periodi di soggiorno.

Successivamente rubava l’identità digitale di tali hotel e, dirottando il traffico email su proprie caselle di posta elettronica falsamente intestate oppure accese presso provider esteri scarsamente collaborativi con le forze dell’ordine, inviava mail alla ignara vittima, con la quale richiedeva l’effettuazione dei bonifici in frode.

Attraverso i citati accessi abusivi, l’indagato è spesso anche riuscito a carpire i dati delle carte di credito utilizzate dai clienti, utilizzandole a suo vantaggio.

Il tutto nella convinzione di essere garantito da un presunto “anonimato” virtuale, reso possibile dall’utilizzo di connessioni specifiche, di identità false, di recapiti intestati ad altre persone, di strumenti finanziari fittizi.

Le cautele messe in campo dal criminale non hanno tuttavia superato le indagini della Polizia Postale di Roma, la cui attività ha consentito al Pubblico Ministero titolare dell’indagine, di richiedere, in considerazione della grave e reiterata condotta delittuosa e tenuto altresì conto dell’evidente rischio di reiterazione del reato, l’emissione della severa misura cautelare in carcere., successivamente puntualmente emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Roma.





Agricoltura sociale, Confagricoltura: in palio 120.000 euro per i tre progetti piu’ innovativi

Scade il prossimo 15 ottobre il bando della quarta edizione di “Coltiviamo Agricoltura Sociale”, promosso da Confagricoltura, la Onlus Senior - L’Età della Saggezza e Reale Foundation, per sostenere i progetti di agricoltura sociale. E’ questa, ricorda Confagricoltura, una nuova forma di agricoltura sostenibile che, da Nord a Sud, viene declinata in diverse modalità e secondo le esigenze della collettività e del territorio, ma tutte con un denominatore comune: coinvolgere le ‘fasce deboli’ della società all’interno di quanto stabilito dalla legge 141/2015.
Al bando possono partecipare imprenditori agricoli in forma singola o associata, cooperative sociali che esercitano attività agricole e che svolgono o hanno svolto attività di agricoltura sociale. I tre progetti vincitori riceveranno 40.000 euro ciascuno. Ma vediamo come hanno utilizzato il premio i vincitori delle scorse edizioni.
La cooperativa Barikama, (che in bambara, la lingua del Mali, significa resilienza), formata da ragazzi africani e ragazzi autistici, vincitrice della prima edizione, ha utilizzato la cifra per implementare, con l’acquisto di biciclette per effettuare le consegne, la sua attività di produzione di yogurt e ortaggi biologici. La Cooperativa Sociale Integrata ed Agricola Giuseppe Garibaldi di Roma, che riunisce giovani autistici, tra i vincitori con il progetto “Ti P’orto l’orto con l’A.P.E. che gira”, ha acquistato un’Ape Piaggio, con cui vendere in giro per Roma frutta e verdura da loro coltivata. La cooperativa sociale ’Fruts di Bosc’, di Santa Maria la Longa (Udine), ha una rete di salvataggio per persone in difficoltà alle quali offre percorsi formativi o impiego nell’azienda agricola ed ha usato la vincita per l’acquisto di una trattrice con la relativa attrezzatura per la semina e la coltivazione di ortaggi sostenibili.
L’agricoltura sociale italiana, ricorda Confagricoltura, cresce annualmente del 25%. Dà lavoro a più di 35.000 addetti, nelle quasi 4.000 aziende, con un fatturato che sfiora i 250 milioni di euro. Questa formula vincente coniuga l’agricoltura e il sociale, ed è stata capace di realizzare un nuovo, concreto strumento in grado di ridisegnare un modello di welfare sostenibile ed efficace. E lo fa in modo “integrato” a vantaggio dei soggetti più deboli: portatori di handicap, ex tossicodipendenti, detenuti e anziani. Ulteriori informazioni:  www.coltiviamoagricolturasociale.it




Basta un semplice click e l’accesso alla rete per correggere i dati catastali

Qualora si riscontrino errori nei dati catastali dei propri immobili, oggi è possibile segnalarli e chiederne correzione al Fisco anche online, attraverso il Contact center presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Lo ricorda in un articolo FiscoOggi, il giornale web dell’Agenzia delle Entrate. Anche online, comunque, è necessario comunicare le generalità, i dati catastali dell’immobile (foglio, particella, subalterno), i motivi della modifica e tutte le notizie utili alla rettifica. La richiesta può essere effettuata dal proprietario o dal delegato.

Il Contact center invia, in seguito, all’indirizzo mail indicato dall’utente un messaggio di avvenuta presa in carico e il numero identificativo assegnato, da utilizzare in eventuali ulteriori comunicazioni. Se la richiesta di correzione non rientra tra gli argomenti trattati dalla procedura telematica, all’utente coò viene comunicato via e-mail.

Online è possibile modificare:

Non si possono invece presentare:

Per queste ultime istanze è necessario rivolgersi ad un ufficio provinciale-Territorio.





Ancora una sonora bocciatura per Boris Johnson, anche la Camera dice no alle elezioni anticipate

Seconda bocciatura, come previsto, sulla mozione presentata da Boris Johnson per la convocazione di elezioni anticipate nel Regno Unito il 15 ottobre. La Camera dei Comuni l’ha bocciata nella notte con 293 sì contro 46 no e numerosi astenuti (la settimana scorsa c’erano stati 298 sì e 56 no). Il quorum necessario sarebbe stato dei due terzi ma gli oppositori, Labour in testa, hanno confermato il no: chiedendo al premier Tory d’assicurare prima che il 31 ottobre non vi sia una Brexit no deal nel rispetto della legge pro-rinvio appena varata. La possibilità di una Brexit senza accordo è infatti stata esclusa dalla legge anti ’no deal’ che ha ricevuto il ’Royal Assent’ della regina Elisabetta. Il provvedimento, approvato a tempo di record e sostenuto dalle opposizioni e da una ventina di deputati conservatori ’ribelli’, obbliga Johnson a chiedere una proroga della Brexit al 31 gennaio 2020, se entro il 19 ottobre non sarà stato trovato un accordo con Bruxelles o se i Comuni non avranno approvato una legge che prevede la possibilità di un’uscita senza accordo dalla Ue.





Monito della Governatrice di Hong Kong Lam agli Stati Uniti

La governatrice Carrie Lam ha espresso "rammarico per le interferenze" di parlamenti stranieri negli "affari interni" di Hong Kong. Parlando in una affollata conferenza stampa, Lam ha auspicato che la gente non solleciti il Congresso Usa ad approvare l’Hong Kong Human Rights and Democracy Act, che permetterebbe di imporre sanzioni ai funzionari dell’ex colonia per le violazioni dei diritti umani. "Abbiamo obblighi e doveri nell’assicurare diritti e libertà nel rispetto della Basic Law - ha aggiunto -. Per questo le interferenze esterne sono del tutto inutili". Intanto nel Paese sono proseguite le manifestazioni di piazza, protagonisti in queste ore gli studenti. Quanto al rapporto con gli Stati Uniti, la folla riunita inun lungo corteo, ha marciato in queste ore verso l’Ambasciata di quel Paese, chiedendo sostegno, ecco perché la Lam ha inteso ribadire il concetto dell’indipendenza e avvertire gli Stati Uniti. Si tratta di una presa di posizione probabilmente suggerita direttamente da Pechino, che già alcuni giorni fa aveva avvertito Washington e chiesto a Trump di mantenere una posizione defilata.





Salvini "Prima o poi il diritto di voto sarà restituito"

“Possono tirare avanti qualche tempo, non possono tirare avanti all’infinito. Prima o poi il diritto di voto ce lo restituiscono”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, intervistato da Rbr Radio in mattinata. Salvini ha attaccato la scelta di non andare al voto dopo la crisi di agosto, ribadendo la necessità di “far scegliere ai cittadini a chi far governare questo Paese”. Per il leader del Carroccio i partiti che hanno dato vita al governo giallorosso “non andranno lontano: questo governo nasce per paura delle elezioni e per tener lontano la Lega e Salvini dal. Il collante delle poltrone e dell’odio è l’unico che fa nascere questo governo”, ha ribadito Salvini secondo cui l’esecutivo non “ha una vita politica lunga avanti a sé”. Dall’opposizione “vedremo di limitare i loro danni. Su questo garantisco che ne faremo, democraticamente, delle belle”, ha chiosato il senatore leghista.





Altri disperati salvati in alto mare dalla Ocean Viking. Chiesto un approdo sicuro tra Malta e l’Italia

Ancora una salvataggio in alto mare per la Ocean Viking che ha tratto in salvo altre 34 persone. A darne notizia Medici Senza Frontiere, spiegando che l’imbarcazione - che due giorni fa ha già salvato 50 migranti - ha accolto a bordo altre persone che si trovavano a bordo della barca a vela Josefa.  Il natante si trovava in difficoltà in seguito al peggioramento delle condizioni climatiche in mare. Tra i 34 salvati ci sono anche una donna incinta e un bimbo di un anno. La Ocean Viking ha già chiesto un porto sicuro dove approdare e le destinazioni privilegiate sono naturalmente l’Italia e Malta. Nelle prossime ore la nave dovrebbe far rotta verso uno di questi due approdi. Quello che è certo è che il Governo italiano, con ogni probabilità, adotterà la linea di far sbarcare immediatamente donne e minori e comunque uomini in precarie condizioni fisiche. Non è ancora chiaro, visto che la legge non è stata ancora modificata, quale sarà la sorte degli altri migranti e soprattutto della nave, che in base alle nuove regole imposte da Salvini, rischierebbe, senza autorizzazione all’ingresso nelle acque italiane, il sequestro, oltre che provvedimenti giudiziari nei confronti del Comandante.




Sebastiani ha vegliato per almeno due giorni il corpo di Elisa

Emerge un dettaglio di estrema drammaticità nella storia che vede coinvolti Elisa Pomarelli e Massimo Sebastiani. Per alcune notti l’uomo avrebbe vegliato il cadavere della donna, tenendole la mano e dormendole vicino. A raccontarlo agli inquirenti sarebbe stato proprio l’indagato per omicidio e occultamente di cadavere, ora in carcere nella sezione protetta per timore che possa commentare un gesto estremo. Nel penitenziario "Le Novate" anche l’ex suocero, Silvio Perazzi, accusato invece di favoreggiamento per aver aiutato Sebastiani nei 14 giorni di fuga. La confessione di Sebastiani sarebbe l’ultimo atto di una commedia iniziata con una lettera spedita all’ex suocero in cui affermata che nelle ore in cui era stata denunciata la scomparsa della coppia, lui non aveva assolutamente visto la ragazza. Anche su questo gli inquirenti dovranno accertare il grado responsabilità dell’uomo.




E’ morto a Roma Stefano Delle Chiaie, una lunga leadership neofascista in Italia e nel mondo

E’ morto la notte scorsa al Vannini di Roma Stefano Delle Chiaie, fondatore di Avanguardia Nazionale ed esponente della destra neofascista. In passato fu coinvolto nella strage di Bologna, da cui fu però fu assolto per "insufficienza di prove". Nei primi anni ’90 fu anche indagato per alcuni attentati a treni. Delle Chiaie aveva recentemente scritto un libro dal titolo "L’aquila e il condor: storia di un militante politico". Coinvolto anche nella strage di piazza Fontana, il dirigente di Avanguardia Nazionale venne assolto nel 1989 "per non aver commesso il fatto". Delle Chiaie era stato arrestato nel marzo del 1987 in Venezuela. Si era reso latitante il 25 luglio del 1970, giorno in cui era stato chiamato a testimoniare sul ruolo di Mario Merlino nella strage di piazza Fontana.





Moody’s conferma la stabilità italiana e promuove il Governo Conte. Perplessità sul Pil

"Gli elevati livelli di debito pubblico che difficilmente diminuiranno nei prossimi anni, la crescita lenta e la mancanza di un’agenda di politica economica coerente". Per Moody’s sono questi i fattori principali che motivano "La nostra visione creditizia dell’Italia, valutata al livello Baa3 con outlook stabile". Lo scrive l’agenzia di rating in una nota di aggiornamento precisando che si tratta di una "credit opinion" e non di una decisione sul rating dell’Italia.

"La formazione di un governo di coalizione di centrosinistra dovrebbe far prevedere un periodo di stabilità politica in Italia, che è positivo nei confronti di uno scenario di debole crescita dell’economia domestica e incerte prospettive di crescita globale": scrive Moody’s, ggiungendo che il nuovo governo "dovrebbe anche consentire la presentazione tempestiva del bilancio 2020" e che "sarà meno euroscettico rispetto al precedente governo del Lega/M5s" e "meno conflittuale nei confronti dell’Europa".

"Abbiamo ridotto le nostre previsioni di crescita per l’intero anno a solo lo 0,2% (dallo 0,4% in precedenza)": così Moody’s nella nota di aggiornamento sull’Italia in merito al pil del 2019 in cui afferma che "prevediamo una performance di crescita leggermente più forte nella seconda metà dell’anno, con tassi di crescita trimestrali dello 0,1-0,2%" grazie "principalmente ai continui sviluppi positivi sul mercato del lavoro e sulle esportazioni".





Migranti, parla von der Leyen: “Il sistema Dublino va riformato”

 “Dovremo riformare il Regolamento di Dublino” sul sistema d’asilo, “senza alcun dubbio. E’ una questione di solidarietà: l’assunzione delle responsabilità maggiori” rispetto all’accoglienza dei migranti “non può dipendere dalla posizione geografica. Il sistema di Dublino dovrà essere riformato, è una delle questioni principali nel nostro programma”. Sono le parole della presidente della nuova Commissione europea, Ursula von der Leyen.





Affari economici Ue, lo scettro va a Gentiloni

 

Paolo Gentiloni, come da anticipazioni, è stato designato commissario agli Affari economici dell’Ue. Si tratta della prima volta che un italiano ottiene la responsabilità del pacchetto EcFin. L’indicazione dovrà ora essere validata dal Parlamento europeo, che nelle prossime settimane avvierà le audizioni di tutti i commissari nominati dalla leader tedesca. 

"Ringrazio la presidente Ursula Von der Leyen per l’incarico che mi ha assegnato nella nuova commissione. Mi impegnerò innanzitutto per contribuire al rilancio della crescita e alla sua sostenibilità sociale e ambientale": ha detto Gentiloni, considerando il suo ruolo "di grande rilievo in un momento cruciale per il futuro dell’economia europea". "Cercherò di onorare l’Italia, il governo che mi ha proposto, lavorando nell’interesse si tutti i cittadini europei", aggiunge il neo commissario. 

Poi la Presidente designata: “Lo conoscete come ex premier e ministro degli Esteri, condividerà la sua esperienza nel portafoglio sull’economia”.  Sui conti dell’Italia “vedremo quali saranno i prossimi passi”. “Abbiamo un Patto di Stabilità che è stato elaborato durante la crisi e approvato con ampio consenso; i suoi limiti sono sono chiari e la sua flessibilità è chiara. Vi sarà un’azione combinata da parte di Paolo Gentiloni, di Roberto Guialtieri e di Valdis Dombrovskis, e vedremo quali saranno i prossimi passi”.

 





Senato, c’è la fiducia al Conte due. Durissimo scontro tra Salvini ed il Premier

Il Governo Conte due ha incassato (169 sì, 5 astenuti e 133 voti contrari) la fiducia anche del Senato.  Un passaggio parlamentare che mette il Governo nel pieno dei poteri. A Palazzo Madama si è consumato comunque uno strappo politico profondissimo tra Conte e Matteo Salvini. Nel corso del dibattito il leader della Lega ha definito il nuovo Governo un ‘Conte-Monti8 ed ha accusato la maggioranza giallo-rossa, di essere affamata di poltrone. Salvini è andato all’attacco del Premier con queste parole: “Non la invidio presidente Conte-Monti. Si vede uno quando ha il discorso che gli viene da dentro e quando uno deve eleggere un compitino a cui non crede neanche lui. Siete passati dalla rivoluzione al voto di Casini, Renzi, Monti. Torno a casa con una poltrona di meno, ma con tanta dignità in più. Lascio voi - aggiunge - a giudicare se questa operazione è di verità, e di coscienza: milioni di italiani non la pensano così”. La replica del Premier è stata altrettanto dura: "Poi con calma - ha attaccato Conte - nelle prossime settimane spiegherete al Paese cosa ci sia di dignitoso in tutti i repentini voltafaccia che ci sono stati in poche settimane".  "Senza onore!". 





Lavoro: Coldiretti, Italia prima per giovani agricoltori in UE

L’Italia è al vertice in Europa per numero di giovani in agricoltura con gli under 35 che sono alla guida di 57.621 imprese nel 2018, in aumento del 4,1% rispetto all’anno precedente. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti divulgata in occasione della diffusione dei dati dall’aggiornamento Eurostat che attribuiscono all’Italia il record del 28,9% per un totale di 3 milioni di giovani tra i 20 e i 34 anni che non studiano e non lavorano. L’agricoltura è tornata ad essere un settore strategico per la ripresa economica ed occupazionale con le campagne che – sottolinea la Coldiretti – sono diventate il banco di prova dei tanti giovani che vogliono intraprendere con idee innovative. Una realtà molto lontana dall’immagine stereotipata con le aziende agricole condotte da giovani che – continua la Coldiretti – possiedono una superficie superiore di oltre il 54 per cento alla media, un fatturato più elevato del 75 per cento della media e il 50 per cento di occupati per azienda in più. Si tratta di una presenza record per l’ultimo quinquennio che ha di fatto rivoluzionato il lavoro in campagna dove – sottolinea la Coldiretti – il 70% delle imprese giovani opera in attività che vanno dalla trasformazione aziendale dei prodotti alla vendita diretta, dalle fattorie didattiche agli agriasilo, ma anche alle attività ricreative, l’agricoltura sociale per l’inserimento di disabili, detenuti e tossicodipendenti, la sistemazione di parchi, giardini, strade, l’agribenessere e la cura del paesaggio o la produzione di energie rinnovabili. “Occorre sostenere il sogno imprenditoriale di una parte importante della nostra generazione che mai come adesso vuole investire il proprio futuro nelle campagne”, afferma la leader dei giovani della Coldiretti Veronica Barbati nel denunciare “gli ostacoli burocratici che troppo spesso si frappongono”. Lo dimostra il fatto – conclude Barbati – che più di 3 richieste di nuovo insediamento su 4 (78%) al sud non sono state al momento accolte per colpa degli errori di programmazione delle Amministrazioni Regionali con il rischio concreto di restituzione dei fondi disponibili a Bruxelles.




Droga: sequestro e arresto al Borgo medievale di Nettuno (RM)

 

Nel corso delle operazioni svolte a cura della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Roma, finalizzate al contrasto dell’abusivismo ed alla verifica delle attività degli esercizi pubblici, specie in occasione della c.d. “movida estiva”, i Poliziotti hanno proceduto all’arresto di uno dei gestori protempore di un pub situato presso il borgo medievale di Nettuno (RM). L’operazione, inizialmente nata per contrastare le attività che, sotto la parvenza di circolo culturale, svolgono in realtà ristorazione e somministrazione di bevande rivolta al pubblico, veniva intrapresa nella serata di venerdì scorso, dagli agenti della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale. Gli agenti, dopo essersi qualificati, hanno proceduto al controllo degli avventori del circolo, e in quella circostanza si sono immediatamente accorti che un utente, alla richiesta di esibire i documenti, si è dato a precipitosa fuga all’esterno del locale. Dopo un breve inseguimento appiedato tra i veicoli del borgo, durante il quale lo stesso ha cercato di opporre resistenza, è stato definitivamente bloccato dai poliziotti. Sottoposto a perquisizione veniva trovato in possesso di un involucro contenente alcuni grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish. Nel frattempo, gli altri agenti rimasti nel locale vista la repentina fuga dell’avventore, presumendo che egli avesse appena acquistato la droga, procedevano alla perquisizione sia del Pub che del gestore stesso del locale che veniva trovato in possesso di un panetto di hashish nascosto negli indumenti intimi e di un bilancino di precisione nella tasca dei pantaloni. Dall’esame del panetto di stupefacente, risultava mancare proprio il frammento venduto poco prima al soggetto che si era dato alla fuga alla vista degli agenti. Pertanto l’uomo veniva tratto in arresto per il reato di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente. Il locale è stato invece posto sotto sequestro giudiziario.





Roma: a Torre Maura partono le "Anomalie"

Undicesima edizione per il progetto artistico per la periferia del Kollatino Underground, una commistione fra un grande evento ed una festa di quartiere che unisce la promozione culturale alla formazione alle arti. Cuore dell’evento, uno Chapiteau. Dieci giorni di spettacoli di teatro sperimentale, nuovo circo, musica, opere multimediali, e workshop presentati da compagnie che provengono da tutto il mondo. Apre il festival il Cabaret Bipolar di e con Shay Wapniaz e Costanza Bernotti. Quando il circo e il teatro si incontrano può accadere che le emozioni diventano cosi forti da lasciarti col fiato sospeso. Les Puces in Brava Carletta per un divertente mix di numeri di giocoleria contornati da buone dosi di clownerie. Acrobatica Aerea, Equilibrismo, Giocoleria e parecchia interazione col pubblico per la Compagnia Pane e Circo in The Floor is Lava. Chien Barbu Mal Rasè presentano El Trio Churro, mix di clownerie teatrale, giocoleria e improvvisazione. Dalla Patagonia, le Cirus Follies di e con Jacopo Candeloro e Flor Luludì, spettacolo comico fra giocoleria ed equilibrismo. In programma le note del Ponentino Trio, per un concerto che attraversa con racconti, poesie, canzoni, il patrimonio culturale di Roma e dei suoi abitanti e dei Butta Beat Riciclato che con ritmo, melodia e gioco stimolano la fantasia dando vita e suono ad oggetti destinati alla discarica. Immancabile il teatro, dalla performance sonora di Alessandra Magrini in Roma è Femmina, un viaggio fra le voci femminili che hanno contribuito alla rappresentazione dell’archetipo femminile nella romanità, a Fearless di e con Chiara Becchimanzi, che fonde Stand Up Comedy, musica, poesia, satira e teatro per smontare tabù sessuali e sentimentali in un processo liberatorio ed esilarante. Fino alla poesia dell’attesissimo reading solopoesie di Ivan Talarico. Tutti i pomeriggi, laboratori gratuiti per bambini e ragazzi per sperimentare il teatro-circo curati dalla associazione 238 di Alberto Longo – Hangar delle Arti.





Disoccupazione, l’Ocse la fissa in Italia al 9%

 

Sono stati resi noti oggi i dati relativi alla disoccupazione nei Paesi dell’area Ocse. Per quanto riguarda l’Italia, nel nostro Paese la disoccupazione è in aumento, con una media registrata del 9%. La fascia di laureati dai 25 ai 64 anni costituisce il 19% degli occupati, contro la media Ocse del 37%. Aumenta, invece, la media fra i 25 e i 34 anni, pari al 28%. L’81% delle persone laureate ha un lavoro, stessa cosa per il 71% dei diplomati, a fronte delle rispettive medie Ocse dell’85% e 76%. Nei Paesi dell’area, il tasso medio di disoccupazione è stabile per il quarto mese consecutivo, pari al 5,2% e 33 milioni di persone inoccupate. La disoccupazione femminile aumenta dello 0,1%, passando dal 5,2% al 5,3%, mentre diminuisce quella maschile, che passa dal 5,2% al 5,1%. L’incidenza sui giovani varia dall’11,1% all’11,2%.