Il Premier Conte al Consiglio Ue: “Consultazione nazionale per investimenti e riforme finalizzati alla crescita economica”

 

Sul fronte interno, l’Italia ha già avviato una consultazione nazionale con tutte le forze politiche, produttive e sociali per elaborare un piano di investimenti e riforme che ci consenta di non ripristinare la situazione pre-Covid 19 ma di migliorare il livello di produttività e di crescita economica". Lo ha spiegato il premier Giuseppe Conte al Consiglio Ue. "La proposta della Commissione è equa e ben bilanciata. Sarebbe un grave errore scendere al di sotto delle risorse finanziarie già indicate. E anche la combinazione tra prestiti e sussidi è ben costruita. Anche i tempi sono molto importanti. Dobbiamo assolutamente chiudere l’accordo entro luglio. E dobbiamo assecondare gli sforzi della Commissione di rendere disponibili alcune risorse già per quest’anno". Lo ha sottolineato il premier Giuseppe Conte al Consiglio Ue.  "Dobbiamo mantenere distinti - ha proseguito Conte - i criteri di allocazione del Quadro Finanziario Pluriennale e quelli del "Next Generation EU" e, in ogni caso, considerare queste due proposte come componenti un unico pacchetto indivisibile. Questo consentirà all’Italia di avere un atteggiamento più flessibile su alcuni aspetti del Qfa, ad esempio quelli che appaiono più anacronistici (come i "rebates")".





Impatto di Covid-19 sui contratti a termine Saltano i rinnovi

 

 

Al 31 marzo 2020, in confronto allo stesso periodo dell’anno precedente, si registra una diminuzione di 239 mila attivazioni di rapporto di lavoro dipendente (-44 mila a tempo indeterminato e -195 mila a termine). E’ quanto emerge dalla Nota congiunta sulle tendenze dell’occupazione pubblicata da Istat, ministero del Lavoro, Inps, Inail e Anpal, relativa al primo trimestre dell’anno, caratterizzato a partire dalla fine di febbraio e per tutto il mese di marzo dall’emergenza sanitaria Covid e dal lockdown. Nel rapporto trimestrale sono state calcolate le differenze tra i dati giornalieri cumulati dei primi tre mesi del 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019. E dopo "una sostanziale stabilità" delle posizioni lavorative dipendenti nei primi due mesi dell’anno 2020, se ne registra "la progressiva perdita" a inizio marzo "fino a circa 220 mila posizioni in meno in confronto alla dinamica dei flussi dei primi tre mesi del 2019".   A pesare sulla riduzione, viene sottolineato, è in misura maggiore la contrazione delle nuove attivazioni cui si somma, con il perdurare dell’emergenza sanitaria, la mancata proroga o rinnovo dei contratti a tempo determinato in scadenza nel periodo. 





Dl Elezioni passa al Senato e diventa legge

 

 

Il Senato ha concesso la fiducia al governo approvando in via definitiva il decreto Elezioni, nella ripetizione del voto annullato giovedì sera per mancanza del numero legale.

L’opposizione di centrodestra ha ancora una volta disertato il voto, e dunque i presenti sono stati 162, 158 i votanti: 158 i sì, nessun no e nessun astenuto.





Usura, arresti e sequestri a Torre Annunziata (Na). Blitz della Gdf

 

 

Nella mattinata di venerdì, militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Torre Annunziata hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare e un decreto di sequestro preventivo, per un valore di circa 400 mila euro, nei confronti di 3 soggetti gravemente indiziati, a vario titolo, dei reati di usura ed estorsione ai danni di 9 imprenditori operanti in diverse Regioni (Campania, Toscana, Lombardia e Veneto).

I provvedimenti cautelari sono stati emessi dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Napoli, al termine di una complessa indagine delegata dalla Procura della Repubblica di Napoli - Settima sezione - alla Compagnia di Torre del Greco, a seguito di una denuncia presentata da due imprenditori operanti nel settore della commercializzazione del corallo.

Sulla base degli elementi acquisiti attraverso indagini tecniche e documentali, emergevano condotte illecite ascrivibili ai soggetti sottoposti agli arresti dato che sono stati riscontrati prestiti usurari per oltre 3 milioni di euro a diversi operatori economici in stato di necessità, con interessi fino al 275% su base mensile.

La stessa Compagnia della Guardia di Finanza di Torre del Greco ha, inoltre, proceduto, nei confronti dei soggetti tratti in arresto, all’applicazione della misura cautelare patrimoniale sul profitto del reato di usura, consistente negli interessi usurari concretamente percepiti, per un importo di circa 400 mila euro, provvedendo al sequestro di denaro in contanti o depositato su conti correnti e, per equivalente, degli immobili a loro riconducibili.

Unitamente all’esecuzione dei menzionati provvedimenti, sono in corso a Napoli e Milano altre perquisizioni presso le abitazioni e le sedi aziendali utilizzate dagli indagati.

 





Protocollo d’intesa tra Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti e Guardia di Finanza

 

E stato sottoscritto dal Comandante Generale della Guardia di Finanza, Gen. C.A. Giuseppe Zafarana e dal Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Dott. Carlo Verna, accompagnato dal Dott. Gianni Maria Stornello, Componente del Comitato Esecutivo e dal Dott. Giovanni Montesano, Consigliere e addetto stampa della Presidenza dell’Ordine, un protocollo d’intesa, di validità triennale, finalizzato alla disciplina di alcune modalità di collaborazione, in materia di formazione, tra la Guardia di Finanza e l’Ordine dei Giornalisti. In particolare l’accordo determina le procedure relative all’organizzazione di incontri di studio e di ricerca su argomenti di interesse comune nonché di corsi di aggiornamento professionale, sia a livello centralizzato sia a livello periferico, a favore degli iscritti all’Albo, del personale dell’Ordine e degli appartenenti al Corpo della Guardia di Finanza. In tale ambito sono previste le partecipazioni, a titolo gratuito di appartenenti alla Guardia di Finanza, in qualità di discenti, ad incontri di studio o di ricerca, corsi e seminari, corsi di aggiornamento professionale, di interesse per il Corpo, organizzati dal Consiglio Nazionale, di Ufficiali della Guardia di Finanza, in qualità di docenti e testimoni alle attività formative organizzate dal Consiglio Nazionale e di iscritti all’Ordine dei Giornalisti e di personale dello stesso Ordine, in qualità di discenti, in attività formative organizzate dalla Guardia di Finanza in sede centrale o periferica. A margine dell’evento, le Autorità intervenute hanno espresso ampia soddisfazione per l’intesa siglata oggi, che rappresenta un valido strumento di formazione nell’ambito della comunicazione istituzionale.

 





Ripristinate Ztl notturne Centro Storico e Trastevere

 

 

Da venerdì sera le zone a traffico limitato notturne del Centro Storico e di Trastevere tornano attive.


La misura è stata decisa da Roma Capitale in seguito all’aumento del traffico negli orari serali. Più traffico, movida in eccesso nelle zone interessate e, per conseguenza, disagi ai residenti e alle attività aperte al pubblico, in contrasto con i vigenti protocolli di sicurezza.

 




Ripristinate Ztl notturne Centro Storico e Trastevere

 

 

Da venerdì sera le zone a traffico limitato notturne del Centro Storico e di Trastevere tornano attive.


La misura è stata decisa da Roma Capitale in seguito all’aumento del traffico negli orari serali. Più traffico, movida in eccesso nelle zone interessate e, per conseguenza, disagi ai residenti e alle attività aperte al pubblico, in contrasto con i vigenti protocolli di sicurezza.

 





"ROMARAMA, l’arte che muove la città": al via il nuovo palinsesto degli eventi fino a dicembre 2020

 

La sindaca Virginia Raggi e il vicesindaco Luca Bergamo, con la presidente della Commissione Cultura Eleonora Guadagno, hanno presentato in Campidoglio il palinsesto culturale che la Capitale mette in campo dopo i mesi di lockdown: Romarama, l’arte che muove la città. Creato da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita Culturale, Romarama è il progetto della Fase 3 a Roma, in un unico contenitore che consente di scoprire eventi e attività dall’estate all’inverno. La nuova identità, ideata dall’illustratrice Chiara Fazi per Zètema, è un neologismo che riprende il suffisso –orama  [dal gr. óραμα = veduta], usato in poche parole composte, coniate sul modello di panorama, fino alla comparsa negli anni ’50 del cinerama che permette immagini molto simili alla percezione dell’occhio umano dotato di visione periferica.

 

Il riferimento, dunque, è al significato del suffisso ma anche alla sfida di cercare con sguardo più ampio ciò che unisce il singolo alla comunità, le vie per una rinascita fondata sul cambiamento, la fiducia nel futuro del nostro Paese, come accadde anche nel dopoguerra. Il pay off - l’arte che muove la città - si ispira alla canzone di Lucio Dalla La sera dei miracoli dedicata a Roma: "Si muove la città, con le piazze i giardini e la gente nei bar"Romarama parla così di una visione ampia di Roma e di una collettività che riprende a muoversi, dopo il lockdown, e torna a vivere spazi comuni, seppur con il distanziamento fisico e il contingentamento, comunque insieme.

 

La sera dei miracoli uscì nel settembre del 1980, 40 anni fa, ed è una celebrazione della nostra città in festa, delle Estati Romane di Nicolini, come ha raccontato lo stesso Dalla. 43 anni fa, nel 1977, l’Estate Romana nacque per restituire ai romani gli spazi pubblici, sottratti dalla tensione nelle piazze, attraverso la partecipazione culturale. Il palinsesto di questo 2020 ha un obiettivo simile:restituire gli spazi pubblici, e il coraggio di farlo insieme, alla nostra comunità cittadina e ai turisti che vorranno unirsi. Roma sarà una delle poche città italiane a mantenere la programmazione estiva, autunnale e invernale e a creare nuovi eventi e attività per permettere ai tanti romani che, soprattutto in estate, rimarranno in città di vivere gli spazi urbani.

 

L’Amministrazione Capitolina ha lavorato sugli spazi all’aperto e sulla loro fruizione: Romarama nell’estate del 2020 si declinerà attraverso quattro poli principali: la cavea dell’Auditorium Parco della Musica, lo spazio esterno del Teatro India, i parchi con le attività e progetti del bando dell’estate, la piazza del MAXXI.





Covid: al via nuovi turni taxi dal 22 giugno al 19 luglio, resta riduzione del 50% del servizio

 

A partire dal 22 giugno e fino al prossimo 19 luglio per il trasporto pubblico non di linea entrano in vigore i nuovi turni taxi, mantenendo una riduzione del 50 per cento della flotta in servizio. Per i giorni feriali sono previsti turni di 8 ore e per i fine settimana 8 ore 30 minuti-9 ore. Per tutti i turni è stata introdotta un’ora di flessibilità. Lo stabilisce un’Ordinanza sindacale.

 

Dal 22 giugno è stato inoltre istituito un turno aggiuntivo dal lunedì al giovedì dalle ore 14.00 alle ore 22.00 e dal venerdì alladomenica dalle ore 18:00 alle ore 02:00 o dalle 18:00 alle 03:00. 

 

La nuova turnazione è stata decisa e condivisa con la categoria nell’ambito della Commissione Consultiva Taxi di Roma Capitale. Un tavolo di lavoro che ha visto condividere in maniera fortemente propositiva e collaborativa nuovi progetti del servizio tra i tecnici dell’Assessorato alla Città in Movimento, del Dipartimento Mobilità e Trasporti e i rappresentanti delle categorie taxi. 

 

Altre proposte saranno valutate ai tavoli della Commissione Consultiva Taxi di Roma Capitale per una possibile sperimentazione, in previsione di un aumento della domanda e al fine di potenziare il servizio offerto alla cittadinanza in base all’andamento dell’emergenza sanitaria. 

 




Incidente stradale per Zanardi. Il campione ricoverato a Siena in condizioni gravissime

Alex Zanardi sarebbe gravissimo. Il campione paralimpico  èrimasto coinvolto in un incidente nel Senese durante una delle tappe della staffetta di Obiettivo tricolore, con atleti paralimpici in handbike, bici o carrozzina olimpica. Da quanto appreso il pilota avrebbe riportato un politrauma. E’ stato trasferito in codice 3 all’ospedale Le Scotte di Siena dove è da poco arrivato con l’elisoccorso.  L’incidente è avvenuto lungo la statale 146 nel comune di Pienza. Da quanto appreso è coinvolto un mezzo pesante. Sul posto intervenuto l’elisoccorso per trasferire Zanardi in ospedale.

 





Meno vittime e contagi. In cinque regioni non ci sono nuovi casi

 

Continua l’impegno del Dipartimento nelle attività di coordinamento di tutte le componenti e strutture operative del Servizio Nazionale della protezione civile.

In particolare, nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 19 giugno, il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 238.011*, con un incremento rispetto a ieri di 251 nuovi casi.

Il numero totale di attualmente positivi è di 21.543, con una decrescita di 1.558 assistiti rispetto a ieri.

Tra gli attualmente positivi, 161 sono in cura presso le terapie intensive, con un decremento di 7 pazienti rispetto a ieri.

2.632 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 235 pazienti rispetto a ieri.

18.750 persone, pari all’87% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.

Rispetto a ieri i deceduti sono 47 e portano il totale a 34.561. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 181.907, con un incremento di 1.363 persone rispetto a ieri.

Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 14.045 in Lombardia, 2.178 in Piemonte, 1.219 in Emilia-Romagna, 582 in Veneto, 423 in Toscana, 249 in Liguria, 988 nel Lazio, 560 nelle Marche, 125 in Campania, 255 in Puglia, 56 nella Provincia autonoma di Trento, 150 in Sicilia, 85 in Friuli Venezia Giulia, 407 in Abruzzo, 75 nella Provincia autonoma di Bolzano, 17 in Umbria, 30 in Sardegna, 4 in Valle d’Aosta, 34 in Calabria, 53 in Molise e 8 in Basilicata.

*Si comunica che la Regione Abruzzo ha effettuato un ricalcolo dei casi totali, sottraendo due errati positivi e che la regione Sicilia ha sottratto dai casi totali 397 unità.