Roma, Ama: sospendere iter approvativo bilancio 2017

 

Il Collegio Sindacale di Ama S.p.A. è in proroga da oltre due anni e continuerà ad essere insediato in “prorogatio” fino a quando il Socio Unico Roma Capitale non provvederà alla designazione dei nuovi componenti. Lo rende noto e precisa AMA S.p.A. in merito ad alcune notizie stampa. 

L’organismo di controllo e vigilanza ha lavorato in piena in sinergia con l’attuale vertice aziendale. In merito al bilancio 2017, va precisato che lo stesso Collegio Sindacale ha condiviso e firmato con l’Amministratore Unico, nell’interesse di Ama, la lettera con la richiesta, sottoposta all’Amministrazione Capitolina, di sospendere l’iter approvativo del documento allo scopo di consentire ulteriori approfondimenti una volta preso atto dell’indagine della Procura sulla gestione della Tari sui bilanci 2013, 2014, 2015, e 2016. 

Ama S.p.A. sta attualmente lavorando al piano di risanamento che verrà messo a punto entro agosto. Il piano verrà completato e presentato a seguito della procedura di riconciliazione e liquidazione delle partite creditorie e debitorie tra Azienda e Roma Capitale disposta dalla memoria di Giunta 32 del 4 giugno e incardinata nella delibera di Giunta 106 del 9 giugno. 

Come dichiarato dal Direttore Generale di Roma Capitale in “Commissione Capitolina di controllo garanzia e trasparenza”: l’Amministrazione è pronta a ricapitalizzare Ama. Il Direttore Generale del Campidoglio, Franco Giampaoletti, aprendo a questa possibilità, nel corso di una seduta della commissione, ha lasciato intendere che il capitale sociale dell’azienda (attualmente stimato in circa 182 milioni di euro) potrebbe finire sotto il limite di legge di 50mila euro (condizione per la ricapitalizzazione), e quindi con il patrimonio azzerato (attualmente vale 285 milioni di euro circa), al termine della maxi-partita di riconciliazione tra crediti e debiti tra municipalizzata e socio che vale 1,1 miliardi di euro e avrà fine il 31 luglio. 

“Roma Capitale ha assolutamente intenzione di sostenere Ama e lo dico come rappresentante di un tavolo il cui mandato politico, espresso con forza dalla sindaca e dall’assessore Lemmetti, è stato proprio quello di definire, nel caso in cui ne risulti la necessità sulla base dei presupposti di legge, l’obiettivo del comune di sostenere l’azienda – ha detto Giampaoletti – Sostenere l’azienda parte dal presupposto che nel momento in cui venga determinata la necessità’ di introdurre nella società mezzi finanziari nuovi, che sia un prestito soci, una ricapitalizzazione, un contributo in conto finanziamento o altro, questo è intenzione del socio farlo”.





Spettacolo dal vivo, la Regione Lazio è già al lavoro

 

 “Come già confermato due giorni fa in concomitanza con la pubblicazione delle graduatorie dei vincitori del Bando per lo Spettacolo dal vivo, siamo al lavoro per finanziare a stretto giro gli ultimi 18 progetti risultati idonei”. Così riporta la lettera di risposta del Capo di Gabinetto della Regione Lazio Albino Ruberti alla nota di questa mattina diffusa dal Coordinamento dello Spettacolo dal Vivo della Regione Lazio. “Ci spiace che il Coordinamento dello Spettacolo dal Vivo della Regione, come apprendiamo dalla nota di questa mattina, ritenga che la Presidenza e questo Gabinetto abbiano provveduto con eccessivo ritardo a pubblicare le graduatorie ma lo stop che l’emergenza Covid ha imposto a tutti, comprese le nostre strutture, ha provocato inevitabilmente lo slittamento dell’approvazione del Piano Annuale 2020 e del Regolamento per lo Spettacolo dal Vivo che stabiliscono l’entità delle risorse a disposizione le quali, oltretutto, sono aumentate rispetto allo scorso anno. Nonostante ciò, in questo periodo i nostri uffici sono rimasti costantemente a disposizione di tutti i settori colpiti dalla crisi. Stiamo lavorando – sottolinea – senza sosta perché in questa fase nessuno sia lasciato indietro e possiamo già annunciare l’uscita a luglio di un ulteriore Avviso pubblico per la Valorizzazione dei Luoghi della Cultura attraverso lo Spettacolo dal Vivo. Ad ogni modo, è stato convocato un incontro con il Coordinamento il 10 luglio così da poter illustrare tutte le misure messe in campo dalla nostra amministrazione”.





Manifestazioni culturali. Via libera da Giunta capitolina ad azzeramento occupazione suolo pubblico, compresi spazi commerciali

 


Gli spazi destinati alla vendita non dovranno superare il 40% del totale dello spazio occupato. L’esenzione potrà essere concessa da Roma Capitale fino al 31 ottobre 2020 e potrà essere richiesta anche da manifestazioni e progetti che non hanno aderito e non fanno parte di avvisi pubblici. 

 

Fino al 31 ottobre 2020, inoltre, i Municipi, con una procedura molto semplificata, potranno rilasciare per lo svolgimento delle attività culturali la concessione di occupazione di suolo pubblico a carattere temporaneo per le aree di propria competenza. 


Questo nuovo strumento a sostegno del comparto culturale si va ad aggiungere ad altre due azioni mirate a sostenere il settore, tra i più colpiti dall’emergenza sanitaria. Innanzitutto è stata data la possibilità di rimodulare e far slittare i progetti degli eventi vincitori dei bandi di Eureka! ed Estate Romana fino alla fine dell’anno, per dare l’opportunità di mantenere il contributo triennale e realizzare le attività diffuse su tutto il territorio della Capitale.


Seconda azione è stata quella di creare un nuovo e inedito avviso pubblico per concedere contributi economici per il 2020 a sostegno degli operatori culturali. Il "bando Programmi" mette a disposizione degli operatori risorse per sostenere costi generali e di funzionamento, come gli affitti e le utenze o spese di personale, versati nel corso di tutto il 2020 (da gennaio a dicembre) e non solo in relazione ad una specifica attività. Questo nuovo strumento è possibile grazie al nuovo Regolamento Contributi delle attività culturali di Roma Capitale approvato dall’Assemblea capitolina nel novembre 2019.


Per Luca Bergamo, Vicesindaco con delega alla Crescita culturale: "Da oggi sarà possibile richiedere per gli operatori culturali l’azzeramento fino ad ottobre degli oneri per l’occupazione di suolo pubblico delle superfici commerciali all’interno delle iniziative culturali. Questo nuovo strumento si va a sommare al bando programmi che consente di riconoscere contributi al funzionamento dei soggetti che operano nella cultura in città e dunque per sostenere quei costi ricorrenti che pesano sui bilanci di un settore in grandissima difficoltà. Dopo la pubblicazione dell’avviso pubblico di Eureka ed Estate Romana, a breve pubblicheremo anche il bando Contemporaneamente Roma. Con la sua diffusione le somme messe a disposizione dall’Assessorato alla Crescita Culturale per gli operatori indipendenti supereranno così i 4 milioni di euro in totale. Ringrazio i miei collaboratori e tutto il Dipartimento Attività Culturali per il grande lavoro che stanno portando avanti".




Accesa polemica per la partecipazione della Sindaca Raggi ad uno spot di Bulgari Hotel e Resors

 

Polemica sulla partecipazione della sindaca di Roma Virginia Raggi a un video promozionale di Bulgari, per la presentazione del nuovo albergo di lusso che la casa francese aprira’ in piazza Augusto Imperatore. L’hotel in forza di una convenzione col Campidoglio occupera’ l’ex edificio dell’Inps, costruito tra il 1936 e il 1938 sul progetto dell’architetto VIttorio Ballio Morpurgo.

 Raggi, nel video di Bulgari Hotels e resorts che viene rilanciato in queste ore dai social, veste i panni del ‘cicerone’ accanto a Jean Cristophe Babin Ceo di Bulgari. “Ci troviamo nel cuore di Roma a un passo da piazza di Spagna, a un passo da piazza Venezia, con affaccio sul Tevere. Questo vuol essere un’ulteriore testimonianza dell’amore della tua maison per questa citta’”, dice la sindaca a Babin. “Perche’ ripartire dal turismo in un luogo centrale come questo – aggiunge Raggi – vuol dire avere visione, avere coraggio riqualificare una piazza bellissima, con il mausoleo che a breve sara’ di nuovo visitabile. E sopratutto vuol dire portare valore e nuova occupazione. Io credo che questi siano segnali fondamentali per il valore che hai deciso di donare alla nostra amata citta’”. 

L’amministratore delegato del gruppo Bulgari apprezza le parole della sindaca: “Noi pensiamo che Roma meriti piu’ alberghi di grande lusso, perche’ e’ una citta’ molto turistica e probabilmente in Europa oggi ha il piu’ grande potenziale di sviluppo su una clientela molto alta di gamma. Con i Bulgari hotels avra’ gli alberghi piu’ di lusso che la citta’ ha mai conosciuto”. 

Sui social c’e’ chi non apprezza la partecipazione della sindaca a un’iniziativa promozionale di un gruppo privato. Come Filippo Sensi, deputato romano del Pd. “Per carita’, ma forse anche meno no? In un video promozionale di una importante catena alberghiera? Che dite?”, chiede ai suoi follower su twitter. Contraria anche Marianna Madia, deputata dem gia’ ministra della Pa, che ironizza: “Dai Cinquestelle ai sei stelle“.





La Guardia di Finanza scopre una frode all’Inps ad Aversa

 

 

La Compagnia della Guardia di Finanza di Aversa, solamente nei primi cinque mesi del 2020, sulla base degli esiti dei preliminari accertamenti ispettivi dell’INPS e quindi su delega della Procura di Napoli Nord, ha concluso mirati approfondimenti investigativi su 27 società che sulla carta risultavano aver assunto centinaia di lavoratori per poi, in breve tempo, licenziarli tutti, creando così il presupposto normativo per permettere loro di ottenere l’indennità mensile di disoccupazione.

Gli ulteriori riscontri di polizia giudiziaria compiuti della Guardia di Finanza hanno permesso di accertare, in tutti i casi esaminati, la fittizietà dell’impresa e dei sottostanti dichiarati rapporti di lavoro. In effetti, è stato accertato un modus operandi caratterizzante queste condotte criminali, che vede l’attivo apporto di consulenti fiscali e/o del lavoro che provvedono a creare degli schermi societari, solo cartolari, da sfruttare quali veicoli giuridici poi per ottenere indebitamente i sussidi pubblici.

A fattor comune, infatti, è stata rilevata l’inesistenza di sedi operative, la mancanza di qualsivoglia contabilità e l’insussistenza delle attività dichiarate: praticamente le società che risultavano datori di lavoro erano in realtà scatole vuote appositamente create al solo scopo di assumere (ovviamente solo sulla carta, senza pagare alcuna contribuzione) una serie, spesso numerosa, di asseriti lavoratori, che poi venivano formalmente licenziati.

L’esame dei casi investigati ha permesso inoltre di confermare alcuni aspetti del fenomeno già emersi negli anni passati, ossia la localizzazione delle imprese “fantasma” in un ambito territoriale ben delimitato, che vede coinvolti per lo più i Comuni dell’agro aversano e, in particolare, in questi ultimi casi, Villa di Briano, Villa Literno, San Marcellino e Casal di Principe, e in secondo luogo i settori economici più colpiti dal fenomeno, che sono risultati, ancora una volta, quelli delle imprese edili, dei servizi di pulizia e del volantinaggio.

Anche la cifra di queste ultime evidenze desta allarme e non sembra diminuire nonostante i numerosi interventi repressivi: soltanto nei primi 5 mesi dell’anno sono stati infatti ben 662 i soggetti denunciati, a vario titolo, per truffa aggravata nei confronti dell’Ente previdenziale, per un profitto illecito, pari alle indennità illecitamente percepite, che sfiora i 2 milioni di euro.

E a questi dati vanno poi aggiunte le richieste di indennità non dovute, già inoltrate all’Ente previdenziale e non concesse solo grazie all’attività ispettiva svolta dallo stesso ente previdenziale e alle successive conferme giudiziarie, nonché, spesso, ulteriori condotte delittuose a sfondo economico finanziario come la frode fiscale e il falso in bilancio.

Una vera emorragia di risorse pubbliche che vede all’opera non solo imprenditori senza scrupoli, ma anche professionisti del settore che mettono a servizio dei truffatori le loro competenze tecniche, come i 6 ora denunciati alla competente A.G.





Trenord moltiplica i servizi verso il Lago di Garda

Trenord mette a disposizione corse straordinarie sulla linea Milano-Brescia-Verona nei fine settimana estivi per consentire a più persone di raggiungere in treno le sponde del Lago di Garda e le città di Brescia e Verona. Si aggiungono a quelle già previste. 

Da Milano a Verona, in particolare, sabato 4 e domenica 5 luglio sarà effettuato un treno straordinario 33259 (Milano Centrale 8.55-Verona Porta Nuova 10.55), con fermate a Milano Lambrate (9.03), Pioltello (9.10), Treviglio (9.26), Romano (09.35), Chiari (09.44), Rovato (09.50), Brescia (10.03), Desenzano (10.19), Peschiera del Garda (10.28). In tutti i weekend di luglio e agosto circolerà il treno 1703 (Milano Centrale 9.25-Verona Porta Nuova 11.15) con fermate a Milano Lambrate (9.33), Pioltello (9.40), Treviglio (9.56), Romano (10.05), Chiari (10.14), Rovato (10.20), Brescia (10.33), Desenzano (10.49), Peschiera del Garda (10.58). 

Da Verona a Milano circolerà in tutti i weekend di luglio e agosto, a eccezione di sabato 15 agosto, il treno 1708 (Verona Porta Nuova 11.15-Milano Centrale 13.05), con fermate a Peschiera del Garda (11.29), Desenzano (11.39), Brescia (11.58), Rovato (12.08), Chiari (12.14), Romano (12.23), Treviglio (12.35), Pioltello (12.49), Milano Lambrate (12.58).

 




Liguria, Aspi assicura: "Ispezioni e cantieri a pieno regime"

 

Oltre 1.200 tecnici di Autostrade per l’Italia (Aspi) “stanno lavorando a pieno ritmo per rispettare la scadenza del 10 luglio prescritta a fine maggio dal ministero delle infrastrutture per concludere tutti i controlli sulle gallerie delle autostrade liguri”. Lo afferma la società controllata da Atlantia, la holding della famiglia Benetton. 

La decisione di una scadenza al 10 luglio, sottolinea Autostrade per l’Italia, “ha modificato significativamente le modalità di ispezione condivise tra Aspi e il dicastero lo scorso gennaio e ha comportato la necessità di riavviare i controlli sulle 285 gallerie liguri, quando la società ne aveva già monitorate il 95%, portando avanti le attività anche durante tutto il periodo del lockdown”. 

“Per ottemperare – aggiunge la società – a quanto disposto dal ministero, Aspi sta gestendo circa 100 cantieri diurni e notturni nel tratto ligure, tra attività di ispezione e manutenzione”.

 





Abusivismo finanziario, nuovi oscuramenti eseguiti dalla Consob

 

La Consob ha ordinato l’oscuramento di otto nuovi siti web che offrono abusivamente servizi finanziari. L’authority “si è avvalsa dei poteri derivanti dal decreto crescita, in base ai quali può ordinare ai fornitori di servizi di connettività a internet di inibire l’accesso dall’Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza autorizzazione”. 

L’oscuramento è scattato quindi per DevTech Holding (sito internet swissglobalpro.com), Profx700 Limited (profx700.com), Euronovafxasset (euronovafxasset.com), Meg Trans Ltd e Roi Stock Limited (raxtrade.com), Trade Idea e Netbit Services and Solutions Limited (www.tradeidea.co, elitetrading.co, secure.elitetrading.co, trading.elitetrading.co). 

Sale così a 247 “il numero dei siti oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l’Autorità è stata dotata del potere di ordinare l’oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi”.




Piogge torrenziali in Giappone, migliaia di evacuati e tante vittime e dispersi

 

Circa 75.000 persone hanno ricevuto oggi un ordine di evacuazione delle proprie case nel Sud del Giappone, dove almeno 13 persone sono considerate disperse a causa delle piogge torrenziali che hanno duramente colpito la zona. Lo hanno riferito le autorità locali, mengtre l’Agenzia meteorologica nazionale ha diramato il massimo livello di allerta per le regioni di Kumamoto e Kagoshima, sull’isola di Kyushu. 

Le immagini trasmesse dalle emittenti locali hanno mostrato veicoli spazzati via dall’acqua di un fiume inondato, mentre i ponti della zona sono stati dichiarati tutti inagibili. 

Le squadre di soccorso stanno cercando alcune persone – almeno tre – che sarebbero rimaste sepolte sotto le macerie della loro casa, travolta da una frana a Kumamoto, secondo l’emittente pubblica Nhk. 

“Abbiamo emesso ordini di evacuazione dopo le forti piogge” di questi giorni, ha dichiarato Toshiaki Mizukami, funzionario della prefettura di Kumamoto. “Chiediamo con insistenza alla popolazione di prendere misure per proteggersi mentre continuano le forti piogge”, ha aggiunto. 

Intanto, alcuni collegamernti ferroviari regionali, incluso quello assicurato dal treno ad alta velocità Shinkansen, sono stati sospesi. 





Hong Kong, la nuova legge sulla sicurezza porta alla prima incriminazione

 

La prima incriminazione in base alla legge sulla sicurezza imposta a Hong Kong dalla Cina è avvenuta oggi. L’ha reso noto la polizia, secondo quano riferisce l’agenzia di stampa France Presse. 

Un giovane è stato incriminato per “incitazione alla secessione e attività terroristica”, hanno affermato le forze dell’ordine in un comunicato. Il sospetto ha 24 anni. Sarebbe il giovane che ha lanciato la sua moto contro i poliziotti mercoledì, mentre migliaia di persone manifestavano contro la legge sulla sicurezza nell’anniversario della riconsegna dalla Gran Bretagna dell’ex colonia alla Cina. 

Immagini hanno mostrato un uomo su una moto arancione con un bandiera con lo slogan pro democrazia: “Liberate Hong Kong, la rivoluzione dei nostri tempi”. Tre agenti sono rimasti feriti.





Trump cerca il rilancio dal Monte Rushmore

In piedi, in un anfiteatro affollato davanti al Monte Rushmore, per le celebrazioni del Giorno dell’Indipendenza, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha tenuto ieri un discorso divisivo, accusando il “nuovo fascismo di estrema sinistra” che cerca di spazzare via i valori e la storia della nazione.

“La nostra nazione sta assistendo a una campagna spietata per spazzare via la nostra storia, diffamare i nostri eroi, cancellare i nostri valori e indottrinare i nostri figli”, ha detto Trump, rivolgendosi a una folla di sostenitori. Con manifestazioni furiose si “stanno cercando di demolire le statue dei nostri fondatori, sfigurare i nostri monumenti più sacri e scatenare un’ondata di crimine violento nelle nostre città”, ha aggiunto.

Trump, riferisce la stampa americana, ha fatto solo un accenno alla pandemia di coronavirus, che negli Stati Uniti sta provocando oltre 50.000 contagi giornalieri. Invece, facendo appello alla sua base con un linguaggio minaccioso, il presidente si è scagliato contro quella che ha descritto come una pericolosa “cultura dell’annullamento” intenta a rovesciare i monumenti. Il presidente Usa, inoltre, si è definito un leader forte, con l’intenzione di proteggere il Secondo Emendamento, le forze dell’ordine e l’eredità del Paese.

“Non saremo tirannizzati, non saremo degradati, non saremo intimiditi da persone cattive”, ha insistito Trump, che sotto lo sguardo granitico delle statue di Washington, Jefferson, Lincoln e Roosevelt ha annunciato un piano per stabilire quello che ha definito “un vasto parco all’aperto che vedrà le statue dei più grandi americani che siano mai esistiti”.

 





Rezza: “Ecco perchè bisogna continuare a mettere la mascherina”

 

 “Nell’ultima settimana il numero di casi totali , nel nostro Paese, è leggermente diminuito, naturalmente continua la circolazione virale tanto è vero che gli Rt tendono ad aumentare o diminuire a seconda di dove si formano i focolai. E in alcune Regioni il numero di casi è ancora abbastanza rilevante”. Così, commentando i dati del report di monitoraggio Iss-ministero della Salute, Gianni Rezza, direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, che spiega: “Naturalmente la comparsa di focolai, che vengono però rapidamente contenuti, sta ad indicare che c’è una continua circolazione virale per cui bisogna continuare a mantenere comportamenti adeguati e soprattutto portare mascherine quando ci si trova nei luoghi pubblici e mantenere il distanziamento sociale”.





Rapporto Salute-Iss: "Focolai rilevanti"

 

“Sebbene le misure di lockdown in Italia abbiano permesso un controllo efficace dell’infezione da SARS-CoV- 2, persiste una trasmissione diffusa del virus che, quando si verificano condizioni favorevoli, provoca focolai anche di dimensioni rilevanti”. E’ quanto si legge nel report settimanale di Iss e Ministero Salute sulla situazione epidemiologica dell’emergenza coronavirus.

“Il numero di nuovi casi di infezione rimane nel complesso contenuto. Questo avviene grazie alle attività di testing-tracing-tracking che permettono di interrompere potenziali catene di trasmissione sul nascere. La riduzione nei tempi tra l’inizio dei sintomi e la diagnosi/isolamento permette una più tempestiva identificazione ed assistenza clinica delle persone che contraggono l’infezione.

Non sorprende pertanto – sottolineano gli esperti – osservare un numero ridotto di casi che richiedono ospedalizzazione in quanto, per le caratteristiche della malattia COVID-19, solo una piccola proporzione del totale delle persone che contraggono il virus SARS-CoV-2 sviluppano quadri clinici più gravi. Questo risultato, atteso in base alla strategia adottata nella fase di transizione, permette di gestire la presenza del virus sul territorio, in condizioni di riapertura, senza sovraccaricare i servizi assistenziali”. Una situazione relativa prevalentemente alla prima metà di giugno 2020 “complessivamente positiva con piccoli segnali di allerta relativi alla trasmissione”.

“Al momento – raccomanda il Report – i dati confermano l’opportunità di mantenere le misure di prevenzione e controllo già adottate. È necessario mantenere elevata la resilienza dei servizi territoriali, continuare a rafforzare la consapevolezza e la compliance della popolazione, realizzare la ricerca attiva ed accertamento diagnostico di potenziali casi, l’isolamento dei casi confermati, la quarantena dei loro contatti stretti. Queste azioni sono fondamentali per controllare la trasmissione ed eventualmente identificare rapidamente e fronteggiare recrudescenze epidemiche”.

 





Federturismo (Confindustria): "Bonus vacanze misura complessa che scoraggia gli hotel"

 

“Sicuramente il bonus invoglierà qualche famiglia in più a partire quest’estate, anche se a nostro parere rimane una misura complessa da usare, di cui deve essere facilitata l’operatività per renderlo più fruibile”. Così Marina Lalli, presidente di Federturismo Confindustria, commenta ad askanews i dati forniti stamane dalla ministra per l’Innovazione Paola Pisano, secondo la quale “il bonus vacanza è stato utilizzato da circa 225mila famiglie per un controvalore di 100 milioni di euro” ed “è già stato speso da 1.500 nuclei familiari”. 

Il bonus vacanze, “per come è formulato – spiega la presidente di Federturismo -, costringe di fatto gli albergatori ad anticiparne l’80% del valore, ricevendone in cambio un credito di imposta lungo e complicato che contrasta con le esigenze di liquidità di cui hanno assoluto bisogno le imprese in questo momento”. In sostanza, aggiunge Lalli, “rimangono troppi gli ostacoli tecnici e burocratici con i quali gli albergatori si devono confrontare e che in molti casi ne scoraggiano l’accettazione”.

 





Dl rilancio, pioggia di emendamenti

 

I congedi parentali straordinari al 50% della retribuzione previsti per i genitori di bambini fino a 12 anni, dipendenti privati, potranno essere richiesti per un mese in più. E’ quanto prevede un emendamento al dl Rilancio approvato dalla commissione Bilancio della Camera che estende infatti al 31 agosto la fruizione del beneficio.

Via libera anche alla proroga dei contratti a termine o di apprendistato sospesi nel periodo dell’emergenza Covid. E’ quanto prevede, sempre, un emendamento al dl rilancio approvato dalla commissione. La modifica stabilisce che per i lavoratori apprendisti e per i lavoratori a termine, anche “in somministrazione”, il termine dei contratti “è prorogato nella misura equivalente al periodo di sospensione dall’attività lavorativa in ragione delle misure di emergenza epidemiologica”.

Il Superbonus edilizio al 110% viene esteso alle secondo case unifamiliari, come le villette a schiera, al terzo settore e alle associazioni e società sportive dilettantistiche limitatamente agli spogliatoi. Lo prevede una riformulazione che assorbe diversi emendamenti al dl rilancio, di maggioranza e opposizione che è stato approvato dalla commissione Bilancio della Camera. Come già annunciato, restano escluse le abitazioni più lussuose, le ville e i castelli.