HTTPS: on
Ore 12
Un sistema Roma per conquistare il mercato turistico cinese


L’assessorato al turismo di Roma Capitale, Aeroporti di Roma e il Convention Bureau Roma e Lazio in missione corale Shanghai in occasione della Fiera Internazionale del Turismo ITB China, la più importante fiera del mercato turistico cinese, sotto l’egida dell’Enit, l’Agenzia Nazionale Turismo Italiano. I partner capitolini, riuniti dalla certificazione Welcome Chinese, per i quali si tratta di un ritorno in Cina dopo il primo appuntamento del novembre scorso a Pechino e Shanghai, sono i protagonisti dell’evento “Rome, the Italian Gateway to your business”, una conferenza rivolta alla stampa e ai principali operatori del settore turistico di tutta la Cina. All’evento partecipano Ettore Sequi, Ambasciatore Italiano nella Repubblica Popolare cinese, il Ministro del Turismo, Gian Marco Centinaio, il Presidente di ENIT Giorgio Palmucci, l’Assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro delRoma Capitale Carlo Cafarotti, il VicePresidente del Convention Bureau Roma e Lazio Stefano Fiori e una delegazione di Aeroporti di Roma guidata dal CEO Ugo De Carolis. Sulla scia dell’intensificarsi dei rapporti diplomatici fra i due Paesi dopo la visita ufficiale del premier Cinese nel nostro Paese lo scorso Marzo, l’obiettivo è quello di rafforzare la percezione di Roma quale destinazione ottimamente collegata dalla Cina e quindi porta di accesso al Paese; una destinazione sicura, accogliente ed attenta alle specifiche necessità del turista cinese, sia esso un business o leisure traveler. Per Gian Marco Centinaio, Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali e del Turismo: “La Cina è il più grande mercato del turismo sia in termini di spesa che di numero di viaggi verso l’estero. Per noi italiani, intercettare sempre maggiori flussi di turisti cinesi consapevoli è la sfida che vogliamo raccogliere. In quest’ottica, nei rapporti con la Cina, l’Italia rappresenta un punto di eccellenza in Europa, grazie all’attrattività della città di Roma e al traffico turistico e business generato dall’aeroporto Leonardo Da Vinci. Il nostro impegno verterà nel potenziamento di questo particolare segmento turistico, volto ad aumentare le opportunità di accrescere la permanenza dei turisti cinesi, spesso giovani, ipertecnologici, curiosi e big spender che considerano l’Italia una vera meta dei sogni, estendendo il soggiorno alle altre location laziali e italiane oltre alla Capitale e aumentando la spesa che i turisti cinesi possono investire in Italia. L’obiettivo è di promuovere il mercato italiano ai viaggiatori cinesi e rendere ancora più appetibile il nostro Paese come meta di vacanza.” Per Carlo Cafarotti, assessore allo Sviluppo Economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale, l’intensificarsi dei rapporti Italia-Cina è strategico per la promozione di Roma come destinazione turistica, soprattutto dopo il recente ottenimento della certificazione Welcome Chinese per il Colosseo e il suo sistema di guide turistiche: “Roma arriva a Shanghai, orgogliosa di percorrere questi 8mila km di storia, cultura e fascino che nei secoli hanno lastricato la Via della Seta. Lo scambio tra Italia e Cina è sempre più frequente, e passa attraverso il viaggio, l’esperienza ‘emozionale’ che un Paese fa dell’altro. Ecco perché siamo qui a confrontarci sul miglior benvenuto possibile che la Capitale d’Italia possa offrire, in termini d’accoglienza e servizi”. Per il vicepresidente di Convention Bureau Roma e Lazio Stefano Fiori :“A Roma e nel Lazio convergono in questo momento storico una serie di forze che rendono l’apertura al MICE cinese un’opportunità unica. Gli arrivi turistici si moltiplicano e in particolare il mercato cinese è in crescita costante, tant’è che recentemente è entrato nella top ten degli arrivi. Roma è considerata una delle città più sicure a livello internazionale ed è da sempre una della più desiderate al mondo. In più, oggi è sempre più facile da raggiungere dalla Cina, con diverse compagnie in arrivo con volo diretto dalle maggiori città cinesi. Si trova al centro del Mediterraneo e per questo è sempre stata fulcro di attività e di scambi. Oggi siamo qui per approfondire un rapporto di conoscenza con il mondo MICE Cinese in quanto, come Convention Bureau Roma e Lazio, riteniamo che solo attraverso la condivisione, la cooperazione e il networking si possano aprire le porte dello sviluppo. Rivolgersi a noi significa avere a disposizione un’intera offerta coesa e strategica, un sistema in cui convergono tutte le eccellenze.” Il Convention Bureau Roma e Lazio è un esempio concreto dell’importanza di presentarsi come sistema anche per l’offerta congressuale della città di Roma riunendo tutti gli operatori del settore MICE del Lazio, che grazie alla facilità di raggiungere Roma con i voli diretti recentemente implementati e all’attrattività unica al mondo del territorio romano, può sicuramente portare la capitale tra le prime scelte del turismo congressuale anche e soprattutto dalla Cina. Per attrarre il turismo cinese è fondamentale il ruolo da leader europeo che Aeroporti di Roma e in particolare l’aeroporto Leonardo Da Vinci giocano nei collegamenti con la Cina. L’ Amministratore Delegato di ADR Ugo de Carolis ha dichiarato nel corso dell’evento: “Sono molto orgoglioso di essere nuovamente qui, come promesso lo scorso anno, a testimoniare quanto sia sempre più stretto il legame tra l’aeroporto della Capitale e la Cina. L’attenzione che Aeroporti di Roma dedica da diversi anni all’accoglienza di passeggeri e vettori cinesi ha consentito allo scalo di raggiungere e superare traguardi impensabili fino a qualche anno fa. Con dodici città della Greater China direttamente collegate, l’aeroporto di Roma, Leonardo da Vinci, si conferma tra i leader in Europa per numero di destinazioni servite e di vettori attivi. Per il 2019 prevediamo, infatti, un vero e proprio boom di passeggeri da e per la Cina con un incremento del traffico del 20% rispetto al 2018 e il superamento della soglia dei 900 mila passeggeri entro la fine dell’anno”. Il legame tra Roma e la Cina, infatti, è sempre più stretto grazie ai nuovi collegamenti diretti con Hangzhou, Shenzhen e Chengdu che tra poche settimane saranno attivati dall’aeroporto Leonardo da Vinci. Gli oltre 900 mila passeggeri attesi da e per la Cina per il 2019 troveranno un aeroporto sempre piu attento a costruire una “travel experience” totalmente dedicata alle loro specifiche esigenze. Alle numerose iniziative attive da tempo come: la segnaletica in lingua, l’acqua calda gratuita presso tutti i bar e ristoranti dello scalo, la creazione di un sito web e dell’APP Rome Airports in cinese, l’apertura di un official account Wechat, la possibilità di pagamento con UnionPay, Alipay e WeChat Pay, si sommano nuove attività volte ad affermare in particolare la grande convenienza del luxury shopping aeroportuale. La presenza di tutte le migliori griffe del lusso italiane e internazionali è infatti resa unica grazie alla possibilità di acquistare risparmiando il 22% rispetto ai prezzi downtown. Inoltre è possibile trovare una selezione di tale offerta sulla nuova “e-luxury shopping guide” disponibile sul web e sul canale Wechat ADR, attraverso la quale contattare le personal shopper dedicate ai passeggeri cinesi. Ancora un’ultima novità: l’avvio di un miniprogram click & collect di prodotti duty free nell’account WeChat ADR. Tutto questo rappresenta l’attenzione che il Leonardo da Vinci ha per i passeggeri cinesi. L’aeroporto della capitale è il primo scalo al mondo, infatti, a essere stato ufficialmente accreditato come “Welcome Chinese Airport”, tanto da raggiungere nel 2018 il livello “Platinum”, a cui si aggiunge l’altrettanto prestigioso “Chinese Tourist Welcome Award” rilasciato ad Aeroporti di Roma proprio in questi giorni dal China Outbound Tourism Research Institute. Amedeo Scarpa, direttore di Ice Shanghai: "L’Italia sta diventando una destinazione di punta per I turisti cinesi che ci hanno scelto come destinazione preferita per le vacanze del Capodanno Cinese e della festa di Primavera. L’Ice supporta la città di Roma e le sue attività promozionali e i servizi che offre per i turisti cinesi, con l’obiettivo di attrarre non solo i viaggiatori interessati al ricco patrimonio storico culturale artistico Italiano, ma anche il settore turistico congressuale”. Per Jacopo Sertoli, amministratore delegato di Selct Holding e Welcome Chinese: “La missione a Shanghai del Sistema Roma è un esempio intelligente e virtuoso di marketing territoriale che, grazie anche alla certificazione Welcome Chinese che ne accredita le benemerenze presso il Ministero del Turismo, propone Roma come interlocutore privilegiato per gli operatori turistici cinesi presenti all’ITB di Shanghai e può fare la differenza nelll’attrarre futuri flussi turistici”. WELCOME CHINESE è l’unica certificazione ufficiale riconosciuta dal Governo cinese, dedicata all’ospitalità dei viaggiatori cinesi nel mondo, emessa dalla China Tourism Academy in collaborazione con China Central Television (CCTV), rete televisiva nazionale, China UnionPay, unico circuito di carte di credito in Cina ed è rilasciata da Select Holding società italiana scelta da CTA come distributore ufficiale della Certificazione Welcome Chinese.


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*
Meteo
Borsa
Camera dei Deputati
Guida TV