HTTPS: on
Ore 12
Furti in casa, nuove strategie dei malviventi

I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia nel corso di servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati inerenti gli stupefacenti, con l’approssimarsi della festività del “Ferragosto” hanno intensificato i controlli nel centro abitato di Civitavecchia, anche con l’ausilio del Nucleo Carabinieri Cinofili di Santa Maria di Galeria, e hanno arrestato un giovane pusher per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.


In particolare, i militari della Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Civitavecchia, nel corso del servizio, hanno sorpreso un 29enne marocchino già noto per i suoi trascorsi e hanno proceduto alla perquisizione della sua abitazione. Il fiuto dell’unità cinofila per la ricerca di sostanze stupefacenti è stato indispensabile e nel corso dell’attività sono stati rinvenuti 80 grammi di hashish e 5 grammi di marijuana, già suddivisi in dosi. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a  sequestro mentre, terminati gli accertamenti, il pusher è stato dichiarato in arresto e accompagnato presso la Casa CircondGeorgiae di Civitavecchia a  disposizione della competente Autorità Giudiziaria.


I Carabinieri della Stazione di Civitavecchia Principale hanno denunciato in stato di libertà tre persone del luogo per il reato di furto in abitazione.


In particolare i militari, dopo aver raccolto una denuncia di furto in abitazione, hanno avviato una serie di accertamenti che hanno condotto all’individuazione degli autori del reato. Infatti il denunciante ha accertato che presso la sua abitazione in locazione, dalla quale mancava da diverso tempo, che era stato asportato parte del mobilio, suppellettili varie e numerosi monili in oro appartenuti alla defunta madre. Dagli accertamenti eseguiti e dalle informazioni raccolte, anche attraverso l’escussione dei vicini di casa, è stata ricostruita la dinamica dei fatti e in particolare che la proprietaria dell’immobile, unitamente alla figlia e al genero si erano introdotti all’interno dell’abitazione facendo razzia di quanto di loro gradimento a fronte di un credito vantato nei confronti del locatario.


I militari al termine delle perquisizioni hanno rinvenuto parte della refurtiva, successivamente restituita al legittimo proprietario mentre i tre sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Civitavecchia per il reato di furto in abitazione.


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*
Meteo
Borsa
Camera dei Deputati
Guida TV