HTTPS: on
Ore 12
Roma: alla LUISS convegno NATO sulla geopolitica dei paesi arabi

Geopolitica dei paesi arabi al centro del convegno NATO organizzato per oggi nel pomeriggio presso l’Università LUISS di Roma. La conferenza è organizzata dalla NATO Defense College Foundation in collaborazione con la NATO Political Affairs and Security Policy Division (PASP) e il NATO Defense College, Prevista la partecipazione di autorità, accademici, esperti dei paesi dell’area mediterranea e medio orientale come Libia e Marocco, e poi, tra gli altri, Egitto, Tunisia, Arabia Saudita. I lavori si apriranno con il saluto di Alessandro Minuto Rizzo, diplomatico italiano, già segretario generale ad interim della NATO e ora a capo del Nato defense College e di David Pincet Brigadier General Head of the Academic Operations Division. Arab Geopolitics after the Caliphate. How to exit the fragmentation trap è la quinta conferenza di una serie nata nel 2011 con le Primavere Arabe. Lo scopo è quello di riunire annualmente esperti, decisori politici e analisti provenienti dalla regione per discutere gli sviluppi strategici dei partenariati NATO nell’area. Tre le sessioni in agenda per 19 interventi tra cui annunciati quelli di Mahmoud Gebril, ex Primo Ministro della Libia (a capo del Consiglio Nazionale di Transizione libico nel 2011), Tripoli; Jamal Mohamed Fakhro, Managing Partner, KPMG, Manama; Mahmoud Karem, ex Ambasciatore alla NATO e all’Unione Europea e Commissario del Consiglio per i Diritti Umani, Il Cairo; Nicola de Santis, Capo della sezione Relazioni Esterne, Public Diplomacy Division, NATO HQ, Bruxelles; Ian Lesser, Vice Presidente, The German Marshall Fund of the United States, Bruxelles. La giornalista Mayssoun Azzam di Al Arabiya Channel tra i nomi dei partecipanti che si leggono sul programma. La discussione sugli stati nazionali e sui loro problemi, umanitari e di potere, derivanti dall’impegnativo processo di ricostruzione regionale, sarà appunto coordinata dalla giornalista palestinese. Economia, energia, sostenibilità i temi della seconda sessione che tratterà delle energie rinnovabili come alternativa alla dipendenza dal petrolio. Adnan Z. Amin, che ha guidato dal 2011 al 2019 l’Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili (IRENA), parlerà di questi sviluppi e di come i produttori di energia fossile devono affrontare il cambiamento. Conclusioni a cura di Ahmad Aboul Gheit Segretario generale della Lega Araba alla fine della terza sessione dedicata all’area del Maghreb e del Sahel. Gli atti del convegno diventeranno una pubblicazione della prestigiosa collana editoriale in cui la Nato mette insieme lavori e analisi su temi e argomenti sensibili.


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*
Meteo
Borsa
Camera dei Deputati
Guida TV